1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. tabita90

    tabita90 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Salve io e mio marito vogliamo acquistare la prima casa. Costo dell'immobile 30mila €, quindi una cifra modesta. L'agenzia immobiliare chiede di provvigione 5mila €+IVA e per l'intervento del broker 4mila €. In totale sono 10mila €. Ma non è tanto? Come posso trattare? L'immobile mi piace molto non vorrei rinunciare
     
  2. Zagonara Emanuele

    Zagonara Emanuele Membro Assiduo

    Agente Immobiliare
    In effetti la richiesta è abbastanza alta.
    Di solito su cifre come quella da te citata, si chiede una somma forfettaria bel oltre al solito e "normale" 3 %; diciamo che 2 / 3 mila € sarebbero una somma congrua (tieni presente che l'agente svolge lo stesso lavoro sia che si tratti di un acquisto pari ad € 30.00,00 sia che si tratti di una cifra pari o superiore ad € 200.000,00 -stò scrivendo cifre indicative e a titolo di esempio, naturalmente-).

    Altrettanto alta è la cifra richiesta per il broker.

    E' evidente che l'agente con cui hai a che fare, ha fiutato l'affare e stà approffitando della situazione.

    Nessuna norma gli vieta di farlo, nel senso che l'agente è libero di chiedere ciò che vuole in quanto l'entità della provvigione segue il principio della libera contrattazione tra le parti.
    La percentuale del 2 o 3 % è l'entità che normalmente ogni agente richiede e che in assenza di accordo tra le parti, viene riconosciuta da un giudice.

    Come ho già spiegato sopra, è "normale" che ti venga richiesto bel oltre detta percentuale, tuttavia sta a te accettare l'importo richiesto o meno.
    Nel caso puoi benissimo rifiutarti di pagare quanto richiesto (ma così perderesti la possibilità di acquistare l'immobile), oppure puoi concordare una cifra che soddisfi entrambi; in altre parole contratta l'entità della provvigione.
     
    A Jan80 e marinarina piace questo messaggio.
  3. andrea b

    andrea b Membro Assiduo

    Privato Cittadino
    Non per farmi i fatti altrui, ma se serve un broker per avere un mutuo su una cifra simile...forse è meglio lasciare perdere, che dici?
     
    A Rosa1968, dormiente, francesca63 e ad altre 2 persone piace questo elemento.
  4. specialist

    specialist Membro Senior

    Privato Cittadino
    Ma è un appartamento o un box?
     
  5. -csltp-

    -csltp- Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Ultimamente sento di molte agenzie che invece di chiedere i canonici 3k per cifre inferiori ai 100k chiedono 5k.

    Comunque se è un affare non starei troppo a sindacare...

    Per quanto riguarda il compenso del broker non è assimilabile a quello dell’agenzia.
     
  6. Albanese

    Albanese Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Presso ogni Camera di Commercio si trova la Raccolta di Usi e Consuetudini.
    È lo strumento con il quale (controversie) il Giudice decide se l'AI ha chiesto troppo o che poteva.
    Prova a dare una occhiata alla raccolta C.C della provincia dove si situa l'immobile. Se è previsto roba di tuo interesse hai un prezzo fi carta valido per ottenere ulteriore sconto.

    Poi, magari l'AI è da 5 anni che porta gente a vedere l'immobile e ora si vuole rifare... e da questo punto di vista non ha tutti i torti...
     
  7. tabita90

    tabita90 Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    No è una casa semi-indipendente con qualche lavoretto da fare. Non ho mai comprato casa. Non so se il broker ci serve o meno. In molti mi hanno detto che non ci serve, ma in agenzia ce lo hanno proposto dopo la prima visita e mio marito ha già parlato con lui e ha anche firmato dei fogli. Quindi mi sa che sono vincolata ad usufruire del broker. Siamo ignoranti in merito e ci becchiamo le conseguenze dell'ignoranza!
     
  8. cristian casabella

    cristian casabella Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Secondo me è veramente troppo.... non vedo il perché dei 5mila... Lascia perdere poi il broker perché con cifre così basse ti conviene andare alla tua banca o in un'altra qualsiasi
     
  9. Roby

    Roby Fondatore

    Agente Immobiliare
    In effetti me lo sto chiedendo pure io.
     
  10. specialist

    specialist Membro Senior

    Privato Cittadino
    Suvvia, non siate così pessimisti... non esiste nulla di ineluttabile. La storia insegna che i popoli si sono evoluti e affrancati da mali ben peggiori, come la tirannia e la schiavitù. Ci si può pertanto emancipare anche dall'ignoranza, basta volerlo fare!
     
    A francesca63 piace questo elemento.
  11. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Peccato che per fare questo deve andare in causa con l'agenzia...

    Discutere la provvigione si può, ovviamente, ma non è detto che l'agenzia accetti.
     
    A Rosa1968 piace questo elemento.
  12. specialist

    specialist Membro Senior

    Privato Cittadino
    Fammi capire: se loro hanno sottoscritto la provvigione richiesta dall'agenzia devono pagare quanto stabilito, ma se non fosse stato firmato nulla, perché dovrebbe esserci una causa se hanno il documento della Cam. di Comm. che cita la % stabilita dagli Usi?
     
  13. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Perchè l'agernzia decide la provvigione e quanto è più basso il prezzo dell'immobile più è frequente che si chieda una cifra forfettaria.

    Se all'acquirente non va bene e non la paga al momento in cui deve, andranno in causa e dipenderà dall'umore del giudice.
     
  14. specialist

    specialist Membro Senior

    Privato Cittadino
    Lo so che può chiedere una cifra forfettaria, ma non era questo il punto.
    Se non viene stabilito per iscritto, non vedo perché l'agenzia possa pretendere una somma arbitraria in seguito al servizio offerto.
    Se vale l'art. 1755 del c.c. ("... La misura della provvigione e la proporzione in cui questa deve gravare su ciascuna delle parti, in mancanza di patto, di tariffe professionali o da usi, sono determinate dal giudice, secondo equità"), non vedo perché debbano andare in causa e se succede l'agenzia ha zero possibilità di far valere le sue rimostranze, a meno che manchino specifiche tariffe camerali o tabelle degli usi locali.
    Del resto, altrimenti l'agenzia potrebbe pretendere qualsiasi cifra, che farebbe molto comodo non chiarire inizialmente.
     
  15. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Ma in questo caso l'agenzia l'ha chiarito subito.
    Sta a chi compra accettare, se gli interessa la casa.
     
  16. specialist

    specialist Membro Senior

    Privato Cittadino
    L'avrà anche chiarito, ma bisogna vedere se l'ha fatto sottoscrivere al cliente.
    Ho letto per es. alcuni incarichi in cui era stato puntualizzato chiaramente e fatto firmare che veniva richiesta una provvigione ben più alta del normale (se facciamo riferimento agli usi). Allora così è una procedura corretta e non possono esserci discussioni. Altrimenti, verba volant.
    E' opportuno soprattutto nell'interesse dell'agenzia chiarire sempre per iscritto l'entità delle provvigione all'atto della sottoscrizione di incarichi e proposte.
     
  17. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Certo.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina