• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Pippochennedi

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Salve, sono un acquirente. La stipula del mio rogito era prevista ufficialmente "entro il 15 il rogito" secondo il contratto preliminare. L'appuntamento per la stipula è stato più volte fissato senza successo:
  1. La prima volta il venditore non ha prodotto in tempo utile un documento che serviva alla banca
  2. La seconda volta il venditore ha dichiarato all'ultimo minuto di non aver ultimato la riparazione del pavimento che era stata pattuita nel contratto preliminare e su mia richiesta di fornire una data utile è stata concordata come data il 24 novembre (per la fine dei lavori).
  3. La terza volta si è scoperto poco prima della data che era scaduto un documento della banca relativo al mio mutuo e quindi la banca chiede di posticipare al 6 dicembre (2 settimane dopo). Il notaio dice che dovevo dirlo io alla banca della nuova data (ma se non me lo dice lui io che ne so? La prima volta glielo aveva detto lui) ma in ogni caso anche se lo avessi detto la data non poteva fare altro che slittare o non avrei potuto contrarre il mutuo
A questo punto l'agenzia dice che vuole far saltare la compravendita perché il 6 dicembre sarebbe troppo tardi rispetto alla data indicata nel compromesso e il venditore sarebbe costretto a pagare la rata del mutuo di dicembre, io obietto che il mutuo non è un aggravio economico perché lo deve comunque estinguere e la rata è solo un anticipo, al che lui dice che il venditore è in affitto e deve pagare mutuo e affitto insieme e che si tratta di spese impreviste che gli creano problemi. Mi offro di dare un anticipo sul pagamento dell'immobile ma lui chiede che il mutuo glielo paghi io. Un po' confuso dai suoi argomenti gli vengo dietro e lui mi predispone un documento da firmare in cui io pagherei 600 euro "a titolo di risarcimento" per il mutuo, faccio tutta una serie di obiezioni sul fatto che non ho cagionato danni da risarcire e lui dice che non è un risarcimento ma un modo per invogliare il venditore a ritornare in trattativa visto che è saltata la data ufficiale del 15 novembre e quindi il venditore sarebbe svincolato.

Quello che stanno chiedendo mi sembra totalmente irragionevole, non mi è chiaro se c'è dietro una velata minaccia di accusarmi di inadempimento per via del fallimento dell'ultimo accordo sulla data nè se una accusa del genere (inadempimento) potrebbe avere un fondamento nonostante da parte mia ci sia sempre stata disponibilità e il rogito sia saltato per contingenze fortuite su cui non avevo alcun controllo (comunque oltre la data del 15). Mi sapete illuminare? Grazie.
 

Pippochennedi

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Sei un pasticcione.

Rinviare il rogito per la riparazione del pavimento ti sembra ragionevole..?
Non facevi prima a farlo tu dopo il rogito scalando le poche centinaia di euro che occorrevano...?

Ma che cosa c'entra con i soldi aggiuntivi pretesi successivamente? E' ragionevole dirmi solo il giorno prima che i lavori non erano stati completati? Comunque eravamo in data anteriore alla scadenza del 15/11, sono loro che hanno indicato una data successiva come fine dei lavori.
 

francesca63

Moderatore
Membro dello Staff
Privato Cittadino
Mi pare che tutto quanto sia stato gestito in modo approssimativo; l'obiettivo ora è di non proseguire con i pasticci...
Non si capisce nemmeno se l'agenzia ha una qualche padronanza della situazione, o segue il vento come una banderuola...Chi aveva predisposto il "documento per il risarcimento del mutuo" ? Agenzia, o venditore ?

Avete tergiversato entrambi, tu e il venditore, ognuno con la sua dose di responsabilità;
proponi di versare al venditore un paio di cento euro per l'ultimo ritardo, e fatela finita.

Tu in definitiva devi accertarti che per il 6 dicembre sia tutto pronto, sul fronte mutuo; quindi verifica definitivamente che la banca abbia tutto ( compreso nuovo conteggio della banca del venditore circa il residuo mutuo e l'assenso alla cancellazione dell'ipoteca, se sarà saldata la nuova cifra calcolata), che il notaio sia pronto, e che il venditore sia regolarmente convocato.
Vedrai che si presenta.
 

ingelman

Membro Supporter
Agente Immobiliare
Nessun termine è cosi perentorio anche se viene riportato entro e non oltre ... oppure termine essenziale (l'essenzialità del termine riferita all'atto deve essere molto ben espressa e dettagliatamente motivata), pertanto fissate una nuova data, il venditore ha poco da incXXXrsi.

Anche la rata in più riferita al mutuo che pagherà, verrà comunque riconteggiata come già versata nell'importo totale da estinguere, quello che perderà sarà la sola quota d'interesse.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Tommaso B ha scritto sul profilo di ingelman.
Buonasera, ho letto che ha grande esperienza in merito, ed ho anche letto una sua risposta a un quesito vecchio.

Mi trovo a 2 giorni dal rogito, a non avere ancora la minuta del mutuo, specificamente con banca BNL.

Ho letto da lei che è quasi normale purtroppo l'invio last minute della minuta al notaio.
Mi conferma anche con BNL?

Grazie mille, gentilissimo
il Custode ha scritto sul profilo di Miciogatto.
Non avevo dubbi che saresti il primo a usare la nuova funzione di modifica del nome utente 🥰
Mi dai sempre delle soddisfazioni! 😁
Alto