1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Belt

    Belt Membro Junior

    Privato Cittadino
    Ciao,
    Ho un immobile con un impianto elettrico di vecchio tipo, credo non è munito di messa a terra, è presente solo il salvavita, è possibile affittarlo senza incorrere in problemi nei casi gl inquilini abbiamo degli incidenti?

    Grazie
     
  2. Architetto

    Architetto Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Ciao, visto che l'impianto di cui parli è datato e se non hai una documentazione che attesti la regolarità esecutiva come previsto dal DM 37/08 (ex L. 49/90) allora penso sia opportuno far verificare l'impianto da un tecnico (elettricista) abilitato alla compilazione della documentazione e farti rilasciare una DIchiarazione di RIspondenza (DI.RI.) che attesti che l'impianto risponde ai requisiti previsti dalle norme vigenti; fermo restando che non vi siano opere da eseguire; e soltanto non appena riconosciuto che l'impianto è regolare, allora puoi fare tutto ciò che ritieni giusto. :ok:
     
  3. Belt

    Belt Membro Junior

    Privato Cittadino
    Ciao Architetto, ma se l'immobile è stato costruito prima del 1990 e l'impianto è a norma secondo gli standard dell'epoca cosa servirebbe farsi rilasciare una dichiarazione di rispondenza da un tecnico??
     
  4. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Aggiornare l'impianto elettrico e controllare lo stato della caldaia a gas sono due elementi indispensabili per affittare un immobile, se no, in caso d'incidente, vanno a cercare te.
     
    A Rosa1968 piace questo elemento.
  5. bit100

    bit100 Membro Attivo

    Amministratore di Condominio
    Anche nel caso di accettazione da parte dell'inquilino che l'impianto non sia a norma nel caso di incidenti per folgorazione avresti la correitá. Meglio far mettere un sicurezza l'impianto per non trovarsi in spiacevoli situazioni dopo.
     
  6. Belt

    Belt Membro Junior

    Privato Cittadino
    Certo.. ma non capisco come le fanno ste leggi..se dicono che l'impianto è a norma se rispetta le normative dell'epoca e l'inquilino ne è a conoscenza perche' dovrei avere responsabilita' se avviene un incidente? Io ho affittato una casa con impianto a norma secondo la legge e l'inquilino ne è a conoscenza dello stato degli impianti!
     
  7. Architetto

    Architetto Membro dello Staff

    Altro Professionista
    Tu pensi di essere a posto con le norme se una volta fatto l'impianto e per questo motivo allora non hai più nulla da temere e da pensare ... ma non è così ... ti faccio un semplice esempio e domanda ... perchè mai tu guidi una macchina che risponde alle norme del codice della strada, e se ti vietano di entrare in centro città se non sei dotato di (almeno) un Euro 5, non dici niente, te ne stai tranquillo e pensi che sia giusto per l'inquinamento...
    Beh, come vedi anche il tuo impianto elettrico del tuo immobile segue le stesse condizioni, tanto più che il DM 37/08 dice che il tuo impianto può essere dichiarato a posto necessita che abbia un interruttori di protezione IDMT ... ma non per questo una volta che tu abbia dotato l'impianto ne sia escluso dalle eventuali responsabilità ... perchè vorrei ricordarti che il codice civile indica che la cosa (il bene) che metti in locazione sia godibile e priva di ogni condizione che ne limiti l'utilizzo ... ed inoltre ricorda anche che tu sei il responsabile in solido delle problematiche che riguardano lo stesso immobile perchè (sempre per il codice civile e anche penale) nel momento che si verifica un danno al locatario causa di parte dell'immobile o dell'impianto che ne gode l'uso, tu rispondi direttamente...
    In conclusione, permettimi una domanda ... se ti preoccupa la questione di mettere in locazione un immobile causa l'anzianità degli impianti, metteresti a vivere nel suo interno la tua famiglia, evitando di adeguarlo alle condizioni minime di sicurezza per la loro incolumità? ...
    Alle volte spendere soldi per locare un alloggio o per la propria incolumità, non sono spese inutili o inopportune, ma semplicemente un investimento per la tua tranquillità, per l'incolumità dei tuoi familiari e delle persone che usufruiscono dell'immobile in locazione; un po come la macchina ... :ok:
    Spero esserti stato un po' chiaro ...
     
    A Irene1, Bagudi e jerrySM piace questo elemento.
  8. Belt

    Belt Membro Junior

    Privato Cittadino
    Scusa ma non sono d'accordo, mettiamo che faccio l'impianto dell'ultimissimo tipo che per la legge sarebbe a NORMA ma proprio come è a NORMA un impianto fatto prima del 1990 che rispettava la normativa dell'epoca secondo la legge, l'inquilino ha un incidente (con l'impianto di ultimissimo tipo) in questo a caso sono sempre responsabile io come proprietario? se resto responsabile anche con l'impianto elettrico nuovo tanto vale lasciare il vecchio, e se con l'impianto dell'ultimissimo tipo non fossi responsabile quale è la motivazione? la legge me li dichiara tutti e 2 a NORMA dunque io ho agito secondo le norme della legge in entrambi i casi... non so' se hai capito cosa intendo...
     
  9. bit100

    bit100 Membro Attivo

    Amministratore di Condominio
    il decreto 37/08 offre, per chi non avesse ancora adempiuto agli obblighi di conformità del proprio impianto, un valido e riconosciuto strumento che si chiama dichiarazione di rispondenza ( DI.RI.)

    Cos’è?

    E’ il controllo di tutte quelle condizioni di sicurezza minime che l’impianto deve possedere secondo le norme di buona tecnica e la verifica dell’impianto tramite apposita strumentazione al fine di accertare il corretto intervento dei salvavita e della messa a terra, e la relativa produzione di documentazione mancante o incompleta quali la planimetria con l’indicazione dei punti luce e lo schema dell’impianto stesso.

    Al termine di tali controlli e verifiche il professionista incaricato rilascerà al committente la dichiarazione di rispondenza ( DI.RI.) dello stesso alla regola

    Vale la pena di ricordare che tanto la dichiarazione di conformità quanto la dichiarazione di rispondenza dell’impianto servono a dare valore non solo al vostro impianto elettrico ma anche allo stesso immobile in caso di compravendita. Inoltre il proprietario dell’immobile è sollevato dalla responsabilità civile e penale in caso d’infortunio per i pericoli derivanti dall’uso dell’impianto elettrico, in quanto la ditta esecutrice dell’impianto si assume tale responsabilità.
     
    A Umberto Granducato piace questo elemento.
  10. Belt

    Belt Membro Junior

    Privato Cittadino
    bit 100 questo significa che facendo fare una dichiarazione di rispondenza da un impresa qualificata su un impianto elettrico di un immobile costruito prima del 1990, poi in caso di incidenti dell'inquilino non ho responsabilità in quanto ho un impianto che seppur vecchio è a norma di legge ed è anche certificato? mi confermi che sia cosi'?
     
  11. bit100

    bit100 Membro Attivo

    Amministratore di Condominio
  12. Belt

    Belt Membro Junior

    Privato Cittadino
    Grazie bit100 quindi facendo la dichiarazione di conformita' degli impianti mi confermi che posso star tranquillo senza timori di eventuali responsabilita' nel caso di incidenti dell'inquilino? Sai quanto puo' costare questa certificazione?
     
  13. bit100

    bit100 Membro Attivo

    Amministratore di Condominio
    Ricorda che il cerificato deve essere rilasciato da un tecnico con almeno 5 anni d'esperienza in questo campo (niente elettricisti fai da te) i prezzi variano dalla metratura il mio che si occupa dei miei condomini prende 400 +IVA fino a 100mq poi 1 euro a mq in più . Il certificato redatto da un tecnico abilitato ti solleva da responsabilità penali verso un probabile inquilino
     
    A Bagudi e Irene1 piace questo messaggio.
  14. Belt

    Belt Membro Junior

    Privato Cittadino
    Grazie consulenza molto utile! un ultima cosa il DI.RI viene rilasciato soprattutto per immobili con data di costruzione antecedente al 1990 quando non è reperibilie il certificato di conformità, giusto?
    In questo modo il tecnico attesta che gli impianti sono a norma in quanto in regola con le disposizioni dell'epoca in cui è stato costruito l'immobile e di conseguenza a norma secondo quanto dispone la legge, in questo modo il proprietario dell'immobile certificato dalla DI.RI non è resposabile per eventuali incidenti dell'inquilino corretto?
     
  15. bit100

    bit100 Membro Attivo

    Amministratore di Condominio
    Si é corretto e nel caso di locazione io allego sempre certificato di rispondenza al contratto.
     
  16. Belt

    Belt Membro Junior

    Privato Cittadino
    Scusa Bit ho approfondito un po' la cosa, ma il DI.RI non viene rilasciato solo per gli immobili costruiti tra il 13 marzo 1990 e prima del 27 marzo 2008 ??

    Per i luoghi destinati ad abitazione :

    1. La dichiarazione di conformità ( DI.CO. ) degli impianti adeguati prima del 13 marzo 1990.
    2. La dichiarazione di conformità ( DI.CO. ) degli impianti realizzati dopo il 13 marzo 1990 e prima del 27 marzo 2008 completa di tutti gli allegati ( schema dell’impianto realizzato, relazione dei materiali impiegati, planimetria dei punti luce, copia dell’iscrizione camerale dalla quale si evince che la ditta incaricata possiede i relativi requisiti tecnico professionali per l’impianto eseguito ) oppure, in sua assenza, la dichiarazione di rispondenza dello stesso ( DI.RI.).
     
  17. bit100

    bit100 Membro Attivo

    Amministratore di Condominio
    impianti in realtà devono essere conformi alla normativa in vigore al momento della loro realizzazione, ma con un distinguo: gli impianti elettrici delle abitazioni realizzati prima del 13 marzo 1990 si considerano "conformi" se dotati di "sezionamento e protezione contro le sovracorrenti posti all'origine dell'impianto, di protezione contro i contatti diretti, di protezione contro i contatti indiretti o protezione con interruttore differenziale avente corrente differenziale nominale non superiore a 30 mA.". In parole povere e poco tecniche essi devono avere la c.d. messa a terra e l'installazione del c.d. "salvavita". Diversamente, gli impianti realizzati dopo il 13 marzo 1990 devono essere obbligatoriamente conformi alla normativa in vigore al momento della loro realizzazione.

    Ma siccome non esiste messa a terra non é a norma. Il DI-RI certificato di rispondenza è una perizia fatta da un Tecnico il DI-RI é stato introdotto per ovviare alla completa mancanza di certficazioni che imponeva la 186/68 per cui tutti gli impianti elettrici e non solo dovevano essere costruiti 'a regola d'arte. È una Sanatoria. Dopo il 2008 cambiati i parametri di sicurezza gli impianti non a norma non possono essere Sanati col DIRI ma devono per forza essere Accompagnati dal DICO dichiarazione di Conformitá questa a differenza del DIRI non é una perzia e non viene rilasciata da un Tecnico specializzato ma é la dichiarazione particolareggiata degli interventi fatti ex novosu un impianto elettrico, fatti da un elettricista abilitato che in questo caso certifica e risponde civilmente per danno e penalmente per infortunio su un impianto su cui lui a messo mano
     
    A Bagudi piace questo elemento.
  18. Belt

    Belt Membro Junior

    Privato Cittadino
    Ok, quindi il DIRI è una certificazione, ma per gli immobili costruiti prima del 1990 è necessario anche il DICO che è l'insieme degli interventi fatti dal professionista che dichiara di aver fatto i lavori necessari in modo che l'impianto sia a norma di legge quindi con salvavita e messa a terra, corretto?
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina