• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

bepp92

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Ciao a tutti,
in questi giorni sto valutando di fare un'offerta per un appartamento suddiviso in due piani.
La zona giorno ha altezza regolamentare e prevede sala e cucina (unite), ripostiglio e bagno (indicata a catasto come monolocale + ripostiglio + bagno).
La zona notte è invece in soffitta e prevede 2 camere ed un bagno, già rifinite e arredate (tutti i locali sono indicati come soffitta).

Il dubbio è relativo alla zona notte, in quanto essendo una soffitta, dovrebbe essere solamente agibile, ma non abitabile.
Come dovrei comportarmi? Non vorremmo acquistare una casa con abuso edilizio, bensì vorremmo che anche la zona notte fosse regolarmente a catasto.
In fase di offerta, dovremmo chiedere che sia vincolata al risanamento della zona notte?

So che esistono varie discussioni in merito, ma non sono ancora riuscito a trovare una risposta che ci suggerisca come procedere, in quanto noi non vorremmo acquistare una casa con la zona notte "non a norma".

Grazie.
 

Giuseppe Di Massa

Membro Assiduo
Agente Immobiliare
Ciao a tutti,
in questi giorni sto valutando di fare un'offerta per un appartamento suddiviso in due piani.
La zona giorno ha altezza regolamentare e prevede sala e cucina (unite), ripostiglio e bagno (indicata a catasto come monolocale + ripostiglio + bagno).
La zona notte è invece in soffitta e prevede 2 camere ed un bagno, già rifinite e arredate (tutti i locali sono indicati come soffitta).

Il dubbio è relativo alla zona notte, in quanto essendo una soffitta, dovrebbe essere solamente agibile, ma non abitabile.
Come dovrei comportarmi? Non vorremmo acquistare una casa con abuso edilizio, bensì vorremmo che anche la zona notte fosse regolarmente a catasto.
In fase di offerta, dovremmo chiedere che sia vincolata al risanamento della zona notte?

So che esistono varie discussioni in merito, ma non sono ancora riuscito a trovare una risposta che ci suggerisca come procedere, in quanto noi non vorremmo acquistare una casa con la zona notte "non a norma".

Grazie.
Se è una soffitta stai comprando un monolocale con soffitta, quindi non un trilocale, pertanto valuta tu se il prezzo è consono. Il bagno in soffitta è sempre un abuso insanabile, il bagno va abbattutto (se devi fare mutuo ricorda che in casa entrerà un perito), choedere alla proprietà di sanare il tutto forse è una richiesta inpossibile, si tratterebbe di aumentare la cubatura dell'immobile, cosa che dipende dal Comune non dal proprietario, quindi un "no" è più che probabile.
 

marchesini

Membro Assiduo
Privato Cittadino
Prima di fare un'offerta chiederei di vedere la concessione edilizia, è quella che conta.
Potrebbe esserci il permesso per il bagno ma se il resto è una soffitta ci puoi fare quello che vuoi tranne dormirci.
 

bepp92

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Provo a fare un pò di chiarezza.
Nel documento catastale primo piano e secondo piano (soffitta) sono nel medesimo foglio, il primo piano presenta la voce MONOLOCALE + CORRIDOIO + BAGNO, il secondo piano presenta 3 stanze con voce SOFFITTO, dall'atto notarile è presente la seguente frase: "appartamento posto al primo piano con con tre vani ed accessori, con annessa cantina e garage al piano interrato, e soffitta e seconda....... parcella xxxx, subalterno yyy, categoria A2, classe 2, vani 3,5, rendita catastale xxx"
 

PyerSilvio

Membro Storico
Agente Immobiliare
Provo a fare un pò di chiarezza.
Nel documento catastale primo piano e secondo piano (soffitta) sono nel medesimo foglio, il primo piano presenta la voce MONOLOCALE + CORRIDOIO + BAGNO, il secondo piano presenta 3 stanze con voce SOFFITTO, dall'atto notarile è presente la seguente frase: "appartamento posto al primo piano con con tre vani ed accessori, con annessa cantina e garage al piano interrato, e soffitta e seconda....... parcella xxxx, subalterno yyy, categoria A2, classe 2, vani 3,5, rendita catastale xxx"
La soffitta è un accessorio della casa.

Senza avere i requisiti, di altezza, luce e aria, non si potrà in alcun modo tramutare la soffitta, in volumi residenziali.
 

marcanto

Membro Assiduo
Professionista
fare questa descrizione, riferita agli aspetti catastali è stata solo fatica sprecata
Nel documento catastale primo piano e secondo piano (soffitta) sono nel medesimo foglio, il primo piano presenta la voce MONOLOCALE + CORRIDOIO + BAGNO, il secondo piano presenta 3 stanze con voce SOFFITTO, dall'atto notarile è presente la seguente frase: "appartamento posto al primo piano con con tre vani ed accessori, con annessa cantina e garage al piano interrato, e soffitta e seconda....... parcella xxxx, subalterno yyy, categoria A2, classe 2, vani 3,5, rendita catastale xxx"
semplicemente perché il catasto NON è lo "specchio" della legittimità dell'immobile.
si tratta di una soffitta = sottotetto > ossia un ambiente non deputato ad uso abitativo.
va controllato il titolo edilizio, incaricando un tecnico dell'ambito edilizio per verificare tutti i contesti del caso

So che esistono varie discussioni in merito, ma non sono ancora riuscito a trovare una risposta che ci suggerisca come procedere,
ecco questa fa al caso tuo ......sarebbe inutile ripetere qui le medesime cose.
 

francesca63

Membro Senior
Privato Cittadino
Come ti hanno detto, stai valutando un immobile che è un monolocale, con grande soffitta.
Tendo ad escludere che sia una situazione sanabile , e così com’è il mutuo non passa.
Fai i controlli urbanistici, per vedere qual’ è la situazione ufficiale , se per caso fosse sanabile , poi fai le tue valutazioni economiche, ma anche quando dovrai rivendere si tratterà di rivendere un monolocale con soffitta.
 

plutarco

Membro Ordinario
Privato Cittadino
Consiglio di far effettuare un controllo urbanistico ma, in linea di massima, io eviterei di acquistarla. In Veneto questa tipologia di immobili è purtroppo fortemente diffusa.
 

Lin0

Membro Attivo
Professionista
Se nasce come mansarda non si capisce come possa cambiare categoria. Sempre le stesse risposte. Comunque stai comprando un monolocale, tienine conto sul prezzo, sul fatto che tu ci possa mettere un letto e 2 mobili nessuno ti dirà mai niente
 

cafelab

Moderatore
Membro dello Staff
Professionista
sul fatto che tu ci possa mettere un letto e 2 mobili nessuno ti dirà mai niente
a parte il comune,
un dirigente tecnico comunale non si fa nessun problema a firmare un'intimazione di ripristino, gli uffici tecnici sono pieni di queste cause,
qui su immobilio ci sono almeno 2 discussioni nell'ultimo mese al riguardo
 

Lin0

Membro Attivo
Professionista
Mai sentito, nessuno vieta di mettere un letto e 2 mobili, che potrebbero anche essere depositati. Discorso diverso se è stato creato un bagno o sono stati creati altri locali.
 

marcanto

Membro Assiduo
Professionista
Se nasce come mansarda non si capisce come possa cambiare categoria. Sempre le stesse risposte.
Se mai e' il contrario > e' un sottotetto nato tale, che viene usato come mansarda.
Se fosse come dici te non starebbe qui a parlare di abusi.

Poi si tratterebbe di cambio di destinazione d'uso non di categoria ......sempre che ti sia chiaro la differenza.
 

cafelab

Moderatore
Membro dello Staff
Professionista
beh, non è certo una notizia che puoi leggere sul corriere della sera
ma frequentando i municipi si sente eccome

per esempio, Ci sono problemi ad abitare in una mansarda o seminterrato? (sentenza)
non è un sentito dire ma una persona che è incorsa in questo tipo di abuso e che si è rivolta al mio studio

nessuno vieta di mettere un letto e 2 mobili, che potrebbero anche essere depositati.
Se è per questo il vigile che viene a fare il sopralluogo ti contesta anche le prese di corrente messe "da abitazione" e gli attacchi dei termosifoni
 

Lin0

Membro Attivo
Professionista
Ma quando mai, contestano solo se hai diviso i locali e hai messo un bagno al posto della lavenderia.
 

Lin0

Membro Attivo
Professionista
Io ti dico che l'unica volta che ho sentito che il comune ha contestato l'uso della mansarda, era perché aveva diviso il locale e aveva ricavato un bagno. Che ci fosse o no un letto non interessava al comune
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

buongiorno,avrei bisogno di consigli.Ho messo in vendita il mio attico fidandomi ,purtroppo,di un agente immobiliare che mi aveva seguita in precedenza dandogli l'esclusiva della vendita,ad oggi non risponde a mail,non fornisce resoconti,mi ha bloccata sul cellulare,non segue nessuna delle mie richieste di modifica annunci e foto,haimè lo avrà "in mano"ancora per diversi mesi,come posso recere dal contratto ?
Buonasera a tutti,

sto valutando l’acquisto di una Tabaccheria con i seguenti valori:

Aggi tabacchi e lotto ecc annui 98500€
Giornali ricavi lordi 24900€
Varie. 13600€
Totale rcavi. 137000€

Spese gestione 69000€
Totale ricavi lordi 68000€
Il proprietario richiede 300000€ per la licenza.

Che ne pensate?
Alto