1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. stefaniave

    stefaniave Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Salve,
    qualcuno mi può consigliare come fare? L'amministratore di condominio non vuole inviarmi le comunicazione via pec o fax o mail normale. Manda solo una montagna di raccomandate. Onestamente mi sembra un gran spreco di denaro, carta, inchiostro, .....
    Lo posso in qualche maniera "obbligare" ad usare la pec?
     
  2. Monica83

    Monica83 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    beh obbligarlo proprio non credo!
    penso che invii tutto per raccomandata in modo da non dover fare distinzioni per ogni condomino... prova a immaginare se ogniuno volesse recapitata la posta a modo proprio.. non ci si riesce a stare dietro!
    una soluzione potrebbe essere se tutti i condomini attivasserò una pec in modo da inviare la stessa posta alla stessa modalità a tutti!
     
    A Sim piace questo elemento.
  3. Monica83

    Monica83 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    anche se la vedo dura!
     
  4. chiccha

    chiccha Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    La pec ha valore legale di raccomandata quindi puoi pretendere che sia inviata al posto della cartacea.
    Anche il fax ha valore legale, la mail in casella normale no.
     
  5. Monica83

    Monica83 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    chicca si è vero può pretendere ma non è obbligatorio per l'amministratore inviare una pec... diciamo che qui subentra il buon senso.. come dicevo prima prova a immaginare se ogni condomino di ogni condominio volesse la posta in un determinato modo.. l'amministratore diventerebbe un ufficio centrale smistamento posta! diventa davvero un casino...
     
  6. chiccha

    chiccha Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Concordo.
    Però c'è anche da dire che come ogni condomino ha un indirizzo per il recapito della posta tradizionale, non mi sembra sbagliato che l'amministratore possa tenere un elenco anche degli indirizzi pec (mail normali eviterei, proprio perché non hanno valore).
    Inoltre, tra raccomandata o posta tradizionale e pec c'è un notevole risparmio in favore di quest'ultima, personalmente lo terrei ben presente visto che i costi postali vanno in carico ai condomini.
     
  7. Monica83

    Monica83 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    ok ma ragionata dall'atto pratico non è cosi!
    prova a immaginare un amministratore che si ritrova a dover ricordarsi che tipo di posta deve inviare a quale condomino... e non è finita qui... deve anche tenere dei conti separati apposta perchè le spese delle raccomandate a quel determinato condomino non devono essere addebitate come rimborso spese... insomma alla fine si ritrova a dover pagare di più di amministratore perchè gli gestisce la pratica per risparmiare la raccomandata...
    la soluzione come già detto potrebbe essere che per un determinato condominio tutti i condomini attivassero la pec cosi l'amministratore contina a tenere la sua normale gestione di rimborsi spese!
    ovvio che la pec è una comodità io in primis la uso davvero tanto... mi risparmia non solo soldi ma anche tempo ma avendo lavorato tanti anni da un amministraore di condominio e facendo parte di un'associazione mi trovo a capire il motivo per il quale l'amministratore ha detto di no!
     
    A Sim e STUDIOMINUCCI piace questo messaggio.
  8. stefaniave

    stefaniave Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Ci sono dei condomini che per risparmiare la spesa di raccomandata vanno direttamente presso lo studio dell'amministratore... quindi i "conti separati" in ogni caso li devono fare...
     
  9. Procicchiani

    Procicchiani Membro Attivo

    Amministratore di Condominio

    non è la stessa cosa, li stampi e li imbusti tutti comunque, quelli che registri in meno, sono solo le spese postali che addebiti sulla distinta
     
    A MaxMatteo e STUDIOMINUCCI piace questo messaggio.
  10. Procicchiani

    Procicchiani Membro Attivo

    Amministratore di Condominio
    anche il tempo dell'amministratore và pagato, pertanto gli amministratori che fanno gli invii con la pec, se le fanno pagare

    è la comodità di non andare alla posta che si deve cercare, non il risparmio di un paio di euro

    i servizi si pagano sempre
     
    A MaxMatteo, Piero Leli e STUDIOMINUCCI piace questo elemento.
  11. STUDIOMINUCCI

    STUDIOMINUCCI Membro Assiduo

    Amministratore di Condominio
    Straquotando tutto quanto detto sia da Monica che da Procichiani , aggiungerei solo alcune notazioni pratiche, poichè io la uso con chi la preferisce alla racc. cartacea e me ne vivo quotidianamente sia le problematiche che i vantaggi .

    Porre a disposizione la Pec è già un costo , perchè per la mole di dati da inviare e da archiviare occorrono sempre le soluzioni più professionali e costose.

    La digitalizzazione di tutti i files che non sono già residenti nel sistema dello studio...porta via un sacco di tempo e ....(come dico sempre a quei condomini che si fanno meraviglie perchè un povero artigiano prende 30 euro per venirgli a montare un gomito in pvc da UN euro) il Tempo di chi è chiamato a lavorare SI PAGA.

    Sempre riguardo alla digitalizzazione : come minimo è necesssario acquistare un software apposito per trasformare tutto in pdf e unire in unico documento tutto quel che va unito.

    I bollettini postali (comunque sempre molto amati da molti Condòmini) non potranno mai essere trasmessi via pec.

    La seccatura di dover procedere ad invii successivi se la mole degli allegati è troppo grande, è un'altra perdita di tempo, e mi sembra normale conteggiarla.
    E a volte vanifica l'utilità delle mailing list , perchè il server si regola sempre sul volume globale dell'invio , ossia : tot MB PER tot invii. Per cui : o mandi pochi documenti a 30 destinatari , OPPURE mandi tutti i documenti....a uno-due destinatari alla volta.

    Detto questo, credo sia miope da parte dell'Amm.re non andare incontro a questo tipo di richiesta.
    Per i Condòmini di alcune zone della mia città o residenti in grandi città italiane è davvero un'agonia ricevere una raccomandata (che regolarmente si deve andare a ritirare all'ufficio postale di competenza), magari perdendo una mattinata intera. Per cui....è un servizio intelligente, se gradito.
    Ma, come già detto da Procicchiani, non è nè può essere un servizio gratuito, e lo si dovrebbe richiedere mirando alla comodità (che si paga) e non al risparmio. :fiore:
     
  12. H&F

    H&F Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Riprendo questa discussione per segnalare una cosa che mi sta succedendo.
    Il nuovo amministratore del condominio in cui ho un appartamento, ma che non abito con continuità, mette tutti gli avvisi in cassetta postale, compreso convocazioni di assemblee e relativi verbali.

    Quando fu nominato ( a maggio )2012 gli inviai un mail pregndolo con cortesia di informarmi via mail delle scadenze dei pagamenti e motivandogli il motivo. Fornii anche il mio cellulare.

    Mi ha telefonato ieri sera, un vicno di casa per avvisarmi che l'amministratore vorrebbe fare un decreto ingiuntivo per pagamenti a suo dire omessi in passato (ma di cui ho le ricevute) e per quote di quest'anno mai inviatemi per posta, che io ricevo tramite il servizio "seguimi".

    L'amministratore sostiene che mettendole nella cassetta delle lettere rispetta il dettato di legge.

    A me sembra che sbagli. Qui invece stefaniave si lamneta che riceve raccomandate.

    Ma ben venga questo amministratore di stefaniave.

    Gradirei l'opione degli altri. Mi sono riagganciato a questa discussione invece di aprirne una nuova per evitare duplicazioni di pareri. Grazie.
     
  13. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    la pec ha valore legale se anche il ricevente ha la pec. per cui se l'inquilino ha solo l'email non vale come comunicazione.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina