• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Stefano90

Nuovo Iscritto
Agente Immobiliare
#1
Salve a tutti, io ho accettato e firmato una proposta di locazione, accettata anche dal proprietario di casa.
Sulla proposta c'era indicata la data definitiva per la stipula del contratto e per l'inizio della locazione. La data per la stipula del contratto è abbondantemente passata e mancano pochi giorni alla data indicata per l'inizio della locazione, che a questo punto non mi interessa più e tra l'altro la casa al momento non è neanche abitabile. Il "ritardo" della stipula è stato appunto dovuto al fatto che il proprietario stia andando lungo con i lavori per ultimare l'abitazione.
Essendo ormai passata la data indicata come definitiva per la stipula del contratto, sebbene la proposta sia stata accettata da entrambi, non è più da ritenersi valida perché non sono stati rispettati i suoi termini, giusto?
Non devo quindi corrispondere la mensilità all'agente immobiliare come se mi fossi tirato indietro prima della firma del contratto di locazione, ho ragione?
La proposta non è più valida e io non sono tenuto a pagare nessuno. Invece per quanto riguarda i 200€ firmati per la proposta (che se non fosse stata accettata dal proprietario mi sarebbero stati restituiti) come devo comportarmi? Devo comunque averli indietro o sono persi?

Correggetemi se ho torto.
 

Zagonara Emanuele

Membro Assiduo
Agente Immobiliare
#2
Bisogna vedere cosa c'è scritto sulla proposta.
Solitamente, indipendentemente dalla data indicata per la sottoscrizione del contratto di locazione (che in genere è poco più che indicativa), il termine ultimo è regolato da una clausola contenuta nella proposta stessa e in mancanza di tale clausola deve intendersi come termine ultimo la data di inizio della locazione.
Perciò direi che anche se il proprietario è in ritardo sui tempi di consegna, ancora non è inadempiente e la proposta è valida.

Inoltre, ua proposta accettata far sorgere il diritto a percepire la provvigione, da parte dell'AI, perciò la provvigione è comunque dovuta, sia nel caso il proprietario fosse inadempiete, sia nel caso in cui tu decidessi di non volere più quell'immobile.

L'eventuale inadempienza non è imputabile all'AI ma al proprietario dell'immobile, a cui dovrai rivolgerti per il riscarcimento eventuale (ma questo solamente nel momento in cui fosse davvero inadempiente).
 

Stefano90

Nuovo Iscritto
Agente Immobiliare
#3
Bisogna vedere cosa c'è scritto sulla proposta.
Solitamente, indipendentemente dalla data indicata per la sottoscrizione del contratto di locazione (che in genere è poco più che indicativa), il termine ultimo è regolato da una clausola contenuta nella proposta stessa e in mancanza di tale clausola deve intendersi come termine ultimo la data di inizio della locazione.
Perciò direi che anche se il proprietario è in ritardo sui tempi di consegna, ancora non è inadempiente e la proposta è valida.

Inoltre, ua proposta accettata far sorgere il diritto a percepire la provvigione, da parte dell'AI, perciò la provvigione è comunque dovuta, sia nel caso il proprietario fosse inadempiete, sia nel caso in cui tu decidessi di non volere più quell'immobile.

L'eventuale inadempienza non è imputabile all'AI ma al proprietario dell'immobile, a cui dovrai rivolgerti per il riscarcimento eventuale (ma questo solamente nel momento in cui fosse davvero inadempiente).
Riporto come da contratto:
6) Termine di irrevocabilità della proposta:
a) La presente proposta avrà validità fino al 10/11/2018 e perderà ogni efficacia qualora entro tale data non sia portata a conoscenza del PROPONENTE l'accettazione, che dovrà avvenire mediante la sottoscrizione da parte del Locatore dell'allegato A; l'accettazione verrà comunicata al PROPONENTE a mano, o a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno, o al numero xxxxx oppure a mezzo pec all'indirizzo XXXX.
b) Qualora la proposta sia accettata e la relativa comunicazione sia stata ricevuta dal PROPONENTE, entro la data del 3/12/2018 dovrà avvenire stipula del contratto di locazione definitivo, il quale avrà decorrenza dal 15/12/2018.

I tempi di consegna della casa scadono sabato e la casa ancora non è pronta per essere abitata, oltre al fatto di non avere nessun contratto di locazione in mano. A me sembra che l'inadempienza ci sia...e lo stesso agente immobiliare ci ha appena informati via mail che a breve la delibera scadrà e andrà rifatta, immagino si riferisca proprio alla proposta, perché altro non abbiamo firmato
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

costarelli ha scritto sul profilo di cristian casabella.
Ho un immobile artigianale-commerciale in un piccolo centro commerciale a bastia umbra (tra assisi e perugia) questo composto da 9 studi medici, una palestra,2 bagni e 2 spogliatoi oltre le zone comuni per un totale di 240 mq più 160 mq di terrazzo. E' affittato ad euro 1850+IVA mensili ad una società che svolge poliambulatorio medico con un contratto di 6 anni coperto da fideiussione. Prezzo 340000 rendita 6,5% anno
Alto