1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Francesco70p

    Francesco70p Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Tempo fa ho acquistato una casa sulla quale era già presente un portico nel giardino di proprietà,
    probabilmente aggiunto 10 o 20 anni fa.
    Per portico intendo una tettoia fissa con tegole, aperta su 3 lati e connessa alla casa da un lato.

    Il progetto di costruzione della casa è degli anni 60, piuttosto vago, ma non riporta il portico e successivamente nessun condono è stato mai fatto. Oltrettutto la zona è soggetta a vincolo paesaggistico.

    Detto questo però, il portico risulta di scarso impatto visivo, è stato accettato dai vicini, non c'è nessuna pretesa di chiuderlo per renderlo una veranda abitabile, non credo che esistano evidenze sul quando sia stato aggiunto, quindi teoricamente potrebbe essere lì dagli anni 60.

    Che rischi posso correre lasciando tutto così? E cosa mi consigliate di fare?

    Devo consideralo una vera opera abusiva? In tal caso potrei anche subire conseguenze penali o al massimo possono costringermi ad abbatterlo? Oppure essendo lì da un tempo non quantificabile, e assimilandolo ad un miglioramento architettonico rispetto al progetto originale, che non comporta variazioni sull'effettivo utilizzo del suolo, posso considerarmi tranquillo?
    Di fatto realizza anche una protezione necessaria ad evitare che la pioggia batta direttamente sulla porta di ingresso della casa.


    Grazie,

    Francesco
     
  2. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Ciao Francesco
    A tutti gli effetti è un portico è abusivo oppure difforme al progetto approvato, vedi con l'ausilio di un tecnico se ci sono i presupposti per richiedere l'autorizzazione ai sensi dell'art. 37 comma 4 del d.p.r. 380/01.
    Ciao salves
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina