• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Peppeyyo45

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Salve,

Ho comprato qualche mese fa una prima casa usufruendo degli incentivi prima casa ma senza mutuo. Ora, per esigenze lavorative, devo trasferirmi in altro comune e voglio comprare un'altra prima casa. So che dovrei vendere la prima entro 12 mesi ma non è affatto semplice, soprattutto considerati i tempi. Nel frattempo per aiutarmi a pagare un eventuale mutuo vorrei fittarla.
Vorrei comprare questo secondo immobile con un mutuo prima casa, prendendo la residenza in questo nuovo immobile (altro comune) usufruendo degli incentivi prima casa (anche quelli legati al mutuo). Ora vorrei capire se qualora non riuscissi a vendere entro 12 mesi l'altro immobile perdo gli incentivi sul nuovo acquisto o sul primo acquisto (il vecchio). È importante perche qualora lo perdessi sul secondo acquisto perderei anche gli incentivi sul mutuo, se invece li perdessi sul primo verseri solo differenza allo stato e non alla banca.
Anche perché pur volendo comprare la seconda casa come seconda casa, perderei comunque gli incentivi prima casa sul primo immobile se non riesco a vendere perché ho esigenza di spostare la residenza in un altro comune (so che dovrei tenerla nel comune per almeno 18 mesi). Questa seconda ipotesi sembra addirittura vessatoria perché mi blocca totalmente. La mia è una esigenza lavorativa che potrebbe significare inabilità soggettiva?

Quale potrebbe essere la soluzione migliore? Ho urgenza di avvicinarmi al lavoro e voglio comorare la mia prima casa con mutuo e perdere gli incentivi su quella già in possesso che diverrebbe seconda. Posso scegliere gia adesso di rinunciare agli incentivi, versare la differenza e andare ad acquistare il secondo immobile come prima casa? Tra i requisiti c'è il non possesso di immobili acquistati con incentivi e in questo caso avrei già un immobile ma acquistato come seconda casa.

Grazie.
 

brina82

Membro Senior
Professionista
so che dovrei tenerla nel comune per almeno 18 mesi
Non è così. Hai già preso la residenza nella casa acquistata o in un'altra, nello stesso Comune?

Se sì, puoi spostarla tranquillamente, senza perdere nulla. Per legge basterebbe esser stati residenti anche un solo giorno nel Comune ove si è acquistato la prima casa, non vi è alcun limite.

Esempio. Una persona risiede a Roma, poniamo a casa dei propri genitori. Acquista una prima casa e ha già i requisiti, per cui una settimana dopo potrebbe trasferirsi a Milano in affitto e spostare la residenza nella nuova casa, senza aver mai abitato nella casa acquistata, senza perdere alcuna agevolazione, e potrebbe anche dare in affitto la sua prima casa.

Consigli? Dipende cosa vuoi fare: se vuoi "collezionare case" puoi tenerti la prima, dandola in affitto, ma la seconda dovrai acquistarla senza agevolazioni, altrimenti, se non vuoi fare il collezionista, penso che in un anno riuscirai a vendere la vecchia, no?
 

francesca63

Membro Storico
Privato Cittadino
Ora vorrei capire se qualora non riuscissi a vendere entro 12 mesi l'altro immobile perdo gli incentivi sul nuovo acquisto o sul primo acquisto (il vecchio)
Sul secondo acquisto.
Anche perché pur volendo comprare la seconda casa come seconda casa, perderei comunque gli incentivi prima casa sul primo immobile se non riesco a vendere perché ho esigenza di spostare la residenza in un altro comune (so che dovrei tenerla nel comune per almeno 18 mesi).
Non così, come ti ha già risposto @brina82 ; non c'è un minimo di tempo per mantenere la residenza, soprattutto in virtù della tua esigenza lavorativa.
Quale potrebbe essere la soluzione migliore?
Se proprio temi di non riuscire a vendere entro i 12 mesi dall'acquisto ( ma già ora puoi mettere la casa in vendita, "guadagnando" altro tempo) , puoi andare in affitto nella nuova località dove devi trasferirti, mettere in vendita casa tua, e , quando avrai trovato un acquirente, muoverti per comprare la casa nuova.
Nel frattempo per aiutarmi a pagare un eventuale mutuo vorrei fittarla.
Questa non sembra una buona idea, perché un immobile locato è in genere più difficile da vendere, per il timore che l'inquilino non liberi casa per tempo; allora si che correresti il rischio di non vendere entro l'anno.
 

Peppeyyo45

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Grazie per i consigli e soprattutto celeri!

Allora no l'idea di collezionare case non mi alletta, anzi, il pensiero di tasse, inquilini etc mi terrorizza :D
Mi dispiaceva un po vendere perché mio padre ci ha speso un sacco di soldi che non recuperò in caso di vendita, ma pazienza a questo punto:triste:

Avevo letto che dovevo tenere la residenza per 18 mesi dalla data del rogito ( ho comprato la quota delle mie sorelle) ma se non è cosi allora potrei anche acquistare come prima e se non riesco a vendere pago la differenza solo sulla seconda e non anche sulla prima perché cambiando residenza non perdo incentivi.

In realtà ho trovato questa seconda casa che è una villetta in zona remota e molto tranquilla che costa la meta del mio appartamento e cercavo proprio una soluzione così per il mio futuro. Ovviamente è in una zona molto lontana dal centro ma vicino al lavoro.

Voi cosa mi consigliate, vedo che siete ferrati. Cosa fareste al mio posto? Il fitto che mi han proposto è circa il doppio della rata del mutuo che avrei comprandola con il mutuo (Ovviamente non ho la liquidità per comprarla in contanti:triste: ). Mi rimarrebbe anche una piccola rendita che però, sempre trovando un inquilino che sia regolare, se ne andrebbe tra tasse e manutenzione ma mi ritroverei con un'altra casa senza versare nulla. Pagherei però 6/7000 euro in più di tasse per l'acquisto di seconda casa. Tra imposta di registro al 9%, imposta alla banca al 2% e il 30% in piu al notaio, na mazzata.

Se vendo risolvo tutto i problemi ma anche avendo abbassato il prezzo per adesso non si riesce, premetto che però non mi sono ancora affidato ad agenzia ma a breve lo farò. Ho solo paura di perdere la casa che mi piace.


Sono veramente confuso 😕
Grazie.
 

possessore

Membro Senior
Privato Cittadino
non mi sono ancora affidato ad agenzia ma a breve lo farò
Se metti un annuncio da privato su immobiliare.it , ti contattano solo agenzie, e nessun privato. Questo vuol dire che i privati si rivolgono solo alle agenzie quando vogliono comprare casa, e che nessun privato risponderà mai a un altro privato leggendo un annuncio su immobiliare.it O perlomeno, è molto poco probabile che accada essere contattati da un privato mettendo un annuncio da privato, perché chi deve acquistare si fida di più a rivolgersi alle agenzie. Questo è assodato e l'ho sperimentato personalmente. Se vendi da privato puoi sperare di essere contattato da un privato solo se fai una svendita in piena regola, roba da urlo, insomma, ma non credo che sia il tuo caso, trattandosi di un appartamento.
 

francesca63

Membro Storico
Privato Cittadino
Se vendo risolvo tutto i problemi ma anche avendo abbassato il prezzo per adesso non si riesce, premetto che però non mi sono ancora affidato ad agenzia ma a breve lo farò. Ho solo paura di perdere la casa che mi piace.
Probabilmente dovrai abbassare ancora il prezzo, e rivolgerti ad un'agenzia quanto prima.
Poi devi valutare se preferisci perdere la casa che ti piace, o impegnarti a comprarla e rischiare di perdere soldi se non vendi l'attuale casa.
 

possessore

Membro Senior
Privato Cittadino
o impegnarti a comprarla e rischiare di perdere soldi se non vendi l'attuale casa.
Molto rischioso, in questo periodo: se si impegnasse a comprarla versando una caparra, poi di fatto si sentirebbe costretto a vendere, chi acquista prima o poi lo capirebbe e quindi tirerebbe ancora di più sul prezzo.
Molto meglio prima vendere e nel frattempo stare in affitto, poi - una volta venduto - impegnarsi ad acquistare.
La casa dei sogni non esiste, nel senso che ce n'è ben più d'una.
Non bisogna fissarsi su un appartamento, se ciò mette a rischio una PRIORITARIA vendita che non può e non deve essere una SVENDITA!
Questo è il mio personale parere.
 

Peppeyyo45

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Molto rischioso, in questo periodo: se si impegnasse a comprarla versando una caparra, poi di fatto si sentirebbe costretto a vendere, chi acquista prima o poi lo capirebbe e quindi tirerebbe ancora di più sul prezzo.
Molto meglio prima vendere e nel frattempo stare in affitto, poi - una volta venduto - impegnarsi ad acquistare.
La casa dei sogni non esiste, nel senso che ce n'è ben più d'una.
Non bisogna fissarsi su un appartamento, se ciò mette a rischio una PRIORITARIA vendita che non può e non deve essere una SVENDITA!
Questo è il mio personale parere.
Gia, forse è cosi. Non dovrei lasciarmi prendere dall'emozione. Effettivamente non amo nemmeno l'idea di fare debiti, spese di mutuo etc. non ne ho mai fatti e la cosa non mi fa stare tanto sereno. Poi fittare casa mi spaventa, ne ho viste di tutti i colori. Ho amici che hanno fittato e alla fine se ne sono tutti quasi pentiti arrivando poi a vendere. Non è vero che con un regolare contratto è piu facile sfrattare, soprattutto se ci sono bambini. Al massimo domani proverò a fare una proposta vincolata alla vendita del mio immobile, probabilmente non accetterà ma almeno ci avrò provato. Non voglio essere oggetto di ulteriore speculazioni, hanno venduto immobili messi molto peggio del mio allo stesso prezzo e scendere ancora sarebbe troppo sconveniente. La lascio arredata, tutta nuova.
 

possessore

Membro Senior
Privato Cittadino
Poi fittare casa mi spaventa, ne ho viste di tutti i colori. Ho amici che hanno fittato e alla fine se ne sono tutti quasi pentiti arrivando poi a vendere. Non è vero che con un regolare contratto è piu facile sfrattare, soprattutto se ci sono bambini
Se devi vendere, la prima cosa che non puoi e non devi fare, è affittare nel frattempo.
Perché è un "nel frattempo" che potrebbe durare molto più di quanto pensi.
 

possessore

Membro Senior
Privato Cittadino
Al massimo domani proverò a fare una proposta vincolata alla vendita del mio immobile, probabilmente non accetterà ma almeno ci avrò provato
Nessun venditore sano di mente accetterebbe la tua proposta con tale vincolo.
Non perdere tempo a impegnarti col nuovo se non hai ancora venduto il vecchio.
Nemmeno a livello di proposta.
E comunque serve solo per metterti in cattiva luce col venditore.
Se io dovessi vendere e mi venisse uno a dire che prima deve vendere la sua casa, gli direi, "Torna quando hai venduto".
 

krixia

Membro Attivo
Privato Cittadino
Ciao potresti chiedere al venditore della seconda casa se ti affitta a riscatto, nel frattempo vendi la 1 casa .
 

possessore

Membro Senior
Privato Cittadino
Ciao potresti chiedere al venditore della seconda casa se ti affitta a riscatto, nel frattempo vendi la 1 casa .
Il venditore non accetterebbe mai, perché se trovasse uno disponibile a pagargli in contanti che vuole fare il rogito domattina, così facendo gli dovrebbe dire di no.
 

Peppeyyo45

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Eccomi qui. Ho ricevuto un'ottima proposta da privato. Devo dire che ho avuto una sensazione strana, è la casa dove ho vissuto con la mia famiglia e ad un tratto me la sono fatta un attimo sotto. Voglio però rimanere razionale e valutare la cosa esclusivamente dal punto di vista di convenienza (tra quanto speso e quanto potrò recuperare).

Abbiamo speso 60000 euro poco fa per ristrutturarla. Ho ricevuto una proposta un po più bassa di quanto cheisto me che almeno mi fa recuperare 20 mila dei 60 spesi. So che dipende tutto da me, ma mi piacerebbe ascoltare qualche consiglio da altre persone, altre visioni. Cosa fareste al mio posto? Sfruttereste la ristrutturazione per qualche altro anno? La valutazione pre lavori era di 150 (da perizia), abbiamo speso 60 mila per rifarla da capo 3 anni fa. Io ho ricevuto una proposta da 170 da una famiglia che si è innamorata dell'appartamento. Sinceramente non ho molte persone con cui parlarne, quindi mi farebbe piacere ascoltare consigli o opinioni.
Rimane sempre il fatto che il lavoro attuale è abbastanza lontano, sono due anni che lavoro li e probabilmente prima o poi sarò stabile (forse).

Grazie
 

francesca63

Membro Storico
Privato Cittadino
è la casa dove ho vissuto con la mia famiglia e ad un tratto me la sono fatta un attimo sotto.
Comprensibile, visto che è sempre un’operazione importante; però , trattandosi di affari e di scelte di vita, meglio mettere da parte l’emotività, e ragionare solo in termini di razionalità, facendo un bilancio di pro e contro della proposta ricevuta e delle scelte conseguenti.
Cosa fareste al mio posto? Sfruttereste la ristrutturazione per qualche altro anno?
Beh, se devi trasferirti per lavoro, non credo abbia senso aspettare: al massimo puoi provare a vedere se riesci a trovare chi ti offre qualcosa in più.
Ma i costi di ristrutturazione non sempre si recuperano, dipende dagli interventi fatti: ad esempio mettere doppi vetri o rifare gli impianti aggiunge valore, cambiare piastrelle e metterle di proprio gusto non sempre è un vantaggio.
Anche la valutazione di qualche anno fa potrebbe non essere più realistica, e sarebbe più sensato capire quanto vale la casa oggi, ristrutturazioni comprese.
Io ho ricevuto una proposta da 170 da una famiglia che si è innamorata dell'appartamento.
Intanto puoi tentare di trattare un po’, facendo presente che, se arrivano a 175\180 sei pronto a concludere, se questo è un obiettivo ragionevole per te.
Però devi valutare la proposta nella sua completezza, quindi contano anche tempistiche e modalità di pagamento; ad esempio una caparra alta ti permetterebbe di versarne una a tua volta per la casa che cerchi, e tempi lunghi ti permetterebbero di cercare senza per forza andare in affitto tra vendita e acquisto.
Molto importante e anche capire se questi acquirenti devono fare un mutuo e si sono già interessati, sapendo quanto sono finanziabili, o avrebbero intenzione di condizionare il contratto all’erogazione del mutuo, cosa che ti lascerebbe nell’incertezza per un certo periodo, impedendoti di fare a tua volta una proposta per la casa nuova.
In definitiva sono molti gli aspetti da tenere in conto, e lo scambio di idee può aiutare!
Siamo qui.
 

Peppeyyo45

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Già grazie.

Sono una giovane coppia. Andranno di mutuo e non hanno liquidità, quindi ho voluto un attimo testare anche le reali possibilità. Volevano già versarmi la caparra per bloccare la casa, ma forse preso da uno strano stato emotivo improvviso (ho avuto un attimo di rifiuto, sono un po combattuto lo ammetto) gli ho detto che non vado di fretta e magari di chiedere alla banca se riescono a mutuare fino a quella cifra (ovviamente perché loro stessi mi hanno accennato al fatto che non sanno se riescono). So che non è stata mossa intelligente però ho capito che comunque avrebbero dovuto un attimo riflettere sulle loro reali possibilità di mutare tale cifra. Nel frattempo ho trovato una banca che mi apre mutuo con le soli spese di istruttoria (non tutta la cifra ma ho della liquidità) e con 0 spese di estinzione anticipata, così magari avendole entrambe avro tempo e modo per riflettere con calma, trasferendomi senza stress, magari vivendo li capisco se è la mossa giusta o meno. È un'altra città, molto più piccola e un po mi spaventa. È anche vero che non ho legami qui e quindi non lascerei nulla.

Domani riceverò risposta da entrambi e valuterò se fare proposta per l'altra o meno.
 

Peppeyyo45

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Niente. Oggi ho chiamato per fare la proposta ma la casa è stata venduta 😭. Non vi dico la delusione, sono a pezzi.

Mi consolo con le parole di @possessore : la casa dei sogni non esiste.. anche se sono 4 anni che cerco. Speriamo che ne esca un altra. Ho addirittura visto un terreno parzialmente edificabile a buon prezzo vicino la casa venduta, quasi quasi lo compro (avrei già la liquidità), attendo che vendo e costruisco casa prefabbricata in cemento. Sono pazzo?


P.s. ovviamente perché cerco una villetta. Non appartamento.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

monek ha scritto sul profilo di KarenLFP.
ciao!!! Tu hai avuto qualche novità sul mutuo?
Buonasera, stiamo cercando di stipulare un preliminare di vendita a mia nipote, essendo 4 proprietari; può lei iniziare i lavori per detrazione 110% solo con la firma del preliminare ? Grazie .
Alto