1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. MCaravas

    MCaravas Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Salve a tutti, vi spiego brevemente il mio problema.

    Sto vendendo la mia casa (compromesso già effettuato), sulla quale è in corso una domanda di sanatoria facente riferimento alla L. 47/1985.
    Siamo venuti a conoscenza di un errore commesso nel mio precedente atto di compravendita (acquisto avvenuto nel 1999) nel quale, per errore, è riportato che l'immobile, soggetto a richiesta di sanatoria, non è interessato da vincoli paesistici (art. 32 della L. 47/85).

    Ho incaricato di recente un geometra che ha ripreso la pratica di origine, correggendola, e sottoposto nuovamnete tutta la documentazione richiesta; Ho ricevuto, su richiesta, anche una dichiarazione dell'uff. tecnico del comune che esprime parere favorevole per la sanatoria, che avverrà in tempi presumibilmente non brevi.

    Arrivo al dunque: sembra (a brevissimo avremo un incontro finale di chiarimento) che il notaio della parte acquirente non voglia effettuare l'atto (rogito) asserendo che è necessario attendere la sanatoria finale dell'immobile.

    Ovviamente "ignoro" la materia, ma mi sembra veramente assurdo che non ci sia alcuna possibilità di "rettificare" l'errore iniziale nell'atto di origine (con eventuali atti integrativi o rettifiche varie o non so cosa ...) e procedere con la vendita. Mi potete dare qualche suggerimento?

    Ciao a tutti e grazie per il supporto.
     
  2. manolis

    manolis Membro Attivo

    Altro Professionista
    Se il comune ha già espresso parere favorevole al rilasciodella concessione, perchè i tempi non dovrebbero essere brevi? Il parere sul vincolo paesitico dovrebbe essere subdelegato al Comune stesso (la Soprintendenza delega alla Regione che subdelega al Comune), quindi se il parere è favorevole possono rilasciare la concessione in sanatoria anche subito. Ti consiglio, vista l'urgernza, di chiedere di parlare con il dirigente dell'Ufficio Tecnico a cui sottoporre tutta la questione, magari facendoti accompagnare da un tecnico di fiducia.
     
  3. MCaravas

    MCaravas Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Purtroppo nel mio comune la commissione edilizia non si riunisce dal 2009 (per ovvi motivi politici). Abbiamo già parlato con tutta la struttura tecnica ma non hanno modo di agire. Il parere positivo ricevuto e' comunque subordinato al nulla osta...
     
  4. manolis

    manolis Membro Attivo

    Altro Professionista
    Intanto puoi vedere di farti rilasciare il nulla osta paesaggistico. Poi andare a parlare con il Sindaco. Non indire le sedute della commissione edilizia è omissione di atti d'ufficio. In fondo parliamo di Albano Laziale, non di Parigi...
     
  5. MCaravas

    MCaravas Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Abbiamo chiesto un incontro e a breve (lunedì) dovrebbe riceverci.
    Un paio di domande/dubbi:
    - il nulla osta paesaggistico può essere rilasciato anche senza commissione? ... chi lo rilascia?
    - se non ho capito male, il notaio degli acquirenti sostiene che in virtù del vizio sull'Atto di provenienza fatto nel 99 (che affermava che l'immobile non e' soggetto a vincolo paesaggistico) neanche il semplice nulla osta può bastare ... :triste:

    Ti torna?
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina