1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. adelaide

    adelaide Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    ciao a tutt*,
    stiamo vendendo la nostra casa e abbbiamo stipulato già il compromesso, nel quale si dichiara che l'appartamento rispecchia la piantina catastale.

    In realtà è stata apportata una modifica che consiste nella creazione di un piccolissimo ripostiglio (tramite la realizzazione di una parete divisoria) al quale si accede mediante la vecchia porta della cucina. Alla cucina invece ora si accede dall'apertura di un ampio arco tra quest'ultima ed il salotto.

    In sede di compromesso il compratore ci ha comunicato che desidera assolutamente sanare la situazione prima del rogito.
    Inoltre il compratore ha richiesto un mutuo e quindi, a breve, verrà un perito ad effettuare il sopralluogo.

    La mia domanda è: cosa ci conviene fare? come ci possiamo comportare?

    Non sappiamo proprio come comportarci.
    grazie per i vostri suggerimenti. :fiore:
     
  2. mosca

    mosca Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Chiamate un tecnico e provvedete a regolarizzare le modifiche apportate all'appartamento :D:D
    Questo perchè garantite per legge la regolarità urbanistica e catastale e perche fino a quando l'immobile non è conforme il vostro acquirente non potrà reperire un mutuo :ok:
     
  3. geomanera

    geomanera Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    A mio modesto avviso voi dovete dichiarare la conformità urbanistica, facendo una dichiarazione anche in atto. La situazione catastale è solo ai fini fiscali. Le due situazioni devono essere identiche. A mio avviso dovete:
    1- verificare che in comune la situazione sia conforme o presentare dia in sanatoria ( però c'è un D.L. di venerdi scorso che forse vi servirà..... )
    2- aggiornare la situazione catastale adeguandola a quella comunale.
    Per fate tutto ciò occorre rivolgersi ad un tecnico.
     
  4. Marco Giovannelli

    Marco Giovannelli Membro Attivo

    Altro Professionista
    allora, per sanare la situazione (sanare non vuol dire fare la SANATORIA) occorre aggiornare la pianta catastale. però prima di aggiornare la pianta catastale bisogna sanare la situazione urbanistica, quindi bisogna fare una DIA per diversa distribuzione degli spazi interni poi il nuovo accatastamento in base alla DIA.

    saluti
     
    A akaihp e catia piace questo messaggio.
  5. catia

    catia Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Ma quante volte l'hai detto Marco ... ancora un sè capito però:^^:
     
  6. adelaide

    adelaide Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie a tutt* per la tempestività e soprattutto per le vostre risposte esaudienti.

    sono contenta di aver conosciuto questo forum. :applauso:
     
  7. Marco Giovannelli

    Marco Giovannelli Membro Attivo

    Altro Professionista
    già già....:^^::risata::risata:
     
  8. catia

    catia Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Ho paura che ci dovremo rimangiare tutto :confuso: Oggi il tg ha detto che è entrato in vigore il piano casa e di conseguenza per le opere interne non necessita più la DIA :idea: :applauso: basta che non si aumenti la volumetria
     
  9. roberto.spalti

    roberto.spalti Membro Senior

    Agente Immobiliare
    E che le opere non riguardino parti strutturali dell'edificio.
     
  10. catia

    catia Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Giusta precisazione mi è sfuggito scrivendo:ok:
     
  11. gianot

    gianot Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Credo sia necessario verificare questa norma regione per regione, in quanto una legge regionale può prevalere sul decreto nazionale. E poi dovrebbe entrare in vigore dal 6 aprile.
     
  12. Marco Giovannelli

    Marco Giovannelli Membro Attivo

    Altro Professionista
    copio una risposta data su un'altro post sempre su immobilio.it:

    "allora, il decreto c'è e sarà operativo il giorno dopo la pubblicazione sulla gazzetta ufficiale. l'inghippo sta nel fatto che l'urbanistica e l'edilizia è competenza regionale, ergo il decreto sarà attuativo soltanto dopo la pubblicazione di una legge urbanistica regionale. il problema nasce dal fatto che 19 regioni su 20 hanno già la propria legge urbanistica regionale (tranne la sardegna). quindi : decreto inutile e anche DANNOSO."

    saluti
     
  13. catia

    catia Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Bene... bene... non ci smentiamo mai ... che Italia ... che bella Italia ... :disappunto::disappunto:
     
  14. Manzoni Maurizio

    Manzoni Maurizio Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    ciao a tutti,
    l'acquirente ha il diritto di pretendere che la scheda catastale sia conforme alla realtà, però se Vi accordate di dichiarare che l'immobile non ha subito trasformazioni, secondo me il perito della banca dichiarerà che ci sono piccole difformità che non influiscono di fatto sulla valutazione dell'immobile e tutto potrebbe filare via così, chiaramente l'acquirente dovrà avere qualcosa in cambio.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina