1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Alex_cr

    Alex_cr Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Salve a tutti voi del forum, avrei bisogno di un vostro parere riguardo la natura di una proposta di acquisto, che è stata compilata dall'AI a cui mi sono rivolto, per un appartamento che intenderei acquistare.
    Ieri pomeriggio con mia moglie siamo andati nell'ufficio dell'agente per formalizzare la proposta di acquisto, ma alla mia richiesta di inserire la clausola sospensiva del mutuo l'agente risponde che tale clausola condizionante avrebbe reso la proposta una sorta di accordo tra privati e non un preliminare, il quale sarebbe stato formalizzato, a questo punto, dopo l'ottenimento del mutuo.
    Inoltre, proprio per la presenza di tale clausola, ci avrebbe fatto il "favore" di non prendere alcun assegno da noi, e di farci versare l'intera caparra solo al preliminare "vero". Poiché sostiene che tale assegno, in presenza di una clausola sospensiva, non può essere considerato caparra confirmatoria, perché non viene consegnato al venditore fino all'ottenimento del mutuo e quindi non serve lasciarlo.
    Aggiungo che l'AI ha il mandato in esclusiva per l'appartamento.
    A questo punto mi chiedo, quali sarebbero stati gli obblighi del venditore se avesse accettato la mia proposta senza nessun assegno?
    Se lasciassi un assegno, versato come deposito cauzionale in agenzia, vale come caparra confirmatoria, anche in presenza di clausola del mutuo, o no?
    Ho preso un po' di tempo e non ho ancora firmato la proposta.
     
  2. ROSFRUM

    ROSFRUM Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Vale come caparra confirmatoria salvo sospensiva
     
  3. Sim

    Sim Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Letteralmente l'agente ha detto le cose giuste. Formalmente avrebbe comunque dovuto prendere in custodia il tuo assegno e conservarlo fino alla delibera del mutuo oppure restituirtelo in caso di mancata delibera. E' vero che il tuo assegno diventa caparra confirmatoria solo a seguito l'ottenimento di un documento che attesti l'emissione/delibera del mutuo.
     
    A PyerSilvio piace questo elemento.
  4. Giuseppe Di Massa

    Giuseppe Di Massa Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Ma sai che a occhio sembri più preparato tu dell'AI?
    Certo, lasci un deposito cauzionale, in qualsiasi caso, anche per proposte senza clausole sospensive, poi il proprietario accetta (se non accetta è tutto finito), poi tu cerchi di ottenere il mutuo nel tempo convenuto, facile, collaudato ed assolutamente utile in certi casi. Poi concordo che per un AI non sia la vendita ideale. In bocca al lupo
     
  5. Alex_cr

    Alex_cr Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Bene, ipotizzando che il venditore accetti la proposta con clausola sospensiva, quali sono le penali a cui va incontro se dovesse accettare la proposta di un altro compratore prima della scadenza della clausola sospensiva? Io posso rivalermi in qualche modo su di lui, se l'assegno che lascio non vale come caparra?
     
  6. ROSFRUM

    ROSFRUM Membro Attivo

    Privato Cittadino
    In tal caso ci sarebbe penale con rilascio di importo pari a doppia caparra credo, oltre provvigione ad AI
     
    A Sim piace questo elemento.
  7. Alex_cr

    Alex_cr Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Durante il periodo della sospensiva l'AI puó far firmare altre proposte al venditore migliori della mia? Se l'assegno diventa caparra DOPO l'ottenimento del mutuo, come posso pretendere che mi venga restituito il doppio della cifra se il venditore non ottempera al suo impegno?
     
  8. Sim

    Sim Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Se il venditore nel frattempo che aspetta la risposta della tua banca si vende la casa ad altra persona e poi la tua banca dà esito favorevole diventa inadempiente in quanto la tua offerta diventa realtà, quindi ti deve il doppio della caparra e puoi chiedergli i danni nonchè l'adempimento forzato..... ma queste sono parole
     
  9. Alex_cr

    Alex_cr Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Perchè solo parole? Non capisco se l'eventuale caparra da restituire sia quella dell'assegno che lascio in deposito cauzionale oppure l'intera cifra da versare al momento del compromesso. A questo punto mi viene il sospetto che l'AI non volesse farmi lasciare nessun assegno per rendersi liberi, lui e il venditore di valutare altre proposte mentre la mia sarebbe stata in corso.
     
    A Sim piace questo elemento.
  10. Alex_cr

    Alex_cr Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Scusate se ritorno sull'argomento. Se l'AI mi fa firmare la proposta di acquisto con clausola senza lasciare nessun assegno in cauzione presso di essa, il venditore verso di me non avrebbe nessun vincolo monetario dico bene?
    Altrimenti se lascio l'assegno in agenzia, questa cifra che lascio a che titolo deve comparire?
    Ve lo chiedo, perché non capisco il motivo dell'AI di non farmi lasciare nessun assegno in accompagnamento alla mia proposta d'acquisto con clausola mutuo.
     
  11. ROSFRUM

    ROSFRUM Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Meglio per te no?
     
  12. Sim

    Sim Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Diciamo che è una mezza furbata: in questo modo se il proprietario dovesse vendersi l'immobile ad altri non dovrebbe restituirti alcuna caparra, ma tu, qualora la banca ti erogasse il mutuo, potresti portarlo il giudizio per adempimento forzato e in quel caso..... ci chiami che ci gustiamo la scena
     
  13. ROSFRUM

    ROSFRUM Membro Attivo

    Privato Cittadino
    :shock:
     
  14. mosca

    mosca Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Io queste proposte condizionate al Mutuo proprio non riesco a farle digerire !!
    Le Banche continuano a mandare nelle Agenzie i lori clienti dicendo di far condizionare tutto all'ottenimento del Mutuo che di fatto vuol dire che anche il giorno prima del Rogito può revocarlo.....i venditori non gradiscono accettare una proposta che di fatto non gli garantisce di aver venduto casa fino alla data del Rogito......ma come si fà a lavorare in queste condizioni..............ma le banche si rendono conto che alle spalle di chi vende molto spesso cè una famiglia che deve traslocare...impegnarsi con un nuovo acquisto !!
    Sembra che non vivano nella realtà quotidiana !!
     
    A Umberto Granducato, ROSFRUM, PyerSilvio e 1 altro utente piace questo messaggio.
  15. Alex_cr

    Alex_cr Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Io e mia moglie siamo statali, chiederemmo circa il 70% del mutuo, abbiamo un predelibera positiva sul reddito, nonostante questo la banca ci consiglia sempre di far mettere la clausola mutuo, "perché non si sa mai".
    Ho promesso all'AI di portargli la predelibera della banca per dimostrargli che siamo affidabili, più di questo non so cosa potrei fare.
     
  16. ROSFRUM

    ROSFRUM Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Pre delibera scritta addirittura.....strano da parte di una banca.
     
  17. Sim

    Sim Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Non è l'agenzia che devi convincere, ma il proprietario che dovrà fidarsi ad aspettarti
     
  18. ROSFRUM

    ROSFRUM Membro Attivo

    Privato Cittadino
    La Pre delibera dovrebbe bastare perché garantisce la solvenza dell'acquirente. ... il resto per arrivare in pratica dipende dall'immobile in vendita
    i
     
  19. Alex_cr

    Alex_cr Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ma l'agenzia voleva farmi versare la caparra al "preliminare", cosi ha scritto l'agente nella proposta, da fissare successivamente in data xxx. Non è la stessa proposta d'acquisto un preliminare? Perchè non ha scritto semplicemente che la caparra sarebbe stata integrata successivamente con altri xxx euro?
    Poi mi ha detto che con la clausola mutuo, qualora il venditore l'avesse accettata, non poteva registrare la proposta che avrebbe avuto il valore di contratto privato e non di preliminae.
    La cosa allora non mi ha convinto. L'agente forse non si è spiegato bene e io non ho capito cosa voleva farmi firmare a questo punto. Aggiungo che è la prima volta che compro casa, sono ignorante, e non vorrei fare sciocchezze.
     
    A Ajejandra piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina