1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. kabu96

    kabu96 Ospite

    Salve a tutti,
    sto cercando casa a Roma.
    Tra le varie proposte ne ho trovata una all'eur che ha un' altezza dei soffitti di 2.70 mt (ho misurato personalmente aiutato dall'agente immobiliare).
    Fino a qui tutto normale, ma quando ricevo la copia della planimetria catastale, trovo sopra scritto h 3,05. E' normale? Rischio di comprare una casa con un abuso edilizio? Il venditore può facilmente fare la variazione?
    Altre info è un 4 piano su 5 e il palazzo risulta costruito nel 1986
    Un grazie in anticipo per le risposte
    Francesco
     
  2. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Anni fà l'altezza minima era appunto 3 metri.
    Poi è stata ribassata a 2.90 ed ora è fissata a 2.70.
    Certo è che qualcosa è successo a questo palazzo negli anni.
    Rifacimento dei solai per ottenere un piano ulteriore?
    Chiedi copia dei progetti e delle varie concessioni.
    Da lì scopri l'arcano.
     
  3. kabu96

    kabu96 Ospite

    Grazie per la risposta.
    Ma non basta la planimetria catastale per vedere se c'è un problema?
    Visto che così risulta, forse è meglio lasciar perdere e non avventurarsi. Immagino il tempo che ci vuole per avere una copia dei progetti e della varie concessioni (non mi risulta essere in loro possesso).
     
  4. imported_bubù

    imported_bubù Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Hai fatto caso che non ci siano dei contro soffitti?
    Il catasto non è probatorio per avere la certezza devi andare (con un tecnico di fiducia)all'ufficio tecnico del comune tirare fuori il progetto depositato all'epoca della costruzione e controllare che tutto corrisponda non è così complicato come dici
    Se la casa ti piace puoi fare una proposta con una cifra minima .che magari copra tutte le spese a cui andrai incontro che non sono elevate se tutto va bene ,bene se invece i documenti non sono apposto l'inadempiente è il venditore e chiedendo il doppio della caparra copri le spese sostenute
    Puoi anche subordinare la proposta alla consegna e controllo dei documenti che loro sostengono di non avere momentaniamente
    Ciao bubù
     
    A kabu96 piace questo elemento.
  5. kabu96

    kabu96 Ospite

    grazie per la risposta, no non ci sono contro soffitti, la misura l'abbiamo presa nel salone e in cucina ed è sempre la stessa ossia 2.7 mt.
    Da profano pensavo fosse più complicato la verifica.
    L'uffcio tecnico del comune che tempi ha?
     
  6. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Controlla se il davanzale delle finestre è ad altezza regolare per affacciarsi (di norma 0.90).
    Di solito quando si abbassa il solaio questa misura tende ad aumentare.

    Massimo 30 giorni con richiesta di accesso agli atti.
     
    A kabu96 piace questo elemento.
  7. faragno

    faragno Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Penso sia sempre utile ricostruire lo storico del palazzo, specie se questo non è nuovo o di una certa epoca, e questo è possibile e direi anche non difficile presso l'Ufficio tecnico del Comune. Il costo è modesto e se non altro si viene a sapere tutto della casa e qualche volta si scoprono cose interessanti, anche dal punto di vista storico della casa stessa. Ne vale sempre la pena. Io sto vendendo una casa di inizio Ottocento dopo una ristrutturazione finalizzata anche a conservare e valorizzare l'aspetto storico dell'immobile e metto a disposizione degli acquirenti tutto lo storico della casa. Non dico che tutti facciano così, il mio è uno sfizio ed un rispetto per l'acquirente perchè ritengo che debba sapere quello che compra, ma tra Ufficio tecnico del Comune e archivio notarile non è difficile risalire ai vari passaggi ed ai vari interventi fatti sull'immobile ed è sempre utile, se non altro soddisfa una curiosità e la curiosità è una delle doti dell'intelligenza.
     
  8. kabu96

    kabu96 Ospite

    Tutto giusto quello scritto fino ad ora.
    Ma nel mio caso purtroppo non ho un mese di tempo per avere lo storico del palazzo.
    Come molte altre persone sto vendendo casa e solo grazie a quella parte di soldi ne andrò a compare un'altra. Devo far incastrare i tempi (2 compromessi, 2 caparre, tempi per i lavori, traslochi). Forse sarebbe meglio che questa documentazione sia resa disponibile sin dall'inizio e non a richiesta, o per lo meno resa disponbile dopo poco tempo.
     
  9. faragno

    faragno Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Andando direttamente in Comune, quando ne avevo avuto bisogno, mi avevano messo a disposizione il fascicolo e ne avevo fatto (pagando) le fotocopie di cui avevo bisogno. Non so però se adesso sia ancora così...
     
  10. aafcstaff

    aafcstaff Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    l'accesso agli atti necessita in genere di una trentina di giorni (come detto sopra).
    Il Tecnico di fiducia serve per saper mettere le mani e gli occhi sulle parti interessanti del contenuto del faldone che ti verrà consegnato e per capire se nel corso degli anni sono stati fatti dei cambiamenti importanti all'edificio.
    Le schede catastali non sono esattamente il vangelo se non per il valore (rendita) dell'immobile.
    Inoltre potrebbe anche essere accaduto che il redattore della scheda abbia scritto un numero errato che nessuno mai ha pensato di verificare e rettificare...
     
  11. giaboc

    giaboc Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Condivido pienamente.
    Nel 1986 era già ampiamente in vigore l'altezza minima di 2,70 e non credo si tratti di una alterazione del progetto originario.
    Faccio l'architetto da quasi 30 anni e su 100 planimetrie catastali ne trovo almeno 90 non rispondenti al vero: a volte per piccole difformità trascurabili .. a volte con errori macroscopici (in buona o cattiva fede).
    Se la casa ti interessa, fai - come ti hanno già suggerito - una proposta vincolata.
    Se tutto il resto è a posto, il tuo problema si risolve con una errata corrige.
     
    A kabu96 piace questo elemento.
  12. civicoseimmobiliare

    civicoseimmobiliare Membro Junior

    Agente Immobiliare
    Sono pienamente daccordo con i colleghi... Fai la proposta subordinata alla verifica della documentazione (progetto presentato) ciao Civicoseimmobiliare
     
  13. kabu96

    kabu96 Ospite

    Seguendo i vostri consigli, pensavo di scrivere sulla proposta d'acquisto dell'agenzia immobiliare questa frase:
    "Il venditore si impegna altresì ad effettuare presso gli uffici competenti la variazione dell'altezza dei soffitti, che sulla planimetria catastale risulta essere 3,05 mt anziche 2,70, a fornire le certificazioni relative agli impianti elettrici, la certificazione enrgetica ed il certificato di agibilità, che il Venditore s'impegna a regolarizzare prima o all'atto notarile a sua cura e spese." Potrebbe andare bene?
     
  14. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    In linea di massima va bene.
     
  15. kabu96

    kabu96 Ospite

    Aggiornamento. Il geometra dell'agenzia immobiliare afferma che l'altezza indicata sulla planimetria catastale differisce dalla realtà perchè include il solaio e quindi "lorda".
    Può essere vero?
     
  16. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    E' come quella dell'altezza media inventata da qualche buontempone.
    Il decreto parla di: "L'altezza minima interna utile dei locali adibiti ad abitazione è fissata in m 2,70".
    Il geometra dell'agenzia è rimandato.
     
  17. giaboc

    giaboc Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    .. direi bocciato .. è incredibile cosa riescono a inventarsi..:D

    L'altezza riportata nelle planimetrie catastali è l'altezza utile (cioè la misura tra il pavimento e il soffitto finiti).
    Spesso differisce dalla realtà di 2-3 cm (in questo caso non è rilevante) e comunque in uno stesso appartamento è normale una differenza di 1-2 cm tra i vari ambienti.
    Quello cui fa riferimento il geometra è l'interpiano (la misura da pavimento a pavimento) e - in genere - viene indicato nelle sezioni degli elaborati grafici allegati al progetto (ma non nei catastali).
     
  18. cafelab

    cafelab Membro Assiduo

    Altro Professionista
    è lui che è lordo
     
  19. imported_bubù

    imported_bubù Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Lorda o netta che sia lu per avere l'ag. deve avere un'altezza minima di 2.70 e mi sembra che c'è l'abbia quindi presentasse la richiesta in comune con il resto della documentazione occorrente per l'ag. ed il gioco è fatto tu non comprare prima perchè potrebbero sorgere problemi .quando hai in mano tutto procedi col notaio



    Ciao bubù
     
  20. kabu96

    kabu96 Ospite

    :risata: per lo meno mi avete fatto fare quattro risate:risata:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina