1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. etabeta7072

    etabeta7072 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buongiorno,
    volevo sottoporvi il seguente quesito.
    Sono il venditore di un immobile.
    Siccome la trattativa è tra privati abbiamo fatto le cose un po’ “ruspanti”.

    In particolare ho firmato un foglio di 2 righe in cui accettavo un assegno di 10000 euro come CAPARRA per la vendita. Su questo foglio ho anche indicato la cifra concordata (145.000 euro) ed una data entro la quale si deve concretizzare il PRELIMINARE (ossia 15/4/2010).
    Non è stato scritto nient'altro, nessun riferimento a penali da entrambe le parti.

    Ora, dopo la firma di questo foglio ho ricevuto informazioni che mi pongono dei dubbi sull’affidabilità degli acquirenti e vorrei far decadere la proposta, ridando indietro l’assegno (ma non il doppio !).

    Se aspetto che passi la data fissata per il preliminare magari rimandandola con una scusa, posso ritenere nulla la proposta, ridare i soldi all’acquirente e considerarmi libero?

    Grazie
     
  2. roberto.spalti

    roberto.spalti Membro Senior

    Agente Immobiliare
    L'affidabiltà degli acquirenti sarà dimostrata dal loro adempimento, o meno, ai termini del contratto.
    Il documento che hai sottoscritto (sottoposto a caparra) implica che se la parte inadempiente sei tu devi restituire il doppio, se sono loro perdono quanto versato.
    Se il 15/04 i tuoi acquirenti non si presentano per il preliminare devi fare una lettera di messa in mora mediante cui li convochi alla stipula entro 20 giorni dalla data della raccomandata (A/R naturalmente), trascorsi i 20 giorni sei libero di tenerti i soldi e vendere a chi vuoi; fino a quel momento se vuoi recedere la parte inadempiente sei tu.
     
  3. etabeta7072

    etabeta7072 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ma io non voglio più farlo il preliminare !!!

    Se passa la data senza che loro dicano niente posso dire che è nullo quel foglio ?
    Oppure ho pensato anche di ridargli l'assegno facendomi firmare una ricevuta di restituzione.

    Poi un'altra cosa: su questo foglio c'è solo la mia firma mentre la casa è intestata al 50% con mia moglie.
    Posso appellarmi a questo per dire che quel foglio non ha valore ?
    Ripeto: non voglio guadagnarci la caparra, voglio solo ridargliela indietro senza rimetterci il doppio...non mi sembra una pretesa assurda visto che non siamo ancora arrivati al preliminare...
     
  4. Maurizio Zucchetti

    Maurizio Zucchetti Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Sicuramente la proposta firmata solo da uno dei proprietari non è valida, ma temo che questo ti esporrà ad una richiesta di danni da parte loro. Puoi provare a sentire un legale, ma temo che non ci siano molti margini di manovra! :confuso:

    Tieni però presente che, se la tua preoccupazione è solo quella della solvibilità degli acquirenti, fino al giorno del rogito tu avrai la proprietà della casa e quindi, se non ottemperassero esattamente a quanto loro richiesta, sarebbero loro ad essere inadempienti! :D
    Al posto tuo NON incasserei l'assegno che ti hanno dato (per non avere movimenti di denaro) e porrei la massima attenzione alla stesura di un preliminare, richiedendo la consulenza di un notaio di tua fiducia!
    Permettimi in ultimo di dirti, come probabilmente ti aspetti :fico:, che se ti fossi affidato dall'inizio ad un agente immobiliare di comprovata professionalità probabilmente non ti troveresti in questa situazione! :^^: :stretta_di_mano:

    ;)
     
  5. lami

    lami Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Fino a che la proprietà è tua e hai in mano l'assegno del proponente, di cosa ti preoccupi?
    L'unica cosa che NON devi fare è renderti inadempiente, altrimenti in una botte di ferrro ci stanno loro.:confuso:
    Se vuoi stare più tranquillo rispetto alla firma da parte di uno soltanto dei proprietari (che secondo me non dovrebbe creare grossi problemi, nei moduli degli incartichi a vendere, ad esempio, chi firma dichiara di rappresentare la proprietà dell'immobile), puoi provare a sentire il parere di un legale. Muoviti comunque sempre nell'area della legalità, altrimenti, ammesso che i tuoi sospetti siano reali, puoi trovarti in situazioni spiacevoli....
     
  6. marcellogall

    marcellogall Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Scusa etabeta7072, sono un po' perplesso. Dici che hai dubbi sull'affidabilità dell'acquirente, ma come ti ha confermato
    roberto.spalti, finchè non avrai ricevuto il pagamento l'immobile rimarrà tuo e in caso di inadempienza potrai trattenere la caparra.
    Poi affermi che non vuoi più fare il compromesso. Quali sono i reali motivi? Hai avuto un'offerta migliore? Comunque per recedere dovrai restituire il doppio della caparra esponendoti inoltre ad una richiesta di danni.
     
  7. teo.sgura@libero.it

    teo.sgura@libero.it Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    A me pare di capire che lei non voglia effettivamente più vendere l'abitazione e non per colpa degli acquirenti.....
    Giusto?
     
  8. Lessie

    Lessie Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    :applauso:
     
  9. smoker

    smoker Membro Senior

    Privato Cittadino
    L' acquirente che firma e ti "molla" assegno di € 10.000,00, salvo buon fine, sicuramente è serio ed affidabile, meno serio ed affidabile è chi vuole "rompere" gli accordi intercorsi per semplice sentito dire in giro, inoltre hai "promesso" bene che non è neppure completamente di tua proprietà. Per ora, potenziale inadempiente, sei tu. Il bello è che vorresti che ti suggerissimo dei "trucchetti" per porre nel nulla l' accordo e far ricadere la responsabilità sull' acquirente.
    Detto ciò sorge spontanea la domanda: perchè hai trattato la vendita della tua casa?


    smoker
     
  10. Manzoni Maurizio

    Manzoni Maurizio Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    ciao a tutti, avete fatto un contratto in piena regola, Tu hai firmato e ti sei preso la responsabilità della vendita del bene, se l'acquirente non è daccordo non basterà il raddoppio della caparra ma potrebbe chiederti il risarcimento dei danni oppure chiedere al giudice l'esecuzione del contratto. ti consiglio di sentire un legale.
     
  11. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    ...sino al preliminare firmato non possono importi nulla...se non il doppio della caparra...viceversa ascolta i consigli di spalti e comportati di conseguenza
     
  12. Umberto Del Vesco

    Umberto Del Vesco Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Una precisazione, nelle due righe "ruspanti" hai indicato "l'0ggetto" cioè appartamento sito in via tal dei tali al civico numero pincopalla ? e ancora, hai indicato una data definitiva di cessione del immobile in pratica la data dell'atto notarile ?
    Perchè in questo caso la proposta è da considerarsi incompleta.
    saluti Umberto
     
  13. Caggiano Tiziana

    Caggiano Tiziana Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Ciao etabeta
    Non si capisce bene il motivo della tua rescissione da questa "proposta" se così vuoi chiamarla. Non stai affittando un appartamento e quindi le informazioni che hai ricevuto potrebbere in qualche modo interessarti. Stai vendendo un immobile, hai ricevuto una caparra, perchè vuoi annullare la "proposta"? Che cosa ti legherà all'ascquirente dopo il rogito? Se lui si presenta all'atto, paga, firma.......cos'altro vuoi di più con i tempi che corrono? Se sarà lui l'inadempiente avrai solo da guadagnarci da questa storia. Ciao
     
  14. smoker

    smoker Membro Senior

    Privato Cittadino
    Etabeta non vuole più vendere, ma allo stesso tempo vuole uscire "lindo" dalla situazione, come se non fosse successo niente con la persona interessata ad acquistare il suo immobile. Lo stesso utente ha dichiarato di aver sottoscritto scrittura privata, del cui valore giuridico non conosciamo la portata esatta, ma possiamo escludere piena validità ed efficacia dell' atto poichè sprovvisto della firma della stessa moglie di Etabeta. Ciò detto, la frittata è stata fatta da Etabeta, quindi sarà lui a dover, a mio giudizio, spendere per poter aggiustare la vicenda in atto con la sua controparte. Quindi le alternative sono: o chiamare la persona interessata all' acquisto e con la stessa risolvere il tutto alla buona o aspettare di andare per vie legali. Alla fine Etabeta dovrà sempre spendere qualcosa, bisognerà solamente vedere quanto.
    A occhio una semplice responsabilità precontrattuale, come minimo, è già chiaramente provata.
    I Latini dicevano: Pacta Sunt Servanda.
    saluti

    Smoker
     
  15. Ilario

    Ilario Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    sono d'accordissimo a con i miei predecessori, poichè verrà ad essere inadempiente il venditore nel caso che non voglia fare più il compromesso. Probabilmente il venditore si sia ravveduto per quanto concerne la vendita della sua parte di casa.

    :occhi_al_cielo:
     
  16. geomanera

    geomanera Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    ... bella situazione, ma se non ti fidi , modifica la proposta andando direttamente in atto , non incassare l'assegno . Se sono seri fanno l'atto, se non lo sono ..... attenzione a non essere tu indamenpiente . Se posso integra la proposta , che è già contratto anche se scritta "sulla carta da formaggio", con tutti i crismi, inserendo la moglie ecc, inserisci il nome del notaio rogante a cui farai avere tutta la documentazione necessaria per la stipula, con ricevuta di consegna dei documenti, ( ACE compresa ). Poi pretendi di fissare la data per la stipula e presentati all'appuntamento.
    A mio avviso tra proposta e preliminare non cambia la sostanza, cambiano i SOLDI, ci sono maggiori dettagli su modalità , garanzie ecc ecc ma di fatto sono entrambi un contratto tra due parti. Se in ogni caso VOUI uscirne, deve chiedere se va bene anche a loro e ti devi sobbarcare l'onere che ti possono richiedere.
    Tanti si lamentano degli Agenti Immobiliari, ma senza....... , nella stessa situazione un Agenti Immobiliari ti sarebbe a fianco per aiutarti a risolvere il problema, oltre a tutti quelli presenti qui Ovviamente !!!
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina