1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. mauro.

    mauro. Membro Attivo

    Privato Cittadino
    (spero la sezione sia giusta)

    ho appena scaricato dal sito dell'agenzia delle entrate il software per la compilazione delle dichiarazioni unico persone fisiche 2016.

    mi metto a compilarlo e sorpresa, quando inserisco un contratto a canone concordato (codice 8) e poi metto la spunta su "cedolare secca" mi appare la finestra:
    "errore. cedolare secca è utilizzabile solo con codice utilizzo 3 (immobile locato in regime di libero mercato)"

    e non si può più proseguire.
    mi sembra chiaro sia un clamoroso errore del software. c'è modo di segnalarlo per farlo correggere?
    ho cercato sul sito ma non trovo nessun indirizzo mail o contatto cui poter scrivere.
     
  2. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Ci sono i numeri telefonici sul sito.
     
  3. MELISSA75

    MELISSA75 Membro Attivo

    Altro Professionista
    ci sono diversi errori ...aspetta qualche giorno perche' dovrebbero modificare il software
     
  4. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Ad esempio?

    @MELISSA75 : quali errori hai riscontrato? In che quadro?
     
    Ultima modifica di un moderatore: 26 Maggio 2016
  5. happysmileone

    happysmileone Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    io ho riscontrato che il precompilato anno precedente scaricato dal sito dell'ADE non riporta i versamenti effettuati .....
     
  6. happysmileone

    happysmileone Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    ... o il software li ignora una volta caricato il file
     
  7. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Io ho notato una situazione strana: nel mio erano riportati i versamenti; in quello di mio figlio no, però erano presenti se scaricavo il 730.

    Secondo me un precompilato del genere è di dubbia utilità.

    Proporrei riportassero solo:
    - i dati catastali deigli immobili di proprietà, lasciando al contribuente la compilazione degli eventuali affitti
    - i medesimi riportati a righe alterne, per permettere almeno un evento di variazione durante l'anno (sempre che non introducano la possibilità di una inserzione riga tipo foglio elettronico.
    - le rate di spese detraibili aggiornate per l'anno progressivo.
    - ammontare acconti effettuati ed eventuali crediti risultanti nella precedente dichiarazione.

    Tutto il resto, cioè le voci dell'anno, tanto vale siano integrate dal contribuente: meglio qualcosa in meno ma più affidabile
     
  8. happysmileone

    happysmileone Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    anche a me era strano :
    - nel precompilato Unico on line i versamenti erano presenti
    - nel file precompilato da importare in Unico SW no.
    mi viene sempre piu' il dubbio che ..... lo fanno a mano!

    comunque e' in arrivo :

    Affitti fuori dal 730
    Tra le varie novità in arrivo c'è anche l'alleggerimento degli oneri dei proprietari di immobili dati in locazione. Dal 2017, infatti, non sarà più obbligatorio indicare nella dichiarazione dei redditi i contratti di affitto registrati se non sono presenti modifiche. Nella stessa ottica, non dovranno più essere indicati gli immobili detenuti all'estero, sempre che non siano intervenute variazioni rispetto all'anno precedente.

    Fonte: Partite IVA chiuse d'ufficio e affitti fuori dal 730: ecco la riforma del fisco
    (www.StudioCataldi.it)
     
    Ultima modifica di un moderatore: 30 Maggio 2016
  9. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Sarà: quest'anno non hanno tenuto conto di uno che sia uno di contratti registrati. Anzi, mi sono trovato dati incrociati ed incoerenti! Pur segnalando i nr di registrazione!
     
  10. mauro.

    mauro. Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Affitti fuori dal 730

    non ci credo finchè non vedo.
    che poi fra proroghe, aggiornamenti istat, rinnovi cedolare, ecc...
    immagino saranno tutte considerate modifiche, ergo da inserire in dichiarazione.

    ovviamente anch'io i modelli precompilati scaricati dal sito li ho messi da parte per il camino. meglio rifare la denuncia da 0.

    p.s. cmq ora il software, per il problema del 1' post, funziona.
     
  11. Bastimento

    Bastimento Membro Storico

    Privato Cittadino
    Anche questo però è strano: non sono messe in evidenza release nuove dopo la 1.0.1 del 19/5 ....

    Non è molto corretto non rimarcare le modifiche ai programmi.
     
  12. happysmileone

    happysmileone Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Sapete se:
    nel caso di contratto abitativo in cedolare secca con inserita la clausola di risoluzione espressa e linquilino non paga da più di un anno per non pagare le tasse sui canoni non percepiti basti inviare anche se con ritardo il modello RLI ?

    Ora i 67€ non dovrebbero essere dovuti perché è in cedolare secca e neppure la multa visto che dovrebbe essere una quota dei 67 € da aggiungere .

    È così ?
     
  13. brina82

    brina82 Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Ciao scusa in cosa consiste la clausolla risolutiva? E perché conviene inserirla? Grazie.
     
  14. Gherardo5

    Gherardo5 Membro Attivo

    Privato Cittadino
    E quando mai gli immobili detenuti all'estero stavano nel 730 ?
    Per gli immobili detenuti all'estero c'era solo la possibilità del quadro RW dell'Unico !
     
  15. happysmileone

    happysmileone Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    x brina82 :

    il pagamento del canone o di quanto altro dovuto anche per oneri accessori non potrà essere sospeso o ritardato da pretese o eccezioni del conduttore, qualunque ne sia il titolo, per cui si conviene la essenzialità dei termini di pagamento sopra indicati ai sensi dell’art. 1457 Cod. Civ. Il mancato puntuale pagamento, per qualunque causa, anche di una sola rata del canone (nonché di quanto altro dovuto ove di importo pari a due mensilità del canone) costituisce pertanto in mora il conduttore, con conseguente decorso degli interessi moratori pari al tasso legale maggiorato di cinque punti. Il mancato pagamento del canone, decorsi 20 giorni dalla scadenza prevista, ovvero il mancato pagamento, nel termine previsto, degli oneri accessori, comporta la risoluzione di diritto del contratto, a norma dell’articolo 1456 del Codice Civile.

    in tal caso puoi risolvere il contratto d'affitto senza attendere l'istanza di sfratto esecutivo e cessare immediatamente di pagare le tasse su redditi non percepiti.
     
    A brina82 piace questo elemento.
  16. happysmileone

    happysmileone Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    x Gherardo5 :

    la fonte citata annuncia che dal 2017 anche gli immobili detenuti all'estero e registrati saranno riportati, e' una novita' perche' adesso non e' possibile inserirli nel 730.
     
  17. Gherardo5

    Gherardo5 Membro Attivo

    Privato Cittadino
    X happysmileone
    Non mi sembra così,
    La fonte che tu citi ne parla nel contesto 730 e non Unico.
    In aggiunta poiché l'IVIE (la tassa sugli immobili all'estero) prevede che si paghi effettivamente solo la differenza fra l'ammontare dell'imposta stessa e quanto già pagato allo stesso titolo all'estero, e quindi una cifra che tendenzialmente varia ogni anno rispetto al precedente ........ dubito fortemente che possa in futuro vigere una sorta di "silenzio assenso" e cioè
    "Poiché non ho pagato niente l'anno scorso (avevo già pagato all'estero più di quanto avrei dovuto pagare in Italia) se questo anno neanche compilo la denuncia vuol dire che non ho niente da pagare anche questo anno".
     
  18. happysmileone

    happysmileone Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    La fonte ha scritto :

    "Dal 2017, infatti, non sarà più obbligatorio indicare nella dichiarazione dei redditi i contratti di affitto registrati se non sono presenti modifiche"

    nel caso di modifiche i dati vanno rettificati, d'altronde anche ora gli importi degli affitti soggetti ad eventuale aumento ISTAT non sono riportati e bisogna inserirli , nel caso di affitti con cedolare secca vengono riportati ..... quando non hanno sbagliato come nel mio caso.
    Il silenzio assenso non c'e' neppure ora il contribuente deve verificare ed eventualmente correggere.
     
  19. Gherardo5

    Gherardo5 Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Proseguo solo per una "discussione accademica".
    Nel caso di un appartamento dato in affitto è IMPOSSIBILE che per due anni di seguito il reddito sia lo stesso perché, come dicono le Istruzioni :
    "L’ammontare del canone da indicare ........ e la somma va diminuita delle spese di condominio, luce, acqua, gas, portiere, ascensore, riscaldamento e simili, se comprese nel canone."
    Poiché per Legge una parte delle "spese condominiali" (ad esempio il costo dell'Amministratore, l'Assicurazione ecc ecc) sono a carico del Proprietario, e poiché queste spese è impossibile risultino identiche all'anno precedente, ne consegue che, anche se l'importo del canone di locazione non è cambiato, la cifra da dichiarare cambia necessariamente tutti gli anni.
     
  20. happysmileone

    happysmileone Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Proseguo solo per una "discussione accademica".
    Proseguo anche io per gli stessi motivi da te citati :

    L'ammontare delle spese di condominio non costituiscono importi sui quali si paghino tasse.
    In contratto eventualmente si specifica : .. sono a carico del conduttore le spese di ..... e si riportano le modalita' di ripartizione delle manutenzioni straordinarie facendo eventualmente riferimento a tabelle pubblicate dagli organismi di rappresentanza di proprietari ed inquilini e si inseriscono le spese per il primo anno e le modalita' di conguaglio.
    Il contratto va registrato riportando solo l'importo del canone annuale di locazione.
    Gli aumenti da dichiarare sono quelli relativi al canone, ovvero ad aggiornamento ISTAT quando applicabile e applicato o ad altri eventi specificati in contratto (aumento per sostanziose spese di manutenzione sostenute per manutenzioni straordinarie dell'immobile ).
    In caso di accordi successivi volti ad una diminuizione del canone in corso contrattuale va registrato il nuovo accordo.

    Questo e' quanto mi risulta.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina