• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Bagudi

Moderatore
Membro dello Staff
Agente Immobiliare
Purtroppo, gli accordi bonari in questi casi lasciano un pò il tempo che trovano.

Può darsi che di fronte ad un avvocato che evidenzia le irregolarità di questa vendita il costruttore restituisca il tutto.
 

Monypenny

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
si Francesca concordo, ma salvo che il costruttore li ridia di sua spontanea volontà (da qui accordo bonario) in tutti gli altri casi è necessaria avviare un'azione legale, che putroppo fa sempre venire maggior sangue amaro di quanto possa già averne il postante.
Effettivamente anche l'agenzia che ha seguito la vendita ha agito incautamente, impegnare degli acquirenti quando ancora non c'è nessun permesso di costruire definitivo.... però capisco anche monypenny, che sia andata sul sicuro pensando di trattare con l'esperienza di una delle principali agenzie del suo territorio... cmq se effettivamente 5 su 8 immobili siano stati venduti, sarebbe ideale fare azione di concerto, tramite legale.
certo, mi piacerebbe trovare supporto e conforto nei miei anonimi compagni di sventura, ma come faccio ad avere i nomi degli altri acquirenti? Non ci sono mai stati incontri comuni e credo ci sia di mezzo la privacy.
 

fabio80mil

Membro Junior
Privato Cittadino
si si ovvio era più un consiglio concettuale che reale... la forza per la tutela dei vostri diritti, quindi 5 invece che di 1, sarebbe ideale per riuscire a scendere a patti con il costruttore, che purtroppo come ti è stato detto, ha i soldi dalla sua, e solo un accordo "bonario" per restituirli può evitare il ricorso ad un'azione legale, con tempistiche e modalità sempre dispendiose, almeno dal punto di vista emotivo.
 

Monypenny

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Accordo bonario, con il costruttore... 😂😂😂😂😂😂😂😂
Costruttore non ti ridà un euro neanche se perde la causa, immagina se ti fa un accordo bonario 😂😂😂😂😂
ora non ho la registrazione, ma l'agente immobiliare mi ha ripetuto ben due volte che ho il diritto di riavere indietro le somme versate, dato che per fine anno una casa non ci sarà....deduco comunque che tra il dire e il fare...
 

Bagudi

Moderatore
Membro dello Staff
Agente Immobiliare
Il costruttore è in torto palese.
Gli conviene accettare di restituire il "maltolto"...

Ma per riavere il cosiddetto "maltolto" devi far muovere un avvocato.
 

francesca63

Membro Storico
Privato Cittadino
scusa, non sapevo nemmeno che la legge lo vietasse
Il contratto è nullo, praticamente è come se avessi dato dei soldi senza un motivo.
Naturalmente serve urgentemente un avvocato, perché anche la nullità va “dichiarata” da un giudice, se non ti rende spontaneamente il maltolto.
Restò convinta che anche l’agenzia debba rendere quanto impropriamente incassato, sulla base di un contratto nullo.

Secondo me non ti conviene fare comunella con gli altri; anzi, devi sperare che non abbiano già intrapreso iniziative contro il costruttore, e avere tu la possibilità di muoverti per prima.
 

fabio80mil

Membro Junior
Privato Cittadino
scusate, stavo leggendo un pò su internet... il suo acquisto non si configura come acquisto su carta, mancando ancora gli estremi di una pratica edilizia, che seppur successiva al marzo 2019, ricadrebbe al di fuori della nuova normativa? Ho avuto modo di leggere che la trascrizione del preliminare è solo per acquisti con licenza edilizia successiva al marzo 2019, ma dal postante mi è parso di capire che alcuno strumento edilizio è stato rilasciato dal comune, rientrando quindi nella casistica degli acquisti su carta,che sembrano esclusi dalla nuova normativa. Vista la disciplina complessa e cmq importi già versati, mi accodo al consiglio degli altri utente, restando d'obbligo un confronto con un avvocato, per capire quali possano essere le azioni migliori da intraprendere.
 

francesca63

Membro Storico
Privato Cittadino
La trascrizione del preliminare è obbligatoria per permessi PRESENTATI dopo il16\3\19, anche se non ancora rilasciati.
 

Monypenny

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Il contratto è nullo, praticamente è come se avessi dato dei soldi senza un motivo.
Naturalmente serve urgentemente un avvocato, perché anche la nullità va “dichiarata” da un giudice, se non ti rende spontaneamente il maltolto.
Restò convinta che anche l’agenzia debba rendere quanto impropriamente incassato, sulla base di un contratto nullo.

Secondo me non ti conviene fare comunella con gli altri; anzi, devi sperare che non abbiano già intrapreso iniziative contro il costruttore, e avere tu la possibilità di muoverti per prima.
mi sembra piuttosto anomalo che l'assicurazione abbia rilasciato due fideussioni a fronte di un contratto non idoneo...come può succedere?
 

francesca63

Membro Storico
Privato Cittadino
mi sembra piuttosto anomalo che l'assicurazione abbia rilasciato due fideussioni a fronte di un contratto non idoneo...come può succedere?
Se è per questo, anche la fideiussione dovrebbe per legge avere delle caratteristiche ben precise, secondo modelli stabiliti per legge, che il notai dovrebbe verificare quando prepara il contratto.
Nel tuo caso, hai scritto che la fideiussione copre fino al 31/12/2020: anche questo non mi pare regolare, perché dovrebbe coprire fino a rogito effettuato.
 

Renacco

Membro Attivo
Privato Cittadino
2 considerazioni:
- mai comprare sulla carta perché in questo paese non ci sono leggi che ti proteggano
- ennesima dimostrazione di incompetenza da parte di un AI a cui interessano solo le commissioni, una volta incassate aiutati che il ciel ti aiuta. Non sono tutti così ovviamente, ma in larga parte sono così
- non ti resta che un buon avvocato e la speranza che l'impresa non fallisca.
 

Jan80

Membro Assiduo
Professionista
Farei delle precisazioni al riguardo:
La concessione edilizia non esiste più, oggi si parla di permesso di costruire che: 1 - viene richiesto tramite istanza al Comune,
2 - é facile che il Comune chieda integrazioni all'istanza,
3 - al termine dell'istruttoria viene o rilasciato o diniegato (in tutto o in parte),
4 - se rilasciato, al ritiro si deve versare il contributo di costruzione (con possibilità di rateizzazione),
5 - una volta ritirato si può presentare l'inizio lavori.

Da quanto postato per me il Pdc è stato rilasciato dal Comune ma non ancora ritirato dalla Srl, dato che il passaggio è oneroso. Ricordo che l'inizio lavori deve essere dato entro un anno dal rilascio pena decadenza del titolo. A questo si può rimediare chiedendo una proroga di un ulteriore anno alla volta se non sono intervenute norme ostative al progetto.

Proverei a capire come stanno le cose, se il Pdc è stato rilasciato (lo si può chiedere direttamente al Comune), e se è stata prorogata la data di inizio lavori.
 

francesca63

Membro Storico
Privato Cittadino
Tutto corretto quanto scritto da @Jan80 , ma resta il fatto che il contratto è nullo; se si vuole procedere comunque, dopo aver approfondito la situazione, bisognerebbe ripartire da zero, firmare un nuovo contratto dal notaio, trascriverlo, ed essere pronti ad attendere almeno un altro anno in più del previsto.
Io personalmente non mi fiderei più, e vorrei avere tutti i miei soldi indietro, provvigioni comprese.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Ciao a tutti, dovrei acquisire una quota di proprietà di un immobile di cui sono già erede , desideri sapere i costi notarili prima di accettare la quota.
Ho bisogno di una consulenza
Alto