1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. dario22

    dario22 Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Salve,
    volevo una informazione.
    Io, i miei 3 fratelli e mia madre abbiamo ereditato (da mio padre deceduto) la villetta singola dove abitiamo.
    A fianco dell'abitazione abbiamo anche un terreno edificabile di 7000 mq. (sempre ereditato in parti
    uguali da tutti e 5)
    Tra un pò di tempo pensavamo di vendere quasi completamente il terreno edificabile (vendere circa 6800 mq) ed i
    rimanenti 200 mq annetterli alla particella dell'abitazione.

    So che per fare un atto di rinuncia (di noi 4 fratelli) a favore di mia madre serve un atto dal notaio (costo circa
    500 Euro dicono).

    Ma la domanda è:
    è possibile fare tutta una UNICA pratica dal notaio (per limitare le spese notarili, a 500 euro circa) ??
    cioè nello stesso atto notarile, noi 4 fratelli rinunciamo alla nostra parte e nello stesso tempo, si chiede di
    annettere 200 mq alla particella dell'abitazione.

    E la prassi qual'è ?? Andare da un geometra, questi fa approvare il progetto dal Comune e poi si va dal notaio
    o cosa ??

    grazie
     
    A giulianoballini piace questo elemento.
  2. roberto.spalti

    roberto.spalti Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Non si può fare una rinuncia parziale e quindi o accettate tutta l'eredità o rinunciate a tutto in favore di vostra madre, quindi dovrete diventare proprietari indivisi di tutta la proprietà e poi fare un atto di divisione.
    Il problema è che costa un pò di più perché si pagano le imposte doppie.
    Forse vi conviene rinunciare e una volta che tua madre ha venduto il terreno ripartire il ricavato in parti uguali.
    Il problema resta per la casa che passerà in successione a voi fratelli in un secondo momento.
     
  3. dario22

    dario22 Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Forse mi sono spiegato male.
    A noi 4 fratelli non interessa ne la casa, ne il terreno, nè i soldi di nostro padre,
    che in ogni caso sono e resteranno di mia madre.
    Quindi o farlo ora o tra 10 anni a noi, non ci cambia nulla.
    L'importante è limitare le spese (sia dei periti che soprattutto del notaio).
     
  4. roberto.spalti

    roberto.spalti Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Avevo capito che la casa di famiglia era quella dove vivevate anche voi e quindi volevate rinunciare al solo terreno.
    Allora in questo caso potete andare in tribunale e fare atto di rinuncia all'eredità, pagate solo le marche da bollo.
    Poi il notaio predisporrà la successione.
    Per la successione avete un anno di tempo e riguardo al terreno vi conviene farvi fare una perizia asseverata per il valore e poi pagare il 4% di imposte sulla rivalutazione; questo vi eviterà in caso di rivendita di pagare una plusvalenza da mal di testa :disappunto:
    Per i valori della casa su cui pagare le imposte fa fede la rendita catastale rivalutata e quindi non necessita di perizia.
     
  5. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Questo è molto interessante, non lo sapevo.... Me la puoi spiegare meglio anche a me roberto?
     
  6. elio lucarini

    elio lucarini Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    per la rinuncia non spendete quasi nulla , basta andare al comune con autentica di firma in cui tutti rinunciate all'eredità di vostro padre a favore di vostra madre,l'ho fatto io tre anni fà, poi vostra madre se vorrà vendere l'appezzamento edificabile,le consiglio di darle il valore di mercato come area edificabile, pagando il 3% sul valore dichiarato, in modo che al momento di venderlo non abbia a pagare le plusvalenze dovute sulle aree fabbricabili, per il frazionamento dei 200 metri,aspettate il momento in cui vendete il lotto,eliminerete molte spese
    saluti elio
     
  7. antonio°°°

    antonio°°° Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    siete tutti comproprietari, vendete tutti insieme . le spese sono a costo zero..
     
  8. MaxMatteo

    MaxMatteo Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Per quanto riguarda la plusvalenza ricavata dalla vendita del terreno edificabile (valore di vendita - valore all'atto di "acquisto") il contribuente deve inserirla in dich.Redditi e viene tassata con lo scaglione relativo (quasi sempre il massimo).

    dal 1 gennaio fino, se ricordo bene, al 30 ottobre di quest'anno è stata reintrodotta la possibilità di pagare una tantum del 4% del valore senza essere poi soggetti al pagamento di ulteriore plusvalenza: i passi sono:
    - il tecnico su incarico del proprietario fa una perizia sul valore del terreno e la assevera (cancelleria del tribunale)
    - con la perizia asseverata si paga subito il 4%
    - nel momento in qui vendo il terreno edificabile (sia 1 giorno dopo che 5 anni dopo etc etc...) per la cifra della perizia, per cui ho già pagato il 4%, non pago plusvalenza alcuna.
    fine.

    ciao.
     
  9. elio lucarini

    elio lucarini Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    in caso di successione,non ha significato la rivalutazione, ma basta pagare la successione sul valore che un domani si andrà a dichiarare, pagando solo il 3%. ipotesi, penso di ricavare 100.000€. al momento di fare la successione, per tale bene dichiaro un valore di 100.000€., fino a quella cifra non pago plusvalenze,oltre tale cifra pago in virtù della mia aliquota, 23% o più
    saluti elio
     
  10. smoker

    smoker Membro Senior

    Privato Cittadino
     
  11. andrea boschini

    andrea boschini Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    :ok: CON maxmatteo e roberto... :stretta_di_mano:
     
  12. elio lucarini

    elio lucarini Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    ho fatto la successione di mia madre meno di due anni fà, successione fatta da un sindacato, spese 230€., accettato dichiarazione con firma autenticata da ufficiale comunale, detta dichiarazione speso meno di €.10, anche se ogni comune ha le sue aliquote.
     
  13. smoker

    smoker Membro Senior

    Privato Cittadino
    L' accettazione di eredità è cosa ben diversa dalla rinuncia. Per l' accettazione non valgono le rigide regole della rinuncia, quindi, niente obblighi particolari di forma, puoi anche accettare tacitamente.
    Saluti.

    Smoker
     
  14. dario22

    dario22 Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Vedo che molti scrivono che la rinuncia all' eredità si può fare oltre che dal notaio anche dal cancelliere del Tribunale competente o in comune con autentica di firma
    in cui tutti rinunciano all'eredità .
     
  15. dario22

    dario22 Membro Attivo

    Privato Cittadino
    ma è vero che ho tutte quest possibilità ?
     
  16. antonio°°°

    antonio°°° Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    buona sera a tutti vorrei esporre un quesito: nel 2009 durante la fase di separazione consensuale abbiamo anche deciso la separazione dei beni, compreso un fabbricato donato ai due figli maggiorenni. attualmente ci siamo riconciliati ma abbiamo ancora in corso la separazione omologata...vorrei ripristinare il fabbricato dato in donazione per evitare problemi in futuro, vorrei un consiglio come fare risparmiando spese notarile. . . i due figli devono rinunciare alla donazione? siccome mia moglie a ricevuto in donazione dai suoi un appartamento (dove viviamo), per evitare spese di seconda casa posso intestarermi immobile solo alla mia persona? approfittando della separazione omologata? grazie
     
  17. elio lucarini

    elio lucarini Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    per annullare la donazione, ti viene a costare la stessa somma che ai speso per costituirla, se prima casa il 3%+ notaio,se altro immobile il 10%+ notaio
     
  18. antonio°°°

    antonio°°° Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    la donazione entro il primo anno e' piu' facile per annullarla?
     
  19. elio lucarini

    elio lucarini Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    assolutamente no,una volta fatta è sempre uguale,purtroppo come tutti gli atti pubblici, bisogna ponderarli bene prima di farli, un ripensamento costa tempo e denaro, in questo caso solo denaro e partecipazione del donato a rinunciare quanto avuto.
    saluti elio
     
  20. smoker

    smoker Membro Senior

    Privato Cittadino

    Ogni chiamato all' eredità può rinunciare. Non si può fare una rinuncia cumulativa. La dichiarazione la può ricevere il notaio o il cancelliere del Tribunale. In Comune non si può rinunciare all' eredità.
    saluti

    Smoker
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina