1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. camillo

    camillo Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    REFERENDUM : da Agenti immobiliari a Consulenti immobiliari.

    Nasce un iniziativa volta a cercare di rendere professionale l’attività dell’agente immobiliare, proponendo la nascita della figura del Consulente immobiliare.
    Oggi, con le attuali normative, per conseguire il titolo abilitante all’esercizio dell’attività di mediatore nel settore immobiliare, è sufficiente frequentare un corso “formativo” (quasi sempre organizzato da associazioni) e sostenere un semplice esame presso la CCIAA di residenza.
    La carenza di formazione e l’inesperienza, non consentono al neofita mediatore di svolgere questa attività in maniera corretta. A volte ci si dimentica che la nostra attività ha un ruolo sociale molto importante.
    Il sapere valutare un immobile da vendere, gestirne la vendita, consigliare un acquisto immobiliare, redigere un preliminare di vendita, verificare la fattibilità della vendita, dare consulenza, etc., è un lavoro molto delicato che andrebbe svolto in maniera accurata e professionale.
    Dato che è utopico sperare chele Istituzioni preposte al nostro settore (Ministero/ministri/politici), comprendano l’importanza di tutto questo, proponiamo un “Referendum” per la creazione di regole e professionalità utili a garantire il corretto svolgimento della nostra attività/professione:
    1) sostituire la dicitura di mediatore immobiliare con Consulente immobiliare;
    2) tirocinio presso un agenzia immobiliare di almeno due anni per accedere all’esame di idoneità ;
    3) corsi di aggiornamento annuali ;
    4) vendita esclusivamente per mezzo di incarico scritto (anche non in esclusiva, come hanno imposto le associazioni dei consumatori, ma con il vincolo del rimborso spese anche non documentabili) ;
    5) obbligo del consulente di accertarsi e relazionare che l’immobile sia conforme alle norme vigenti, al fine di garantire pienamente la parte acquirente, anche con l’ausilio di tecnici abilitati;
    6) codice deontologico unico da accettare e sottoscrivere prima dell’inizio di attività;
    7) Sanzione pecuniaria proporzionata al valore di compravendita per chi svolge l’attività abusivamente, rendendo solidale anche il venditore;
    8) Attività di controllo da parte degli organi competenti (Guardia di Finanza) anche per mezzo delle associazioni di categoria;
    se a queste poche ma fondamentali regole proposte, aggiungiamo quanto già previsto dalle attuali norme, penso che potremmo iniziare a sentirci professionisti, a garantire i clienti, a limitare l’abusivismo e l’improvvisazione.
    Queste le mie prime considerazioni e idee, cosa ne pensate?
     
    A manmar01 piace questo elemento.
  2. Maurizio Zucchetti

    Maurizio Zucchetti Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Come già detto, sono favorevolissimo alla valutazione ed all'approfondimento della proposta, che avrò l'onore di iniziare con questo messaggio :confuso:

    proprio semplice semplice non direi, almeno teoricamente! ;) Ed ora passo ai punti:

    1. Assolutamente d'accordo: "in nomen omen" (dovrebbe significare "nel proprio nome il proprio destino", ma non ne sono sicuro! :? )
    2. Qui finora è cascato l'asino: nel momento in cui il tirocinio diventa parte di un percorso obbligatorio lo stesso va regolamentato e controllato. Il punto fermo dovrebbe essere, secondo me, che questo sia l'UNICO percorso, nel senso che senza tirocinio NON SI POSSA dare l'esame! Questo taglierebbe fuori tutti quelli che ci provano perchè al momento non hanno di meglio da fare, o perchè hanno un parente che li può aiutare ecc. ecc. ... se decidi di dedicare 2 anni ad imparare una professione quella professione ti deve piacere!
    3. Magari! ma bisognerebbe decidere chi dovrà aggiornarsi per aggiornare gli AI .... le CCIAA? le Associazioni?
    4. D'accordissimo sul principio generale .... mi rendono perplesso le spese non documentabili .. . "Signora, ho pubblicizzato la sua casa sul Times, su Le Monde e su Newsweek, per un totale di 15000 euro!" :risata:
    5. D'accordo
    6. D'accordo, anche se in Italia anche gli "scripta", come le "verba", volant! :triste:
    7. Assolutamente d'accordo
    8. Noi lo chiediamo, ma lo faranno? Visti gli esigui mezzi a disposizione della GdF (che hanno anche ridotto) ho purtroppo qualche dubbio ... :rabbia:


    ;)
     
    A manmar01 piace questo elemento.
  3. fimmobiliare

    fimmobiliare Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Bravo Camillo , mi sembra che la tua proposta sia molto interessante anche perchè ad hoc con i tempi che viviamo . Pertanto hai il mio incondizionato appoggio .
     
  4. grace

    grace Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    A parte qualche piccola incongruenza mi trovo concorde con su detto e quindi sono disponibile
    per il referendum.
    Gli Agenti immobiliari sono tanti e sono convinto che per cambiare in meglio bisogna partire dal basso.
     
  5. Lessie

    Lessie Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    perfettamente d'accordo con qualche piccola rettifica
     
  6. Akros

    Akros Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    ciao a tutti,
    ottima idea...un solo problema...come faremo se come hai detto giustamnete prima ci sono oltre il 50% di " abusivi " fra le stesse agenzie immobiliari? se lo stesso tirocinante dopo 1 settimana fa l'acquisitore ( con le rispettive valutazioni immobiliari ), il venditore ( il semplice accompagnatore turistico ), trattative in ufficio, etc. etc., iopenso che il primo problema da risolvere siamo noi stessi.
    Nel 1981, quando iniziai in Minerva Case , ho fatto lo scampanellatore per tre mesi in ricerca di info ,ogni appuntamento di acquisizione ero affiancato dal responsabile, ho assistito a decine e decine di trattative di stima prima di farne una da solo...insomma mi sono fatto un mazzo tanto. Gli appuntamenti di vendita li ho fatti dopo aver preso l'abilitazione ( nel 1983 ), quindi...niente a che vedere con oggi.
    Siamo noi stessi ( non tutti chiaramente ) che un collaboratore lo mandiamo allo sbaraglio dopo un paio di giorni, e questi va in giro e fa danni...ma porta informazioni,senza deontologia...senza classe...vengono usati,spremuti e nella maggior parte dei casi...gettati ( vedi nei maggiori franchising ).
    L e regole...rispettiamole...poi al limite facciamone altre.
    Grazie per lo sfogo e..scusatemi.
    Andrea
     
  7. raffaella

    raffaella Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Concordo con tutti ed in particolare con Akros: ho notizia certa (per avere assistito) di alcuni "colleghi" che lasciano l'agenzia in mano ai collaboratori non AI consegnando a questi i moduli in bianco per l'acquisizione pre-firmati...se questo non è abusivismo e poca correttezza che nascono dall'interno come lo chiamiamo?
    Ciao Raffaella
     
  8. rik

    rik Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    complimenti Camillo! appoggio pieno! come procediamo dalle parole ai fatti?
     
  9. rizzuto

    rizzuto Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    caro camillo penso che quanto ai esposto non potrebbe avere nessun riscontro positivo dai ns clienti, perchè penso anche alla loro attuale problematica di vendere un immobile o acuistarlo ,non averndo nessuna garanzia che il consulente possa darle in entrambi i casi.
    Fermo restando la buona intenzione io sarei più per una legge che ci responsabilizzi ma che ci coinvolga obbligatoriamente nelle compravendite immobiliari.
     
  10. Maurizio Zucchetti

    Maurizio Zucchetti Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Leggendo il contributo messo a disposizione dal mitico Passuti e riguardante la detraibilità delle spese per l'intermediazione immobiliare da parte del cliente, mi è venuto in mente un altro concetto da sollevare nel confronto con l'autorità Costituita (sic! :basito: ):
    come sempre succede in Italia l'idea è buona: dando all'acquirente la possibilità di detrarsi parte della provvigione dall'IRPEF chiederà senz'altro la fattura all'AI, con conseguente riduzione dell'evasione fiscale ..... facciamo allora un esempio pratico: :fico:
    provvigione 7.000 euro
    fattura 7.000 + IVA = 8.400
    detraibilità da parte del cliente: il 19% di 1.000 euro, cioè 190 euro

    ... che penserete vorrà fare il cliente? :occhi_al_cielo: Ecco perchè per fatturare qualcosa (e non avere l'Agenzia delle Entrate sotto casa) mi tocca litigare con il cliente tutte le volte!
    Se la somma detraibile fosse portata a 1.000 euro (corrispondente ad un imponibile di circa 5.000 euro) la situazione sarebbe senz'altro migliore!
    Bisognerebbe far capire a chi detta le regole che è meglio "perdere" 1.000 euro di detraibilità fiscale a fronte di un aumento dell'imponibile di 5.000 euro che non avere niente del tutto! ... è difficile da capire? :occhi_al_cielo:

    ;)
     
  11. fimmobiliare

    fimmobiliare Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Hai ragione Maurizio ma cosa centra con l'intelligente referendum che ha proposto Camillo ?
     
  12. Maurizio Zucchetti

    Maurizio Zucchetti Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Non è collegato direttamente, ma visto che Camillo scrive:

    ho pensato di cogliere la palla al balzo, e di inserire nella richiesta di creare "nuove regole" anche questa modifica, che secondo me sarebbe essenziale!

    ;)
     
  13. fieschi

    fieschi Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Camillo andiamo avanti con il referendum .
     
  14. camillo

    camillo Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    ciao a tutti,
    come ho inizialmente detto, la mia è una proposta, se la condividiamo come iniziativa, dovremmo modificarla, migliorarla e quant'altro necessario per poter redigere un documento con le proposte definitive da far sottoscrivere a chiunque concordi con lo stesso, non solo agli agenti immobiliari ma anche a "clienti".
    Per essere operativi, penso sia necessario organizzarci la stesura del documento, quindi capire chi è interessato a dedicare un pò di tempo e, successivamente inoltrarlo a tutti gli aderenti del forum e non, che se vorranno lo stottoscriveranno.
    Penso e spero che se riuscissimo a trovare una grande partecipazione (raccogliendo almeno 500.000 firme sul territorio nazionale), potremmo ottenere dei risultati (sicuramente susciteremmo interesse da parte delle istituzioni preposte, Ministero e politici).
    Adesso dipende solo da noi.
     
  15. il Custode

    il Custode Custode del Forum Membro dello Staff

    Questo topic lo mettiamo "importante" ;)
     
  16. robi

    robi Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Ciao a tutti. D'accordo con Camillo per il Referendum. Ottima iniziativa.
     
  17. catia

    catia Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Diamoci da fare e facciamo sentire la nostra VOCE!!! :ok: quoto su tutto.. complimenti camillo!!!
    Catia
     
  18. roberto.spalti

    roberto.spalti Membro Senior

    Agente Immobiliare
    1) sostituire la dicitura di mediatore immobiliare con Consulente immobiliare;
    Non vedo come questo possa aumentare la nostra professionalità, comunque se piace di più....

    2) tirocinio presso un agenzia immobiliare di almeno due anni per accedere all’esame di idoneità;
    D'accordo a patto che il tutor sia agente immobiliare da almeno 5 anni e non possa avere più di 1/2 tirocinanti.
    Altrimenti legalizziamo tutti i procacciatori che lavorano nei franchising con un titolare e 10 collaboratori.
    Inoltre il tirocinante non deve, senza la presenza del mediatore, svolgere compiti di mediazione.

    3) corsi di aggiornamento annuali ;
    Sono d'accordo, inoltre crediti formativi obbligatori da conseguire ogni anno in varie discipline: estimo, diritto, finanziaria.

    4) vendita esclusivamente per mezzo di incarico scritto (anche non in esclusiva, come hanno imposto le associazioni dei consumatori, ma con il vincolo del rimborso spese anche non documentabili) ;
    Non sono assolutamente d'accordo, l'incarico scritto non serve a garantire niente, nemmeno se è in esclusiva.
    Il rimborso spese non lo trovo concepibile se l'incarico non è in esclusiva dato che se affido la vendita a 2 agenzie e lo vende l'agenzia A io dovrei pagare spese non documentabili anche all'agenzia B :shock:
    Inoltre non faremmo altro che alimentare il mercato degli abusivi che potrebbero dire al cliente: te lo vendo io senza che tu debba firmare niente.

    5) obbligo del consulente di accertarsi e relazionare che l’immobile sia conforme alle norme vigenti, al fine di garantire pienamente la parte acquirente, anche con l’ausilio di tecnici abilitati;
    Lo faccio già quindi per me va bene

    6) codice deontologico unico da accettare e sottoscrivere prima dell’inizio di attività;
    Se ben fatto ci sto

    7) Sanzione pecuniaria proporzionata al valore di compravendita per chi svolge l’attività abusivamente, rendendo solidale anche il venditore;
    Sarebbe bello ma è impossibile dimostrare la mediazione abusiva dato che non risulta, inoltre con le attuali norme che obbligano le parti a dichiarare se si sono avvalse del mediatore (con pene pesantissime anche a livello penale) questo esiste già e le parti sono solidali, anzi più colpite del mediatore abusivo.

    8) Attività di controllo da parte degli organi competenti (Guardia di Finanza) anche per mezzo delle associazioni di categoria;
    Se lo facessero, e gli strumenti li hanno già, avremmo risolto il 50% dei problemi legati agli abusivi
     
  19. Alessandro Frisoli

    Alessandro Frisoli Fondatore

    Agente Immobiliare
    Istituzione di una "consulta" o "organismo" o "collegio" di Agenti Immobiliari che anche con l'ausilio delle associazioni di categoria, raccolga le denuncie degli Agenti Immobiliari nei confronti degli abusivi.
    Noi tutti sappiamo chi fa l'abusivo nell'ambito del nostro territorio , è chiaro che non si può vuoi per convenienza, vuoi per quieto vivere, vuoi per eventuali ritorsioni, vuoi per non essere tacciato come spione, denunciare personalmente alla c.c.i.a.a. l'abusivo. Se invece un organismo formato o finanziato dagli Agenti Immobiliari raccogliesse le segnalazioni, le verificasse e le denunciasse, beh, allora il discorso sarebbe diverso. Che ne pensate ?
     
  20. roberto.spalti

    roberto.spalti Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Che dovrebbe bastare la segnalazione alla segreteria provinciale di qualsiasi federazione e si dovrebbero muovere loro.
    Sarebbe però necessario cambiare la testa del 50% di noi che all'interno dell'agenzia hanno la segretaria tuttofare o i procacciatori di affari che lavorano così da anni e ormai fann omediazione a tutti gli effetti sotto l'ombrello del patentino del titolare.
    Finche non ci autoregolamentiamo non possiamo segnalare gli abusivi dato che i primi siamo spesso noi. :disappunto:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina