1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Emiliano74

    Emiliano74 Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Buongiorno, stiamo spostando la cucina da un angolo all'altro del salone e stiamo spostando un tramezzo per realizzare un ingresso. So di certo che tale modifica richiederebbe una modifica della planimetria io però non ho necessità di vendere l'appartamento. Se non faccio la modifica planimetrica che rischi corro? Considerate che per fare i lavori la ditta presenterà al comune di appartenenza (1000 abitanti) una SCIA (credo si chiami cosi) per consentirci di effettuare le detrazioni fiscali. E' vero che la planimetria può al limite essere variata prima di vendere pagando una mora o trovando un geometra compiacente che dichiara che i lavori siano stati fatti recentemente? grazie
     
  2. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Perchè evitare di essere in regola per così poco ? Il costo di una planimetria non è certo proibitivo !
     
    A Rosa1968 e CheCasa! piace questo messaggio.
  3. Manlio Carnevale

    Manlio Carnevale Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Vai tranquillo Emiliano, quando e se decidessi di vendere contatta(subito)un geometra che provvederà alla variazione catastale, pagherai intorno ai 600 euro, ed avrai risolto ! Ciao :stretta_di_mano:
     
  4. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare

    Certo, può farlo, ma normalmente su questo forum cerchiamo di dare consigli nell'ambito della correttezza.
     
    A Antonello, ingelman, PROGETTO_CASA e 1 altro utente piace questo messaggio.
  5. Manlio Carnevale

    Manlio Carnevale Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Stesse per vendere capirei l' importanza di regolare con il catasto, ma al momento non è cosi e non ravvisabile alcuna irregolarità. Certo, forse tra 10/20 anni non spenderà più 600 euro ma molto di più !!
     
  6. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    I rischi che si corrono quando non si è in regola ..... Oltre ai costi maggiori quando dovrai metterti in regola un conto, parlando di costi, é una spesa per la conclusione di un iter in corso un conto é quando a babbo morto dovrai riesumare documenti e con il rischio che cambiando le norme possano diventare più complicate e restrittive. In ogni caso la legge dice che la planimetria deve essere corrispondente allo stato di fatto é un documento d'obbligo del catasto.
     
    A PROGETTO_CASA piace questo elemento.
  7. Manlio Carnevale

    Manlio Carnevale Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    @Emiliano74, sai come sono fatte le donne :maligno:, metti " subito " tutto in regola e non se ne parla più !! :^^:
     
  8. Emiliano74

    Emiliano74 Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Il geometra comunque mi ha parlato di 500 euro di tasse e 1.000 euro di sua parcella, poi mi ha detto che se fanno un controllo mentre facciamo i lavori passiamo i guai specie perché come detto il paese è piccolo (circa 1000 abitanti) non parliamo di Roma dove nessuno ti si fila.
     
  9. Manlio Carnevale

    Manlio Carnevale Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Era ovvio che dovessi fare una comunicazione dei lavori di " ordinaria " manutenzione ( è molto semplice ) ! La richiesta di questo tecnico mi sembra esagerata, chiedi un altro preventivo.
     
  10. Architetto

    Architetto Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Buongiorno, per le variazioni che intendi fare, risulta necessario effettuare la variazione della piantina in comune, per consentire di avere l'archivio aggiornato, oltre alla variazione catastale.
    Tale operazione, come giustamente detto da @Bagudi e @Rosa1968, non solo ti permette di realizzare le opere in tutta tranquillità, ma ti evita di incorrere in sanzioni penali, oltre che civili. Pensa che un Agente di Polizia Locale, se viene per effettuare una visita, su richiesta (esposto, anche da ignoti), entra in veste di APG, e non solo ti ferma i lavori, attraverso un'ordinanza sindacale, con ripristino dei luoghi, ma ti costa una denuncia in procura, e un'ammenda che varia a seconda della gravita individuata, secondo quanto previsto dal D.Lgs. 380/01 con un minimo di 516,00 €.; come sarebbe la misura minima di una sanatoria.
    Successivamente, una eventuale sanatoria, dovrà rapportarsi con l'attuale PGT, Regolamento edilizio e NTA, che (quasi sempre) creano ostacoli alla realizzazione delle sanatorie; nel tuo caso, non si ravvisano ostacoli, ma sono sempre 516, 00 €. di sanzione per una sanatoria, confronto a 45/50€. di diritti di segreteria per una CIAL.:pollice_verso:

    Per i lavori descritti, sarà sufficiente una CIAL, che non prevede nessun costo inerente ad oneri comunali, se non di diritti di segreteria, ed in più, con questa procedura, inizi i lavori il giorno dopo aver protocollato la richiesta di esecuzione opere, non sei soggetto ad inizio e chiusura lavori; tutto molto semplice, visto che si tratta di opere minori.
    Non capisco a cosa si devono le 500 €. di tasse; e per la parcella, credo che 500/700 €. sono giusti per la presentazione di una Comunicazione di Inizio Attività Libera; ma poi prova a confrontare con altro professionista.
    A mio parere, dovresti inoltre far attenzione a far espletare le pratiche, comunali, all'impresa, il geom, arch., ing, o che ti pare, non sono coloro che ti portano via soldi soltanto perchè un'impresa risolve tutto, credo che ad ognuno vada la sua professione, il pacchetto all inclusive, non è mai stato una garanzia...questo è un mio parere... anche opinabile.



    Non è questione di come sono fatte le donne, credo che @Bagudi ti ha detto bene, nel forum si cerca di dare le info per una corretta risoluzione del problema... scusami senza offesa ... ma se fai l'AI, rispondi per quello e non fare l'architetto, ingegnere o geometra, non diamo informative errate, al massimo rimanda a chi è di professione.:pollice_verso:
     
    A Antonello, Bagudi, Bastimento e 1 altro utente piace questo messaggio.
  11. Manlio Carnevale

    Manlio Carnevale Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    La Bagudi cita questo(anche se penso che avesse sbagliato destinatario, in quanto identico pensiero lo avessi già anticipato; ma comunque è ben accetto !
    Tornando a te, simpaticone di un @Architetto, la citazione delle " donne " era intesa come battuta( capisco che occorre essere predisposti all' ironia); ho risposto ad una sola " esplicita " domanda di Emiliano, non ritenendo di dare un cattivo consiglio in primis poichè potrebbe non sussistere l'obbligo di variazione se non vari consistenza, classe e rendita, o per lievi modifiche che non variano il numero dei vani e la loro funzionalità, tutto ciò a discrezione del comune in questione( che non conosciamo) !!
    Altro aspetto da chiarire, una volta per tutte, io sono un Consulente Immobiliare che fa " anche impresa " nel settore delle costruzioni e ristrutturazioni !!
    Ciao e buona giornata :stretta_di_mano:
     
  12. cafelab

    cafelab Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Non sapevo che gli agenti immobiliari facessero anche i preventivi per i geometri cila in sanatoria + multa + docga + reversali tutto a 600€? E' un affare, ti posso chiamare eventualmete per i miei clienti?
     
    A Antonello e mata piace questo messaggio.
  13. Architetto

    Architetto Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Sarà forse nel comune dove operi, ma per "norma e regola come dici tu"... il catasto è nazionale, e pertanto ogni opera di variazione deve rispondere allo stato di fatto nella scheda catastale...

    Non metto in dubbio che un AI, o consulente operi anche a livello di impresa, ma questo non vuol dire che sei uno studi di progettazione, il cantiere è una cosa, la progettazione e ciò che porta al cantiere è altro...

    Simpatico... forse ne ho più di quanto immagini, ma non per questo la si deve obbligatoriamente percepire, possibile anche che non sia così possibile.
    Buona giornata anche a te.
     
    A Antonello piace questo elemento.
  14. mata

    mata Membro Assiduo

    Altro Professionista
    A) la Ditta non può presentare una SCIA: casomai lo farà un tecnico incaricato da questa;
    B) alla fine dei lavori il Comune pretende l'allegazione al documento della variazione catastale oppure una dichiarazione del tecnico che la stessa non va presentata.[DOUBLEPOST=1409216567,1409216319][/DOUBLEPOST]
    Caro Manlio, se i lavori rientrano nella manutenzione ordinaria non va fatta nessuna comunicazione, perchè è "attività libera" (salvo gli eventualia dempimenti sulla sicurezza nei luoghi di lavoro). Però qui si parla di detrazioni fiscali, quindi significa che non lo sono, perchè le stesse non sono ammesse in cado di manutenzione ordinaria (a meno che non vengono effettuate sulle parti condominiali).
     
    A cafelab e Bastimento piace questo messaggio.
  15. Manlio Carnevale

    Manlio Carnevale Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    La mia risposta era riferita a questa tua affermazione e non al catasto !
     
  16. Manlio Carnevale

    Manlio Carnevale Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    :stretta_di_mano: Concordo, ho letto della demolizione e ricostruzione, ma se è poca cosa si potrebbe soprassedere, a discrezione del tecnico che potrebbe essere scrupoloso ma anche motivo per chiedere un tantino in più nel compenso; ma concordo !!
    La manutenzione ordinaria o straordinaria non esula dalla detrazione fiscale in quanto l' AdE non entra nel merito degli aspetti urbanistici della pratica !
     
  17. mata

    mata Membro Assiduo

    Altro Professionista
    L'AdE entra eccome negli aspetti urbanistici, magari lo fa a campione: per tre miei clienti il commercialista prima e il CAAF poi mi hanno chiesto SCIA e comunicazione ASL[DOUBLEPOST=1409222032,1409221814][/DOUBLEPOST]
     
    A cafelab e Bastimento piace questo messaggio.
  18. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Riprendo il commento di @mata che appare erroneamente come citazione alla frase di architetto: cioè il rif. alla circ. 2/2010 della AdT.

    In effetti in passato il catasto imponeva la rettifica planimetrica solo se le modifiche impattavano sulla rendita (variazione nr di vani ecc): poi a seguito della L122/2010 ha cercato di porre un freno alla valanga di rettifiche, con la citata circolare.

    Non ho letto ulteriori circolari, salvo la successiva 3/2010 di analogo tenore, ma mi sembra che la citata circ. n. 2 sia caduta sostanzialmente in disuso: essendo prescritta la conformità urbanistico-catastale con lo stato dei luoghi, in pratica i notai (e/o gli acquirenti?) pretendono la corrispondenza anche sostanziale. Sarei curioso di un vostro parere al riguardo.
     
  19. Manlio Carnevale

    Manlio Carnevale Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Caro @mata, io intendevo che l' aspetto urbanistico non inficia sulla detrazione fiscale ! Per il resto non ti è mai capitato di essere rientrato nel campione, meglio ! Nel caso di Commercialisti e CAAF, probabile che siano obbligati a chiederli in caso di verifiche prettamente fiscali e su importi di una certa entità.
     
  20. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Non è questione di urbanistica.

    Lavori di manutenzione ordinaria in u.i. private non sono detraibili.

    Lavori straordinari si: però come tali sono soggetti almeno ad una Cila o Dia , e conseguentemente alla lista dei documenti previsti a fine lavori.
    La AdE può verificare l'esistenza di tali documenti.
     
    A mata piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina