1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Seven1983

    Seven1983 Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Buongiorno, qualcuno sa se quando viene nominato un tutore dal tribunale può essere che sia stato nominato (passatemi il termine)"tutore a metà"?.
    Esempio a Mister A é stata riconosciuta la malattia da gioco e viene nominato un tutor che chiameremo Mister B.
    Mister A é vedovo senza figli. A parte la malattia riconosciuta è capace di intendere e volere, ha una vita sociale (es. bar , oratorio, chiesa).
    Mister B è dello stesso paese di Mister A, senza gradi di parentela.
    Io Seven voglio acquistare da Mister A il suo diritto di passaggio e 1/3della corte (20m2)comune per rendere la mia abitazione totalmente indipendente. La Corte e l'ingresso comune gli serviva per parcheggiare l'auto nel garage. Mister A (68anni) da 10anni non ha rinnovato la patente. Seven tramite agenzia, inconsapevole che esistesse Mister B, trova l'accordo con Mister A per un prezzo pari a 3,5K.
    Seven viene a conoscenza di Mister B che incontrerà lunedì.
    Secondo voi il giudice potrebbe accettare la mia proposta considerando che:
    - Mister A é pensionato e forse 3,5k potrebbero servigli
    - Chiaro che, dopo avermi venduto il diritto di passaggio la casa perde di valore (ma lui non ha figli e quindi eredi diretti?), in quanto i garage non potrebbero più essere usati come tali a meno che non usassero un locale della casa per passare con la macchina (comune permettendo).
    Ho anche pensato di proporre acquisto dell'intera proprietà in cambio dell'usufrutto non cedibile per tutta la vita o comunque una cosa del genere.
    -consideriamo anche che l'immobile da me acquistato ha bisogno una ristrutturazione straordinaria e Mister A essendo proprietario di 1/3 della corte (es. portone di ingresso dell'800 da ristrutturare, ingresso dal portone tutto da rifare)deve partecipare alle spese che lo riguardano. Siamo in centro storico e i costi delle manutenzioni ovviamente si alzano.
    Voi che opinioni vi siete fatti?
    Che approccio mi consigliate di avere?
    Grazie e buona giornata.
     
  2. CheCasa!

    CheCasa! Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Generalmente il giudice si esprime sulla base di una perizia che evidenzi
    il reale vantaggio riconducibile ad A in seguito alla cessione.
    Se, a fronte di un incasso di 3.500,00 euro, dalla perizia risultasse una svalutazione dell'immobile di 30.000,00 euro, ad esempio, è probabile che il giudice neghi il consenso alla vendita.
     
    A PyerSilvio piace questo elemento.
  3. PyerSilvio

    PyerSilvio Membro Storico

    Agente Immobiliare
    C'e' da aggiungere che mister A in quanto interdetto non puo' compiere alcun atto giuridico.
    Che risulterebbe nullo.
     
  4. francesca63

    francesca63 Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    A parte il problema legato alla presenza di un tutore,dubito sia possibile comprare un "diritto di passaggio" che è in funzione anche del garage (fondo dominante),senza comprare anche il garage.
    Il fatto che ora non abbia la patente e non abbia figli non rileva.
    Chi sarà proprietario in futuro come entrerà nel garage che ora è di MisterA?
    Volando ?
    Per me così è un'operazione impossibile,a meno di acquistare il garage.
    Le servitù si comprano insieme al fondo che devono servire,non sono diritti a se stanti,pur essendo diritti reali .
     
  5. Seven1983

    Seven1983 Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Buonasera,
    Grazie per le risposte, sapevo che sarebbe stata una cosa difficile.
    Ma se Mister A non può permettersi di partecipare alle spese di ristrutturazione per renderlo abitabile come si fa?
    Se io mi metto nei panni di Mister A, considero che non ho figli ed eredi e quei due soldi che mi entrerebbero in più penso che mi farebbero comodo.. la casa perde valore.. ok ma che mi serve la casa da dopo morto?
    Francesca 63 mi aspetto che il notaio non mandi avanti la cosa in questi termini se vero quello che hai scritto.. o può comunque e dopo sono casini miei da risolvere? No perché il notaio non ha detto nulla in merito.
     
  6. PyerSilvio

    PyerSilvio Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Sono affari di Mister A cosa, come e se ristrutturare.
    Non certo tuoi.

    Se Mister A e' interdetto non puo' compiere atti giuridici.
    Se gli consegnerai quattrini li perderai senza trarne niente in cambio.

    Mi capito' una volta, una pratica con di mezzo un interdetto, erede assieme ad altri parenti, di un caseggiato che si intendeva vendere.

    Caseggiato che si doveva rendere libero perche' pericolante.

    Il soggetto, convinto che da li' a poco, avrebbe incassato la sua quota, ando' cercandosi una soluzione in affitto.
    Si rivolse prima al mio studio per la sua ricerca, ovviamente prendendo picche.

    Sicche' si rivolse ad una di quelle che trattano solo affitti.

    Quei geniali intermediari, gli trovarono un alloggio in locazione, con cauzione, pigioni e commissioini di agenzia, ottemperati tramite la sottoscrizione di cambiali.

    Che in quanto interdetto non poteva neanche firmare.
     
  7. Seven1983

    Seven1983 Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Scusami PyerSilvio,
    Forse mi manca un passaggio.
    Mi è stato detto più di una volta che lui è obbligato a partecipare alla ristrutturazione della parte comune per renderla abitabile.
    Inesatto?
     
  8. PyerSilvio

    PyerSilvio Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Se e' interdetto se ne occupera' Mister B per suo nome e conto.
     
  9. Seven1983

    Seven1983 Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    E se non Mister A non avesse i soldi?o comunque ne avesse pochi?
    Domani incontro Mister B.. crede sia corretto chiedergli info sulle condizioni finanziarie di Mister A? Mister B sarà comunque obbligato a presentare al giudice l'offerta?
     
  10. francesca63

    francesca63 Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    Di che genere di ristrutturazione parli?
    Avete una parte abitabile in comune?
    L'obbligo di partecipare (per mister A o B) dipende dal tipo di lavori,dalla loro eventuale urgenza,da chi deve decidere ,dai titoli di proprietà,se è comunione o condominio .
    Se ha la malattia del gioco ed è stato interdetto per questo ,certamente ne ha buttati via molti. Ma credo che il giudice debba valutare la convenienza economica dell'operazione per lui ,e dubito che possa essere autorizzata una vendita che lo priva della possibilità di utilizzare una sua proprietà.(anche se il garage ora non è utilizzato)
     
  11. Seven1983

    Seven1983 Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Eh manutenzione straordinaria..(così ha scritto il perito) esempio il portone la ristrutturazione del portone del800 (in più essendo in centro storico l'apertura é da automatizzare non è che lascio la macchina in strada scendo e apro il cancello..) la parte in comune è piena di buche , non è illuminato è tutto al grezzo.. quella è la parte in comune. Non penso possa decidere di non partecipare alla ristrutturazione essendo un 1/3 anche di Mister A.
    Secondo voi chi deve decidere?
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina