1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. contepier

    contepier Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buongiorno a tutti,
    ricollegandomi al caso postato ieri, vorrei chiedervi se l'agenzia può pretendere la provvigione pattuita nel caso decidessi di rinunciare all'acquisto.
    Il caso è il seguente: i venditori sono una coppia separata dove lei è la proprietaria e dove lui ha il diritto di abitazione vitalizio; si fanno proposte e controproposte e alla fine lui accetta l'ultima mia offerta (è sempre stato lui a firmare le cifre e trattare e lei non si è mai vista).
    Deve ancora essermi notificata la sua accettazione (è stato fatto solo telefonicamente).
    Il punto è questo.... se non esistesse alcuna procura da parte della ex moglie che autorizza lui a trattare e ad accettare proposte, mi pare di aver capito che i vincoli imposti dalla "promessa d'acquisto" verrebbero a decadere, ... ma l'agenzia? potrebbe pretendere la parcella pattuita?
    Grazie mille per i consigli
     
  2. fp61

    fp61 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    L'agenzia ha diritto ad avere la provvigione quando, grazie al suo intervento, mette in relazione due o più parti per la conclusione di un affare. In pratica ha diritto al corrispettivo quando l'affare è concluso. Nel tuo caso, l'affare è concluso quando la tua controparte accetta la tua proposta. A riguardo la firma della proprietaria, bisognerebbe farsi mostrare l'incarico ricevuto dall'agenzia, infatti, solitamente chi firma l'incarico si rende responsabile al 100% della firma eventuale di un altro proprietario esistente e/o di un erede e/o della moglie ecc. ecc. Quindi, riassumendo, se il signore ha firmato per accettazione, tu sei vincolato a perfezionare il contratto/proposta andando al rogito notarile e se ti venisse detto che la proprietaria non vuole rogitare...avresti solo a quel punto il diritto alla restituzione del doppio della caparra versata con altresì la possibilità di chiedere ulteriore risarcimento per i danni subiti. Peraltro se tu ti tiri indietro adesso, perderesti la caparra e dovresti comunque pagare la provvigione all'agenzia.
    ciao,
    fp61
     
  3. Marina Langella

    Marina Langella Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Si prende la responsabilità di vendere il bene di qualcun'altro ? :rabbia: Senza una procura a vendere nessuno può compiere azioni per alienare un bene di un altro La proposta è valida se firma per accettazione il proprietario del bene immobile o un incaricato con procura speciale per la conclusione di quell'affare.
     
  4. fp61

    fp61 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Nell''incarico all'agenzia immobiliare un titolare di diritto reale sulla proprietà (nel nostro caso "diritto di abitazione") può prendersi la responsabilità di AFFERMARE che al rogito la proprietaria firmerà il trasferimento della proprietà. Se ciò non accadesse lo stesso dovrà prendersi tutti gli oneri del caso tra cui la restituzione del doppio della caparra e del risarcimento per eventuali danni subiti dalla controparte per "danno emergente e/o lucro cessante". La procura serve solamente per firmare dal notaio al posto della proprietaria e NON per firmare un incarico di vendita. In questo caso non sappiamo se la proprietaria ha manifestato verbalmente o per iscritto la sua volontà di vendere (attenzione NON procura ma VOLONTA' a vendere) e quindi l'accettante potrebbe agire a sua volta su mandato. Ovvio che la procedura è insolita e che un'agenzia seria dovrebbe richiedere il mandato anche alla proprietaria....ma non sempre è così. Quindi ribadisco che se il promissario acquirente si dovesse ritirare dalla compravendita (prima di verificare se al rogito la proprietaria non si presenta)...dovrebbe pagare la provvigione.
    ciao
    fp61:risata:
     
  5. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Se avesse una procura generale, potrebbe benissimo firmare tutto in nome e per conto della proprietaria.

    In quanto tirolare del diritto di abitazione, dovrebbe firmare anche lui.

    Silvana
     
  6. Roby

    Roby Fondatore

    Agente Immobiliare
    Se avesse avuto procura a vendere io come AI l'avrei citata anche nella proposta, poi contepier ribadisco quanto ti ho già detto in altro post, tu affermi che l'accettazione ti è stata comunicata verbalmente.

    Bene una comunicazione verbale non equivale ad accettazione quindi ti trovi ancora nella fase di proponente, vedi di leggere sulla proposta quando scade il termine per la comunicazione dell'accettazione, fuori da quel termine puoi andare a ritirarti l'assengo senza problemi.
     
  7. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Non mi trovi d'accordo.
    Ha ragione Marina Langella quando dice:
    Se il titolare del diritto di abitazione firma per accettazione la proposta, intasca la caparra e la proprietaria non si presenta all'atto è truffa.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina