1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. studiovillabianca

    studiovillabianca Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Salve, devo fare un contratto di locazione nuovo ad uso abitativo 4+4, con queste nuove leggi sulla cedoalre secca..cosa si deve aggiungere nel contratto di locazione? che legge? si deve andare sempre all'Agenzia delle Entrate? con un nuovo modulo? ho sentito che aderendo alla cedolare secca..non si pagano più le marche da bollo. vorrei maggiori chiarimenti su questo argomento. Grazie, Saluti
     
  2. studiovillabianca

    studiovillabianca Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    ma è vero che con la cedolare secca, oltre a non pagare più l'F23 e le marche da bollo.. non si deve fare più nemmeno la comuinicazione cessione fabbricato alla questura?
     
  3. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    vero
     
  4. enrikon

    enrikon Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Sei sicuro Umberto su questo fatto della cessione di fabbricato?
    Lo avevo sentito dire anch'io ma non ne capisco il motivo. Perchè per il regime normale sì e per la cedolare secca no? Quale ragionamento c'è dietro?
     
  5. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    sono sicuro


    me lo sono chiesto anch'io e la risposta non l'ho trovata :occhi_al_cielo:
    Il dubbio che mi viene è che essendoci di mezzo una dichiarazione suppletiva per l'adesione alla cedolare secca, ritengano sufficiente quella oppure che vogliano 'sgravare' il locatore da tutti gli obblighi connessi per incentivare questa normativa
     
    A enrikon piace questo elemento.
  6. enrikon

    enrikon Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Ok, grazie :ok:
    Mi premeva essere sicuro sull'esenzione della comunicazione di cessione di fabbricato.
     
  7. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Ma l'agenzia delle entrate si è già espressa sulla cedolare secca?
     
  8. incogefo

    incogefo Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    pare proprio di si niente piu cessione .....il ragionamento e' che la pubblica amm.ne rileva i dati dell' occupante direttamente dal contratto fatto con cedolare secca
     
  9. enrikon

    enrikon Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Ma quali dati ci sarebbero in più, rispetto ad un contratto normale? ...è questo che non capisco :occhi_al_cielo:
     
  10. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Rispondo atutti, quanto già accennato sul post simile:
    http://www.immobilio.it/f43/cedolar...menti-fine-dei-primi-4-anni-12156/index3.html

    L'Agenzia delle Entrate ha predisposto norme attuative e relativi moduli di comunicazione dal 7/4/2011 e sono reperibili sul sito ADE.

    In breve:
    - è stato aggiornato il Mod. 69: adesso oltre agli estremi del locatore/ri e conduttore/ri, oltre agli identificativi catastali, (Fg, nr, sub) , ed il canone annuo pattuito, occorre aggiungere: categoria e rendita catastale (che prima non erano presenti sul vecchio mod 69) e la specificazione della scelta dell'opzione, eventualmente anche disgiunta se i locatori sono più di uno.
    - esiste anche un modulo alternativo (SIRIA) pseudo-semplificato .... per la domanda di registrazione, che si deposita solo telematicamente e comporta una scelta comune da parte di tutti i locatori (modulo x 3 locatori max), con delega al "trasmettitore".
    Entrambi i moduli prevedono l'onserimento degli identificativi catastali delle pertinenze conensse al contretto medesimo

    In parallelo a quanto sopra, per esercitare fiscalmente l'opzione cedolare secca occorre inviare raccomandata all'inquilino in cui si comunica la scelta effettuata e relative conseguenze (rinuncia ad ogni tipo di aggiornamento del canone per il periodo di vigenza dell'opzione (n.b.: o di vigenza contrattuale ?, ma è un punto in dubbio)

    Conseguentemente l'AdE non trattiene copia del contratto, esenta dai tributi di registrazione e non pretende i bolli: se un comproprietario mantiene il regime ordinario, pagherà la solita tassa di registro in proporzione alla sola sua quota di proprietà/reddito, sempre col minimo di 67€, e dovrà bollare il contratto.

    Fisicamente sul contratto non cambierei nulla, fatta salva la postilla che il locatore/ri si riservano la facoltà di opzionare il nuovo regime, dando nel qual caso comunicazione. (Questo risolverebbe i dubbi se nel tempo convenisse ritornare alla vecchia maniera)

    La legge è: D.Lgs. 14 marzo 2011, n. 23 art. 3 (comma 4..)

    Nota:
    - sul provevdimento AdE non si fa cenno, almeno non l'ho notato, all'esenzione dall'obbligo di comunicazione cessione fabbricati (anche se tutti i dati necessari sono già presenti: mi rimane sempre il dubbio quando il conduttore viva con un convivente.....)
    - il nuovo regime è esercitabile solo a "ciascun immobile ad uso abitativo locato per finalità abitative e relative pertinenze locate congiuntamente all'abitazione" e "può essere esercitata dal locatore, persona fisica, proprietario o titolare di diritto reale di godimento..."

    - c'è tempo fino al 6 giugno per "registrare" i contratti in scadenza dal 7/4, per dar modo di adeguare la dichiarazione dei redditi ed il versamento della cedolare inseieme all'acconto IRPEF.

    Commento aggiuntivo:
    con molti di questo forum si era discusso su legame tra contratto, destinazione d'uso, categ. catastale consona, relativa rendita. Adesso il mod. 69 , vecchia domanda per la registrazione del contratto, include anche la categoria e la rendità, perciò adesso è esplicita e contemporanea la correlazione tra uso e categoria (ricordate le comande se si possa locare un C1 o A10 come abitazione e domande simili?)
    In compenso è in sostanza soppresso il modulo CDC per la comunicazion dei dati catastali: è assornbito dal 69.

    Insolitamente precisa, (almeno a mio giudizio) la precisazione "ad uso abitativo locato per finalità abitative " che fa i paio con gli A3 locati come uffici, e la limitazione alle persone fisiche: mi domando perchè i titolari di società semplice non commerciale che girano i redditi da fabbricati abitativi col QH sulla propria dichiarazione redditi, debbano essere esclusi da questa opzione. Almeno così dalla circolare sembra doversi intendere.


    Spero di esere stato sufficientemete chiaro e sintetico.
     
    A enrikon, Sim, antonello e 1 altro utente piace questo messaggio.
  11. enrikon

    enrikon Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Ottimo lavoro :applauso:
    Adesso me lo rileggo con calma perchè non è che mi sia proprio tutto chiaro.
     
  12. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Grazie, ma se accedi al sito ADE puoi leggerti direttamente il provvedimento dell'agenzia (13 pagine) così mi dai il tuo parere.
    Anche la modulistica ha istruzioni abbastanza chiare.
     
  13. enrikon

    enrikon Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Ma questo nuovo mod.69 con l'obbligo di indicare anche la categoria catastale sembrerebbe solo per gli affitti con cedolare secca. Se così fosse, si potrebbe continuare ad affittare abitazioni ad uso ufficio.
     
  14. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Risponderei di no: il nuovo modulo mantiene la stessa numerazione del precedente e credo sostituisca in toto il vecchio: quindi ad ogni domanda di registrazione si deve allegare il nuovo Mod69: poi si crocetta o si lascia non opzionata l'opzione del trattamento fiscale, ma per i dati catastali diviene prassi comune la indicazione completa.

    Dopodichè non vedo intrinsecamente il divieto di affittare abitazioni uso ufficio: Vedo invece implicitamente proprio l'ammissione che si possa affittare un immobile abitativo per usi diversi.
    Rimane invece il divieto ad applicare la tassazione secca in luogo della progressiva ordinaria, quando gli usi non siano abitativi.

    Se l'italiano è una lingua precisa , questo è quello che si evince dalla lettura del provvedimento dell'AdE. Poi magari assisteremo a capriole legislative per chiarire la volontà ed il pensiero dei ns legislatori, ma qui andremmo "derapando"...:occhi_al_cielo:
     
    A enrikon e Sim piace questo messaggio.
  15. enrikon

    enrikon Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Ok,
    mi aveva tratto in inganno il fatto che il nuovo modulo 69 fosse sotto la voce "cedolare secca".
     
  16. Sim

    Sim Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Grazie Bastimento per le precise informazioni. Ho già scaricato dal sito dell'AdE tutte le informative e il nuovo modello 69. La prossima settimana mi cimenterò con il primo contratto destinato a cedolare secca. Come accennavi tu stesso, nel contratto visognerà solo indicare la possibile adesione a questa nuova forma fiscale? Ciao
     
  17. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Ho visto solo adesso che finivi con una domanda; ti risponderei che non c'è obbligo, ma io metterei le mani avanti lasciando aperte tutte e due le possibilità. ("Il locatore si riserva di ...."
     
  18. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    A catia piace questo elemento.
  19. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Grazie. Forse è di più immediata lettura, ma è equivalemte al provvedimento pubblicato sempre dall'AdE.

    Ad esempio non riporta ancora quali siano i codici tributo che devono essere utilizzati: di fatto quindi bisogna attendere.
     
  20. mosca

    mosca Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Aiutatemi a capire un aspetto che ancora non mi è chiaro: ho 2 clienti i cui inquilini intendono risolvere anticipatamente il loro contratto prima del 06 giugno (di fatto entro maggio) i quesito che mi pongo sono:
    - Vogliono accedere al regime "cedolare" per questi 5 mesi del 2011 e quindi la comunicazione va fatta comunque ai conduttori o solo all'A.E. al momento della Risoluzione con il nuova mod.69....e inoltre vanno pagati i 67 € per la risoluzione anticipata ? :occhi_al_cielo:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina