1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. saltatempo

    saltatempo Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buongiorno a tutti,
    avrei bisogno del Vostro aiuto per fugare un dubbio e avere un consiglio su come muovermi.
    Vi descrivo brevemente la situazione:
    possiedo un appartamento (prima casa) e sto acquistando l'appartamento adiacente per annetterne una parte al mio attuale, mentre frazionerei e affitterei la parte restante come nuova unità.
    Vorrei effettuare l'acquisto come ampliamento di prima casa, ovviamente per la parte che mi annetterò, e fruire così delle relative agevolazioni, tuttavia non ho trovato casistica in merito.
    Specifico che l'appartamento attuale e quello acquisito non sono classificati come unità di lusso, e non lo saranno nemmeno a frazionamento avvenuto.
    Come dovrei procedere? Acquisto tutto l'immobile con le agevolazioni e a riaccastamento avvenuto verso la differenza all'Agenzia delle Entrate? Oppure viceversa acquisto tutto come seconda casa e poi chiedo un rimborso per la parte che mi annetto e da considerare quindi come prima casa?

    grazie in anticipo.
     
  2. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Salve, la procedura normale dovrebbe essere quella di acquistare l'immobile , procedere al frazionamento con annessione e creazione della nuova unità immobiliare, comunicare la variazione al catasto della prima casa e poi mettere a posto con l'agenzia delle entrate
     
    A Manzoni Maurizio piace questo elemento.
  3. marcellogall

    marcellogall Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    E' un'operazione che deve essere fatta da un esperto, pena errori difficili da sanare.
    Il mio consiglio è di rivolgersi ad un valido professionista.
     
    A studiopci piace questo elemento.
  4. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Ho omesso di dirlo perchè mi sembrava intrinseco.
     
    A marcellogall e Bagudi piace questo messaggio.
  5. Manzoni Maurizio

    Manzoni Maurizio Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Dopo l'acquisto con agevolazione 1° casa dovrai accatastare il tutto per farne una unica unità immobiliare, in secondo tempo affitterai una parte di questa unità immobiliare.
     
  6. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Credo che se acquisti il secondo appartamento avendo già una casa acquistata con le agevolazioni è impossibile che tu riesca ad usufruire delle agevolazioni fiscali sul secondo acquisto anche se l'intento è quello di ampliare la tua prima casa ...

    Purtroppo nemmeno è possibile percorrere la strada di far prima dell'atto definitivo la fusione e il frazionamento inquanto la normativa catastale prescrive che la fusione tra porzioni di immobili possa avvenire solo qualora i diritti reali di possesso siano omogenei (cioè solo se tutti i beni da fondere appartengano alla stessa ditta e vi sia quindi coincidenza di soggetti, titoli e quote) è evidente che in presenza di disomogeneità di diritti reali non è possibile fondere le due distinte parti.

    nota dell'agenzia del territorio Prot. N° 15232
     
    A brina82 e PROGETTO_CASA piace questo messaggio.
  7. marcellogall

    marcellogall Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Mi risulta sia consentito l'acquisto agevolato di un appartamento da accorpare a quello già acquistato con le agevolazioni prima casa.
    L'importante è che l'immobile che ne risulta non rientri nella categoria di lusso.
     
    A Manzoni Maurizio piace questo elemento.
  8. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Non saprei Marcello infatti ho iniziato il post con "Credo" ...
    su una cosa sono certo che per la fusione e il successivio frazionamento serve che gli immobili siano della stessa ditta ..
    Se così è il problema è di facile soluzione
    Se hai qualche riferimento postalo credo sia cosa utile ;) tnx
     
  9. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    No massimo, è possibile, c'è una circolare che non ricordo il numero che specificava che la dichiarazione di non essere titolare bla bla bla non verrà resa in atto.
    vero, a condizione però che i due appartamenti costituiscano un'abitazione unica. Qui non mi sembra sia così, perché solo una parte verrà accorpata.[DOUBLEPOST=1403011985,1403011764][/DOUBLEPOST]
    :ok:
     
  10. studiopci

    studiopci Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Se ho ben capito l'operazione di saltatempo, la sequenza da seguire dovrebbe essere:
    1 - acquistare l'immobile ( come seconda casa )
    2- da proprietario dividere in due la particella dell'immobile acquistato
    3 - accorpare una parte all'immobile prima casa ed un altra renderla nuova particella
    4 - comunicare al catasto la variazione dell'immobile prima casa
    6 regolarizzare con l'AdE il tutto.
     
  11. Manzoni Maurizio

    Manzoni Maurizio Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Se si acquista un 2° immobile confinante con la prima casa si ha diritto ancora all'agevolazione 1° casa salvo che con l'accorpamento non si superi la grandezza massima (che non ricordo perfettamente), altrimenti diventa casa di lusso.
     
  12. MELISSA75

    MELISSA75 Membro Attivo

    Altro Professionista
    Con la Risoluzione n. 142/E del 4 giugno 2009 l’Agenzia delle Entrate conferma che l’acquisto di un’abitazione contigua alla prima casa può godere delle medesime agevolazioni.
    Il proprietario di un’abitazione che, al fine di ampliarla, acquisti un immobile contiguo, può godere delle agevolazioni “prima casa” a condizione che i due alloggi accorpati costituiscano un’abitazione unica rientrante nella tipologia degli alloggi non di lusso, in base alle prescrizioni contenute nel decreto 2 agosto 1969, e che ricorrano gli altri requisiti indicati nella nota II bis, posta in calce all’articolo 1, Tariffa parte prima, allegata al Dpr 131/1986 (ubicazione dell’immobile nel Comune di residenza, dichiarazione di non essere titolare di diritti reali su altri immobili siti nello stesso Comune diversi dall’alloggio da ampliare, novità nel godimento del beneficio).
     
    A Manzoni Maurizio piace questo elemento.
  13. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    eccola, grazie.
     
  14. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    fin quì tutto ok
    rimane sempre il dubbio riferita al fatto che si tratta di acquisto di un unità contigua e poi di una fusione e frazionamento ....... (risultante due unità)
    sarebbe interessante capire come può essere interpretato dall'ADE e eventualmente in che modo evitare un eventuale sanzione
     
  15. Rosa1968

    Rosa1968 Membro Storico

    Agente Immobiliare
    non la eviti la circolare è chiara.
     
  16. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    si io ho sempre sostenuto dall'inizio del 3D che nel caso specifico non si potesse fare anche se ho usato il "credo" .... e qualcuno ha risposto che era possibile ..... (acquisto fusione e frazionamento)
    Ma non escluderei che qualche soluzione esista ... magari non la conosciamo ;)
    Chissà ............
     
    A Rosa1968 piace questo elemento.
  17. Manzoni Maurizio

    Manzoni Maurizio Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Ha me è già capitato un caso del genere, tutto ok.
     
  18. ingelman

    ingelman Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Ciao Maurizio
    immagino che se dici un caso del genere tu intenda "il cliente ha una abitazione acquistata con i benefici prima casa, acquista la casa confinante sempre con i benefici prima casa poi fa una fusione parziale delle due unità frazionando una parte dell'ultimo acquisto generando un'altra unità immobiliare più piccola dell'originaria, comunque pur sempre un'altra unità immobiliare, avendo comunque scontato l' imposte sempre come prima casa? ...... )

    Siccome il caso non è frequente ma può sempre capitare, visto che a te è successo,
    potresti spiegarci la modalità e soprattutto il trattamento fiscale in generale e in particolare riferito alla seconda unità immobiliare che è stata comunque generata?

    grazie (la cosa mi interessa)
    anche perchè ci trovo qualcosa che non torna e che stona anche rispetto alla sopra citata Risoluzione dell'ADE ...
     
    A alessandro66 e Rosa1968 piace questo messaggio.
  19. Manzoni Maurizio

    Manzoni Maurizio Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    L'agevolazione c'è se acquisti la 2° unita immobiliare confinante per poi fonderla in una unica unità con quella già 1° casa.
     
  20. marcellogall

    marcellogall Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Forse si potrebbe far effettuare la variazione catastale al venditore e acquistare con unico atto la parte da annettere come prima casa e la parte da affittare come seconda casa.
    Non si sarebbero problemi con l'AdE.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina