1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Alfreda

    Alfreda Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Salve,
    vi espongo il mio quesito:
    Nel 1998 i miei genitori acquistarono una casa intestandola a mia sorella la quale fece una scrittura privata senza autenticazione in cui fu scritto che in caso di successione (alla morte di uno dei due genitori) gli eredi saremmo stati io e mia sorella. Nei giorni scorsi, purtroppo, è venuto a mancare mio padre, cosa devo fare all'atto della dichiarazione di successione che dovremmo stipulare entro un anno dalla morte per validare tale documento? Grazie
    Alfreda...
     
  2. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Ciao Alfreda
    Riferito a quella scrittura quando parli di eredi a cosa ti riferisci se l'immobile è intestato a tua sorella?
    eredi di cosa?

    Quel documento ai fini della successione non si può prendere in considerazione inquanto quell'appartamento non è caduto in successione essendo proprietà di tua sorella.
    Anche ai fini di una validità di quella scrittura ho forti dubbi se non il vincolo morale che ti lega con tua sorella di rispettare una volontà ....

    Forse l'unica strada che potresti percorrere qualora ci fosse un ripensamento da parte della sorella è dimostrare che dietro la compravendita del 1998 si cela una donazione non essendo ancora decorsi 20 anni dalla trascrizione dell'atto.

    prendi con le pinzette quello che ti ho postato è solo un mio pensiero da AI, ma questa è materia più di un Notaio o di un Avvocato.

    Penso comunque che dovresti esporre il problema in maniera più chiara.
     
  3. Alfreda

    Alfreda Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie, Massimo
    rimango in attesa di un parere di un notaio o di un avvocato che mi auguro rispondano qui sul forum circa la validità del documento in mio possesso e quale iter seguire per dimostrare il possesso del 50% dell'immobile durante la successione.
     
  4. Patatina

    Patatina Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Io, riconosco una donazione indiretta, fatta da parte dei tuoi genitori a tua sorella 16 anni fa! L appartamento non rientra nella dichiarazione di successione.accordi verbali o scritti, fatti prima tra futuri coeredi, riguardanti una successione non ancora apertasi non hanno validità giuridica.al momento della compravendita, nel 1998 avresti dovuto informarti!! !!!! Dimostrare che tu hai diritto alla metà dell immobile, è un iter complesso e costoso e lungo.......... Insomma si tratta di dimostrare che tua sorella nel 1998 senza i soldi dei vostri genitori non avrebbe mai potuto comprarsi un appartamento!!!!
     
  5. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Non sono accordi tra futuri coeredi ma volontà del padre.
     
  6. Patatina

    Patatina Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Il padre deve tramite testamento tutelarsi che la sua volontà venga rispettata e non tramite scritture private!?
     
  7. mwmb2

    mwmb2 Membro Junior

    Altro Professionista
    Fu scritto da chi? e cosa?
    Tua sorella ha riconosciuto che l'appartamento a lei intestato era donazione da parte dei tuoi genitori?
    Da quello che scrivi e da ciò che si capisce (senza avere letto nulla) concordo con quanto scritto sopra. L'appartamento NON cade in successione è solo di tua sorella al 100% in piena proprietà.
    Quindi al suo buon cuore "regalartene" una parte con tutti i problemi che una provenienza donativa può poi creare su un immobile.
    Se vuoi mandarmi il documento in privato te lo leggo e ti dico.
     
  8. Avv Luigi Polidoro

    Avv Luigi Polidoro Membro dello Staff Membro dello Staff

    Altro Professionista
    A naso (perché il quesito è esposto in modo un pò confuso e sarebbe necessario leggere la scrittura privata) sembrerebbe che l'unica strada (la cui percorribilità dovrà essere valutata in concreta) sia quella della azione di riduzione se e nei limiti in cui la intestazione dell'immobile alla sorella ha rappresentato una lesione della quota di legittima di Alfreda e della sorella.
    Tenendo conto però che anche anche la mamma di Alfreda è erede.
    La scrittura redatta dalla sorella (immagino che le sorelle siano tre.... se ho capito bene) è inefficace o addirittura invalida (potendo integrare la fattispecie del patto successorio).
    Sempre a naso....
     
    A Bagudi e Patatina piace questo messaggio.
  9. Alfreda

    Alfreda Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie a tutti delle cortesi risposte. In comunione abbiamo risolto il problema. Dovremo fare una nuova cointestazione dell'immobile, che ovviamente non rientrerà nella successione. ^_^
     
    A ingelman e Patatina piace questo messaggio.
  10. Patatina

    Patatina Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Aaaaaaaa ogni tanto se risolve qualcosa..........
     
  11. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    in che modo e tramite quale strumento? ... donazione? .... finta cessione a titolo oneroso (vendita) ?
    Scusa ma anche se il problema sembra risolto
    ti consiglio di valutare bene la strada che andrete a percorrere riferita alla "cointestazione dell'immobile"

    Questo immobile intestato a tua sorella è a reddito? (locato)
    è dalla stessa utilizzato ed abitato?
    Può essere alienato e il ricavato spartito?

    Potrebbe ad esempio tua sorella compensare economicamente questa diciamo "lesione" lasciando a lei l'attuale intestazione (onde evitare un inutile aggravio di spese e compromettere una commerciabilità futura dell'immobile ricorrendo magari ad una donazione ?)

    Ti hanno forse suggerito un'altra soluzione? se si postala sarà sicuramente culturalmente utile per tutti.

    Sembrerebbe da quello che hai postato che non ci siano i presupposti di una lite e che andate d'amore e d'accordo

    detto ciò ... consiglio ... valutate bene lo strumento che andrtete ad adottare
     
    A Bagudi, Avv Luigi Polidoro, Rosa1968 e 1 altro utente piace questo messaggio.
  12. Patatina

    Patatina Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Oppala............ !!!!!
     
    A Rosa1968 piace questo elemento.
  13. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Non avevo il coraggio di chiedere .....
     
    A ingelman e Patatina piace questo messaggio.
  14. Patatina

    Patatina Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Amore e d'accordo ??? Uhm........
     
    A ingelman piace questo elemento.
  15. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Scusa Luigi qualora dovessi scrivere delle boiate ti prego di sottolinearmele non essedo materia mia ... ma mi piace ragionare.

    La scrittura ha poca rilevanza perche trattasi di una scrittura privata unilaterale riportante una volontà della sorella .... tra le altre cose non autenticata .. ma non riconducibile ad un patto successorio non essendoci stato di fatto un accordo o un negozio giuridico vero e proprio ...

    (scrittura unilaterale)
    Diciamo utile ad avvalorare e di supporto qualora si volesse intraprendere la strada dell'azione di riduzione per presunta lesione della quota di legittima.

    (presunta anche perchè la provenienza dell'immobile è stata una compravendita o meglio un acquisto reso possibile grazie ad un atto di liberalità del genitore).

    perfide ... mettete sempre l'interesse in primo piano ... l'amore esiste eccome :D
     
    Ultima modifica: 4 Gennaio 2015
    A Avv Luigi Polidoro piace questo elemento.
  16. Patatina

    Patatina Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Scusate,io cerco solo di capire, ma ste cavolo di scritture private che esistono a fa? In concreto? A che servono? Cioè non vivo in Italia ...........se qualcuno avesse voglia di spiegare? Ma le cose non si sbrigano solo tramite notai? Atti pubblici? Che cavolo ci azzeccano le scritture private? Fino a che punto vengono riconosciute? Insomma!!!!! A cosa servono? ...........
     
  17. Patatina

    Patatina Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    @inglmann amore si ma scemi no!
     
    A Rosa1968 piace questo elemento.
  18. Patatina

    Patatina Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Io sono un membro junior ancora devo crescere!!
     
    A Rosa1968 piace questo elemento.
  19. Patatina

    Patatina Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Bon mi butto! Secondo me i genitori di alfreda hanno comperato ed intestato il immobile alla sorella di alfreda per vantaggi fiscali! Quando si tratta di risparmiare tasse e trarre profitti semo tutti d accordo,16 anni dopo già i punti di vista di 16 anni fa non sono più gli stessi........ So maligna?
     
  20. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Forse ad alfreda all'epoca non serviva l'immobile che invece era necessario per la sorella. La quale ne ha usufruito e goduto pagando le tasse e le spese, riconoscendo, ecco la scrittura, che immobile faceva parte dei risparmi dei genitori spettanti anche ad alfreda. Si il tutto costruito alla buona. Oggi come ha sottolineato massimo bisogna capire come dare la sua parte ad alfreda senza commettere errori.
     
    A Patatina piace questo elemento.
  21. Patatina

    Patatina Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Scrittura privata bah, la scrittura privata in poche parole preparerebbe il terreno per andare in tribunale! Tante grazie rosa1968,
     
    A Rosa1968 piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina