1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. asphix

    asphix Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Salve a tutti,
    sono di Roma e sto acquistando un appartamento, il proprietario ha provveduto ad aggiornare la planimetria catastale a seguito di modifiche fatte in passato (chiusura di una porta per aprirla da un altro lato, spostamento di un tramezzo) nel 1994, l'architetto che ha curato la pratica ha detto che per le modifiche apportate, nel 1994 non era necessaria alcuna DIA, ma bastava una comunicazione in carta semplice.
    Secondo il perito della banca venuto per valutare l'immobile però la DIA era necessaria e sebbene questo non comporti particolari problemi segnalerà una minima difformità sulla perizia.
    Ora mi domando, chi ha ragione ?? ...
    Il notaio comunque verificherà che ci siano i presupposti per la vendita e richiederà la DIA se necessaria (che dovrebbe essere a carico del venditore mi pare) ?
    Nel caso in cui la compravendita vada avanti senza DIA, su chi ricadrebbero gli oneri in caso di controlli o di lavori da effettuare in futuro?
    Ho molta confusione in testa, grazie 1000 per l'aiuto...
    Saluti.

    -Asphix
     
  2. roberto.spalti

    roberto.spalti Membro Senior

    Agente Immobiliare
    La DIA era necessaria ma trattandosi di opere interne può essere presentata anche oggi, a sanatoria, pagando una sanzione.
    A seguito della DIA era necessario attestare nuovamente l'abitabilità dell'appartamento perché il tramezzo spostato modifica i rapporti aereo illuminanti.
    Evita di acquistare senza che sia tutto a posto (parere mio)
     
  3. asphix

    asphix Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie, a seguito di controlli urbanistici futuri su chi ricadono le responsabilità e le eventuali multe ?

    Come può essere stata fatta poi la variazione catastale senza citare gli estremi della DIA ? so che sono richiesti ormai !

    Il notaio poi, prima di fare l'atto di stipula, controlla effettivamente se tutto è in regola dal punto di vista catastale e urbanistico?

    Ciao e grazie ancora.
     
  4. roberto.spalti

    roberto.spalti Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Innanzitutto è bene precisare che l'atto notarile presenta dei vizi poiché il venditore dichiara urbanisticamente conforme un immobile che in realtà non lo è, per risponderti

    a seguito di controlli urbanistici futuri su chi ricadono le responsabilità e le eventuali multe ?
    Probabilmente a carico suo perché tu dichiarerai che lo stato di fatto corrisponde alla planimetria e lui che la planimetria è conforme a quanto depositato in Comune.

    Come può essere stata fatta poi la variazione catastale senza citare gli estremi della DIA ? so che sono richiesti ormai !
    Oggi si, fino a poco tempo fa non era obbligatorio.

    Il notaio poi, prima di fare l'atto di stipula, controlla effettivamente se tutto è in regola dal punto di vista catastale e urbanistico?
    Il notaio non è tenuto a controllare poiché fa dichiarare al venditore, sotto la sua responsabilità e venendo sollevato da ogni responsabilità sua, la conformità del bene.
    I più scrupolosi, ma dovrebbe essere la norma, chiedono una relazione tecnica redatta da tecnico abilitato (di solito un Geometra)
     
  5. asphix

    asphix Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie intanto per le informazioni che mi stai dando,
    quindi la via della DIA in sanatoria sembra la più corretta ovviamente, ma che tempi prevede ?
    Io so che devono trascorrere 30 giorni dalla presentazione della DIA per quella in sanatoria c'e' lo stesso iter ?
    Gli atti, sia il compromesso che il rogito dovrebbero pertanto essere fatti dopo questi fatidici 30 giorni ?
    Ciao grazie !
     
  6. Marco Giovannelli

    Marco Giovannelli Membro Attivo

    Altro Professionista
    quoto roberto.spalti, la dia a sanatoria oramai è inevitabile per sanare il tutto, poichè l'accatastamento consiste nell'autodenuncia.
    l'iter è praticamente uguale a quello della dia normale ma con l'aggiunta di una sanzione di euro 1000,00 oltre il silenzio assenso che ti indicherà il tecnico.

    comunque ringrazierei il tecnico che cura la perizia per la banca, ti ha sollevato da responsabilità future.

    saluti
     
  7. asphix

    asphix Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    In che senso mi ha sollevato da responsabilità future ?... non sono un'esperto del settore...
    Quali responsabilità avrei potuto avere ?

    Ciao, grazie...

    -Asphix
     
  8. asphix

    asphix Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Per i tempi mi sono informato e sebra che la pratica sia piu sbrigativa della DIA normale, cioè pagando la sanzione e accettata la pratica, la situazione è sanata, il tutto nel giro di una settimana mi hanno detto. Confermate ?

    Una domanda mi sorge spontanea però, ora la situazione è di una planimetria catastale OK e la situazione urbanistica fuori norma.

    L'iter sarebbe dovuto essere
    1- Dia in sanatoria
    2- Docfa con planimetria aggiornata al catasto

    ... invece qui mi sembra che si stia facendo il contrario.... è possibile tutto ciò ? sono due passi in qualche modo indipendenti uno dall'altro ?? o è necessario fare nuovamente tutto da capo (cioè punto 1 e nuovamente il punto 2) oppure si può presentare la DIA in sanatoria pur avendo già presentato il DOCFA ?

    Spero di essere stato chiaro :)

    Ciao, grazie...

    -Asphix
     
  9. roberto.spalti

    roberto.spalti Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Essendo il catasto conforme non ritengo necessario un nuovo accatstamento, dato che comunque la santoria prevede una presentazione a opere compiute.
     
  10. Maurizio Zucchetti

    Maurizio Zucchetti Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Concordo sui tempi rapidi! :ok:
    Essendo una DIA in sanatoria non c'è bisogno di aspettare i 30 giorni per il silenzio-assenso, dato che le opere sono state già realizzate! :occhi_al_cielo:

    ;)
     
  11. Marco Giovannelli

    Marco Giovannelli Membro Attivo

    Altro Professionista
    quoto anche io!

    saluti
     
  12. maxmilano

    maxmilano Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Io ho un problema analogo, sto acquistando un immobile ante 1967 ed è stata presentata la DIA per un abbattimento di 3 tramezzi. Il venditore dice che il certificato di agibilità non è obbligato ad averlo, sebbene io lo richieda. E' corretta questa cosa?
     
  13. imported_bubù

    imported_bubù Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    No perchè se chiedi la DIA a chiusura lavori devi richiedere l'ag.

    Ciao bubù
     
  14. cafelab

    cafelab Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Ha ragione l'architetto.
    La DIA è stata istituita con il D.P.R. 380/2001 quindi nel 94 non poteva essere richiesta.
    Era comunque richiesto un progetto a firma di un professionista ma non era obbligatoria nè chiusura lavori nè variazione catastale
     
    A enrica agnelli piace questo elemento.
  15. maxmilano

    maxmilano Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Nell'immobile che sto acquistando è stata fatta la DIA con chiusura lavori fatta ormai parecchi mesi fa, l'agibilità è meglio richiederla prima o dopo il rogito? Devo pagare qualche sanzione?
     
  16. imported_bubù

    imported_bubù Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Prima del roggito non hai alcun titolo per chiederla e pure se lo avessi ti conviene farla chiedere prima del rogito al propietario così vai sul sicuro.

    Ciao bubù
     
    A maxmilano piace questo elemento.
  17. maxmilano

    maxmilano Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Il fatto è che il notaio dice che non è obbligatorio richiedere l'agibilità dopo una DIA e rogita anche senza, il proprietario non ha intenzione di richiederla
     
  18. imported_bubù

    imported_bubù Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Il notaio dice sicuramente che lui può roggitare anche senza ag. ed è vero ma poi sarai tu a dover regolarizzare.
    Se un domani vuoi vendere avrai tu lo stesso problema quindi .................
    Io una casa senza ag.non la comprerei .


    Ciao bubù
     
  19. alessandraberno

    alessandraberno Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    chiusura dia

    Ciao io sto x vendere casa e devo fare la chiusura della DIA aperta nel 2002 al catasto è già tutto in ordine ma mi manca questa chiusura e l'agenzia non vuole fare il preliminare (fatto da notaio x trascrizione) in quanto dice che se non ha una data certa della chiusura da mettere x il rogito non fa il prelimianre... ora io chiedo qualcuno mi sa dare indicazione di quanto tempo ci vuole x la chiusura? e chiedo l'agenzia si può rifiutare di fare il prelimianre se non ha questa data? Grazie
     
  20. cpaglietti

    cpaglietti Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Nel caso di mero spostamento di una porta, senza modifica delle pareti divisorie interne, non è necessaria alcuna comunicazione. Nel caso di spistamenti di pareti era obbligatoria la DIA , che oggi è sostituita dalla C.I.A.L. . Nel caso di lavori interni non comunicati mà eseguoti si puó provvedere alla C.I.A.L. tardiva (si dovrà versare una sanzione di 256,00 €). Poi dopo che le pratiche comunali saranno concluse si procederà all'aggiornamento della planimetria catastale. Trovi informazioni anche su *************
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina