1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Dhalsim

    Dhalsim Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buongiorno,
    chiedo consiglio agli esperti del forum in merito alla spiacevole situazione in cui mi trovo in qualità di *acquirente*. Chiedo scusa se mi dilungo in dettaglio nella descrizione dei fatti. Ovviamente ci tengo a spiegare i termini della questione.

    Insieme a mia moglie ho fatto una proposta d'acquisto per una villetta, che in annuncio era descritta come "climatizzata" e dotata di "gazebo" e "barbecue" nel giardino. Tuttavia, il giorno prima del preliminare il proprietario mi ha fatto sapere tramite il mediatore che tali "accessori" dovranno essere da noi pagati a parte, altrimenti li porterà via. Questo (oltre a un'altra discussione) ha provocato un rinvio del preliminare al fine di chiarire la situazione.
    Premetto che le pertinenze (climatizzatori, gazebo e barbecue) erano mostrate con belle fotografie a corredo dell'annuncio e sono fra i motivi per cui ci siamo interessati a questa casa.
    Nel corso della visita sia l'agente immobiliare che i proprietari hanno citato tra i "benefit" della casa sia l'aria condizionata, che il gazebo che il barbecue, senza mai citare il fatto che dovessero essere pagati a parte.
    Il solo pagamento a parte che abbiamo discusso in fase di visita è stato l'acquisto da parte nostra dei mobili della cucina e dei bagni.

    In fase di proposta (redatta dall'agente immobiliare a partire da un modulo prestampato), ho chiesto all'agente di ripetere nella proposta il testo del loro annuncio relativo alla casa, ma mi è stato detto dall'agente che" non era necessario", nel senso che era scontato che la proposta si riferiva all'annuncio. La proposta dice quindi che l'immobile dovrà essere trasferito "nello stato di fatto in cui si trova, come visto e gradito, con tutte le servitù attive e passive". Si dice anche che l'immobile dovrà essere consegnato "libero da persone o cose", e fra le note si specifica che "le parti concordano" che l'abitazione sarà consegnata inclusiva della cucina e degli arredi dei bagni come visti in data della nostra visita. Si dice anche che "ogni altro eventuale arredo di interesse del proponente sarà oggetto di successivo accordo tra le parti". Con questa ultima specifica, ci si intendeva riferire soprattutto ad alcuni armadi su misura presenti nella casa, per cui stavamo valutando se fare un'offerta ai proprietari dopo il preliminare.

    Dopo aver ricevuto la nostra proposta , il venditore ha formulato via email una controproposta, da noi accettata. Il venditore (che era in viaggio) ha confermato via email di aver ricevuto il nostro ok e ha a sua volta fornito l'ok. Una volta rientrato in Italia, il venditore si è presentato dall'agente immobiliare per controfirmare la proposta e incassare l'assegno. In quella sede il venditore ha asserito di non avere avuto modo di leggere bene la proposta durante il viaggio e di avere "scoperto" solo al rientro dal viaggio che la nostra proposta riguardava l'acquisto della casa insieme agli arredi di cucina e bagno. Pertanto ha chiesto di aggiungere 10mila euro al prezzo pattuito. Abbiamo rifiutato, dato che la proposta era già stata oggetto di una precedente trattativa e ci sembrava inconcepibile che nostra controparte asserisse di *non aver letto attentamente* una proposta da centinaia di migliaia di euro. Nonostante il nostro rifiuto a incrementare l'offerta, il venditore ha firmato la proposta e incassato la caparra da noi lasciata.

    Infine, il giorno prima di andare dal notaio, il venditore ci ha fatto sapere tramite l'agente immobiliare che entro il rogito rimuoverà climatizzatori, gazebo e barbecue, a meno che non gli diamo i 10mila euro che aveva chiesto in precedenza.
    Ovviamente ci siamo inc**zati non poco e abbiamo rimandato il preliminare.
    Adesso l'agente immobiliare mi dice che il venditore ha diritto di rimuovere le pertinenze. L'agente mi dice che le pertinenze avrebbero dovuto essere citate nel preliminare (da lui scritto).
    Quando ho fatto notare che climatizzatori, gazebo e barbecue in muratura erano presenti *nel testo e nelle foto* dell'annuncio redatto dall'agenzia (di cui ho conservato copia), l'agente mi ha detto che l'annuncio è solo una pubblicità commerciale e non ha alcun legame con la proposta. Secondo l'agente, la proposta si riferisce esclusivamente alla casa, priva di pertinenze e di tutto quello che non è esplicitamente specificato.

    Adesso io e mia moglie dobbiamo decidere cosa fare. Siamo spiazzati e arrabbiatissimi.
    Vorrei chiedervi se davvero in una situazione come questa il proprietario a diritto di rimuovere le pertinenze?
    Ed è vero che l'annuncio immobiliare non ha nessun valore?
    Che diritti possiamo fare valere noi?

    Grazie per avere letto sin qui.

    Dhalsim
     
  2. PyerSilvio

    PyerSilvio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Immagino che oltre a tutti gli acessori, decritti e pubblicizzati con fotografie, in quell'annuncio era esposto anche un determinato prezzo.

    Se l'annuncio fosse vincolante, come vorresti che fosse per quegli acessori, allora avrebbe dovuto esserlo anche per il prezzo richiesto.

    Invece il prezzo offerto e' stato diverso.

    Nel momento in cui vi e' stata la circostanza, di integrare l'offerta, a seguito della controproposta, in quella sede, avresti dovuto "chiudere il cerchio" e comprendere quegli accessori che desiderate.
    Precisandoli sul contratto, dando ad intendere quel rilancio, quale non oltre piu' negoziabile.

    Prendere o lasciare quindi.

    Ora, con l'incasso dell'assegno, le cose sono piu' complesse.

    Considerato che i patti che hai citato, previsti nel contratto, danno ragione al venditore.

    Non ti resta altro che bluffare.

    A livello verbale, puoi paventare il "prendere o lasciare" al venditore, mettendolo davanti allo spauracchio, di non procedere piu' alla esecuzione del contratto, contestando la questione.

    Potresti pure paventare di saltare il compromesso e di giungere direttamente a rogito.

    Lasciando il venditore in una situazione di incertezza fino alla fine.

    Cio' a fare leva, per raggiungere un accordo bonario, per sciogliere la questione.

    Se la manovra non ti riuscisse, a livello formale ed in qualsiasi momento, nei termini del contratto, potrai convocare il venditore al rogito o al compromesso.

    Egli, altro non puo' fare, che attendere la tua azione.

    L'incasso dell'assegno lo vincola a te fino alla fine degli effetti del contratto.

    Fallo "ballare" un po'...

    Il silenzio assoluto e il lasciar trascorrere i giorni, senza fornire ai tuoi interlocutori alcuna novita'.
    Sono le armi migliori che in questo momento puoi utilizzare.

    Lasciando che siano loro ad avanzare verso di te.

    Facci sapere.
     
    Ultima modifica: 18 Marzo 2016
    A FRANCY80 piace questo elemento.
  3. Dhalsim

    Dhalsim Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie PyerSilvio.
    Non riesco a comprendere al 100% la tua risposta.

    Aggiungo qualche dettaglio per chiarire i fatti.
    L'annuncio parlava di una casa climatizzata e dotata di gazebo e barbecue. Era indicata in vendita a un prezzo X.
    Quindi, da come capisco, il prezzo X includeva climatizzatori, gazebo e barbecue. Né questo è stato smentito in fase di visita.

    Dal momento che abbiamo deciso di comprare anche gli arredi della cucina e del bagno (come discusso con i venditori in fase di visita), noi abbiamo offerto X+5.
    Nella controproposta i venditori ci hanno chiesto (via email) X+10 e noi abbiamo accettato. Preciso che tutti questi scambi sono stati mediati dall'agente immobiliare.

    Al ritorno in Italia i venditori hanno sostenuto di non avere letto a fondo la nostra proposta di partenza (X+5) e che la loro controproposta si riferiva alla casa priva degli arredi di cucina e bagno. Noi abbiamo insistito che la proposta parlava chiaro e che loro avevano addirittura fatto una controproposta. Pertanto hanno firmato per la cifra X+10. E hanno incassato la caparra.

    In tutto questo, e fino al giorno precedente il preliminare, non si era più parlato dei condizionatori, perché a nostro parere erano inclusi nell'annuncio e, secondo l'agente immobiliare erano sottintesi nella proposta originaria!

    Dhalsim
     
  4. PyerSilvio

    PyerSilvio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Quindi avete offerto il prezzo pieno e poi avete integrato per gli arredi vari...?

    Intanto il mediatore, ha commesso quell'errore, uno dei piu' classici, di comprendere gli acessori e il mobilio in una trattativa immobiliare.

    Dovrebbe scegliere se vendere case o mobili.

    Circostanza di "tira e molla" che potrebbe continuare per lungo tempo.
    Solo la redazione di un inventario dettagliato poteva metterti al sicuro.

    Detto questo, tutto cio' che non e' incluso nel contratto, puo' essere escluso dalla vendita.

    Se per ogni altro arredo e' previsto "un successivo accordo tra le parti" significa che la proposta parla chiaro, in questo senso.
     
    A Seya piace questo elemento.
  5. andrea b

    andrea b Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    Beh, prendendo per buono tutto quanto scritto, secondo te di chi è la colpa del casino? Perché a me sembra abbastanza chiaro chi non ha voluto scrivere e ha dato per scontato prendendo le cose alla leggera...
     
  6. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Trovo assolutamente scorretto sia il comportamento del proprietario che quello dell'agente immobiliare.
    Se io pubblicizzo un immobile come "climatizzato" e fornito di "gazebo e barbecue" quelli vanno venduti insieme all'immobile.

    E nulla è implicito.

    Io manderei una lettera da parte di un avvocato con allegate foto e testo dell'immobile pubblicizzato e ribadendo la volontà di acquistare l'immobile come era stato visto e piaciuto, compresa l'accettazione della controproposta.

    Se tu venditore, essendo all'estero, non sei capace di leggere, fatti ricoverare.
     
    A sarda81, Rosa1968, eldic e 1 altro utente piace questo messaggio.
  7. PyerSilvio

    PyerSilvio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Aldilà dell'episodio fine a se stesso e o della eventuale leggerezza commessa dall'intermediario, la lettera dell'avvocato serve a poco.

    Implicito è che il venditore dispone dei suoi beni.

    Come gli pare e piace.

    La pubblicità potrebbe essere un mero errore dell'intermediario, che tuttavia, vende beni immobili e non quelli mobili.

    L'obbligazione è limitata alla caparra conferita.

    Il venditore, in quanto tale, esplicitamente, potrebbe anche decidere di non vendere più.

    Per chi ancora non si è convinto, ecco un'altra dimostrazione, di come il venditore e i rapporti chiari e limpidi, che il mediatore deve avere con questa parte, siano di fondamentale importanza, per la buona riuscita delle compravendite.
     
  8. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Non sono assolutamente d'accordo e anche un giudice ritengo sarebbe dello stesso parere.

    Ciò che è scritto nella pubblicità conta e come !

    Se un negoziante mette in vetrina una giacca a 150 euro e dentro pretende, in base a un errore di cartellino, di prenderne 250, stai tranquillo che il cliente la paga 150.
     
    A Mil piace questo elemento.
  9. Tobia

    Tobia Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Quoto Bagudi.
    Lettera dell'avvocato in cui chiedi di andare avanti in maniera bonaria altrimenti farsi causa per i tuoi diritti, pregiudicando di fatto la vendita a terzi della sua casa in quanto già oggetto di una causa legale con te.

    10 giorni di tempo per decidere e poi seguirà lettera con inizio decorso legale della diatriba tra voi due.

    EDIT
    prima avvisa l'agente immobiliare che sarà tirato in ballo per l'annuncio e chiedi di anticipare il contenuto della tua lettera al proprietario.
    In caso di nulla di fatto andrai avanti.
     
    Ultima modifica: 18 Marzo 2016
    A Bruno Sulis e andrea b piace questo messaggio.
  10. PyerSilvio

    PyerSilvio Membro Senior

    Agente Immobiliare

    Oppure non la compra e se ne esce dal negozio con la sua vecchia giacca.

    Non ti stò a dire come si usa rispondere a Milano quando uno ti dice "tranquillo".

    Interpello l'amico @andrea b , se ti vorrà aiutare, in risposta a questo quesito.

    Oltre a ciò, vi è da sottolineare come sullo strumento di acquisto, si sia fatto espresso riferimento a trattative successive, riferite all'interesse di acquisizione di altri arredi.

    Non abbiamo ancora oggettivo riscontro se la proposta avanzata sia stata fatta piena.

    Se tanto ci da tanto, nel seguire la tua argomentazione, se per la giacca esposta in vendita a 150, si è fatto un offerta a 140, non ci siamo.
     
    Ultima modifica: 18 Marzo 2016
  11. eldic

    eldic Membro Senior

    Privato Cittadino
    fatta la solita debita premessa che dal punto di vista legale sono ignorante come un capra guatelmateca, mi pare di ricordare che un annuncio di vendita/pubblicità non costituisce proposta contrattuale, a differenza del prezzo "appiccicato all'oggetto".
     
  12. eldic

    eldic Membro Senior

    Privato Cittadino


    si. e se poi torna con un vigile ci scappa una multa che levati.
     
  13. PyerSilvio

    PyerSilvio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Difficile senza la flagranza.
     
  14. PyerSilvio

    PyerSilvio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Come quando vedi un semplice panino imbottito rappresentato su un manifesto pubblicitario.

    Su quell'annuncio, il panino appare soffice, dal colore naturale.
    Morbidamente allocati, una sopra l'altro, gli elementi che costituiscono l'offerta.

    La foglia di insalata è di un verde acceso e fà capolino la goccina d'acqua a rappresentarla fresca di lavaggio.
    La fetta di formaggio è generosa e dal colore invitante.

    L'Hamburger inserito che si intravede tra le due fette di pane ha un suo bello spessore, e appare succoso.

    Quando lo scarti dal suo involucro, quello stesso prodotto, ha sembianze e caratteristiche diverse da quello come cui è stato esposto.

    Eppure nessuno corre dal Giudice.
     
  15. eldic

    eldic Membro Senior

    Privato Cittadino
    però, se ci fai caso, in quei frangenti c'è sempre scritto che quell'immagine è un "suggerimento di presentazione e non è rappresentativo del prodotto pubblicizzato".

    sulla giacca, ovvio: se nel mentre il cartellino viene cambiato, il compratore si attacca.
     
    A Mil e Bagudi piace questo messaggio.
  16. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Se io pubblicizzo un immobile con l'aria condizionata, lo vendo con l'aria condizionata, figuriamoci un gazebo...

    Non esiste proprio. Se il proprietario ha cambiato idea dopo (e non sa leggere quando è all'estero... perchè, si sa, parlare una lingua straniera fa dimenticare la propria....) sono cavoli suoi.
     
    A andrea b, Rosa1968 e eldic piace questo elemento.
  17. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    lui ne vuole dieci in più, quindi ha dato un valore, ed io se non li lascia glieli tolgo dal prezzo.
     
    A andrea b e eldic piace questo messaggio.
  18. PyerSilvio

    PyerSilvio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Puo' essere una soluzione.

    Che prevede un braccio di ferro tra le parti.
     
  19. PyerSilvio

    PyerSilvio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Probabilmente la specifica e' stata introdotta per evitare lagnanze.
     
  20. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Ah beh.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina