1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. sissi298

    sissi298 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buonasera a tutti!!
    Chiedo la vostra attenzione per rislvere una questione che non mi sembra così scontata...A rilascia a favore dell'avv. B una procura speciale a mezzo atto pubblico per vendere un immobile.
    Successivamente l'avv. B, per motivi di lavoro si trasferisce all'estero.
    La mia domanda è questa...A per revocare la procura deve per forza rcarsi avanti ad un notaio??
    E può A vendere autonomanete l'immobile anche se ha conferito procura speciale a B??
    Grazie a chi risponderà!!!
     
  2. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Salve, se la procura non è irrevocabile, allora basta che vai dal Notaio e revochi ( nella stessa forma ) per iscritto la procura all'Avv. B se invece la procura è irrevocabile ( molto inusuale per questo caso ) , dal Notaio ci dovete andare tutti e due, se l'Avv. B è all'estero e non può materialmente presenziare, dovrà recarsi presso il Consolato o Ambasciata Italiana e li dichiarare innanzi al funzionario la volontà di rinuncia alla procura, tale documento dovrà essere poi recapitato in originale dall'Ambasciata o Consolato al Notaio in Italia il quale preso atto stendere la revoca. Comunque un Notaio potrà essere più chiaro. Fabrizio
     
  3. sissi298

    sissi298 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Confermo che la procura non è irrevocabile o almeno nello scritto non ne viene fatta menzione...
    Quindi A deve solo recarsi dal Notaio per revocare la procura e potrà vendere da solo l'immobile?
    Grazie mlle!!!!
     
  4. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Sostanzialmente si . Prego
     
  5. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Immagino che l'Avvocato debba essere edotto di tale revoca...
     
    A Antonello piace questo elemento.
  6. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Trattandosi di procura speciale a vendere di un immobile , quindi di atto di natura fiduciaria e non soggetto a pubblicità come per altre forme , diciamo che una correttezza sarebbe quella di avvisare il procuratore e meglio ancora farsi restituire la procura originale.
     
    A Rosa1968 piace questo elemento.
  7. sissi298

    sissi298 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    si si certo!in realtà il procuratore ne è già stato informato e a lui va benissimo visto e considerato che non tornerà in Italia per un bel pò!
    Grazie ancora!
     
  8. PyerSilvio

    PyerSilvio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    la risposta più giusta è questa.
    Tuttavia... - se mi è consentito - non è completa.
    La procura vale poco.
    Una procura che io dò a te oggi non mi impedisce di trasferire il bene ad un terzo domani. SEMPRE.
    La procura è uno strumento molto rischioso per quanto detto sopra ma sopratutto se il procuratore muore.
    Gli eredi della proprietà potrebbero non vendere più e avrebbero pieno titolo pure a trattenere gli acconti o spesso il saldo.. (altrimenti uno che procura a fare senza prendere il saldo?)[DOUBLEPOST=1400792933,1400792866][/DOUBLEPOST]pardo
    n il proprietario...[DOUBLEPOST=1400793225][/DOUBLEPOST]
    Inoltre c'è da dire che la maggior parte delle banche se ne infischiano della tua procura speciale...
    Vai bene x firmare l'atto...
    Ma l'assegno circolare è intestato al proprietario
     
  9. sissi298

    sissi298 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    grazie a tutti!
     
    A Bagudi piace questo elemento.
  10. sissi298

    sissi298 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Di nuovo buonasera a tutti!
    scusate ma la questione richiede nuovamente l'aiuto di esperti!!!ho un'altra domanda...e se il procuratore volesse rinunciare alla procura speciale?dovrebbe sempre recarsi avanti ad un notaio?
     
  11. PyerSilvio

    PyerSilvio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    ritiragli l'originale e fai l'atto e amen
     
  12. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Non è esatto dire questo, la procura è un negozio giuridico unilaterale con il quale il mandante conferisce determinati poteri al procuratore, la procura può essere speciale se si riferisce ad un singolo affare e generale se alla rappresentanza generale del mandante. Nella procura speciale a vendere un immobile tra i poteri conferiti ( che sono indicati dal mandante ) possono rientrare anche quelli di incassare tutte le somme in nome e per conto, sarà poi il procuratore a rendicontare e girare le somme al mandante alla fine dell'affare. Scusa PyerSilvio ma non mi risulta ( e non potrebbe succedere ), che le Banche possano infischiarsene della procura speciale a vendere.

    Dipende... Senza addentrarci nei meandri giuridici della procura che a seconda della tipologia può e deve prevedere adeguate forme di pubblicità sia nel confermento che nella revoca o altro, nel caso specifico... procura speciale a vendere un immobile ... data la natura specifica dell'affare e data la forma ( scritta ) della procura non deve necessariamente recarsi presso il notaio ma semplicemente basta consegnare l'originale della procura, questo perchè nel caso in questione è la detenzione dell'atto originale che prova i poteri del procuratore, è il mandante però che deve recarsi dal Notaio per revocare la procura. Nel tuo caso, poichè il procuratore è fuori dall'Italia e quindi fisicamente impossibilitato alla consegna della procura, è opportuno che si rechi presso l'ambasciate del luogo ove si trova e dichiari la rinuncia consegnando la procura, l'ambasciata poi inoltrerà la dichiarazione al mandante o al Notaio. Spero di essere stato chiaro.
     
    A Rosa1968 piace questo elemento.
  13. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Ne sei certo?
     
  14. PyerSilvio

    PyerSilvio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Purtroppo sì.
    Mi è capitato 100 volte.
    Sullo strumento c'è scritto, che posso incassare, trattare, dilazionare e tutto quanto..
    Il codice civile dovrebbe garantirmi.
    Ma al direttore di banca no gliene frega nulla:
    "L'assegno circolare lo intestiamo alla proprietà".

    Una volta solo mi è andata bene. Quando l'acquirente paga con soldi suoi.[DOUBLEPOST=1400930029,1400929869][/DOUBLEPOST]
    Po la procura ormai da anni è SEMPRE speciale.[DOUBLEPOST=1400930206][/DOUBLEPOST]
    ..sà quante volte sono uscito "a braccetto " con il venditore che aveva in mano l'assegno circolare con i miei soldi...?
    In sede di procura avevo già saldato e quindi nell'assegno v'era il mio denaro e il ricavo...
    ...BRRR é sempre un brivido...
     
  15. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Hai sbagliato a non chiamare i carabinieri, la Banca o un suo dirigente non è zona franca... se una precisa disposizione di legge sancisce una mia potestà negoziale, questa deve essere recepita banca o no.... poi che facciano i furbi ci può essere come però c'è chiamare i carabinieri e far rispettsre una legge
     
  16. PyerSilvio

    PyerSilvio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    La banca è un privato. CONCORDO!
    Si muove , si può muovere - anzi si dovrebbe muovere - solo nei confini del codice civile.
    Questa è la teoria.

    Nella pratica se ne infischiano! Sono loro i PADRONI.
    Se chiami i carabinieri salta l'atto.
    Vuoi chiedere ad un venditore cosa ne pensa che magari deve ancora percepre saldo e/o acquistare successivamente e richiedere ancora le agevolazioni etc..
    ( alla faccia dell'imparzialità tra le parti)
     
  17. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Mahhhh :occhi_al_cielo:
    Ormai i contratti di mutuo sono tutti "in gergo" unilaterali ... non esiste più il terzo datore d'ipoteca
    mi spiego
    tutto avviene contestualmente ma la cronologia è la seguente
    prima si legge la compravendita
    poi l'atto di mutuo
    poi si firma la compravendita
    poi l'atto di mutuo dove il mutuatario è di fatto proprietario e datore d'ipoteca ...
    i soldi transitano prima sul conto del mutuatario (ormai anche proprietario) il quale dispone che vengano predisposti gli assegni in favore del "ex proprietario" venditore, in caso di erogazione non contestuale "ordine irrevocabile di bonifico in favore di chi ha venduto compreso di chi ha titolo per incassare dette somme)

    di solito funziona così ;)
     
  18. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare


    Se in virtù della procura ti sono stati attribuiti, in nome e vece della proprietà, i pieni poteri di presenziare alla stipula della compravendita, di firmare l'atto pubblico ed anche di poter quietanzare ed incassare il prezzo pattuito, è inverosimile quello che racconti.


    Ci spieghi come mai era presente alla compravendita il venditore se tu eri il suo procuratore?
     
    A ingelman, Rosa1968 e studiopci piace questo elemento.
  19. PyerSilvio

    PyerSilvio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    mi è capitato 100 volte.
    Se ne infischiano!

    "Senta caro Signore se vuole, noi l'assegno lo emettiamo così, se no faccia come le pare. Basta che poi non vi presentate ancora qui da noi a fare l'atto".

    Il venditore era presente perchè si interveniva " al rogito o procura" e perchè in primo luogo cede un corpo al cliente X e in secondo luogo mi rilascia procura per il corpo Y.

    Quindi per la maggior parte del corrispettivo ci pensa il cliente a soddisfare il venditore. Io mettevo solo la differenza... (ma in questo caso specifico neanche! ... anzi è il venditore che mi riconosce lui una differenza)
    Per quello che lo faccio intervenire.
    Ci vuole pratica no teoria.

    Successivamente vendevo il corpo Y ad un altro cliente.

    Comunque che sia presente o meno il venditore originale alla banca non gli importa nulla.

    se Sull'atto c'è scritto Maria stella Gelmini:
    Assegno circolare in ordine a Maria Stella Gelmini.
    Se no tutti a casa!
     
  20. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Ci sarà qualcosa che sfugge perché letta così è inverosimile e sinceramente non mi è mai capitato... la banca che dinnanzi ad un pubblico ufficiale ( il Notaio ) si arroga il diritto di disconoscere una procura strafregandosene di precise disposizioni di legge... è come se dicesse, che so, me ne frego della legge Anti usura e applico i tassi che voglio... cosa che alcune banche fanno... ma in maniera subdola e silente e comunque una volta prese con le dita nella marmellata, pagano la punizione.
     
    A Antonello e Rosa1968 piace questo messaggio.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina