1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. MIRELLA REA

    MIRELLA REA Nuovo Iscritto

    Mediatore Creditizio
    Ho ricevuto insieme a mia sorella da mia madre che si è riservata l'usufrutto un appartamento che ora vorremmo vendere. Possiamo vendere contestualmente noi la nuda proprietà e nostra madre l'usufrutto? Qual'è la soluzione migliore? Grazie in anticipo per le vs. risposte
     
  2. Sarah333

    Sarah333 Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    da come chiarisci in titolo è una nuda proprietà donata... Quindi solite difficoltà nel campo delle donazioni...direi atto di retrocessione e vendita dell immobile da parte di tua mamma.
     
    A gcaval piace questo elemento.
  3. siro

    siro Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    ...bisognerebbe sapere se quando è stata fatta la donazione voi eravate già maggiorenni.... i tal caso è più semplice e si può fare la vendita contestuale senza problemi....
     
    A gcaval piace questo elemento.
  4. MIRELLA REA

    MIRELLA REA Nuovo Iscritto

    Mediatore Creditizio
    Ti ringrazio per la celerità con cui mi hai risposto, speravo ci fosse un'alternativa per non spendere circa € 6000 per l'atto di retrocessione visto che non abbiamo figli .

    Aggiunto dopo 2 minuti :

    Si la donazione è stata fatta circa 4 anni fa, ed eravamo entrambe maggiorenni.
     
  5. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Questa non mi è chiara...
     
  6. siro

    siro Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    da quanto mi risulta e se non erro(!!!!!) ..... se chi dona ha dei figli minorenni è la donazione è impugnabile e quindi l'eventuale successiva compravendita è annullabile in quanto i figli minorenni, diventati maggiorenni, potrebbero far rivalere i propri diritti per mancata sussistenza, etc..... e richiedere di rientrare in possesso dell'immobile... (chiaro che si fa prima a dire che a fare... però la possibilità esiste) se invece chi dona ha figli maggiorenni questo presupposto decade.

    dovrebbe essere così.... se non erro!!!!!!!!!!!!
     
  7. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Non mi risulta.
    Il problema della donazione è comunque un altro già affrontato 1000 volte sul forum: la commerciabilità dell'appartamento diventa problematica perchè le banche non finanziano l'acquirente. Nelle precedenti discussioni ci sono tutte le risposte
     
    A Sarah333 piace questo elemento.
  8. geofin.service

    geofin.service Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Comunque, dalle mie parti, (mi è successo una sola volta), la retrocessione di un atto di donazione il notaio l'ha fatta pagare soltanto € 500 ai venditori, oltre ai € 5000 per i successivi atti di compravendita e di mutuo pagati dall'acquirente.
     
  9. MIRELLA REA

    MIRELLA REA Nuovo Iscritto

    Mediatore Creditizio
    Mi hanno detto che la risoluzione consensuale dalla donazione è un nuovo atto con cui ricediamo la proprietà dell'immobile a ns. madre e quindi oltre all'atto dovremmo pagare anche le imposte di registro. A parte il problema della concessione del mutuo, se troviamo un acquirente che ha la disponibilità finanziaria l'atto è valido? Vi ringrazio tutti per la partecipazione a questa discussione.:basito:
     
  10. Sarah333

    Sarah333 Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Concordo. Il problema sussiste fin quando non passano vent anni dalla trascrizione della donazione. Infatti sulla base del 563c.c. (azione contro aventi causa dai donatari soggetti a riduzione) una volta esperita l azione di riduzione si passa all azione di restituzione e quindi nei confronti dell acquirente dell immobile donato. Il discorso dei minorenni non c entra. Anche l acquirente che paga in contanti quindi,potrebbe avere problemi,per questo si sconsiglia l acquisto di un immobile donato. Il problema non è solo bancario.
     
    A MIRELLA REA piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina