1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. kingofbit

    kingofbit Membro Attivo

    Altro Professionista
    Buongiorno a tutti.
    seguivo da tempo un immobile il cui prezzo di vendita era molto elevato (definiamolo "X"). Siccome 2 mesi fa il venditore si è trovato in seria difficoltà economica, l'AI mi ha suggerito di fare una proposta (scritta) ad un prezzo "Y" decisamente inferiore a quello "X" richiesto dal venditore.

    Tale proposta è stata rifiutata. Passati solo 20 gg, peggiorando la situazione economica del Venditore, su invito dell'AI presento una proposta VERBALE al Venditore, pari all'ultimo prezzo "Y" offerto, maggiorato di 10 mila euro (definiamolo prezzo "K"): Proposta ACCETATA verbalmente.

    Ci troviamo tutti in Agenzia per la firma del preliminare preparato da me e dal mio notaio (mandato per 7 gg in visione alla parte Venditrice e relativo Legale) e, poco PRIMA della firma mi viene detto che alcune dotazioni/oggetti verranno rimossi dall'immobile (es: i climatizzatori) mentre altre verranno sostituite (es: lavabi e rubinetteria) con pezzi "meno pregiati".

    Motivazione del Venditore -cito testualmente- "se me lo pagavi il prezzo pieno "X" che avevo richiesto inizialmente ti lasciavo tutto, ma pagandolo molto meno queste cose me le porto via, altrimenti, se vuoi che rimangano me le paghi a parte".

    La mia prima risposta è stata che io ho offerto il prezzo "K" per TUTTO, così come mi era stata fatta visitare la casa dall'AI, che nessuno mi aveva detto che alcuni pezzi sarebbero stati rimossi, altrimenti offrivo ancora meno del prezzo "K".

    Per i climatizzatori, alla fine abbiamo trovato un accordo scritto, integrando il preliminare (che finirà ora dal mio Notaio per la trascrizione). Abbiamo firmato il preliminare in cui c'è scritto ed approvato che "l'immobile verrà consegnato il giorno del rogito..libero..bla bla.. nello stato DI FATTO in cui attualmente si trova".

    DOMANDA: in linea generale, è previsto che io veda una casa bellissima, faccia un'offerta e poi alcuni pezzi vengano sostituiti prima del rogito? E ancora: non è il mio caso, però se dovessi impuntarmi perchè voglio proprio quei lavandini/rubinetti che secondo me sono compresi nel prezzo totale di acquisto indicato e firmato ora nel preliminare (ripeto "firmato"), sarebbe corretto, oppure è davvero prassi che possano essere sostituiti da altri?
    Grazie
    Buona giornata
     
  2. Sim

    Sim Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Solitamente si acquista così come visto e piaciuto. A meno di ulteriori accordi, a meno di ulteriori chiarimenti in merito, è implicito che l'immobile verrà consegnato così come mostrato. E' il classico caso in cui durante la visita si specifica semplicemente che l'immobile verrà svuotato dell'arredo. L'impiantistica rimane.
     
  3. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Se il venditore voleva sostituire qualcosa doveva dirtelo il giorno in cui ha accettato la proposta. Oggi non vale.
     
  4. ilragno

    ilragno Ospite

    Tutto dipende da cosa sono quelli che tu chiami lavabi e rubinetti.

    Se si tratta di lavabi e rubinetti inglobati in un mobile, ha ragione il venditore a dire che non fanno parte dell'immobile (giuridicamente parlando) ma fanno parte dell'arredo del bagno e può portarli via e sostituendoli con altri, sperando che li metta dello stesso colore degli altri sanitari.

    Tutto ciò che è giuridicamente mobile non fa parte dell'immobile.

    Però è molto criticabile il comportamento del venditore : necessità economiche e si attacca a lavabi e rubinetti: o saranno d'oro ?
     
  5. stella pileci

    stella pileci Membro Junior

    Agente Immobiliare
    La proposta di acquisto accettata è ,agli effetti di legge, una bozza del preliminare di compravendita ... Avreste dovuto specificare che l'immobile è corredato da impianto di aria condizionata e che la stessa è parte integrante dell'immobile ed è compresa nel prezzo . Per quanto concerne i sanitari e rubinetterie bisogna distinguere se questi fanno parte integrante di arredi da bagno ( mobili con catini da incasso ) o meri e propri sanitari , ancora una volta se , nel primo caso , gli arredi non sono parte integrante dell'immobile e pertanto possono essere rimossi e sostituiti se non specificato nella proposta , nel secondo caso sono parte integrante dell'immobile e pertanto non possono essere rimossi !Consiglio di fare un sopralluogo, nell'immobile, prima di andare dal notaio insieme al venditore per accertare la "trasparenza" dell'operazione prima ancora di concluderla con il rogito .
    Stella
     
    A Sim e ilragno piace questo messaggio.
  6. smoker

    smoker Membro Senior

    Privato Cittadino
    quale bozza? se fatta con i crismi dovuti la proposta, successivamente accettata, integra già un preliminare di vendita bello e buono.
    Non vedo attinenza con il caso lamentato, poichè la clausola comporta rinuncia alla garanzia per vizi, mentre l' utente chiede chiarimenti sulle eventuali asportazioni che potrà eventualmente effettuare il suo dante causa dopo l' accettazione.

    Smoker
     
  7. ilragno

    ilragno Ospite

    Stella, ottimo e dettagliato intervento. L'agente immobiliare della vendita non è stato molto attento e soprattutto ora non sta mostrando competenza e coraggio nel dirimere la questione. Con te non sarebbe successo nè la dimenticanza iniziale nè lo strascico attuale.

    Queste storie dello stato di fatto, del visto e piaciuto sono poco professionali.
    Tutte le volte che le leggo, penso ai miei panni nello stendino in bagno e rido dentro di me : vorranno al rogito anche la mia biancheria intima ( se feticisti, hanno comprato l'appartamento per quello ).
     
    A stella pileci piace questo elemento.
  8. ilragno

    ilragno Ospite

    Secondo la dottrina e la giurisprudenza maggioritarie, sia proposta che preliminare non sono atti di vendita, ma promesse di venddita, con tutti i limiti che ne conseguono.
    Visto che la proposta è può divenire anche prelimiare ( se previsto nel testo della proposta stessa, che invece potrebbe rinviare ad un successivo patto più dettagliato, tra le parti) sarebbe buona norma, come dice syella, spenderci un pò di tempo in più invece di usare moduli prestampati, che per la loro genericità possono solo divenire fonte di amare discussioni che raffreddano gli animi delle parti.
     
  9. smoker

    smoker Membro Senior

    Privato Cittadino
    seconto te è professionale informare il potenziale acquirente della supposta poco florida situazione economica del venditore?

    Smoker
     
  10. proge2001

    proge2001 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Io penso che un agente immobiliare debba informare il possibile acquirente, su situazioni che possano complicare un eventuale acquisto ed il nostro amico ha detto nel primo post che la situazione economica era seria e successivamente era peggiorata. Ritengo questi argomenti validi per informare il possibile acquirente.
     
    A Sim e ilragno piace questo messaggio.
  11. ilragno

    ilragno Ospite

    Il mediatore può usare tutti gli accorgimenti leciti per favorire la conclusione dell'affare. E' il suo lavoro, anzi un buon professionista tocca certi argomenti per sensibilizzare l'attenzione del compratore, non può stare ad aspettare come Newton che gli cda la mela sulla testa.
    Potrebbe poi essere staot sollecitato dallo stesso venditore, che, perchè veramente in stato di necessità o come espediente concordato, voleva riaprire la trattativa sollecitando le oferte di un interessato all'acquisto.

    La verità od una delle tante innoque bugie del commercio : l'immobile esiste e piace a qualcuno disposto a pagarlo il richiesto : questa storia dei lavabi e rubinetti, ripeto a meno che non siano d'oro fino, non è razionale da parte di nessuna delle due parti (con 1000 euro compri un lavello+rubinetto sufficientemente bello e nuovo).
    Mi domando cosa se ne faccia del lavello con rubinetto, il venditore alla canna del gas : meglio i fornelli....a gas:sorrisone:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina