1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. miki_A

    miki_A Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    ciao a tutti,
    dopo aver fatto il contratto preliminare di compravendita del mio immobile nella stessa città in cui è l'immobile e me. La parte acquirente, ora mi chiede di fare il rogito da un suo notaio di fiducia che è delle sue parti, ossia a circa 700 km da me e dall'immobile in questione.

    Il mio avvocato mi ha esplicitamente dissuaso a non seguire il volere della parte acquirente, per questioni burocratiche se queste dovessero sorgere e inoltre il mio agente immobiliare non mi assisterebbe fuori dal territorio.

    ciò che vi chiedo è;
    se è possibile e legittimo anche se la parte acquirente insistesse, negare un notaio fuori dal territorio in cui è l'immobile e me e per quale valido motivo?
     
  2. mosca

    mosca Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Re: posso evitare il rogito con notaio fuori dal territorio dell'immobile?

    Qualche anno fà un cliente acquistò quì a Pistoia ma volle rogitare a Milano :? ...... la cosa si fece......ma poi il Notaio di Milano si dovette appoggiare ad un suo collega di Pistoia per la Trascrizione presso la Conservatoria della città :D
     
  3. paolo ferraris

    paolo ferraris Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    interessante....la parte acquirente ha diritto a scegliere il notaio....ma fino a che punto?....aspetto anchio dotte deduzioni...
     
  4. elio lucarini

    elio lucarini Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    regole precise in materia non ce ne sono, ma sicuramente ti puoi opporre, dicendo che lei è pronto a rogitare da qualsiasi notaio del distretto competente ove è situato l'immobile, altrimenti non fai l'atto. ANCHE PER IL PAGAMENTO,NON MI SEMBRA GIUSTO CHE LEI DEVE FARE TANTA STRADA CON GLI ASSEGNI DEL PAGAMENTO DEL BENE ROGITATO.saluti elio, comunque tale esperienza insegna in seguito a mettere sul preliminare che il notaio deve essere scelto si dall'acquirente ma non fuori del distretto.
     
  5. Sandro 7942

    Sandro 7942 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Beh, 700km da Roma... Cosa c'è? Palermo, Torino.... :innamorato:
    E' l'occasione per fare un viaggetto! Se siete in buoni rapporti chiedi un po' di ospitalità e goditi la trasferta!
    In caso contrario punta sull'aneddoto di Mosca, magari è utile a dissuadere l'acquirente...

    Ma poi... Cosa vuol dire "notaio di fiducia"??? Capisco il medico, l'avvocato.... MA IL NOTAIO!!!! :?
     
  6. MaxMatteo

    MaxMatteo Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    ...circa sette anni fa un cliente (norvegese) acquistò qui in prov. di Trento e volle sottoscrivere l'atto di cv presso un Notaio ad Udine (350 km di distanza).
    Il venditore, nota impresa di costruzione con abbondante & ispidissimo "pelo sullo stomaco", non poté in alcun modo opporsi e, nostro malgrado, dovemmo recarci in quel di UD... ma da quel giorno nelle proposte, preliminari etc, indico sempre il notaio scelto o quantomeno che verrà scelto all'interno del distretto notarile di Trento...
     
  7. miki_A

    miki_A Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    è proprio vero che l'esperienza insegna!! Spero di poter rimediare grazie alle vostre motivazioni ;)
     
  8. Roby

    Roby Fondatore

    Agente Immobiliare
    Che interessante sarebbe una causa dove il notaio per legge è scelto a cure e spese di Parte Acquirente che però dovrebbe rifondere le spese di trasferta al venditore per un rogito a 700 km di distanza.

    Molto interessante chissà come si pronuncierebbe un giudice.

    Temo che scrivere nel preliminare un "notaio del distretto" sia vessatoria.
     
  9. smoker

    smoker Membro Senior

    Privato Cittadino
    i motivi che spingono a scegliere un professionista sono molteplici, magari l' acquirente è amico o parente del notaio e l' atto lo confezionerà a gratis o con forte sconto.

    Per quanto riguarda, la possibile vessatorietà dell' eventuale clausola di nomina di notaio entro il distretto, non penso possa essere vessatoria poichè nell' ambito dell' autonomia privata, avendo le parti stessa forza contrattuale, possono regolare i loro rapporti privati come meglio credono, salvo accordi contro la Legge. Nel caso, per adesso, non vedo norme che impediscano il viaggio.
    saluti

    Smoker
     
  10. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    :stretta_di_mano: con smoker
    p.s. spero che sia una vendita corposa ;)
     
  11. roberto.spalti

    roberto.spalti Membro Senior

    Agente Immobiliare
    A me capita quasi sempre di fare svariti km per un atto. :disappunto:
    Se sul preliminare c'è scritto, come spesso accade, che l'atto verrà stipulato presso un notaio a scelta di parte acquirente; ti tocca andare.
     
  12. Valex

    Valex Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    è capitato anche a me ... e ... ho fatto il viaggio!!! seguendo i clienti ... mi è sembrato corretto e professionale! ti consiglio cmq se doveste optare per il notaio distante di sollecitare la moralità del tuo consulente immobiliare: viene pagato per assisterti ... ciao
     
  13. proge2001

    proge2001 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    E' facoltà dell'acquirente scegliere il notaio ( visto che è lui che lo paga). Certo che normalmente sta nel buonsenso delle persone non mettere in difficoltà l'altra parte. Anche a me è capitato un caso simile ( la distanza era però di 500 km:^^:) e con il l'acquirente ho pattuito che sostenesse forfettariamente le spese di trasferimente della parte venditrice
     
  14. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino
    Curioso, stuzzicante e un tantino inquietante l'argomento di questa discussione.

    Ho deciso:
    se dovessi vendere la mia casa di Roma, cercherei di trovare un acquirente di Trapani che abbia frequentato il liceo con un Notaio di Erice e che voglia a tutti i costi rogitare con lui.
    Cercherei di fare il difficile, tentennerei, opporrei una certa resistenza ma poi cederei a condizione che l'acquirente mi paghi il viaggio per Erice.
    Dicono che sia un posto addirittura fatato...
    :fiore:
     
  15. Tobia

    Tobia Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Una mia cliente non ha sottoscritto il compromesso per la vendita (corposa) di casa sua quando, durante la sua lettura, ha scoperto che non si sarebbe dovuto rogitare a Bologna ma a Pistoia (90km di distanza)

    La casa l'ho venduta nove mesi dopo ad un altro acquirente.
     
  16. Centomini

    Centomini Ospite

    Va bene che la casa l'hai venduta dopo, ma col senno del poi hai scherzato col fuoco. E se la vendeva un'altro mediatore?

    Se la vendita era corposa, per la mediazione si parla di una decina di mila euro almeno; a questo punto perché non hai detto alla venditrice: "ok, quanto costa la trasferta? 100 euro? te ne regalo 500 e ti porto io, se vuoi a noleggio con la macchina che vuoi e non scassare i congiantus!"

    F
     
  17. Tobia

    Tobia Membro Senior

    Agente Immobiliare
    L'avrei portata anche a piedi ed a cavalluccio sulle mie spalle.

    Ma non mi meraviglia il suo comportamento visto che si era precedentemente inalberata per lo sconto richiesto pari al 2.14% (due , quattordici per cento).

    A volte trovi questi soggetti con case meravigliose, prezzi un pelo fuori media ed una cocciutaggine pazzesca.

    Però a ben pensarci ha avuto ragione lei.
     
  18. Kurt

    Kurt Membro Attivo

    Altro Professionista
    le ipotesi possono essere molte ma in diritto non si possono prendere decisioni per capriccio, esse devono essere sempre basate sulla buona fede contrattuale. E' chiaro che se abito in una città e vendo casa mi attendo che la controparte scelga un notaio che esercita nel distretto dov'è sita la casa, anche per ragioni economiche. Purtroppo non sempre la logica aiuta gli umani ma entrando nel concreto, se il preliminare non lascia scappatoie ti tocca ma si può rogitare anche mediante procura.
     
    A Tobia piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina