1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. bubu

    bubu Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ciao ho dei quesiti da porVi
    Premetto che in maggio 2009 mi sono rivolto ad una ag. Imm. Per acquistare un app.
    Visto piaciuto proposta accettata ,facciamo il compromesso.
    L'ag.prende tempo per consegnarmi i documenti alla fine qualche giorno fa mi da l'atto di provenienza e le visure catastali .
    Dalle visure risulta un villino cielo terra con un app. piano terra due app.seminterrati in fase di costruzione ed una cantina ,e fino a qui tutto in regola.
    Da una indagine al comune risulta invece un progetto depositato di un villino di due piani più sottotetto con concessione edilizia del 2 9 1966 e collaudo del 10 6 1968
    Mi rivolgo a l'ag.per avere spiegazioni e mi viene detto che è tutto in regola perché essendo seminterrati non sviluppano cubatura e che l'app.è ante 67 e quindi tutto in regola.
    Mi posso fidare ? Il notaio può stipulare con questa situazione?In futuro posso chiedere la DIA per la ristrutturazione per il completamento dei seminterrati ecc?
    Aiuto ho il rogito in settembre . Grazie a tutti
     
  2. roberto.spalti

    roberto.spalti Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Re: Abuso edilizio ante 67

    Ci vuole un tecnico più che un agente immobiliare, ma così a naso mi vien da dire di no in quanto l'ante 67 è valido per immobili ultimati entro tale data.
    Però c'è da verificare se il regolamento edilizio dell'epoca ammetteva una variante in corso d'opera per realizzare quanto effettivamente fatto.
    Dato che comunque hai i progetti incarica un tecnico che verifichi la conformità urbanistica e rilasci una relazione; lui ti scriverà se il bene è conforme o meno e quello che puoi fare.
    Il periodo appena dopo il 1967 è abbastanza nebuloso dato che si era agli albori dell'urbanistica come è oggi e alcune procedure dovevano essere sistemate.
     
  3. bubu

    bubu Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Re: Abuso edilizio ante 67

    Grazie tante .
    In comune non c'eè alcuna variante.
    Il propietario a fatto una dichiarazione ante 67 E l'ag.immobiliare mi a detto che se non faccio l'atto e colpa mia e quindi perdo la caparra(20000)Ma è mai possibile che il notaio possa stipulare con questa situazione .
     
  4. bubu

    bubu Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Re: Abuso edilizio ante 67

    A dimenticavo i progetti non li ho ma li ho richiesti all'ag. la quale mi ha dettto di non averli e che comunque non erano essenziali per l'atto .
    Se non me li consegnano posso rifiutarmi di fare l'atto e chiedere la restituzione del doppio della caparra?
     
  5. roberto.spalti

    roberto.spalti Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Dichiarare ante 67 un immobile ultimato nel 1968 è DICHIARAZIONE MENDACE e rende nullo il contratto per mancanza di uno dei termini essenziali (il bene posto in vendita non è quello promesso) pertanto incarica subito un TUO tecnico di fare le verifiche in Comune e se le cose non stanno esattamente come descritto nella proposta puoi chiedere indietro il doppio di quanto versato; altro che inadempiente.
    Poi ci lamentiamo se parlano male di noi :rabbia: :rabbia: :rabbia: sono cose che mi mandano in bestia; non ci vuole la laurea in ingegneria, basta saper leggere: progetto 66 ultimato 68, come fa a essere ante 67?
     
  6. Maurizio Zucchetti

    Maurizio Zucchetti Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Concordo decisamente con Roberto!
    Ma come si fa, oltre tutto dietro specifica richiesta del cliente, a dare i documenti della casa DOPO il preliminare? :disappunto:
    Metti tutto in mano ad un tecnico e spiega la situazione al notaio che, per inciso, deve essere il TUO notaio (io non mi fiderei di quello eventualmente proposto dall'Agenzia, visto come si sta comportando! :rabbia: )
    Con l'occasione, e visto che a Roma la CCIAA ha messo tutti noi on line, fai una bella ricerca con nome e cognome dell'"agente" che ha condotto la trattativa per vedere se è iscritto a Ruolo.
    Mi raccomando, non dell'agenzia o della persona riportata sulla carta intestata, ma proprio di QUEL tizio!
    .. facci sapere! :stretta_di_mano:

    ;)
     
  7. giorgino

    giorgino Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Vorrei porre l'accento come hanno fatto sia Maurizio che Roberto - ma un po' troppo velatamente per i miei gusti - che ferme le "colpe" dell'agente in questione, questo notaio mi sembra molto peggio dell'agente se così stanno le cose :shock:

    Mi rivolgerei senz'altro a un altro professionista!

    Il problema che stai riscontrando è "astruso" per il 70% degli agenti immobiliari ma per un notaio sono bazzecole che stanno alla base del suo lavoro quotidianamente.

    g
     
  8. roberto.spalti

    roberto.spalti Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Giorgio, il notaio non è tenuto a controllare l'urbanistica ma solamente l'assenza di vincoli e ipoteche; per l'urbanistica si affida alla dichiarazione del venditore precisando che: in caso di dichiarazione mendace, a sensi dell'art. xz comma xy è responsabile delle dichiarazioni fornite e garantisce per ogni e qualsiasi danno causato a parte acquirente.
    Così lui si para le spalle (per usare una metafora) e non è obbligato per Legge a fare controlli; il notaio non garantisce l'urbanistica.

    Figurati che una volta mi è capitata una cosa scioccante:
    Un cliente viene per vendere una porzione di casa dopo che aveva venduto l'altra parte pochi mesi prima, esaminando l'atto di provenienza scopro che aveva acquistato l'intero immobile nel 2003, frazionato dal precedente proprietarionel 2001, ma dichiarato ante 67.
    Spiego che la vendita non è possibile perché al frazionamento catastale del 2001 deve corrispondere una pratica edilizia per il frazionamento, pratica inesistente.
    Siccome io sono un AI e l'altro un notaio chiamiamo il notaio dove aveva acquistato e lui ci dice che dell'urbanistica non importa molto dato che ha acquistato l'intero immobile per cui è conforme, al limite è sbagliato il catasto che può essere facilmente corretto. (giusto, non mi piace ma è sostanzialmente giusto)
    Interpellato il notaio della vendita questo diventa bianco come un polpo morto e dice, dopo 30 secondi di farfugliamenti, che l'urbanistica non è di pertinenza del notaio.
    Ora, si sbaglia tutti io per primo, ma così è un pò esagerato.
     
  9. giorgino

    giorgino Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Si si Roberto ma io mi riferivo alla Legge n. 47/85 (primo condono edilizio). Lo sanno anche i bambini che indicava il 1 Settembre 1967 come data anteriormente alla quale non era necessario provvedere ad alcuna sanatoria e i notai hanno questo problema ogni giorni, insieme alla Tognoli e alle altre famose leggi urbanistiche ecc.

    Se lo so io...

    Dici bene che ci vuole un urbanista per chiarire i cavilli e spesso si ricorre a perizie giurate dei tecnici per supplire ai buchi e alle interpretazioni di queste leggi a dire il vero spesso inefficienti per chiarezza. Ma il notaio DEVE consigliare i propri clienti di rivolgersi agli urbanisti perchè di certo loro non lo sanno e gli agenti immobiliari senza background specifico o che non fanno questo mestiere da anni e anni, non lo sanno e non sono tenuti a saperlo.

    g
     
  10. roberto.spalti

    roberto.spalti Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Però sono pochi i notai che lo fanno e la frase preferita da molti, siano agenti, venditori o acquirenti è: se il notaio rogita è tutto a posto, perché devo pagare anche il tecnico?
     
  11. paolo ferraris

    paolo ferraris Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    ma appunto,,,,con i condoni che ci sono stati negli ultimi decenni...quello che vende non ha condonato nulla?....perchè ante 67?(la concessione a costruire)....e allora tutto va bene no?
     
  12. giorgino

    giorgino Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Si certo. Ma il notaio è per le persone la garanzia assoluta che le cose siano fatte per bene. Il che non è sempre vero. Ma vallo a spiegare ai clienti... :occhi_al_cielo:

    g
     
  13. roberto.spalti

    roberto.spalti Membro Senior

    Agente Immobiliare
    No Paolo, molti pensando che fosse tutto a posto non hanno mai usufruito dei condoni.
    Ti potrei raccontare cose di cui sono stato spettatore di cui non ti immagini nemmeno :shock:
    inoltre molti condoni del 1985 sono ancora aperti in attesa della concessione a sanatoria perché i proprietari che hanno fatto domanda pensavano che avendo pagato l'oblazione fosse finità lì e oggi che vanno a vendere (magari i figli) si trovano a dover perfezionare una pratica che ha più di 20 anni con tutti i cambiamenti normativi che ci sono stati.
     
  14. Diego Zucchini

    Diego Zucchini Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Oltretutto, non è che, se l'immobile è ante '67, si possa vendere anche con un abuso. Decade solamente l'obbligo di citare in atto i titoli abilitativi (concessioni, licenze, autorizzazioni...)
     
  15. bubu

    bubu Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ciao e GRAZIE a TUTTI.
    Vi racconto quello che mi è successo ieri
    Mi arrriva un fax dall'ag.dove mi si intima di presentarmi il gg x alle ore y presso il notaio z .stupito chiamo l'ag.per avere spiegazioni ,per dirgli che ancora non mi aveva dato il prog.depositato ,ecc.,sapete cosa mi a risposto ,in parole povere, che se non mi presentavo perdevo la caparra.
    Questa mattina penso di mandargli una lettera dove chiedo ufficialmente i documenti di casa,tra cui il prog.depositato ,e facendo notare che il notaio lo scelgo io come da compromesso avendo cura di avvisare 15gg.prima ma solo dopo avere ricevuto i documenti dicendo anche che se l'affare non si conclude non è certo colpa mia .
    Pensate possa bastare .
    Aiuto il mio legale è in ferie e non rintracciabile.
     
  16. roberto.spalti

    roberto.spalti Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Direi che fai bene, nella lettera precisa anche che firmerai il preliminare solo se verrà inserita la clausola che il bene dovrà essere consegnato alla stipula del rogito conforme alle vigenti leggi in materia di urbanistica e catasto e che se ciò non corrisponde al vero chiederai al venditore il doppio di quanto versato e i danni.

    Per quanto riguarda il notaio hai facoltà di scelta e quindi lo comunichi tu da chi farete il preliminare, anche con un preavviso di meno di 15 gg se il venditore è d'accordo.

    Mi raccomando raccomandata A/R.
     
    A il Custode piace questo elemento.
  17. noelferra

    noelferra Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Caro amico
    Tutto abbastanza chiaro nelle risposte che i colleghi ti hanno gia date.
    Comunque ricorda sei tu che tiri le fila ora, rivolgeti ad un Notaio che conosci o che qualkuno per te conosca, se non ne hai faccelo sapere te en indicheremo uno, per quanto concerne la situazione vedrai che il Notaio ti chiarira' tutto e se non e' all'altezza sara' lui ad indicarti un tecnico per le verifiche che Lui riterra' necessarie, e cio' che Lui decidera' sara' ianppellabile per la Legge,. e per le parti contraenti.
    Comunque fai raccomandata con RR a promittente venditore e ad agenzia sii sereno vedrai che tutto si chiarira'.
    Per sapere bene la situazione bisognerebbe fare visura , perche' le tue notizie sono poco attendibili nel complesso, potrebbe essere necessaria solo la chiusura lavori che allora non fu presentata al catasto per i seminterrati, visti che comunque risultano in catasto sono stati accatastati a suo tempo per qualke motivo giustificando anche l'evento.
    Ti sembreranno risposte un po' qua un po' la , ma e' solo perche' non si hanno i documenti sotto mano, per rileggere la situazione.
    L'unica che non devi seguire a quello che appare e' la volonta' dell'agenzia Immobiliare che aveva il dovere di spiegarti la situazione tranquillizzandoti non a parole ma tramite tecnici Notai o documwenti, prima di chiederti di andare a vanti.
    Cordialmente
    Noel( saluto Roberto che prima in un 'altra parte ho definito quello dell'isola d'elba) perche' non mi ricordavo il nome
     
  18. Roby

    Roby Fondatore

    Agente Immobiliare
    Concordo con i colleghi, il mio notaio è attentissimo anche alla situazione urbanistica, anche questo fa la differenza tra professionisti e no, ha un geometra all'interno dello studio che si occupa di tutti questi cavilli tecnici.
    Se cosi è comunque è deprorabile la condotta del collega che intima l'atto senza tranquillizzare il cliente.
    Bubu, manda la tua R/R e stai calmo i tempi per sistemare la questione ci sono, bisogna sempre scrivere ed avere traccia quello è fondamentale come hanno detto i colleghi, per il resto vedrai che si risolve.
     
  19. bubu

    bubu Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie ragazzi
    Ho spedito questa mattina la RR adesso aspettiamo gli eventi.
    La raccomandata lo spedita solo all'agenzia ed ho specificato che per loro tramite anche ai propietari secondo voi va bene o bisogna farne un'altra?
    Grazie ancora a tutti Vi terrò informati
     
  20. roberto.spalti

    roberto.spalti Membro Senior

    Agente Immobiliare
    La cosa migliore è spedirla ai venditori e per conoscenza all'agenzia.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina