1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. fabrytbm

    fabrytbm Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Salve,
    Vi scrivo perche mi è capitato molto spesso facendo varie ricerche su internet molti link mi portavano alla pagina di "immobilio.it" e mi hanno piu volte schiarito qualche dubbio.

    La situazione economica è questa:

    Vorrei prima comunicarvi il mio problema :


    Io e la mia ragazza abbiamo deciso di prendere un appartamento in affitto ( Bilocale ), ne trovammo uno tramite agenzia, a 600 € al mese ( compreso condominio e utenze ) , contratto 3+2.
    La nostra condizione economica è questa :
    Io ho un contratto indeterminato di circa 700€ mensili;
    La mia ragazza ha un contratto a scadenza fra 6 mesi di 1100€

    L'agenzia non ci ha accettato l offerta a causa del mio salario troppo basso , e della scadenza contrattuale troppo vicina della mia ragazza, al che mi ha suggerito lo stesso agente di aggiungere un altro cointestario all affitto ( parente amico ect.) per un totale di tre persone in maniera che non ci siano problemi nei pagamenti.
    Ovviamente nel bilocale saremmo andati solamente io e la mia ragazza e il pagamento dell affitto ed eventuali spese, procedure ce ne saremmo occupati solamente noi senza coinvolgere il "terzo" .
    Il terzo cointestario alla fine sono riuscito a trovarlo ed è un mio amico ( contratto ind di 800€ , mai avuto affitti )
    Avevamo intenzione di procedere in tal senso : Una volta scaduto e rinnovato il contratto alla mia ragazza far rescindere il contratto al mio amico, in maniera che gli intestatari del contratto di locazione fossimo solamente io e la mia ragazza.



    le domande che vi pongo gentilmente sono :

    -Nell'ambito della "Legalità " è possibile procedere in tal senso ( dal momento che sia il proprietario , sia l agenzia ne è al corrente) ?

    - Il mio amico ( escluso il caso di mancato pagamento ) può avere ripercussioni economiche , legali ect ect ?

    - è possibile eliminarlo successivamente dal contratto , ovviamente prendendomi carico di tutte le spese e le varie procedure da eseguire ?


    Premetto che:
    il terzo cointestario vorrei eliminarlo il prima possibile .
    Ho provato piu volte a convincere l agenzia, ma mi hanno impedito di fare l offerta al proprietario, e non mi hanno accettato garanti o fedeiussioni bancarie.
    Ho provato a vedere varie agenzia ma l immobile è comodo per il lavoro di entrambi e abbiamo carattere di urgenza.


    Vi ringrazio anticipatamente.

    Saluti.
     
  2. andrea b

    andrea b Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    Ma se il proprietario è al corrente di questo escamotage, perché farlo? È lui che deve accettare, non l'agenzia. Più che altro, sei sicuro di quello che fai? Con un reddito di 700 euro ne spendi 600 di affitto? Come paghi le bollette? E la spesa? Una volta che hai preso l'impegno, tocca mantenerlo
     
  3. fabrytbm

    fabrytbm Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Non lo so perché mi fa procedere in questo senso , comunque si ce la faccio siamo in due con due stipendi uno da 700€ e uno da 1100€
     
  4. PyerSilvio

    PyerSilvio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Aggiungere un garante nel contratto non e' un problema.
    La prassi e' diffusa.

    Essendo un contratto tra privati, la sua obbligazione, non risulta da nessuna altra parte e i suoi obblighi di garantire per voi, scaturiranno solo se tu e la tua ragazza, non pagando piu le pigioni, subirete un ingiunzione di pagamento.

    Sino a quando i pagamenti saranno regolari, sara' come nulla fosse e la sua azione da garante, restera' inutilizzata.

    Mentre la cointestazione del terzo, nel contratto, lo rende obbligato in solido.

    Al garante, non si puo' fare azione ad aggredirgli, pignorandolo, lo stipendio, qualora si rilevi inadempienza contrattuale, mentre al coobbligato invece si'.

    Questa la sostanziale differenza tra le due figure.

    Fate vostro, il contratto di affitto, senza per forza raccontare i fatti vostri e al mediatore e al proprietario.
    Diversamente, la troppa confusione dei vostri intenti, dissudera' i vostri interlocutori a concedervi l'alloggio.

    Sottoscritto e registrato il contratto, metterete le mani sopra la casa e quando o se, le vostre condizioni lavorative cambieranno, chiamerete il proprietario.

    Solo allora, esporrete la situazione e, se del caso, cambierete rinnovandolo, il contratto.
     
    Ultima modifica: 25 Luglio 2016
  5. andrea b

    andrea b Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    Mah, continuo a pensare che il problema sia l'affitto al di fuori delle possibilità. Chiara la tua spiegazione, ma personalmente non mi sentirei di mettere in mezzo un terzo, mettendone a repentaglio lo stipendio. Ne di partire con l'idea che "se capita qualcosa, tanto si sistema, sono problemi del proprietario". Mi pare poco serio. Possibile che non trovi qualcosa a portata, che so, a 400 anziché 600? Per cui non hai bisogno di fare sti giochini? Comunque parere personalissimo, non tecnico come il tuo.
     
  6. dormiente

    dormiente Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    Fate una fidejussione bancaria.
     
  7. Giuseppe Di Massa

    Giuseppe Di Massa Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Non fatelo, è un imbroglietto...ma che agenzia ve lo consiglia? Il "terzo" potrebbe farvi da garante, anche nella registrazione all'agenzia delle entrate è prevista questa indicazione, così non rientra nel contratto qualcuno solo di facciata, non si imbroglia nessuno ed il proprietario è garantito
     
  8. PyerSilvio

    PyerSilvio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Vero Giuseppe.

    Tuttavia, se nel contratto il terzo risulta solo come garante e non come intestatario, qualora vi fosse azione legale per recuperare le legittime spettanze, il creditore non potrebbe aggredire i il garante, che resta vincolato in maniera sussidiaria.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina