• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Sabella

Membro Junior
Agente Immobiliare
#1
Salve cari colleghi, voglio condividere con voi questa prima brutta esperienza dopo 13 anni di lavoro come AI andati sempre lisci con rispetto reciproco tra me e i clienti. Invece questa volta sono inciampata su gente disonesta, succede sono i rischi del nostro mestiere.
A novembre dell'anno scorso un venditore cui era scaduto l'incarico mi dice verbalmente e per strada di continuare la vendita del suo immobile. Sinceramente in quel periodo ero un po' stressata anche perchè stavo concludendo la separazione da mio marito perciò non badai a dirgli di venire in agenzia e firmare il nuovo incarico, ci stringiamo la mano e via.
Dopo qualche giorno un potenziale acquirente visita la villetta di proprietà del venditore, la casa gli piace e perciò sottoscrive una proposta di acquisto a 170.000 euro che sottopongo al venditore il quale mi dice che il prezzo è basso secondo lui e vorrebbe almeno altri 30.000 euro.
L'acquirente non ne vuole sapere di mettere la cifra in più e tutto finisce lì in un nulla di fatto.
Poco prima di Natale il venditore viene in agenzia e mi dice di lasciare perdere per la vendita della villa perchè ha deciso di non vendere più. Anche in questo caso gli restituisco le chiavi e con una stretta di mano amici come prima.
Una settimana fa scopro che la villetta è stata acquistata a fine agosto dall'acquirente che firmò la proposta, ha comprato a 190.000 euro mettendo 20.000 in più.
Invio una lettera serena ad entrambe le parti e il venditore viene in agenzia riconoscendomi la provvigione, non fa problemi e mi stacca l'assegno. L'acquirente invece mi telefona e mi dice che non pagherà perchè secondo lui la proposta era scaduta perchè durava solo 15 giorni (sic!) ed è passato molto tempo (ma io so che il contatto era avvenuto dopo qualche mese dal Natale per dichiarazione dello stesso proprietario e a luglio hanno firmato un compromesso per fare l'atto dieci giorni fa.
Sono andata per vie legali, la mia avvocata mi ha già detto che ci sono moltissime sentenze che danno ragione a noi AI in situazioni analoghe e che la proposta d'acquisto firmata dall'acquirente lo vincola a riconoscere la provvigione.
Sono molto amareggiata, queste cose ti sfiniscono ma io voglio ciò che mi spetta perchè non ho fatto nulla per non meritarmelo, ho accompagnato l'acquirente, gli ho dato tutte le informazioni, le planimetrie, e ho mantenuto in piedi una trattativa per diversi giorni per farlo chiudere a 170.000, poi lui ha detto che finiva lì.
 

Umberto Granducato

Fondatore
Membro dello Staff
Agente Immobiliare
#4
Oltre al discorso della provvigione l'aver dichiarato in atto che non c'è stata mediazione comporta conseguenze molto pesanti quali dichiarazione mendace in atto pubblico e l'eventuale revisione dei benefici prima casa (se li ha avuti) con conseguente sanzione. potrebbe rischiare qualcosa come 15/20000euro.
Ti pagherà..
 

Sabella

Membro Junior
Agente Immobiliare
#9
No non demordo. Sai cos'è? E' la faccia tosta dell'acquirente che mi dice "non ti devo nulla! La proposta era scaduta ed erano passati diversi mesi! La trattativa me la sono fatta da solo!" Sì è io invece di lavorare pettino le bambole, che poi che trattativa ha fatto, ha alzato di 20.000 euro, quello che gli avevo detto io di fare al diniego del venditore ma che lui non ha voluto fare.
 

sgaravagli

Membro Attivo
Agente Immobiliare
#10
vai avanti e fatti pagare hai tutte le carte in regola per vincere la causa...... sono curioso di come andrà a fini re per le dichiarazioni mendaci in atto pubblico....
 

specialist

Membro Senior
Privato Cittadino
#11
Ma siamo così sicuri che abbiano dichiarato il falso?
Magari hanno sottoscritto che non è stata pagata alcuna agenzia (ovvero nient'altro che la verità). :^^:
 

specialist

Membro Senior
Privato Cittadino
#13
proprio questa sarebbe la dichiarazione mendace. Il notaio ti chiede se è intervenuto un mediatore, tu devi dire si o no. Nel caso intervenga dichiarare quanto e come è stato pagato.
Abbiamo già affrontato questo discorso. Dichiarare che non è stata pagata nessuna agenzia è la verità in questo caso. Ci sono mille modi per evitare di dichiarare il falso. Se ti fa piacere, si può anche affermare che l'agenzia è intervenuta, ma non è stata pagata. Ti ricordo anche che i clienti del notaio non sono le agenzie immobiliari.
Questo solo per puntualizzare che si può evitare il reato.
Ferma restante naturalmente la scorrettezza - ancor più odiosa da parte del cliente venditore - di sottrarsi al pagamento dell'agenzia.
 

specialist

Membro Senior
Privato Cittadino
#15
L'acquirente si è sottratto. Il venditore mi ha pagata.
Lo so, non alludevo al tuo caso particolare. Comunque, se proprio vogliamo sottilizzare, il venditore ti ha pagato dopo il rogito solo in seguito al tuo avviso, ma se prima avesse dichiarato che non si era avvalso di un'agenzia, avrebbe comunque ormai commesso il reato. Paradossalmente è stato un ravvedimento inutile in quest'ottica.
 

Umberto Granducato

Fondatore
Membro dello Staff
Agente Immobiliare
#16
Dichiarare che non è stata pagata nessuna agenzia è la verità in questo caso.
no perchè non è quello che dichiari. Devi dichiarare se ti sei avvalso o meno di un mediatore

Se ti fa piacere, si può anche affermare che l'agenzia è intervenuta, ma non è stata pagata
direi che sarebbe un autogol :sorrisone:

Ci sono mille modi per evitare di dichiarare il falso.
non direi...
 

Umberto Granducato

Fondatore
Membro dello Staff
Agente Immobiliare
#18
Possono esistere mille motivi per cui non è stata pagata l'agenzia, ma questo non interessa certo al notaio, né rileva penalmente se non hai dichiarato il falso.
Non ci capiamo: non dichiari se è stata pagata l'agenzia.
La domanda del notaio è: ti sei avvalso dell'opera di un mediatore? se rispondi di no, come credo sia in qst caso e dopo una causa risulta che ti sei avvalso di un mediatore, l'hai saltato e lo dovevi pagare, hai dichiarato il falso...
 

specialist

Membro Senior
Privato Cittadino
#19
Non ci capiamo: non dichiari se è stata pagata l'agenzia.
La domanda del notaio è: ti sei avvalso dell'opera di un mediatore? se rispondi di no, come credo sia in qst caso e dopo una causa risulta che ti sei avvalso di un mediatore, l'hai saltato e lo dovevi pagare, hai dichiarato il falso...
E io ti ripeto che se il notaio modifica il testo della domanda - che non è la liturgia della parola di un testo sacro - e in ogni caso eviti di affermare che non ti sei avvalso di un mediatore, eviti anche di commettere se non altro il reato. Certo, bisogna essere accorti su quello che si dichiara e dubito che molti, come nella fattispecie, lo farebbero. Con questo, direi che abbiamo finito. Anche precedenti analoghe discussioni non avevano portato a nulla di più.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

costarelli ha scritto sul profilo di cristian casabella.
Ho un immobile artigianale-commerciale in un piccolo centro commerciale a bastia umbra (tra assisi e perugia) questo composto da 9 studi medici, una palestra,2 bagni e 2 spogliatoi oltre le zone comuni per un totale di 240 mq più 160 mq di terrazzo. E' affittato ad euro 1850+IVA mensili ad una società che svolge poliambulatorio medico con un contratto di 6 anni coperto da fideiussione. Prezzo 340000 rendita 6,5% anno
Alto