1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    A grande richiesta viene aperto un 3d specifico inerente alla registrazione dei contratti di locazione col nuovo software RLI. Preghiamo gli utenti di non scrivere post con osservazioni e/o domande che verranno poi, alla fine, rimandate ad altro 3d specifico, questo per non interrompere la sequenzialità delle istruzioni.
    Buon lavoro ;)
     
    A jordan83 piace questo elemento.
  2. Irene1

    Irene1 Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Come scaricare il programma:


    Primo passo:

    Accedere al sito: www.agenzia delle entrate

    Home, Entratel, accesso con le credenziali, scegliete l'utenza di lavoro, nel mio caso la P.IVA e invio.


    A questo punto, sulla schermata a sx troverete i “Servizi Entratel” e scegliete SOFTWARE.


    Premesso: Io ho iniziato a scaricare il modello di controllo, quindi da PACCHETTI APPLICATIVI, CONTROLLO ALTRI DOCUMENTI, e scegliete “ Modello di controllo di locazione e affitto immobili ( RLI) versione 1.0.1.( 1° aggiornamento del 07/02/2014) .


    A questo punto, nel scaricare il programma vi verrà chiesto di scegliere il vostro sistema operativo, Mac o Windows, scaricate e dopo circa ( X minuti), andate nella cartella download, dov'è il programma e cliccateci sopra, in automatico si installerà, seguite le indicazioni, non impossibili, ( io solitamente fotografo la schermata dove il sistema andrà a posizionare il programma, in modo da avere un dato certo).



    Finito l'installazione del modello vado a prendermi il software di RLI.


    Sulla barra in alto dello schermo dell'agenzia delle entrate ( in blu) scegliete in questa sequenza:


    Cosa devi fare – a sx troverete la finestra con scritto REGISTRARE ( cliccate sopra) si apre una sottofinestra scegliete – Registrazione contratti dei beni immobili e versamento delle imposte, a lato sul testo scegliete “regole generali” si aprirà a sx “Registrazione tramite intermediario delegato”- Modelli e istruzioni – compilazioni ed invio- Software RLI-


    Arrivati a questo punto dovete prima aggiornare JAVA con l'ultima versione, entrate in operazioni preliminare e seguite le istruzioni, (scegliete tra quelli proposto quello in “OFFLINE” )io, in questo punto ho avuto moooolti problemi, in quanto non riuscivo ad installarlo, quindi ho messo a icona la procedura, ho aperto un'altra pagina web, ho digitato in “cerca” JAVA download e ho scelto la prima opzione che usciva dal motore di ricerca, in automatico mi ha fatto scaricare il programma per il mio computer. ( ricordatevi poi di aprirlo dal Download e scaricarlo ( io inizialmente pensavo potesse bastare scaricarlo ;) ) a questo punto, rientrata nel web dell'agenzia delle entrate ( che avrete messo in icona e non chiuso) scegliete SOFTWARE, Registrazione locazioni Immobiliari, uscirà sempre una finestra nella quale vi verrà chiesto se siete sicuri di voler scaricare l'applicazione da internet- apri e, se avete scaricato correttamente JAVA inizierà il Download.


    Apparirà per 5 secondi il marchio JAVA 7, e poi si aprirà la schermata con le indicazioni tecniche del programma che state scaricando:

    Nome: SORGEI APPLICATION

    Autore pubblicazione: AGENZIA DELLE ENTRATE

    Posizione: http:// …..........

    ESEGUI

    Benvenuti in contratti di locazione affitto RLI – ESEGUI

    si aprirà una schermata con due opzioni, ovviamente scegliete intermediario abilitato, inserite la vostra P.IVA inviate e partirà il programma.
     
    A Silvio Luise, francesca7, Rosa1968 e 1 altro utente piace questo messaggio.
  3. Irene1

    Irene1 Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    PROCEDURA PER COMPILAZIONE SOFTWARE RLI

    Aprire il software RLI,

    (per chi non fosse pratico come me, può andare a cercarlo inserendolo in cerca “RLI” all'interno del proprio computer, oppure se si ricorda o lo ha messo a icona lo apre direttamente dalla directory selezionata).


    NUOVA RICHIESTA

    Indicare la tipologia del richiedente

    o persona fisica

    o altri soggetti


    RICHIEDENTE ( io indico il codice fiscale del locatore in fase di prima locazione)

    C.F.

    Cognome

    Nome


    Indicare la tipologia di registrazione

    o prima registrazione

    o Adempimenti successivi


    Nella prima registrazione viene evidenziata una tendina con varie possibilità di locazione, abitativo, soggetto a IVA ecc.... troverete tutta la lista una volta aperta ( che per brevità non scriverò qui).


    AVANTI


    Al passo 2 dovete identificare il contratto, con le caratteristiche richieste, ognuno procederà con la propria “fantasia” io solitamente inserisco una fusione dei due cognomi ( sono creativa)


    AVANTI


    apparirà una pagina con la quale vi indicherà che la prima fase della compilazione è terminata e tutti i numeri possibili per eventuali dubbi. ( trascriveteli vi serviranno sicuramente)


    FINE


    A questo punto avete creato il Frontespizio, con i dati generali, apritelo e inserite i dati richiesti.


    SEZIONE I


    Ufficio territorio di.... aprite la tendina e scegliete quello vostro di riferimento.

    Tipologia del contratto che dovrebbe ritornarvi con la scelta che avete fatto inizialmente

    Durata dal al e dovete inserire voi anche il termine ( non lo calcola direttamente)

    N.Pagine ATTENZIONE le pagine per loro sono le FACCIATE, quindi contatele bene, il numero di copie (quelle che volete registrare)

    importo del canone ( annuale)

    data di stipula ( quando sottoscrivono il contratto i clienti)


    GARANZIE

    Importo garanzia prestata da terzi, il tipo di garanzia, c.f. Del garante; ed dell'eventuale secondo garante.


    ALLEGATO AL CONTRATTO


    Qui vi indica una sfilza di documenti possibili da allegare, non inserite quello richiesto dal software altrimenti lo calcola come secondo, in quanto l'allegato in PDF/A-1 o TIFF non viene dichiarato in questa schermata, ma solo nel riepilogo.


    In questa sezione vi chiede anche se è soggetto IVA ( ovviamente spuntate solo se lo è)


    esenzioni se vi sono, aprite la tendina e controllate ( non centra la cedolare secca)


    SEZIONE II ( NON C'E' ) non cercatela


    SEZIONE III


    Richiedente

    qui vi chiede di dichiarare che tipo è il richiedente: 1 parte del contratto 2 mediatore del contratto

    Soggetto subentrato se c'è spuntatelo altrimenti lasciatelo in bianco/ non toccatelo.


    Rappresentante legale

    inserite i dati richiesti nel caso il richiedente la registrazione è una società indicandone la carica, C.F. Cognome e Nome.


    Impegno alla presentazione telematica -Riservato all'Intermediario


    Qui, se tutto va bene, dovrebbe apparire il C.F. Dell'intermediario, nel mio caso essendo una società trovo la mia P.IVA.


    Impegno a presentare in via telematica la dichiarazione

    1 la dichiarazione è stata predisposta dal contribuente

    2 la dichiarazione è stata predisposta da chi effettua l'invio ( e quindi noi).


    Una cosa credo importante; se dovessimo essere noi a richiedere la registrazione del contratto come RICHIEDENTI diventeremmo responsabili in solido del versamento delle imposte, presenti e future, quindi attenti nel compilare la parte della sezione III, noi entriamo solo alla fine.


    Finita la compilazione del Frontespizio, troverete accanto una cartella con scritto Contratto, cliccandoci sopra si aprono le sottocartelle,

    QUADRO B Soggetti cliccate sopra si aprirà la sotto scheda

    Modulo 1 la compilazione è abbastanza semplice, si inseriscono i nomi del locatore, con tutti i dati e alla fine gli si da AVANTI/ FINE, se è tutto corretto il programma ti lascia passare all'altro modulo, altrimenti vi dice cosa correggete.

    QUADRO C dati immobili

    Modulo 1 anche qui la compilazione è semplice, inserite l'unità principale d eventualmente la pertinenza date AVANTI/FINE, se tutto è corretto vi lascerà proseguire.


    QUADRO D Cedolare secca

    Modulo 1 qui si può optare per il regime fiscale della cedolare secca, mi raccomando inserite il C.F. Di chi richiede l'opzione altrimenti il programma non prosegue.

    AVANTI /FINE e vi inviterà a proseguire con il riepilogo.


    Se il contratto è in cedolare secca, non apparirà nessuna imposta da pagare, non dovrete inserire coordinate bancarie e se non avete contratti particolari per il quale è richiesta l'allegazione del contratto, potrete confermare e terminate l'inserimento dei dati, a questo punto vi verrà indicato il percorso dove verrà salvato il file che servirà per controllarlo, autenticarlo ed inviarlo.( scrivetelo)


    Adesso però dovete inviare il contratto all'ufficio delle entrate quindi....


    Aprite ENTRATEL



    DOCUMENTI/ CONTROLLA/ ATTI REGISTRO/ ARC/ e andate a selezionare il file che avete precedentemente salvato e che volete inviare.


    Si aprirà una finestra, controllate dalla tendina dove si scelgono gli adempimenti che sia indicato contratti locazioni e affitti RLI vers 1.0.2. del 01/07/2014


    o solo controllo

    o controllo e creazione del file contenente i soli dati conformi ( scegliete questo, altrimenti non vi genera il file da inviare)


    Adesso dovrebbe uscirvi una finestra con Controllo del file, date OK e stampate l'elenco che vi creerà


    A questo punto andate in AUTENTICA , scegliete il file che è stato creato ( controllate sempre il nome file) ed effettuate la trasmissione

    o file per la trasmissione sperimentale

    o file per la trasmissione effettiva




    OVVIAMENTE DOVRETE AVERE INSERITO LA CHIAVE PER L'ACCESSO; ( nel mio caso una una USB esterna che inserisco per l'autentica)


    Autenticazione del file e stampa dei dettagli

    INVIA

    Inserire le proprie credenziali ( quelle che usate per entrare dal sito delle entrate )


    scegliete invio da effettuare per conto di altro soggetto del quale si è stati incaricati

    Utente ( nel mio caso P.IVA) sede -----

    verrà generato il file di Protocollo STAMPATE E PREGATE.
     
    Ultima modifica di un moderatore: 30 Luglio 2014
    A Bernardo81, Flavio CAVALLERI e catia piace questo elemento.
  4. Irene1

    Irene1 Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Adempimenti successivi


    Nuova richiesta


    Indicare la tipologia del richiedente

    o Persona fisica

    o Altri soggetti


    Richiedente C.F. Cognome e nome


    Tipo Adempimento 1 annualità successiva

    2 proroghe

    3 cessioni

    4 Risoluzione


    1 caso

    Annualità successiva


    Passo 1 leggere

    Passo 2 descrizione sintetica del contratto

    passo 3 leggere

    passo4 leggere

    passo 5 leggere AVANTI/FINE


    Scrivete i numeri utile che sono indicati, vi serviranno in caso di blocchi o dubbi.


    Si aprirà a SX una tendina con scritto “Frontespizio” e una sottocartella con scritto “dati generali”

    Aprite Dati Generali

    Identificazione del contratto ( quello che avete inserito al passo 2)

    viene inserita la possibilità di indicare se il pagamento è per l'intera durata, e se ci sono eventi eccezionali, aprendo la tendina di quest'ultima indicano quali possono essere gli eventi.


    SEZIONE II ( finalmente l'abbiamo trovata)

    Ci dovrebbe già essere evidenziato l'adempimento scelto inizialmente, per la cedolare secca se dovete chiedere l'opzione, ( attenzione, come fatto notare da@Pennylove in questo momento non funziona questo adempimento),

    CDC da sbarrare solo se dovete indicare i dati catastali del contratto oggetto dell'adempimento che non siano mai stati precedentemente presentati all'AdE.

    ANNUALITA' di riferimento per il pagamento

    il corrispettivo di cessione / risoluzione ovviamente non deve essere inserito nel pagamento dell'annualità e nemmeno la data, in quanto sempre inerente alla cessione proroga e risoluzione.


    Riferimento del contratto

    Codice ufficio ( attenzione ai codici che negli anni sono cambiati, assorbiti ecc, mettete sempre quello con il quale è stato registrato all'epoca il contratto)


    Anno di stipula inserite l'anno in qui è stato stipulato il contratto


    SERIE ( si trova sempre nel contratto, se quello cartaceo, dove l'ufficio ha messo timbro e numero, su quelli telematici sui dati identificativi del contratto registrato.


    NUMERO quello rilasciato in forma cartacea dall'ufficio delle entrate


    Codice identificativo del contratto lo trovate su quelli telematici ed è composto da 17 numeri. ( solo se lo avete)


    SEZIONE III


    Troverete cognome, nome e C.F. Che avete inserito precedentemente

    Tipo soggetto o parte del contratto

    o il mediatore


    Rappresentate legale se il soggetto richiedente è una società, se persona fisica non serve compilare


    Impegno alla presentazione telematica- Riservato all'intermediario-

    1. la dichiarazione è stat predisposta dal contribuente

    2. la dichiarazione è stat predisposta da chi effettua l'invio ( noi)

    Data dell'impegno, io inserisco la data di quando viene sottoscritto il contratto

    FINE E' ORA POSSIBILE VISUALIZZARE IL QUADRO RIEPILOGATIVO


    Inserire manualmente, calcolatrice alla mano l'imposta di registro

    coordinate bancari

    C.F. Del titolare del c/c

    abi/cab/numero conto/cin

    fine


    Vi indicherà il percorso dove viene salvato il file, prendete nota e salvate la richiesta.


    Da qui in poi la procedura è uguale a quella indicata precedentemente accedendo da ENTRATEL.
     
    A Bernardo81, catia e DIEGO BIR piace questo elemento.
  5. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
  6. Pennylove

    Pennylove Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    LENTE DI INGRANDIMENTO

    a cura di: Penny:amore:

    Focalizziamo oggi la nostra attenzione su due sezioni del modello RLI: l’impegno alla presentazione telematica e la liquidazione delle imposte.


    RISERVATO ALLA PRESENTAZIONE TELEMATICA

    ° La versione telematica rispecchia il modello cartaceo.

    ° I soggetti privati possono utilizzare indifferentemente sia la versione “stand alone” (da installare su PC) che quella web (in area autenticata): quest’ultima presenta delle videate diverse da quelle della versione “stand alone”.
    La versione web non è estesa agli intermediari (CAF, associazioni di categoria, commercialisti, consulenti del lavoro ecc.): non intercetta il codice attività loro assegnato.

    ° La procedura telematica sostituisce la procedura d’ufficio: in caso di registrazione, al modello deve essere allegato un unico file, di dimensione massima non superiore a 5 MB, in formato TIF e/o TIFF e PDF/A, contenente i seguenti documenti scannerizzati:
    a) copia del contratto firmato dalle parti;
    b) copia di eventuali documenti a corredo del contratto (attestato di prestazione energetica, planimetrie ecc.).

    ° Una volta inserite le informazioni nei singoli quadri del modello, viene creato un file con estensione XML: File C:\AttiRegistro\arc\nomecontratto_0_RLI12.rli nella directory C:\AttiRegistro\arc\ nel quale i dati inseriti nella fase di compilazione vengono esposti secondo il tracciato stabilito dall’Amministrazione finanziaria: è questo il file che, dopo essere stato convertito, controllato e autenticato, dovrà essere inviato.

    ° La versione web non crea un file su PC: pertanto gli step CONTROLLO E CREAZIONE FILE e AUTENTICA SINGOLO FILE sono assenti.
    La versione web è autocontrollata: nei singoli quadri è presente il pulsante CONTROLLA DATI.

    ° Al fine di agevolare la presentazione dei documenti che siano conformi ai formati indicati, è possibile utilizzare il servizio di verifica del formato a cui sottoporre i documenti da allegare per verificarne la preventiva conformità ai suddetti requisiti.
    I servizi di verifica e conversione sono raggiungibili all’interno della propria area riservata, selezionando il servizio CIVIS: è il tester ufficiale riconosciuto dall’Agenzia per evitare scarti successivi (tale servizio non è reso disponibile agli agenti immobiliari).
    Qualora l’esito della verifica fosse negativo, è possibile effettuare la conversione del documento mediante l’apposito servizio di conversione.
    Qualora l’esito della conversione sia positivo, è possibile scaricare il documento prodotto e inviarlo mediante la funzionalità di Invio documentazione.

    ° La registrazione si considera effettuata nel giorno in cui i dati trasmessi pervengono correttamente all’Agenzia delle Entrate: a seguito dell’esito positivo del diagnostico e dell’indicazione dei dati indicati viene prodotto il file da inviare: l’avvenuta ricezione del file, nonché la sua accettazione, vengono attestate da un’apposita ricevuta nella quale risultano la data e l’ora di ricezione, il numero del protocollo attribuito dall’Agenzia delle Entrate, gli estremi dell’atto, il codice identificativo del contratto.
    Per la verifica degli esiti del pagamento, è necessario attendere un’ultima ricevuta (la cui data può essere diversa da quella di registrazione) rilasciata dal servizio telematico.
    Salvo cause di forza maggiore, le ricevute sono rese disponibili per via telematica entro i cinque giorni lavorativi successivi a quello del corretto invio del file all’Agenzia delle Entrate: i tempi dipendono dai picchi di invii e dal flusso dei file ricevuti dall’Agenzia delle Entrate.

    LIQUIDAZIONE DELLE IMPOSTE

    ° Il prodotto software (versione 1.0.1) e la sua versione web calcolano automaticamente le imposte di registro e di bollo da versare, sulla base dei dati inseriti, solo in sede di prima REGISTRAZIONE.
    In caso di registrazione tardiva occorre calcolare e indicare l’importo delle sanzioni e degli interessi.

    ° Se l’ultimo giorno utile per registrare il contratto, il file viene scartato in quanto contiene errori, è come se non fosse mai stato inviato: pertanto, è bene accertarsi che il pagamento successivo non sia carente di sanzione: la banca non fa pagamenti retroattivi.
    Il file correttamente ritrasmesso entro i cinque giorni successivi alla comunicazione telematica dell’avvenuto scarto da parte dell’Agenzia non si considera tempestivo: i cinque giorni di tolleranza, in caso di fornitura scartata, valgono solo per i grandi invii di massa (dichiarazioni in materia di imposte sui redditi, spesometro ecc.) e non per quelli correlati a documentazione relativa ai contratti di locazione di beni immobili.

    ° L’imposta di registro e di bollo devono essere determinate, per autoliquidazione, direttamente dal contribuente stesso in relazione agli adempimenti successivi alla registrazione.
    In caso di tardiva registrazione di adempimenti successivi alla registrazione iniziale occorre calcolare e indicare l’importo delle sanzioni e degli interessi.

    ° Per calcoli che comprendono operazioni di moltiplicazione o divisione, ove non diversamente indicato nelle istruzioni del singolo campo, è prevista la tolleranza di 1 euro.

    ° Il pagamento è contestuale alla registrazione sia in prima REGISTRAZIONE che in ADEMPIMENTO SUCCESSIVO: la data di pagamento non può essere successiva a quella di trasmissione del file, in quanto non è presente il campo per inserire la data di pagamento.

    IMPOSTA DI REGISTRO

    ° Tramite la TIPOLOGIA DI CONTRATTO si definisce l’aliquota da applicare al canone annuo ovvero l’imposta in misura fissa.
    L’importo dell’imposta non può essere inferiore a € 67,00 in prima REGISTRAZIONE e in PROROGA (minimo).
    L’imposta di registro è arrotondata all’unità di euro.

    ° Se sono presenti DATA INIZIO e FINE, determinare MESI = (Data fine – data inizio +1) : 30,4375: tale risultato è arrotondato all’unità.
    Se non sono presenti DATA INIZIO o FINE o se non è impostato il campo PAGAMENTO INTERA DURATA o se MESI è minore o uguale a 12 o TIPOLOGIA DI CONTRATTO = T1, T3, l’imposta è uguale a Aliquota Tabella x importo canone (o imposta fissa).
    Se sono presenti DATA INIZIO e FINE e se è impostato il campo PAGAMENTO INTERA DURATA e MESI > 12 e TIPOLOGIA DI CONTRATTO = L1, L2, S1, S2, si applica uno sconto che consiste in una detrazione dall’imposta dovuta, in misura percentuale pari alla metà del tasso di interesse legale.

    ° IMPOSTA DI REGISTRO = Aliquota Tabella x importo canone / 12 x MESI.
    ANNI = (DATA FINE – DATA INIZIO + 1) / 365: tale risultato è arrotondato per difetto all’unità.
    DETRAZIONE = IMPOSTA DI REGISTRO * Tasso di interesse legale in vigore all’atto della registrazione / 200 * ANNI.
    Dal 01/01/2014 l’interesse legale è pari all’1%.
    IMPOSTA DOVUTA = IMPOSTA DI REGISTRO – DETRAZIONE

    ° Se è presente la cedolare secca non sono dovute imposte di registro e di bollo, salvo il caso di cessione (che sconta l’imposta di registro anche in presenza di opzione per la cedolare secca) e di garanzie diverse dalla fideiussione bancaria o assicurativa (TIPO DI GARANZIA = codice 2).
    Se è presente la cedolare secca, non sono dovute le imposte di bollo sugli allegati (planimetrie, inventari di arredi ecc.).

    ° In presenza di garanzie di terzi diverse dalla fideiussione (TIPO DI GARANZIA = codice 2) va aggiunto: importo di garanzia x 0,5%.
    L’imposta di registro sulle garanzie non può essere inferiore a € 200,00.
    Le garanzie prestate in solido da più soggetti danno luogo ad un’unica imposta.
    Il prodotto software non recepisce l’applicazione del minimo di € 200,00 previsto complessivamente sia sulla garanzia che sull’imposta di registro dovuta sul contratto, a norma della risoluzione n°272/E/2008 della stessa Agenzia delle Entrate.

    ° Se presente la CONDIZIONE SOSPENSIVA si applica in ogni caso € 200,00.

    ° Se è presente il codice 1 nella casella CASI PARTICOLARI il pagamento dell’annualità successiva deve essere effettuato in funzione dell’importo del canone pattuito per l’annualità di riferimento.

    ° Nel caso di contratto esente bollo e registro non si applica l’imposta.

    IMPOSTA DI BOLLO

    ° Determinare fogli = Numero pagine / 4, arrotondato all’unità superiore.
    L’imposta deve essere uguale a 16 * FOGLI * Numero copie.

    ° Nel caso di ONLUS non si applica l’imposta di bollo.

    ° Nel caso di TIPOLOGIA DI CONTRATTO = L4 o S3, l’imposta di bollo sul contratto è pari a € 16,00, indipendentemente dal numero di esemplari e copie.
    Nel caso di TIPOLOGIA DI CONTRATTO = T1 o T2 non è dovuta imposta di bollo sul contratto.

    ° In presenza di allegati al contratto aggiungere l’imposta sugli allegati, con aliquota diversa a seconda della tipologia di allegato.

    ° In presenza di allegati, l’imposta di bollo è dovuta nella misura di:
    a) Scritture private e inventari = € 16,00 per foglio;
    b) Ricevute = € 2,00 per esemplare;
    c) Mappe, planimetrie e disegni = € 1,0 per foglio o esemplare.

    ° L’importo dell’imposta di bollo è arrotondato ai centesimi di euro.

    ° Nel caso di contratto esente bollo o esente bollo e registro non si applica l’imposta.

    ° La cessione o la risoluzione del contratto di locazione verso corrispettivo non è soggetta all’imposta di registro in misura fissa (€ 67,00), ma in misura proporzionale (2% sul corrispettivo della cessione e sulle prestazioni ancora da eseguire (mesi residui), con minimo di € 67,00, 0,50% sul corrispettivo della risoluzione, ove il pagamento sia contestuale all’evento risolutivo, 3% nel caso in cui il pagamento sia differito nel tempo).
    Se il contratto è cedolarizzato, si ritiene che la cessione con corrispettivo sia soggetta all’imposta di registro, mentre la risoluzione con corrispettivo sia esente.

    SANZIONI

    ° In caso di contratto di locazione ad uso abitativo, registrato tardivamente, in relazione al quali tutti i locatori abbiano optato per la cedolare secca, saranno dovute solo le sanzioni.

    ° Se è barrata la casella EVENTI ECCEZIONALI non devono essere presenti sanzioni ed interessi.

    VERSAMENTO

    ° Dato obbligatorio in presenza di importo da versare diverso da zero.

    IMPORTO DA VERSARE

    ° Deve essere uguale alla somma degli importi da versare.
    Può anche essere uguale a zero.

    COORDINATE BANCARIE

    ° E’ necessario inserire le coordinate bancarie dell’intestatario del conto corrente per procedere all’addebito dell’importo dovuto (il numero di conto corrente richiede 12 caratteri comprensivi degli zero iniziali).

    ° Questo campo può essere compilato inserendo il codice fiscale dell’utente (locatore o conduttore: in questo caso, indicare il locatore o il conduttore come RICHIEDENTE) che sta eseguendo direttamente (senza avvalersi di intermediari) la registrazione telematica del contratto ovvero il pagamento delle imposte relative ad adempimenti successivi.

    ° Al contrario, se la registrazione o i pagamenti telematici sono effettuati da un intermediario ovvero da un soggetto delegato abilitato al canale Entratel, questi ultimi possono inserire:
    - le proprie coordinate bancarie e il proprio codice fiscale:
    - le coordinate bancarie e il codice fiscale del richiedente la registrazione, purché quest’ultimo abbia espresso il proprio consenso scritto in tal senso nel momento in cui ha conferito l’incarico.

    ° Il conto corrente da utilizzare per il pagamento deve essere intrattenuto presso una della banche convenzionate, il cui elenco è disponibile sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate, o presso un ufficio postale.

    ° Le coordinate bancarie non vanno compilate se l’importo dovuto è pari a zero: il tasto CONFERMA chiude la procedura.
     
    Ultima modifica: 26 Febbraio 2014
    A francesca7, Flavio CAVALLERI e catia piace questo elemento.
  7. Irene1

    Irene1 Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Buongiorno ragazzi, oggi vi spiegherò come ho provveduto ad inviare i famosi File da allegare nel software RLI, nei casi richiesti ( e che comunque nel riepilogo, se obbligatorio, lo chiede il sistema).

    Una volta sottoscritto in forma cartacea il contratto, fatto firmare dai clienti in ogni facciata ( io alla fine allego anche l'APE, firmato dal conduttore), prendo il contratto, e vado a scannerizzare con la fotocopiatrice, oppure con il fax, entro nelle opzioni del programma della " fotocopiatrice" e scelgo il formato richiesto da RLI, io ho verificato ed ho trovato " TIFF", l'ho scannerizzato, inviato al computer e allegato nell'ultima fase del riepilogo del file creato per la denuncia RLI; quando lo allegherete vi verrà chiesto di nominarlo, ovviamente dategli un nome identifichativo che avrete scelto, io ho scritto "contratto locazione abitativo e ape picopalla".

    Una volta terminato si genererà una finestra dove verrà indicato il percorso di salvataggio del file.

    Aprite Entratel e procedete come indicato nei post precedenti.

    In bocca al lupo

    Irene1
     
    A emil76 e Flavio CAVALLERI piace questo messaggio.
  8. Irene1

    Irene1 Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    IMPORTANTE

    Attenzione quando fate gli adempimenti successivi per la RISOLUZIONE (4) dei contratti di locazione, il richiedente deve essere SEMPRE L'INQUILINO, diversamente vi verrà scartato per errore formale.

    Buon lavoro
    Irene1
     
    A Alessandrofer piace questo elemento.
  9. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    :shock: :shock:
     
  10. Alessandrofer

    Alessandrofer Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    Grazie molto utile!!!!!!!
     
    A Deportivo piace questo elemento.
  11. Pennylove

    Pennylove Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    La cosa più probabile è che sia mutato il soggetto locatore: se l’originario locatore è deceduto o ha ceduto l'immobile, se inserisci i dati dell’erede o del nuovo acquirente, il sistema non lo trova (il codice fiscale del nuovo locatore è cambiato). Pertanto, per bypassare i codici fiscali del de cuius/venditore e del subentrante, devi valorizzare il campo SOGGETTO SUBENTRATO (che può essere presente solo in ANNUALITA’/PROROGA/RISOLUZIONE) nella sezione III – RICHIEDENTE del quadro A. Ciò, tra l’altro, spiega la ragione per la quale se il RICHIEDENTE è il conduttore (che è il medesimo poiché non è cambiato) la procedura va a buon fine e non dà scarto.
     
  12. Irene1

    Irene1 Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Ciao Pennylove, a me è successo con un contratto dove il locatore era il mio socio, ed anche le altre due risoluzioni il locatori negli anni non sono cambiati.

    Io un'idea me la sarei fatta; magari, essendo che per i primi 4 anni, il locatore non può risolvere il contratto di locazione, molto probabilmente il sistema non accetterà come richiedente quest'ultimo, ma solo chi, per effetto di legge, può risolvere anticipatamente il contratto.

    Ma questo è solo un mio pensiero:innocente:
     
  13. Pennylove

    Pennylove Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    Se ADEMPIMENTO SUCCESSIVO è uguale a 4 (RISOLUZIONE), il RICHIEDENTE deve coincidere con una delle parti del contratto precedentemente registrato e, quindi, può essere indifferentemente il locatore o il conduttore. Le specifiche tecniche del programma non impongono di inserire come RICHIEDENTE il solo conduttore in sede di risoluzione.

    Posto che gli estremi di registrazione o l’ID telematico coincidano con quelli di un contratto precedentemente registrato, io ho la netta sensazione che tu sia incappata in un’anomalia di sistema: quest’ultimo ritiene, per ragioni a me sconosciute, che i dati del locatore non siano congrui e ti dà un'incoerente ricevuta di scarto. E’ anche possibile questo: se il contratto è nato in cedolare presso ufficio, a mezzo modello 69, con la serie 3 per intenderci, il nuovo sistema non riesce a distinguere bene tra la serie 3 e la serie 3P (SIRIA) e va in confusione.

    In ogni caso, non c’è una spiegazione teorica, ma tecnica. Il tuo file è stato oggetto di un errore casuale di sistema, non di compilazione. Se tra qualche giorno ti capita di risolvere un altro contratto in cedolare, dovresti riuscire a inviare il file con successo (salvo che tu non sia proprio iellata! :disappunto:).

    Non è un caso che l’Agenzia si sia presa un paio di mesi di tempo per testare il prodotto RLI: si sapeva fin dall’inizio che l’avvento della nuova procedura avrebbe generato diversi problemi.
     
    Ultima modifica: 4 Marzo 2014
  14. Irene1

    Irene1 Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Non ci resta che attendere altri.

    Comunque la mia cedolare era in 3p:p
     
  15. Pennylove

    Pennylove Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    QUADRO A – DATI GENERALI

    PAGAMENTO INTERA DURATA

    Nel caso di prima REGISTRAZIONE può essere presente solo per TIPOLOGIA DI CONTRATTO = L1, L2, L3, S1, S2, T1, T2, T3, T4.
    Nel caso di prima REGISTRAZIONE è obbligatoria per TIPOLOGIA DI CONTRATTO = L1, L2, L3, S1, S2, T1, T2, T3, T4 se la durata del contratto (DATA FINE – DATA INIZIO) è minore o uguale a 365 giorni (in assenza di durata non è obbligatorio).
    In caso di ADEMPIMENTO SUCCESSIVO può essere presente solo se la TIPOLOGIA DI ADEMPIMENTO è uguale a 2 (PROROGA).

    EVENTI ECCEZIONALI

    In caso di ADEMPIMENTO SUCCESSIVO può essere presente se la TIPOLOGIA DI ADEMPIMENTO è uguale a 1 (ANNUALITA’), 2 (PROROGA), 3 (PROROGA, 4 (RISOLUZIONE).
    In caso di calamità naturali, se barrata, non sono dovute sanzioni e interessi.

    CASI PARTICOLARI

    La presente casella deve essere utilizzata per segnalare la presenza di particolari fattispecie negoziali all’interno del contratto per le quali viene presentata la richiesta di registrazione ovvero data comunicazione di un adempimento successivo.
    In caso di ADEMPIMENTO SUCCESSIVO può essere presente se la TIPOLOGIA DI ADEMPIMENTO è uguale a 1 (ANNUALITA’), 2 (PROROGA), 3 (CESSIONE), 4 (RISOLUZIONE).
    Inserire il codice 1 nel caso in cui nel contratto sia previsto un canone diverso per una o più annualità (c.d. canone “scaglionato”): in questo caso indicare nell’apposito campo il canone annuo concordato per la prima annualità.

    _________________________________________________________________________

    SEZIONE I - REGISTRAZIONE

    E’ obbligatorio compilare la sezione I solo in prima REGISTRAZIONE.
    In ADEMPIMENTO SUCCESSIVO la sezione I non deve essere compilata.

    NUMERO CANONE

    Indicare 1 in presenza di un solo canone di locazione.
    n presenza di più immobili con canoni distinti, è necessario compilare tanti moduli quanti sono i canoni.

    UFFICIO TERRITORIALE

    E’ obbligatorio compilare la casella solo in prima REGISTRAZIONE.
    In ADEMPIMENTO SUCCESSIVO la casella non deve essere compilata.

    TIPOLOGIA DI CONTRATTO

    Obbligatorio nel caso di prima REGISTRAZIONE.
    Non deve essere presente nel caso di ADEMPIMENTO SUCCESSIVO.
    Indicare il codice corrispondente alla TIPOLOGIA DI CONTRATTO sulla base della Tabella presente nelle Istruzioni = L1, L2, L3, L4, S1, S2, S3, T1, T2, T3, T4.
    Non è possibile registrare un contratto di comodato.

    DURATA

    Indicare la data di inizio e quella di fine della locazione.
    Data inizio: dato obbligatorio in assenza di condizione sospensiva.
    Data fine: dato obbligatorio in assenza di condizione sospensiva.
    Deve essere successiva alla data inizio.

    NUMERO PAGINE

    La pagina si intende composta da una facciata.

    NUMERO COPIE

    Indicare il numero di esemplari cartacei del contratto sottoscritti dalle parti.
    In via telematica minimo uno.
    Chi richiede la registrazione presso ufficio deve presentare due originali ovvero un originale e una fotocopia (con firme in originale).

    IMPORTO DEL CANONE

    Indicare l’importo del canone annuo.
    Nel caso di ADEMPIMENTO SUCCESSIVO non è presente.
    In caso di contratti di durata inferiore a un anno, l’importo relativo all’intera durata.
    In caso di comproprietà, indicare il canone per intero, indipendentemente dalla quota di possesso.
    Nel caso di locazione di immobile ad uso abitativo, se si intende versare l’imposta per l’intera durata del contratto, indicare l’importo del canone di locazione annuo, dopo aver selezionato la casella PAGAMENTO INTERA

    DURATA.

    Se è presente il codice 1 nella casella CASI PARTICOLARI indicare l’importo del canone relativo alla prima annualità.

    DATA DI STIPULA

    La data di stipula non può essere successiva a quella di trasmissione telematica della richiesta: tale controllo viene effettuato sia in fase di accoglienza che di compilazione.
    Se la data di stipula è antecedente o uguale alla data di inizio del contratto (o in assenza della data di inizio), calcolare il numero di giorni che intercorrono tra il giorno successivo a quello di stipula e la data di trasmissione telematica della richiesta.
    Se la data di stipula è successiva alla data di inizio del contratto, calcolare il numero di giorni che intercorrono tra il giorno successivo a quello di inizio del contratto e la data di trasmissione telematica della richiesta: se il numero di giorni è superiore a 30, sarà necessario inserire le sanzioni e gli interessi (tale controllo sarà effettuato solo in fase di accoglienza).
    Per i contratti di durata non superiore a 30 giorni (se differenza tra DATA FINE e DATA INIZIO è minore o uguale a 30) e per le TIPOLOGIE = L4 e S3, non devono essere inserite le sanzioni e gli interessi, in quanto tali contratti sono soggetti a registrazione in caso d’uso.

    IMPORTO GARANZIA PRESTATA DA TERZI

    Se nel contratto di locazione è presente una garanzia prestata da terzi, indicare l’importo garantito: su questo importo viene calcolata l’imposta di registro dovuta sull’importo garantito.
    Dato obbligatorio in presenza del campo successivo.
    Nessuna imposta è dovuta se la garanzia è prestata da una delle parti del contratto.

    CODICE FISCALE GARANTE

    Indicare i codici fiscali dei garanti (almeno uno).
    Dato obbligatorio in presenza del campo precedente: deve essere diversi dai codici fiscali dei locatori e conduttori.

    CODICE FISCALE SECONDO GARANTE

    Non può essere presente in assenza del campo precedente.
    Deve essere diversi dai codici fiscali dei locatori e conduttori e da quello del primo garante.

    TIPO DI GARANZIA

    Indicare codice 1 = fideiussione bancaria o assicurativa;
    Indicare codice 2 = garanzie di terzi diverse dalla fideiussione.

    ALLEGATI

    In ogni casella va riportato il numero di fogli (SCRITTURE PRIVATE E INVENTARI) o esemplari (RICEVUTE E QUIETANZE e MAPPE, PLANIMETRIE E DISEGNI) di cui si compone il tipo di documento da allegare al contratto per i quali è dovuta l’imposta di bollo.
    Il foglio (che non può contenere più di 100 linee) si intende composto da quattro facciate, la pagina da una facciata.
    Gli allegati diversi dalle RICEVUTE E QUIETANZE, MAPPE, PLANIMETRIE E DISEGNI vanno inseriti nella casella SCRITTURE PRIVATE E INVENTARI.
    In caso di attestato di prestazione energetica (APE), esente da imposta di bollo e di registro, la casella SCRITTURE PRIVATE E INVENTARI non va compilata.

    L’allegazione è facoltativa in presenza contemporanea dei seguenti requisiti:
    Tipologia di contratto: L1 o L2;
    Contratto non soggetto ad IVA;
    Assenza di allegati soggetti all’imposta di bollo (ad esempio planimetrie) e di particolari clausole contrattuali soggette all’imposta di registro (ad esempio garanzie prestate da terzi);
    Max n°3 locatori persone fisiche e soggettività IVA non barrata;
    Max n°3 conduttori persone fisiche e soggettività IVA non barrata;
    Deve essere presente almeno un immobile con codice 1 = immobile principale;
    Gli altri immobili (max 3) devono avere codice 2 (pertinenza locata congiuntamente);
    Tipologia immobile = U;
    Rendita catastale presente.

    CONTRATTO SOGGETTO AD IVA

    In presenza di TIPOLOGIA DI CONTRATTO = L3, S2 o T4 la casella dovrà essere barrata in via obbligatoria e dovrà essere presente almeno un locatore soggetto IVA.
    In presenza dei restanti codici, la casella potrà essere barrata in via facoltativa: tuttavia, nel caso venga barrata, almeno un locatore dovrà essere soggetto IVA.

    CONDIZIONE SOSPENSIVA

    Questa casella va selezionata quando gli effetti del contratto sono sospesi e collegati al verificarsi di un avvenimento futuro ed incerto (ad es. rilascio del certificato di abitabilità).
    In presenza di atto sospensivo, barrare in presenza di codice 2 (PROROGA), 3 (CESSIONE) e 4 (RISOLUZIONE).
    Non barrare in presenza di codice 1 (ANNUALITA’).

    ESENZIONI

    Selezionare questa voce qualora il contratto sia esente dall’imposta di bollo (ad es. ONLUS) ovvero dell’imposta di bollo e da quella di registro in base alla normativa vigente.
    La casella non va barrata se le imposte di bollo e registro sono sostituite dalla cedolare secca.
    Indicare codice 1 = esente bollo;
    Indicare codice 2 = esente bollo e registro.

    NOTA DELLA SCRIVENTE

    Le caselle ESENZIONI, CONTRATTO SOGGETTO AD IVA e CONDIZIONE SOSPENSIVA (poste in box separati nella versione cartacea del modello) sono state spostate nella versione “stand alone” e in quella “web” nella sezione ALLEGATI al contratto, subito dopo SCRITTURE PRIVATE E INVENTARI, RICEVUTE E QUIETANZE, MAPPE, PLANIMETRIE E DISEGNI: ciò appare ingiustificato e improprio.


    _________________________________________________________________________

    SEZIONE II – ADEMPIMENTO SUCCESSIVO


    ADEMPIMENTI SUCCESSIVI

    Codice 1 = ANNUALITA’
    Codice 2 = PROROGA
    Codice 3 = CESSIONE
    Codice 4 = RISOLUZIONE

    In caso di ADEMPIMENTO SUCCESSIVO, non vanno compilati i quadri B (questo quadro va compilato solo in CESSIONE), C e D (quest’ultimo quadro va compilato solo in presenza di campo CEDOLARE SECCA).

    CEDOLARE SECCA

    Può essere presente solo se TIPOLOGIA DI ADEMPIMENTO è uguale a 1 (ANNUALITA’) o 2 (PROROGA) o 3 (CESSIONE).
    Il campo cedolare secca non può essere valorizzato se la tipologia di adempimento è uguale a 4 (RISOLUZIONE).
    Non può essere presente in SOGGETTO SUBENTRATO.
    Il campo cedolare secca può essere valorizzato in presenza di un solo locatore cedente ed un solo locatore cessionario, se la TIPOLOGIA DI ADEMPIMENTO è uguale a 3 (CESSIONE).
    Flaggare/barrare la casella nel caso in cui si intenda:

    a) cedolarizzare un contratto precedentemente assoggettato a regime ordinario in ANNUALITA’ o PROROGA;

    b) revocare l’opzione di un contratto già registrato in ANNUALITA’ o PROROGA;

    c) prorogare un contratto cedolarizzato per un’altra intera tornata contrattuale, dopo aver comunicato l’opzione al conduttore a mezzo lettera raccomandata;

    d) cedere un contratto cedolarizzato, a seguito di trasferimento immobiliare per successione o compravendita.

    CDC

    Può essere presente solo se i dati catastali non erano stati precedentemente comunicati per lo specifico contratto: la non corrispondenza comporta lo scarto della richiesta in fase di accettazione.

    RIFERIMENTI DEL CONTRATTO

    Gli estremi di registrazione o l’ID telematico devono coincidere con quelli di un contratto precedentemente registrato: la non corrispondenza comporta lo scarto.

    ANNUALITA’

    La casella va selezionata nel caso in cui si voglia effettuare il pagamento delle imposte dovute sui canoni relativi ad annualità successive di contratti di durata pluriennale di immobile urbano, salvo il caso in cui sia stata corrisposta l’imposta di registro per l’intera durata del contratto (casella PAGAMENTO INTERA DURATA spuntata).
    Indicare l’anno per il quale si intende effettuare il pagamento delle relative imposte.
    Obbligatorio se TIPOLOGIA DI ADEMPIMENTO è uguale a 1 (ANNUALITA’).
    Non può essere presente se TIPOLOGIA DI ADEMPIMENTO è uguale a 2 (PROROGA) o 3 (CESSIONE) o 4 (RISOLUZIONE).

    DATA FINE PROROGA O CESSIONE O RISOLUZIONE

    Obbligatorio se TIPOLOGIA DI ADEMPIMENTO è uguale a 2 (PROROGA) o 3 (CESSIONE) o 4 (RISOLUZIONE).
    Non può essere presente se TIPOLOGIA DI ADEMPIMENTO è uguale a 1 (ANNUALITA’).
    Se TIPOLOGIA DI ADEMPIMENTO è uguale a 2 (PROROGA), deve essere successiva alla data di scadenza del contatto: la non corrispondenza comporta lo scarto della richiesta in fase di accettazione.
    Se TIPOLOGIA DI ADEMPIMENTO è uguale a 3 (CESSIONE) deve essere successiva alla data di stipula o decorrenza del contatto: la non corrispondenza comporta lo scarto della richiesta in fase di accettazione.
    Se TIPOLOGIA DI ADEMPIMENTO è uguale a 4 (RISOLUZIONE) deve essere successiva alla data di stipula, di decorrenza o registrazione del contatto: la non corrispondenza comporta lo scarto della richiesta in fase di accettazione.
    La risoluzione non deve essere comunicata in caso di scadenza naturale del contratto.

    CORRISPETTIVO CESSIONE/RISOLUZIONE

    Se la cessione o risoluzione del contratto di locazione è effettuata a titolo oneroso, indicare l’ammontare del corrispettivo.
    Non può essere presente se TIPOLOGIA DI ADEMPIMENTO è uguale a 1 (ANNUALITA’) o 2 (PROROGA).

    ESTREMI DI REGISTRAZIONE/ID

    Gli estremi di registrazione o l’ID telematico devono coincidere con quelli di un contratto precedentemente registrato.

    CODICE UFFICIO

    L’ufficio di registrazione (o i primi 3 bytes dell’ID) deve essere uguale per tutti gli adempimenti successivi: la non corrispondenza comporta lo scarto della richiesta in fase di accettazione.

    ANNO

    Indicare l’anno del contratto registrato.

    SERIE

    Può essere numerica (un solo carattere da 1 a 4) o alfanumerico (2 caratteri: il primo da 1 a 4 ed il secondo una lettera

    NUMERO

    Indicare il numero del contratto registrato.

    SOTTONUMERO

    Indicare il sottonumero (se presente) del contratto registrato: in caso contrario indicare 0.

    CODICE IDENTIFICATIVO DEL CONTRATTO

    Indicare il codice identificativo del contratto registrato.

    __________________________________________________________________________


    SEZIONE III – RICHIEDENTE

    Il richiedente la registrazione può essere uno dei contraenti (in presenza di più locatori o conduttori è sufficiente che la richiesta di registrazione sia sottoscritta da uno di essi) o l’agente/agenzia immobiliare, se il contratto di locazione è stato concluso grazie alla sua mediazione.
    Nel caso di ADEMPIMENTO SUCCESSIVO deve coincidere con una delle parti del contratto precedentemente registrato (a meno del caso di soggetto subentrato): la non corrispondenza comporta lo scarto della richiesta in fase di accettazione.
    Il richiedente la registrazione è tenuto a conservare in originale il contratto sottoscritto dalle parti unitamente alla richiesta di registrazione e alle ricevute di presentazione rilasciate dal servizio telematico.
    Il richiedente la registrazione deve consegnare alle parti del contratto copia delle ricevute dalle quali risulta la registrazione del contratto o la comunicazione dell’adempimento successivo o l’esito del pagamento delle imposte, ove dovuto.

    TIPO SOGGETTO

    Indicare la tipologia di soggetto che richiede la registrazione o che comunica l’adempimento successivo mediante l’utilizzo dei seguenti codici:
    1 = Parte del contratto
    2 = Mediatore del contratto. Il presente codice può essere utilizzato solo in caso di registrazione dl contratto.
    Nel caso di ADEMPIMENTO SUCCESSIVO è ammesso solo il valore 1 (Parte del contratto).

    COGNOME O DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE

    Indicare il cognome (Persone Fisiche), la denominazione o la ragione sociale (Soggetti diversi da Persone Fisiche).

    NOME

    Indicare il nome (Persone Fisiche).

    CODICE FISCALE DEL RICHIEDENTE

    Il codice fiscale deve essere formalmente corretto e registrato in Anagrafe tributaria.
    Nel caso di prima REGISTRAZIONE, se TIPO SOGGETTO = 1 (Parte del contratto) il codice fiscale deve essere uguale ad uno dei codici fiscali presenti nel quadro B (LOCATORI o CONDUTTORI).

    SOGGETTO SUBENTRATO

    La funzione permette al subentrante di accedere alle annualità successive alla prima, alla proroga e alla risoluzione di un contratto non proprio.
    La casella deve essere selezionata nel caso in cui il soggetto (locatore o conduttore) sia subentrato ad una delle parti del contratto indicata nella prima REGISTRAZIONE.
    L’ipotesi di subentro ricorre, ad esempio, in caso di trasferimento dell’immobile per atto tra vivi o per causa di morte ovvero, per le società, in caso fusione o scissione: successivamente al compiersi di tale evento, in ANNUALITA’/PROROGA/RISOLUZIONE occorre barrare la casella: ciò consente al sistema di bypassare i codici fiscali del de cuius/venditore dell’immobile locato e dell’erede/acquirente dell’immobile locato (che non coincidono) e non produrre scarto.
    La casella va barrata solo in caso di pagamento ANNUALITA’, PROROGA e RISOLUZIONE in presenza di soggetto subentrato ad una delle parti del contratto, ma non in caso di ADEMPIMENTO SUCCESSIVO uguale a 3 (CESSIONE) o prima REGISTRAZIONE.
    Il campo SOGGETTO SUBENTRATO non può esser valorizzato in presenza del campo CEDOLARE SECCA e TIPOLOGIA DI ADEMPIMENTO uguale a 1 o 2.

    NUMERO MODULI COMPILATI

    Riportare il numero dei moduli compilati.

    FIRMA DEL RICHIEDENTE O DEL RAPPRESENTANTE

    Rimane nell’archivio personale del richiedente: non necessita di essere inviata come dato probante dell’effettiva registrazione.

    __________________________________________________________________________

    RAPPRESENTANTE LEGALE

    Se il richiedente agisce in nome e per conto di un altro soggetto (società, ente, minore, interdetto, inabilitato) devono essere indicati i dati del rappresentante legale, specificando la natura del suo incarico.
    La sezione è obbligatoria per i contribuenti diversi dalle persone fisiche.
    La sezione può essere presente anche per i contribuenti persone fisiche.

    COGNOME

    Indicare il cognome.

    NOME

    Indicare il nome.

    CODICE FISCALE RAPPRESENTANTE LEGALE

    Deve essere diverso dal codice fiscale del contribuente.

    CODICE CARICA

    Può assumere uno dei seguenti valori:
    1, 2, 3, 4, 5, 7, 8, 11, 13, 14, 15.

    _________________________________________________________________________


    DELEGA

    Se il richiedente la registrazione (o il soggetto che comunica l’adempimento successivo) delega un soggetto terzo alla presentazione del modello, riportare il codice fiscale del soggetto delegato e la firma del delegante: in tale caso, va allegata la fotocopia di un documento di identità in corso di validità del delegante.
    Gli intermediari (CAF, associazioni di categoria, commercialisti, consulenti del lavoro ecc.) che trasmettono i contratti di locazione per conto di loro assistiti, non devono inviare la delega firmata dal delegante e la copia del documento di identità del delegante: producendo il file, il profilo utente, il codice attività e il codice fiscale dell’intermediario costituiscono di per sé valida comunicazione di delega e dato probante.

    __________________________________________________________________________
     
    Ultima modifica: 5 Marzo 2014
  16. Pennylove

    Pennylove Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    QUADRO B – SOGGETTI

    Se si tratta di prima REGISTRAZIONE il quadro è obbligatorio.
    Nel caso di ADEMPIMENTO SUCCESSIVO il quadro è obbligatorio se TIPOLOGIA DI ADEMPIMENTO è uguale a 3 (CESSIONE) o se è presente il campo CEDOLARE SECCA o se è presente il campo SOGGETTO SUBENTRATO.
    Non può essere presente negli altri casi.
    I codici fiscali dei locatori e dei conduttori devono essere tutti diversi tra loro.

    SEZIONE I – DATI DEL LOCATORE

    NUMERO LOCATORE

    Per ogni locatore deve essere riportato un numero d’ordine progressivo (001, 002 ecc.). Nel caso in cui non siano sufficienti i righi previsti (n°4) del Modulo 001, per l’indicazione del numero dei locatori, dovranno essere utilizzati più moduli e si dovrà continuare la numerazione in maniera progressiva (005, 006 ecc.)
    Se si tratta di prima REGISTRAZIONE la sezione è obbligatoria.
    Nel caso di ADEMPIMENTO SUCCESSIVO:

    a) se TIPOLOGIA DI ADEMPIMENTO è uguale a 3 (CESSIONE), deve essere presente almeno una delle sezioni LOCATORE o CONDUTTORE con almeno un cedente ed almeno un cessionario nello stesso ruolo;

    b) se è presente il campo SOGGETTO SUBENTRATO (ad es. trasferimento dell’immobile per atto tra vivi o per causa di morte), deve essere presente solo un soggetto in una delle sezioni LOCATORE o CONDUTTORE;

    c) se è presente il campo CEDOLARE SECCA e TIPOLOGIA DI ADEMPIMENTO non è uguale a 3 (CESSIONE), deve essere presente solo la sezione LOCATORE;

    d) se TIPOLOGIA DI ADEMPIMENTO è uguale a 3 (CESSIONE) ed è presente il campo CEDOLARE SECCA, devono essere presenti un solo cedente ed un solo cessionario nella sezione LOCATORE;

    e) se TIPOLOGIA DI ADEMPIMENTO è uguale a 3 (CESSIONE), il cedente deve essere parte del contratto precedentemente registrato.

    La non corrispondenza comporta lo scarto della richiesta in fase di accettazione.

    SOGGETTIVITA’ IVA

    Barrare la casella se il locatore agisce in qualità di soggetto IVA.
    In prima registrazione non può essere presente se tipologia di contratto è uguale a S1.
    In prima registrazione se tipologia di contratto è uguale a T4, almeno un locatore deve barrare la casella.
    _________________________________________________________________________

    SEZIONE II – DATI DEL CONDUTTORE

    NUMERO CONDUTTORE

    Per ogni conduttore deve essere riportato un numero d’ordine progressivo (001, 002 ecc.). Nel caso in cui non siano sufficienti i righi previsti (n°4) del Modulo 001, per l’indicazione del numero dei conduttori, dovranno essere utilizzati più moduli e si dovrà continuare la numerazione in maniera progressiva (005, 006 ecc.).
    Se si tratta di prima REGISTRAZIONE la sezione è obbligatoria.
    Nel caso di ADEMPIMENTO SUCCESSIVO:

    a) se TIPOLOGIA DI ADEMPIMENTO è uguale a 3 (CESSIONE), deve essere presente almeno una delle sezioni LOCATORE o CONDUTTORE con almeno un cedente ed almeno un cessionario nello stesso ruolo;

    b) se è presente il campo SOGGETTO SUBENTRATO (ad es. trasferimento dell’immobile per atto tra vivi o per causa di morte), deve essere presente solo un soggetto in una delle sezioni LOCATORE o CONDUTTORE;

    c) se è presente il campo CEDOLARE SECCA e TIPOLOGIA DI ADEMPIMENTO non è uguale a 3(CESSIONE), non deve essere presente la sezione CONDUTTORE;

    d) se TIPOLOGIA DI ADEMPIMENTO è uguale a 3 (CESSIONE), il cedente deve essere parte del contratto precedentemente registrato.

    La non corrispondenza comporta lo scarto della richiesta in fase di accettazione.

    SOGGETTIVITA’ IVA

    Barrare la casella se il conduttore agisce in qualità di soggetto IVA.

    __________________________________________________________________________[DOUBLEPOST=1394024886,1394024603][/DOUBLEPOST]QUADRO C – DATI DEGLI IMMOBILI

    Se si tratta di prima REGISTRAZIONE il quadro è obbligatorio.
    Nel caso di ADEMPIMENTO SUCCESSIVO il quadro è obbligatorio se è presente il campo CDC.
    Non può essere presente negli altri casi.

    NUMERO PROGRESSIVO IMMOBILE

    Per ciascun rigo dovrà essere riportato il numero d’ordine progressivo.
    Se il numero degli immobili è maggiore dei righi (n°4) presenti nel Modulo 001, dovranno essere utilizzati più moduli, avendo cura di far proseguire la numerazione NUMERO IMMOBILE in maniera progressiva (05, 06, 07 ecc.).

    TIPOLOGIA IMMOBILE/PERTINENZA

    Assume i seguenti valori:
    1 = Immobile principale
    2 = Pertinenza locata congiuntamente all’immobile principale
    3 = Pertinenza locata disgiuntamente all’immobile principale
    Se presente un rigo con valore 2, dovrà essere presente in uno dei righi precedenti un immobile con valore 1 e dovrà essere preceduto da un rigo con valore 1 o 2.
    Se è presente un rigo con valore 3 non è necessario che sia presente un rigo con valore 1.

    CODICE COMUNE CATASTALE

    Dato obbligatorio se provincia è diversa da EE (sigla che indica un paese estero).

    TIPO CATASTO: T/U

    Dato obbligatorio se provincia è diversa da EE.
    Se si tratta di prima REGISTRAZIONE, se TIPOLOGIA DI CONTRATTO = T1 o T2 e provincia è diversa EE, TIPO CONTRATTO deve essere T.
    Se si tratta di prima REGISTRAZIONE, se TIPOLOGIA DI CONTRATTO = da L1 a L4 e da S1 a S3 e provincia è diversa da EE, TIPO CATASTO deve essere = U.

    I/P

    Dato obbligatorio se provincia è diversa da EE.

    SEZIONE URBANA/COMUNE CATASTALE

    I relativi dati possono, di regola, non essere indicati, in quanto individuano un’ulteriore ripartizione del territorio di ciascun Comune.
    Per gli immobili siti nelle sole zone in cui vige il sistema tavolare, indicare il CODICE COMUNE CATASTALE presente nel documento catastale.

    DATI CATASTALI

    Dato obbligatorio se provincia è diversa da EE e in assenza di IN VIA DI ACCATASTAMENTO.

    FOGLIO

    Riportare il numero di foglio indicato nel documento catastale

    PARTICELLA

    Riportare il numero di particella indicato nel documento catastale.
    Se composta da una solo serie di cifre, quest’ultima va riportata nella parte a sinistra della barra spaziatrice.
    Nel caso di immobile graffato, riportare solo la prima particella.

    SUBALTERNO

    Riportare il numero di subalterno indicato nel documento catastale.

    IN VIA DI ACCATASTAMENTO

    Dato obbligatorio se provincia è diversa da EE e in assenza di DATI CATASTALI.

    COMUNE

    Indicare il comune amministrativo dove è posto l’immobile.
    Nel caso di immobili situati all’estero indicare lo Stato estero.

    PROVINCIA

    Indicare la sigla della provincia.
    Nel caso di immobili situati all’estero indicare EE.

    CATEGORIA CATASTALE

    Dato obbligatorio se TIPO CATASTO = U.
    Assume i valori dei gruppi da A a F.
    Se si tratta di prima REGISTRAZIONE, se TIPOLOGIA DI CONTRATTO = L e TIPO IMMOBILE = 1, la categoria catastale deve essere A, escluso A/10.
    Se si tratta di prima REGISTRAZIONE, se TIPOLOGIA DI CONTRATTO = S3, la categoria catastale deve essere diversa da A, escluso A/10.

    RENDITA CATASTALE

    Dato obbligatorio se provincia è diversa da EE ed in assenza del campo IN VIA DI ACCATASTAMENTO e se CATEGORIA CATASTALE diversa da F.

    TIPOLOGIA, INDIRIZZO E NUMERO CIVICO

    Indicare dove è situato l’immobile.
    E’ prevista una lunghezza massima delle caselle TIPOLOGIA (Max 11 caratteri), INDIRIZZO (Max 18 caratteri) e NUMERO CIVICO (Max 4 caratteri).
    Se il numero civico è troppo lungo, è possibile aggiungerlo in fondo a INDIRIZZO.

    _________________________________________________________________________
     
  17. Pennylove

    Pennylove Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    QUADRO D – LOCAZIONE AD USO ABITATIVO E OPZIONE/REVOCA CEDOLARE SECCA

    Questo quadro va compilato solo per le locazioni ad uso abitativo.
    Se si tratta di prima REGISTRAZIONE, il quadro può essere presente solo se TIPOLOGIA DI CONTRATTO = L1 o L2 e non sia stata barrata la casella SOGGETTIVITA’ IVA nella sezione I del quadro B dedicata ai locatori (per tutti i locatori).
    Nel caso di ADEMPIMENTO SUCCESSIVO, il quadro è obbligatorio in presenza di campo CEDOLARE SECCA e devono essere presenti tutti i locatori della sezione I del quadro B che devono apporre la loro firma.
    Non può essere presente negli altri casi.
    Per ogni immobile compilare un numero di righi pari al numero dei proprietari dell’immobile che figurano come locatori.

    NUMERO IMMOBILE

    Indicare il numero progressivo dell’immobile indicato nel quadro C.
    Se si tratta di prima REGISTRAZIONE il quadro è obbligatorio.
    Nel caso di ADEMPIMENTO SUCCESSIVO non deve essere presente.
    Devono essere presenti tutti gli immobili (e soltanto quelli) che hanno CATEGORIA CATASTALE = gruppo A (più relative pertinenze) e che abbiano una RENDITA CATASTALE diversa da zero.
    Non possono essere inseriti immobili con una categoria catastale diversa da A.
    Non possono presenti pertinenze con TIPOLOGIA IMMOBILE = 3 (pertinenza locata disgiuntamente dall’immobile principale).
    Il regime di tassazione scelto per l’immobile principale (TIPOLOGIA IMMOBILE = 1) deve valere anche per la relativa pertinenza (TIPOLOGIA IMMOBILE = 2).

    NUMERO LOCATORE

    Indicare il numero progressivo del locatore presente nel quadro B SOGGETTI – LOCATORI che intende esercitare, revocare o non aderire all’opzione per la cedolare secca.
    Non può essere presente un numero non presente nel quadro B SOGGETTI – LOCATORI.
    Nel caso di ADEMPIMENTO SUCCESSIVO devono essere presenti tutti i locatori presenti nel quadro B SOGGETTI – LOCATORI.

    PERCENTUALE DI POSSESSO

    Indicare, per ciascun locatore, la percentuale di possesso dell’immobile.
    Se si tratta di prima REGISTRAZIONE la casella è obbligatoria.
    Nel caso di ADEMPIMENTO SUCCESSIVO non deve essere presente.
    Per ogni immobile la somma delle rispettive percentuali non può essere maggiore di 100 ed inferiore a 99,90.

    CEDOLARE

    Il locatore deve esprimere la propria scelta.
    Nella casella dovrà essere indicato:
    SI’, nel caso in cui il locatore intenda optare per la cedolare secca;
    NO, in caso contrario.

    _______________________________________________________________________


    DICHIARAZIONE DEI LOCATORI

    Per ogni locatore che ha espresso l’opzione per il regime della cedolare secca o la revoca indicare il codice fiscale ed apporre la firma.
    Il codice fiscale indicato deve corrispondere a quello indicato nel rigo corrispondente del quadro B SOGGETTI – LOCATORI.

    CODICE FISCALE

    Il codice fiscale deve essere formalmente corretto e deve essere riferito ad una persona fisica.
    L’indicazione di un codice fiscale riferito ad un soggetto diverso della persona fisica comporta lo scarto della richiesta in fase di accettazione.

    FIRMA

    Ogni locatore che ha espresso l’opzione per il regime della cedolare secca o la revoca deve apporre la propria firma.

    _________________________________________________________________________
     
    Ultima modifica: 5 Marzo 2014
  18. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Ho pensato come piccolo contributo, raccogliere quanto finora elaborato, in un unico file che allego.
     

    Files Allegati:

    A Fred, ludovica83 e Rosa1968 piace questo elemento.
  19. Pennylove

    Pennylove Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    Grazie Basty (da oggi mio nuovo editor). :fiore: Un elaborato che fa molto autrice seria, eh… Non intendevo fare la sapientina della situazione, ma mi è capitato diverse volte negli ultimi giorni che qualcuno mi chiedesse un aiuto per la compilazione del nuovo modello. Come ho già confessato, sono parecchio distratta e indolente, se devo fare una cosa più volte, cerco di farla una sola volta per tutte. Ecco allora l’idea pazza di scrivere una specie di manualetto operativo (che non volevo far diventare un tomo…) basato sulle specifiche tecniche del programma fornite dall’Agenzia (che noia mortale, penserete voi) per chi si accinge per la prima volta a compilare il modello RLI.

    Il testo è aperto a contributi, rielaborazioni, taglia-e-cuci, traduzioni in aramaico, manipolazioni di qualsiasi genere, insomma. Fatene ciò che volete: usatelo per avvolgervi il pesce fresco o manoscrivetelo in caratteri gotici su pergamena o utilizzatelo come base di partenza per la vostra edizione personalizzata.

    Magari, se vi è stato utile, mandatemi un ciao.

    Penny:amore:

    P.S. Scrivo queste note al mio editor :), dopo aver revisionato il testo (gli errori sono evidenziati).

    QUADRO A

    In PAGAMENTO INTERA DURATA

    Sostituire:

    Nel caso di prima REGISTRAZIONE è obbligatoria per TIPOLOGIA DI CONTRATTO = L1, L2, L3, S1, S2, T1, T2, T3, T4 se la durata del contratto (DATA FINE – DATA INIZIO) è minore o uguale a 365 giorni (in assenza di durata non è obbligatorio).

    con:

    Nel caso di prima REGISTRAZIONE è obbligatoria per TIPOLOGIA DI CONTRATTO = T1, T2, T3, T4 e per la TIPOLOGIA DI CONTRATTO = L1, L2, L3, S1, S2 se la durata del contratto (DATA FINE – DATA INIZIO) è minore o uguale a 365 giorni (in assenza di durata non è obbligatorio).

    In ALLEGATI

    a) Sostituire:

    In caso di attestato di prestazione energetica (APE), esente da imposta di bollo e di registro, la casella SCRITTURE PRIVATE E INVENTARI non va compilata.

    con

    La casella MAPPE PLANIMETRIE E DISEGNI non va flaggata/barrata in caso di allegazione di attestato di prestazione energetica (APE), esente da imposta di bollo e di registro.

    b) Spostare:

    L’allegazione del file è facoltativa in presenza contemporanea dei seguenti requisiti:
    Tipologia di contratto: L1 o L2;
    Contratto non soggetto ad IVA;
    Assenza di allegati soggetti all’imposta di bollo (ad esempio planimetria) e di particolari clausole contrattuali soggette all’imposta di registro (ad esempio garanzia prestate da terzi);
    Max n°3 locatori persone fisiche e soggettività IVA non barrata;
    Max n°3 conduttori persone fisiche e soggettività IVA non barrata;
    Deve essere presente almeno un immobile con codice 1 = immobile principale;
    Gli altri immobili (max 3) devono avere codice 2 (pertinenza locata congiuntamente);
    Tipologia immobile = U;
    Rendita catastale presente.


    in:

    RISERVATO ALLA PRESENTAZIONE TELEMATICA

    dopo:

    ° La procedura telematica sostituisce la procedura d’ufficio: in caso di registrazione, al modello deve essere allegato un unico file, di dimensione massima non superiore a 5 MB, in formato TIF e/o TIFF e PDF/A, contenente i seguenti documenti scannerizzati:
    a) copia del contratto firmato dalle parti;
    b) copia di eventuali documenti a corredo del contratto (attestato di prestazione energetica, planimetrie. ecc.).



    LIQUIDAZIONE DELLE IMPOSTE

    Spostare:

    ° La cessione o la risoluzione del contratto di locazione verso corrispettivo non è soggetta all’imposta di registro in misura fissa (€ 67,00), ma in misura proporzionale (2% sul corrispettivo della cessione e sulle prestazioni ancora da eseguire (mesi residui), con minimo di € 67,00, 0,50% sul corrispettivo della risoluzione, ove il pagamento sia contestuale all’evento risolutivo, 3% nel caso in cui il pagamento sia differito nel tempo).
    Se il contratto è cedolarizzato, si ritiene che la cessione con corrispettivo sia soggetta all’imposta di registro, mentre la risoluzione con corrispettivo sia esente.


    da IMPOSTA DI BOLLO a IMPOSTA DI REGISTRO

    QUADRO C

    TIPO CATASTO: T/U

    Sostituire:

    Se si tratta di prima REGISTRAZIONE, se TIPOLOGIA DI CONTRATTO = T1 o T2 e provincia è diversa EE, TIPOLOGIA DI CONTRATTO deve essere T.

    con:

    Se si tratta di prima REGISTRAZIONE, se TIPOLOGIA DI CONTRATTO = T1 o T2 e provincia è diversa EE, TIPO CATASTO deve essere T.

    Grazie.
     
    A Fred piace questo elemento.
  20. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    .... non vorrei aver rubato il lavoro a qualcuno .... :regalo:

    Inserisco la nuova versione v2 delle istruzioni, con aggiunta di sommario e la tabella delle tipologie di contratto, per comodità di lettura
     

    Files Allegati:

    A Irene1 piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina