1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. schena81

    schena81 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ciao a tutti,
    volevo chiedere AIUTO sulla vendita del mio appartamento.
    L'appartamento in questione mi è stato donato dai miei genitori (che sono fortunatamente in vita) nel giugno 2006 e ho deciso di venderlo.
    Ho trovato un possibile acquirente che rivolgendosi al notaio per il compromesso gli ha comunicato che l'immobile proviene da una donazione, l'acquirente dovrebbe comprare l'appartamento facendo un mutuo ma la banca gli ha già comunicato la loro non disponibilità ad erogare il mutuo proprio perchè l'appartamento viene da donazione.
    Il mio avvocato mi ha detto di prevedere la possibilità di "revocare la donazione" (o risoluzione o rinuncia all'opposizione ????) in modo tale da passare la proprietà dell'immobile ai miei genitori e far vendere l'appartamento a loro.
    Inoltre l'avv.mi dice che probabilmente bisognerà pagare la plusvalenza tra quanto dichiarato nell'atto di donazione dei miei genitori e il valore di vendita che sto concordando con l'acquirente (si tratta di una plusvalenza notevole).
    A questo punto non essendo pratico del campo vorrei chiedervi se:
    1. la revoca alla donazione o risoluzione o rinuncia all'opposizione è la stessa cosa?
    2. quale è la soluzione più semplice ed economica per me
    3. come posso fare x evitare di pagare l'IVA sulla plusvalenza (altrimenti mi sa tanto che rinuncio alla vendita).
    Per favore datemi una mano :)
    Ciao
     
  2. Birillo

    Birillo Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Troppe cose vuoi :risata:
    Da una parte tu vuoi garantirti tutti i benefici della vendita e delle plusvalenze....dal canto suo l'acquirente vuole garantirsi la proprietà del bene senza troppe preoccupazioni. La via più spedita, a mio avviso, è la revoca della donazione.
     
  3. MaxMatteo

    MaxMatteo Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    L'immobile oggetto di donazione si può tranquillamente vendere, il problema è che se entro 20 anni dalla data della donazione chi ti ha donato il bene viene a mancare uno dei possibili eredi può fare azione di opposizione all'avvenuta donazione per lesa disponibilità, quindi la soluzione può essere far sottoscrivere a tutti i potenziali eredi una rinuncia all'opposizione... purtroppo questo non è il più delle volte sufficiente per ottenere la concessione di un mutuo ipotecario da parte dell'istituto di credito...

    Quindi meglio la revoca della donazione e quindi la compravendita non avverrà più tra te e l'acquirente ma tra i tuoi genitori (ritornati titolari del diritto di proprietà) e l'acquirente stesso... occhio alle plusvalenze...
     
  4. Antonio Troise

    Antonio Troise Membro Storico

    Agente Immobiliare
    fidati del tuo avvocato!!!!!|!!!
     
  5. tempozero

    tempozero Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    ti consiglio di trovare un'altra banca per il tuo acquirente.
     
  6. schena81

    schena81 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    quindi la cosa che in generale mi consigliate di fare è quello della "revoca della donazione", in questo modo garantisco la mia vendita e garantisco all'acquirente di poter accendere il mutuo e portare a compimento l'acquisto...fin qui sarei contento sia io che l'acquirente.......e invece sulla plusvalenza????? che rischio corro?????
    Grazie a tutti per le osservazioni.
     
  7. Antonio Troise

    Antonio Troise Membro Storico

    Agente Immobiliare
    esatto!
    Piena garanzia per Te e per L'acquirente!
    Plusvalenza se c'è, paghi le tue tasse!
     
  8. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Per la plusvalenza non corri rischi: va solo pagata. :shock: :shock:
    20% sulla differenza di prezzo
     
  9. gsms

    gsms Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    a me e capitato un caso simile ti consiglio di parlare col notaio xchè la revoca in taluni casì può essere considerata un ennesima donazione da parte tua a favore dei tuoi genitori.
     
  10. schena81

    schena81 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Scusate se vi chiedo un'altra informazione, leggendo su internet avevo capito c'era una scadenza che permetteva di non pagare la plusvalenza.
    A questo punto se faccio la "revoca della donazione" e mia madre ritorna ad essere proprietaria dell'appartamento che è stato acquistato da 20 anni allora la plusvalenza si paga uguale?
     
  11. elio lucarini

    elio lucarini Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    non va pagata
     
  12. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    se sono passati piu di 5 anni no. Essendone passati 20 credo di no.
     
  13. schena81

    schena81 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Questo mi consola.... :D :D :D
    Grazie ancora a tutti per i suggerimenti
     
  14. MaxMatteo

    MaxMatteo Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    ...secondo me si pagano lo stesso, in quanto la AdE prende la revoca come trasferimento e quindi, vendendo subito dopo, si è tenuti al pagamento del plusvalore.
     
  15. smoker

    smoker Membro Senior

    Privato Cittadino
    Anche io, a sensazione, interpretando i fatti e i combinati di norme, sono dell' opinione di Max.
    L' operazione così delineata, ai fini fiscali, potrebbe sembrare anche un po' elusiva.
    Saluti

    Smoker
     
  16. MaxMatteo

    MaxMatteo Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    io ci scommetterei tutto che la AdE considera la revoca come trasferimento bello e buono!
    ;)
     
  17. Antonio Troise

    Antonio Troise Membro Storico

    Agente Immobiliare
    schena81
    chiede: la revoca alla donazione o risoluzione o rinuncia all'opposizione è la stessa cosa?

    No, non sono la stessa cosa!!!!

    La revoca può essere fatta dal donante solo per due motivi:
    1) ingratitudine del donatario
    2) sopravvenienza di figli

    il donatario può fare il ricorso all'atto risolutivo della donazione ;

    rinuncia all'opposizione, è la brinuncia da parte dei legittimari all'azione stessa di restituzione;
     
  18. itaradium

    itaradium Membro Junior

    Agente Immobiliare
    Ciao, proprio questa estate abbiamo venduto un alloggio che era stato donato.
    Per garantire la piena proprietà, e la libera disponibilità dell'immobile, così che la parte venditrice risponda per l'eventuale evizione dell'immobile, il Notaio ha fatto fare alla parte venditrice una fideiussione.
    Fossi in te parlerei con un buon Notaio..
    Ciao.
     
  19. Maurizio Zucchetti

    Maurizio Zucchetti Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Io ci sono appena passato, ed abbiamo fatto la "retrocessione della donazione per mutuo dissenso". E' l'unico atto che permette all'acquirente di dormire sonni tranquilli in quanto, anche se tutti i figli firmano una dichiarazione, nei 10 anni successivi può (teoricamente) saltare fuori un figlio illegittimo che pretende la sua parte (e infatti con la dichiarazione le banche non ti danno il mutuo! :fico: )

    Per la plusvalenza si è ritenuto che non fosse un trasferimento elusivo, e che quindi non andasse pagata! :occhi_al_cielo:

    ;)
     
  20. pigigo

    pigigo Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Se l Acquirente e interessato, troverà certamente altra banca che gli finanzi l acquisto.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina