1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. lucychicca

    lucychicca Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ciao a tutti, la settimana prossima faremo un compromesso in cui daremo una cifra per l' acquisto di una casa.
    ci hanno chiesto un assegno bancario. ora la situazione è questa.
    siamo in provincia di torino dove mio padre e io abbiamo un conto.
    il mio è praticamente vuoto (studentessa :) ) . lui mi dovrebbe dare metà della cifra ma me la deve passare sul conto corrente o può fare lui l'assegno? mica poi la casa viene intestata a lui?
    invece il mio ragazzo ha una situazione ancora più incasinata...
    la sua filiale è a napoli (stessa banca "sanpaolo") ma ora vive in piemonte e andrebbe nella stessa mia banca. lui ha il conto a napoli...come fa per fare l'assegno circolare??glielo possono fare anche da una filiale non sua??
    Grazie mille!!
    rispondete è urgenteeee
     
  2. Scusa non ho capito! parli di assegni bancari e poi per il tuo ragazzo ti riferisci all'assegno circolare.
    Ti spieghi meglio? Comunque il tuo ragazzo può fare predisporre l'assegno circolare nell'Agenzia della vostra zona ( Ovviamente della stessa Banca) , occorre farlo predisporre dando incarico sin da domani.
    E' preferibile che tuo padre faccia il versamento sul tuo conto e poi tu emetta l'assegno per il preliminare; questo per la tracciabilità degli assegni usati per il pagamento ,che andranno identificati all'atto notarile.
    Ciao e auguri per la tua nuova casa.
     
  3. lucychicca

    lucychicca Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    mi riferisco sempre ad assegni circolari.
    ma versandomi dei soldi sul conto poi devo dichiarare qualcosa? mio papà non prenderà più l'assegno familiare per me?
    Grazie :)
     
  4. Il problema è un pò più ampio e di tipo fiscale: Cerco di sintetizzare, innanzi tutto bisognerà sapere se sei figlia unica o se ci sono fratelli che un domani possano avere pretese su quanto dato da tuo padre per permetterti di acquistare la casa; chiarito questo tuo padre in questo caso fa a te una donazione in denaro ( per cui sono proventi tuoi non guadagnati ma donati) e tuo padre non perderà l'assegno familiare se resti senza reddito. Ti consiglio comunque di rivolgerti al Notaio deciso per l'atto definitivo.
    Per il tuo ragazzo ribadisco quanto detto prima, è opportuno che si rechi in un'agenzia della sua Banca nella vostra zona, per prenotare l'assegno circolare.
    Ciao :)
     
  5. lucychicca

    lucychicca Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie mille faremo così :)
    buona serata,
    lucy
     
  6. Ciao e facci sapere. ;)
     
  7. Crisis

    Crisis Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Il problema non è di tipo fiscale ma di tipo successorio.

    Se ci sono fratelli e la donazione risultasse, le somme donate potrebbero essere soggette a collazione, ed addirittura potrebbe configurarsi la donazione indiretta dell'immobile, come recentemente sostenuto dalla Cassazione, e la sua ricomprensione nell'asse ereditario.

    A livello fiscale, a differenza di quanto affermato Isabella, il problema invece non si pone, sia che tuo padre ti bonifichi le somme sia che tragga lui stesso l'assegno circolare. Nel primo caso si avrebbe donazione indiretta del denaro; nel secondo un adempimento del terzo che è ugualmente un atto di liberalità. Ovviamente sempre che si rientri nella franchigia di 1 milione di euro.
    Il consiglio è comunque quello di tenere fotocopia degli estratti conto, nel caso che l'AdE venga a chiedere notizie.

    In assenza di fratelli, la soluzione migliore e più economica (se proprio si vuole far risultare la donazione, cosa che sconsiglio) è quella di far inserire nell'atto che le somme sono state pagate con l'intervento del genitore.
    Consultatevi comunque col notaio se è il caso di farla risultare o meno. Questi potrebbe anche "spingere" per fare un atto formale di donazione del denaro; nel caso vedete bene se lo fa per qualche motivo fondato o solo per farvi pagare più onorario.
     
  8. Roby

    Roby Fondatore

    Agente Immobiliare
    Ma la cassazione invece di semplificare intreccia sempre di piu??
    Donazione indiretta dell'immobile?
    Ma non vale il principio che un genitore in vita puo disporre come meglio credere dei suoi beni?
    Ok poi si lede la leggittima e c'è caso e caso ma................
     
  9. Crisis

    Crisis Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Infatti la sentenza è stata oggetto di critiche dalla dottrina, ciononostante il principio enunciato nella sentenza 14 dicembre del 2000, n. 15778 è stato applicato anche in altri casi.

    Il principio affermato è questo:
    "nella ipotesi in cui un soggetto abbia erogato il danaro per l’acquisto di un immobile in capo al proprio figlio, si deve distinguere il caso della donazione diretta del denaro, in cui oggetto della liberalità rimane quest’ultimo, da quello in cui il danaro sia fornito quale mezzo per l’acquisto dell’immobile, che costituisce il fine della donazione. In tale secondo caso, il collegamento tra l’elargizione del denaro paterno e l’acquisto del bene immobile da parte del figlio porta a concludere che si è in presenza di una donazione indiretta dell’immobile stesso, e non già del denaro impiegato per il suo acquisto."

    Ovviamente il problema si pone soltanto qualora ricorrano più legittimari.
    Da esperienza, comunque, posso dire che - Cassazione o meno - le donazioni fatte in vita con disparità di trattamento tra legittimari si rivelano sempre foriere di grossi problemi, per lo più tra fratelli: rabbie, contestazioni, acidità di stomaco e malanni che forse non sono un buon prezzo per il bene donato (e da restituire)...
     
  10. lucychicca

    lucychicca Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    mia sorella è già sposata non è un problema...
    posso mettere tutti i soldi sul mio conto?
    rinuncio a quelche detrazione??(casa non nuova costruzione!)
     
  11. Crisis

    Crisis Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Scusami, ma cosa c'entra se è sposata o no?

    Il punto è che donandoti i soldi dell'appartamento tuo padre fa un anticipo dell'eredità a te, di cui un giorno tua sorella potrebbe richiedere la collazione nell'asse ereditario. Il problema potrebbe aprirsi alla morte di tuo padre, qualora tua sorella chieda la collazione di quelle somme. Il fatto che sia sposata non le impedisce di fare ciò; anzi, la motiva di più (l'affetto che prova per te potrebbe passare in secondo piano quando avrà dei figli).

    Quindi o sei ben cosciente di quanto ti ho scritto, o cerchi una soluzione.

    Se fossi in te, per tutelarmi, farei bonificare le somme da tuo padre sul tuo conto. Poi gli farei firmare una scrittura in cui si dice che quelle somme sono state concesse a titolo di mutuo. Insomma, gli fai firmare un vero e proprio contratto di mutuo (se ne trovano molti modelli in rete) in cui lui è il mutuante, tu la mutuataria.
    Ovviamente fai redigere quella scrittura in una sola copia, che poi tieni tu.
    Così un domani potresti, se non paralizzare, per lo meno rendere più difficile la collazione che potrebbe chiedere tua sorella.

    Comunque ti consiglio di andare perlomeno da un legale a farti consigliare. Valuta tu se all'insaputa di tuo padre o meno: bisogna vedere se lui è d'accordo a ledere la legittima di tua sorella oppure no, perché ad esempio ha comprato un appartamento anche a lei. Quella che ti ho detto io è solo un'idea.

    Tieni conto che per il regalo di oggi potresti trovarti a sopportare diverse beghe domani.

    Sia fatta in un modo o nell'altro, comunque conserverai i benefici prima casa.
     
  12. lucychicca

    lucychicca Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    ma lei ha già avuto i soldi uguale a me prima di sposarsi...
     
  13. lucychicca

    lucychicca Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    ...quindi il problema è solo come dare i soldi al compromesso...
    vi do qualche dato in più
    179000 appartamento
    100000 al compromesso (a/c)
    65000 mutuo all' atto più rimanenza assegno bancario
     
  14. Crisis

    Crisis Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Per la tua sicurezza ci vorrebbe che questo risultasse.

    Comunque ti ripeto, la consulenza è d'obbligo se ti vuoi premunire contro i problemi che ti ho detto.
    Per lo meno, cerca di entrare in possesso degli estratti conto da cui risulta che tuo padre ha dato i soldi anche a tua sorella.

    Come ti vengono i soldi non è un problema.
    Io preferirei il bonifico sul tuo conto piuttosto che gli assegni circolari tratti da tuo padre sul suo conto (sarebbe più facile in quel caso ricostruire la donazione indiretta).
    Ma mi concentrerei piuttosto sui problemi ereditari.
     
  15. lucychicca

    lucychicca Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    mio papà mi fa un bonifico, anche il papà del mio ragazzo e anche lui stesso.
    poi l' assegno circolare è per il compromesso.
    il problema era se facendolo io che sono una studentessa e non lavorando perdessi dei diritti o delle detrazioni (non facendo il 730)
    Grazie :)
     
  16. il Custode

    il Custode Custode del Forum Membro dello Staff

    lucy non postare altri argomenti identici per il forum ma usa questo già aperto ;) E' anche un modo per ottenere le migliori risposte.

    Grazie a Crisis per la segnalazione
     
  17. lucychicca

    lucychicca Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina