1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. immobiliare60

    immobiliare60 Membro Attivo

    Altro Professionista
    Buongiorno volevo sapere se è legale mantenere la residenza nel mio appartamente che intendo locare senza perdere la residenza e possibilmente quale tipo di contratto stipulere ai novi conduttori per non incorrere in sanzioni o controlli, inoltre sono obbligato a produrre la certificazione energetica dell'immobile all' atto della reggistrazione del contratto di locazione all' agenzia delle entrate ?
     
  2. Architetto

    Architetto Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Ciao,
    per la prima domanda, se non abiti nell'appartamento, puoi mantenere la residenza, ma devi portare la domiciliazione all'attuale abitazione in cui vivi...ma a questo mi pongo la domanda, come fai ad avere la residenza in un'abitazione dove è locata ad altri ...
    per la seconda, l'ACE o Certificato Energetico devi consegnare una copia da allegare all'atto della registrazione della locazione.
    Spero di esserti stato d'aiuto.;)
     
  3. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Una recente circolare AdE chiarisce il tema della Ape: non è indispensabile allegarla al contratto da registrare: è invece essenziale citarne gli estremi sul contratto, e dichiarare di averla consegnata in copia al conduttore, pena la nullità del contratto.
     
    A patrizia581958 piace questo elemento.
  4. immobiliare60

    immobiliare60 Membro Attivo

    Altro Professionista
    rispondo ad "architetto" la residenza che intendo mantenere e legata principalmente al pagamento dell' IMU che mi verrebbe erogata come seconda casa (anche se ne ho solo una....!!???.) e per un eventuale vendita dell'appartamento prima dei 5 anni (essendo l'immobile acquistato con i benefici prima casa) eventualmente ci fossero plus valenze.
    Ringrazio tutti coloro che mi dedicano il loro prezioso tempo allo scioglimento dei miei quesiti in anticipo
     
  5. Architetto

    Architetto Membro dello Staff

    Altro Professionista
    @Bastimento: L'APE o L'ACE variano a seconda della località; ovvero se immobiliare60 ha l'appartamento in una regione dove è normata con LR l'ACE, allora l'APE non serve, perchè riveste carattere prioritario l'ACE; mentre nelle regioni che non sono regolamentate, allora si può parlare di APE; non per ultima la Risoluzione 83/E/2013 con la quale precisa che l'APE (dovuta per le locazioni) non è soggetta all'imposta di registro e l'imposta sul bollo.

    @immobiliare60: Da quel che descrivi, penso che il fisco o altro ragionino sulla proprietà; e se ne hai due, considerato l'appartamento in questione, risulta come seconda casa. Pertanto l'IMU è dovuta. Inoltre tieni conto che con l'entrata della e non ci sono UIC, le prime case che non pagano la seconda rata e l'IMU, sono tutte quelle che non rientrano in: case di lusso, ville e castelli, e quelle rientranti nelle categorie catastali A1, A8 e A9.
    Spero esserti stato d'aiuto.;)
     
  6. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Io avevo solo puntualizzato che la ACE o APE, non necessariamente "deve" essere consegnata ed allegata al momento ella registrazione: la AdE ha chiarito che a lei non interessa. Fermi restando gli obblighi del locatore verso il conduttore.
     
  7. Architetto

    Architetto Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Forse mi sono spiegato male, non era un appunto al tuo intervento, era soltanto un chiarimento sulla territorialità fra APE e ACE. :pollice_verso:
    Pertanto non era intenzione di contraddire il tuo intervento, proprio perchè supportato anche con il riferimento della Risoluzione per l'AdE. :stretta_di_mano:
     
  8. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    In effetti non mi era molto chiara la tua puntualizzazione: e se ho capito bene, affermi anche che sussiste tuttora una disparità regionale. Sul punto avrei dei dubbi, anche se confesso non mi è ben chiaro quello che chiamano "principio di cedevolezza" quando le norme regionali e nazionali differiscono.
    Riterrei logico, ma tu sembra mi dica il contrario, che la più recente legge nazionale scavalcasse una precedente disposizione regionale.

    In proposito ho già espresso il mio parere: le regioni dovrebbero solo avere la possibilità di stabilire parametri e limiti, non i criteri di massima. Si eviterebbero doppioni normativi, conflitti, e confusione: è evidente che la situazione termica della Val d'Aosta o dell'Alto Adige, non sono quelle della Sicilia: ma se c'è obbligo di notificare il fabbisogno energetico, qualunque esso sia, pena la nullità dell'atto o contratto, questo dovrebbe essere la norma in tutto il territorio nazionale.
     
  9. Architetto

    Architetto Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Do atto a ciò che dici, e per le tue precisazioni passate, abbiamo avuto di discuterne ... ma permettimi di ricordarti che le regioni non hanno creato una situazione parallela alla norma nazionale, al contrario hanno applicato semplicemente un art. del D.Lgs. 192/05, dove consente alle regioni di dotarsi di appositi organismi e rendere omogenea la certificazione nel territorio di pertinenza. Ecco perchè la Lombardia, Toscana, Liguria ed altre regioni hanno adottato il proprio organismo... pensa che tra questi c'è anche la Sicilia. ;)
     
  10. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Siamo forse OT ma scambiarsi opinioni sul forum è quasi scontato.
    Ti è permesso di ricordarmi ciò che desideri :risata: (... sono uno smemorato cronico ...), ma devo dirti che la mia impressione non è quella che mi ricordi. Ogni regione ha stabilito una propra normativa, definito il sistema di certificazione e abilitato i propri certificatori: ognuno ha pensato ai fatti suoi: Lombardia ha adottato un SW di calcolo proprio ed un proprio arcghivio, il Piemonte ha adottato Docet di Enea ed ha investito in un database regionale, di altre regioni non so i dettagli, ma ognuna ha deliberato norme dispositive, regole di attuazione , pubblicato sulla propri Bollettino regionale .ecc
    Credo che ci sia voluto un intervento della magistratura o del Parlamento per dichiarare illegittimo il "collegio regionale" dei certificatori, ma la modulistica è rimasta diversa, il SW ed i DB pure. Se non è una inutile duplicazione tutto ciò...
     
  11. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    La residenza puoi tenerla riservandoti una amera delimitata mgari indicata in piantina, questo per quanto riguarda l'IMU , mentre per quando riguarda il secondo quesito inerente le agevolazioni prima casa, basta avere la residenza non in quella casa locata, ma solo nello stesso comune dove si trova l'abitazione principale in questione.
     
    A mwmb2 piace questo elemento.
  12. ZONTA ERNESTO

    ZONTA ERNESTO Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    Scusate, è vero che A.E. dice che "fiscalmente" (è il termine che hanno usato) non serve. La legge e tutte successive modifiche e chiarimenti dice che l'APE deve essere a disposizione del futuro in questo caso locatore al momento della trattativa, che l'attestato deve essere allegato al contratto di locazione ( se presentato allo sportello ), diverso se la registrazione è telematica. La mancata presentazione può comportare la sanzione di € 500,00.
    Cordiali saluti.
    Zonta Ernesto
     
  13. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Il quesito non è chiarissimo: il termine locatore è attribuito al proprietario: l'inquilino futuro sarà il futuro conduttore.
    Premesso questo la AE ha chiarito che l'obbligo della consegna della APE all'inquilino riguarda l'aspetto civilistico del contratto (il rapporto tra le parti), pena la nullità del contratto. Ma non c'è l'obbligo di registrare, come allegato del contratto, l'attestato stesso, che fiscalmente non è soggetto ad obbligo di registrazione.
    Tradotto in parole semplici, significa che la AE con la Risoluzione (credo 83 ) ha chiarito che nulla è dovuto in bolli per l'APE: in precedenza gli uffici si comportavano in modo difforme: chi chiedeva 1€, chi 2€, chi ulteriori 16€ ecc.
    A questa confusione si aggiungeva l'impedimento in caso di registrazione telematica, di allegare allegati.
     
  14. Ponz

    Ponz Membro Storico

    Agente Immobiliare
    l'agenzia delle entrate n ha poteri di veto su cosa registrare e cosa no, può solo ricevere e far pagsre le imposte. Altrimenti fa un abuso. poi la pratica insegna altro, ma la teoria è bene conoscerla.
     
  15. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Non capisco il perchè di questa precisazione: come Ufficio del Registro indubbiamente ha l'obbligo di ricevere e registrare quanto le viene sottoposto. Ma qui non era in discussione questo.
    Un conto è dover consegnare al conduttore la APE al momento della stipula del contratto, un conto è dovere o potere registrare l'attestato congiuntamente al contratto.
     
  16. Ponz

    Ponz Membro Storico

    Agente Immobiliare
    la precisazione è per coloro che vedendosi rifiutare la rgistrazione per qualsivoglia motivo e magari volendo far valere i propri diritti sappiano che li hanno. io posso registrare anche un foglio con scritto sopra "io sono bello" e tuttavia essendo provatamente falso quello che è depositato, l'Ade deve farmi i conti di quanto devo e riceverlo, quindi quelle ade che dicessero " non registro senza ape " fanno un abuso.
     
    A Bastimento piace questo elemento.
  17. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    ... parli così per esperienza diretta? A noi che siamo belli non era venuta in mente .... :p : non avevo colto il nesso, comunque interessante.

    Certo riterrei più sicuro in questo caso riferirsi alla Risoluzione, più che ai doveri dell'Ufficio del Registro. Se fosse infatti stato obbligatorio registrare anche l'allegato, un eventuale rifiuto ad una registrazione parziale (contratto senza allegato l'APE), avrebbe forse trovato giustificazione.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina