• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Daisandro

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Buonasera a tutti.
Vorrei comprare un immobile a Siracusa ma non sono sicuro se riesco a ottenerne l'abitabilità. Si tratta di un ammezzato del 1950, 60mq circa, composto da due stanze, di cui una ha il.soffitto a 2.1m e l'altra a 2.3m. Catastalmente l'immobile risulta in categoria A4. L'immobile deve essere ristrutturato per intero.
Con questi requisiti, posso ottenere l'abitabilità?
Grazie.
Alessandro.
 

Jan80

Membro Assiduo
Professionista
Bisogna necessariamente che consulti un tecnico del posto, in modo da capire se l'immobile che a catasto risulta essere un'abitazione lo sia anche a livello urbanistico. Se la risposta è affermativa potrebbe essere molto vecchio o condonato, date le altezze: se anteriore al 1896 non dovrebbero esserci problemi, lo stesso se abbia già avuto un'autorizzazione all'abitabilita'. Mentre se nasce con condono dubito tu possa intervenire con un titolo edilizio abilitativi (scia o pdc) poiché ti comporterebbe l'adeguamento delle altezze. Credo però che una cila per opere interne tu la possa fare, ma meglio far verificare a un tecnico la fattibilità del tetto anche alla luce di leggi regionali e regolamenti locali.
 

MyRiver

Membro Attivo
Professionista
Siffatto immobile non ha i requisiti igienico sanitari per essere adibito ad abitazione (abitabilità). Potrebbe invece essere idoneo per magazzino, soffitta, cantina, ecc. insomma locali per i quali non è prevista permanenza di persone, in tal caso può/deve avere l'agibilità.
 

marcanto

Membro Assiduo
Professionista
Qualche tempo fa andai a fare un rilievo di un 2° piano (edificio di 2 piani) in quanto si doveva impostare una pratica edilizia.
Non dico la località per ovvie ragioni.
Notai subito che i vani delle porte (quelle esterne e quelle interne) erano molto più bassi del dovuto misuravano, se ricordo bene H. 185/190 cm (rispetto ai consueti 220/230).
Allora chiesi al figlio del proprietario: come mai le porte sono cosi basse ?
lui rispose:
"al momento in cui mio padre costruiva non vi erano molti soldi cosi fece le porte più basse per motivi economici, qui cosi si faceva"

Questo per dire che a volte le scelte costruttive, prescindendo dalle norme urbanistiche oppure quando queste ultime non erano ancora in vigore, derivano anche da esigenze economiche.
Altro aspetto anche da considerare, nelle abitazioni molto datate, è il clima rigido della località......questo implica che creare ambienti più piccoli li rende più facili da riscaldare in inverno, e sopratutto quando nei tempi andati le possibilità erano limitate e "non come quelle nostre odierne".
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Le Ultime Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Gli ingegneri di Roma critici sul DL semplificazioni: “per l'edilizia sarà peggio”
[ bit.ly/3iyXhKH ]
Buonasera vorrei avere informazioni circa la vendita di una casa popolare riscattata 13anni fa precisamente nel 2007. È vero che pur essendo passati 13anni l'istituto case popolari può sempre esercitare il diritto di prelazione pari al 10% degli estimi catastali e che si dovrebbe fare una raccomandata per rendere noto all'istituto dell'intenzione di vendere?
Alto