1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. VirusAlert

    VirusAlert Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buongiorno, mi chiamo Giorgio e sono nuovo sul forum.
    Vorrei spiegare la mia situazione e poi fare delle domande, sperando che possiate rispondermi dato che non sappiamo più a chi altro chiedere:
    mio padre ha ereditato dai miei nonni un terreno di 3000mq, che dopo anni di richieste, domande, lettere ecc. è diventato edificabile solo da cooperative, e fa parte di un progetto urbanistico del Comune che dovrebbe unire anche i terreni accanto per fare una zona residenziale, probabilmente con zone verdi, scuole ecc.
    Da quando è stato reso edificabile nel lontano 2009, arrivano da pagare IMU, ICI, ecc. come se sopra ci fossero già le case costruite.
    Ad oggi però sappiamo solo che questo terreno restebbe per il 40% a mio padre, e il 60% in concessione al Comune, per questo fantomatico progetto, sempre che vada in porto.
    Ogni volta ci rinviano le date, scaricando le colpe una volta alla Regione, una volta alle Cooperative dei costruttori, una volta alle elezioni!.

    Quel che vorrei sapere è:
    1-Il fatto che stiamo pagando dal 2009 le tasse per colpa del Comune che non avvia il progetto, possiamo rivalerci in qualche modo sul Comune stesso?
    2-Dato che non ci sono vincoli diretti che questo terreno debba far parte di questo progetto, ci potremmo rivolgere ad una Cooperativa costruttrice, dandogli in permuta l'intero terreno per farci villette, palazzine o quel che il costruttore vuole e in cambio avere parte degli immobili?
    3-Ci sono dei rischi che si corrono o degli accorgimenti da seguire?

    Spero di essere stato abbastanza chiaro e ringrazio chiunque mi sappia rispondere.
    Buona giornata.
     
  2. katerbury

    katerbury Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Come puoi pensare di poterti rivalere sulle imposte che paghi dal momento in cui avete chiesto voi di renderlo edificabile? Soprattutto considerando che specifichi "non ci sono vincoli diretti che questo terreno debba far parte di questo progetto", è ovvio che il vincolo e quindi l'obbligo non è nemmeno del comune.
     
  3. SALVES

    SALVES Membro Senior

    Altro Professionista
    Fino a quando la cooperativa e/o il comune non avvia la pratica di esproprio e/o alienate la parte di terreno interessato, il proprietario e/o soggetto passivo del tributo siete voi.
     
  4. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    i rischi si corrono se non ci si affida ai consulenti che daranno le linee guida da seguire e gli accorgimenti da inserire nei contratti che si andranno a sottoscrivere.

    Questo farà parte delle vostre trattative, ma dovete comunque tenere presente prima la firma della convenzione con il comune, e la cooperativa o l'acquirente chiecchesia, vorrà delle garanzie, quantomeno dei tempi.

    non credo non ci siano dei vincoli, dovrete andare a firmare una convenzione con il comune.
    di fatto no, però visto che mi par di capire sia dentro un piano particolareggiato, il Comune deve dare dei tempi di massima.
     
  5. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    difficile dare la giusta risposta senza conoscere l'effetiva destinazione urbanistica attribuita al terreno
    (edilizia libera -convenzionata - zone di recupero urbanistico ..... ???)

    la cosa evidente che traspare è che da agricolo è stato considerato edificabile da PRG, quindi da una parte è un bene dall'altra il male riferito al carico fiscale differente.

    Di fatto hai un terreno edificabile con un certo valore "maggiore riferito ad un terreno agricolo "

    Se puoi venderlo ad un costruttore, permutarlo, se destinato ad housing sociale o edilizia libera , se un piano di recupero ... etc .. questo è solo il Comune che può dirtelo in base alla destinazione urbanistica attribuita dal Piano regolatore di zona

    Non conoscendo il tuo problema, spero solo che tu abbia fatto la rivalutazione del terreno da agricolo a edificabile per non avere sorprese future per eventuali plusvalenze in caso di cessione o vendita
     
  6. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    escluderei l'ipotesi di un piano di recupero ........ che recuperano?
     
  7. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    nei piani di recupero sono incluse anche aree edificabili (comparti et similari)

    Art. 27. Individuazione delle zone di recupero del patrimonio edilizio esistente
    1. I comuni individuano, nell’ambito degli strumenti urbanistici generali, le zone ove, per le condizioni di degrado, si rende opportuno il recupero del patrimonio edilizio ed urbanistico esistente mediante interventi rivolti alla conservazione, al risanamento, alla ricostruzione e alla migliore utilizzazione del patrimonio stesso. Dette zone possono comprendere singoli immobili, complessi edilizi, isolati ed aree, nonché edifici da destinare ad attrezzature.
     
  8. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
     
  9. VirusAlert

    VirusAlert Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    la zona in cui è situato il terreno è tutta agricola, con vigneti e uliveti.
    Inizialmente la richiesta era partita solo da noi per farlo diventare edificabile, ma poi con la richiesta anche dei terreni accanto il Comune ha pensato di raccogliere tutti i terreni e farne tutta una zona residenziale.

    purtroppo non avendo carte alla mano non so se ci sono dei contratti, ne se sono indicati tempi di massima.

    Non dicevo di andare li al Comune e battere cassa, era per sapere se, casomai non fossero rispettati gli accordi scritti, era possibile rivalersi in qualche modo.

    Quindi il poter intavolare una trattativa con una cooperativa costruttrice, una volta verificato che non abbiamo nessun vincolo verso il Comune per questo progetto, è una cosa fattibile, giusto?
    Grazie a tutti.
     
  10. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    dovresti fissare un appuntamento all'ufficio tecnico e capire un po. c'è un piano da approvare e una convenzione con il comune dove ci sono degli oneri per le opere secondarie e questo in base al piano.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina