• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Giovanni84

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Buongiorno a tutti,
io e la mia compagna stiamo procedendo ad una compravendita immobiliare come acquirenti. Abbiamo firmato una proposta con clausola sospensiva legata alla concessione e all'erogazione del mutuo, firmando un assegno di 5mila euro al proprietario a titolo di caparra. Procederemmo direttamente al rogito (senza compromesso). Il proprietario ha accettato. L'AI ha inserito la possibilità di continuare a vendere l'immobile nel periodo tra proposta e concessione del mutuo.
l'AI sin dal giorno della firma della proposta (e controfirma da parte del proprietario) mette pressione dicendo che abbiamo tempo una settimana per comunicare all'agenzia che la Banca ha concesso il mutuo e consegnare al proprietario l'assegno di 5mila euro. In tal modo la casa è nostra.
Non si capisce quali sarebbero le conseguenze se non dovessimo rispettare questa 'scadenza' di una settimana.
Vi chiedo come bisogna comportarsi in questi casi e se è corretto pensare che una volta abolita la clausola sospensiva e consegnato l'assegno al proprietario scattano anche le provvigioni all'AI, comunque vada poi la compravendita (ed è per questo che l'AI insiste tanto...).
Grazie mille.

Giovanni
 

Lin0

Membro Attivo
Professionista
Devi rispettare quello che è stato scritto sulla proposta accettata ne più ne meno. L'assegno deve comunque essere consegnato all'agente, il proprietario lo incassera quando la condizione sarà avverta. Lui fa pressione perché se il proprietario incassa lui matura la provvigione e verrà subito dopo a chiedervela
 

Giovanni84

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Devi rispettare quello che è stato scritto sulla proposta accettata ne più ne meno. L'assegno deve comunque essere consegnato all'agente, il proprietario lo incassera quando la condizione sarà avverta. Lui fa pressione perché se il proprietario incassa lui matura la provvigione e verrà subito dopo a chiedervela
Grazie molte Lino. L'assegno è stato consegnato correttamente all'agente ma è intestato al proprietario. Mi confermi quindi che se il proprietario incassa maturano le provvigioni dell'AI. A quanto abbiamo capito l'AI 'minaccia' di continuare a vendere l'immobile ma tale possibilità è già espressamente menzionata nella proposta...
 

Lin0

Membro Attivo
Professionista
C'è una proposta accettata, rispetta i termini e le condizioni scritte. Non gli rispondere al telefono e stai tranquillo. Lui vuole la sua provvigione, non è sicuramente una proposta del venditore. Dormi tranquillo e non avere fretta che a meno che non ci sia la fila per comprarlo puoi stare tranquillo. Beviti un bicchiere di vino alla tua salute
 

Giovanni84

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
C'è una proposta accettata, rispetta i termini e le condizioni scritte. Non gli rispondere al telefono e stai tranquillo. Lui vuole la sua provvigione, non è sicuramente una proposta del venditore. Dormi tranquillo e non avere fretta che a meno che non ci sia la fila per comprarlo puoi stare tranquillo. Beviti un bicchiere di vino alla tua salute
Ottimo, sicuramente berrò del vino, con soggetti del genere mi pare indispensabile. Grazie ancora.
 

Jan80

Membro Assiduo
Professionista
Se l'agente pressa in questo modo mi viene a penare che non ci sia proprio la fila x l'immobile in questione!

Considera che nonostante la proposta presentata potrete comunque correre il rischio di vedere sfumato l'acquisto se si passa la data della clausola sospensiva del mutuo o, in sua assenza, della data del rogito.

Sarebbe però opportuno che riportassi quanto firmato inerente alla clausola sospensiva, dato che 1 settimana é un periodo ridicolo x un mutuo e non vorrei che si riferisse alla sola idoneità reddituale (detta anche ore delibera).
 

francesca63

Membro Senior
Privato Cittadino
Mi confermi quindi che se il proprietario incassa maturano le provvigioni dell'AI. A quanto abbiamo capito l'AI 'minaccia' di continuare a vendere l'immobile ma tale possibilità è già espressamente menzionata nella proposta...
No, l’agente matura le provvigioni solo se si verifica la condizione sospensiva entro la data appositamente indicata .
Se il venditore incassa l’assegno in pendenza della condizione, l’agente non matura nulla, e il venditore dovrà rendere l’assegno se la condizione non si avvera.
Purtroppo molto spesso la condizione sospensiva è scritta male, ed è quindi possibile qualche malinteso.
Se riporti la condizione, potremo essere più precisi.
 

cristian casabella

Membro Assiduo
Agente Immobiliare
Abbiamo firmato una proposta con clausola sospensiva legata alla concessione e all'erogazione del mutuo
Basta che leggi la scadenza prevista dalla clausola, se l'agente ti dice che è una settimana probabile che abbia inserito quella scadenza (facendo un errore da principiante). Non oso pensare come possa averla scritta se il periodo di una settimana per lui è sufficiente a far avverare o meno tale clausola
 

Giovanni84

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Basta che leggi la scadenza prevista dalla clausola, se l'agente ti dice che è una settimana probabile che abbia inserito quella scadenza (facendo un errore da principiante). Non oso pensare come possa averla scritta se il periodo di una settimana per lui è sufficiente a far avverare o meno tale clausola
Grazie Cristian del messaggio. In realtà nella proposta di acquisto abbiamo scritto che il rogito è da tenersi entro il 30 giugno del 2020. Non c'è nessun riferimento al tempo di una settimana per fare alcunché. L'agente immobiliare insiste sulla settimana perché sostiene che 'tanto in una settimana la Banca ve lo dice se concede il mutuo o meno...'. Secondo l'agente immobiliare, una volta saputo che 'la Banca tanto concede il mutuo' va comunicato a lui ed il proprietario incassa l'assegno. E' su questo che l'agente fa una pressione praticamente quotidiana...
 

francesca63

Membro Senior
Privato Cittadino
Secondo l'agente immobiliare, una volta saputo che 'la Banca tanto concede il mutuo' va comunicato a lui ed il proprietario incassa l'assegno.
Ma c’è o non c’è nel contratto firmato (proposta accettata) un riferimento alla condizione sospensiva ?
Posta la proposta, oscurando i dati. Da ex agente, sono, come i colleghi, abituata a parlare solo conoscendo le info necessarie.
Altrimenti sono chiacchiere a vuoto.
 

Giovanni84

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Se l'agente pressa in questo modo mi viene a penare che non ci sia proprio la fila x l'immobile in questione!

Considera che nonostante la proposta presentata potrete comunque correre il rischio di vedere sfumato l'acquisto se si passa la data della clausola sospensiva del mutuo o, in sua assenza, della data del rogito.

Sarebbe però opportuno che riportassi quanto firmato inerente alla clausola sospensiva, dato che 1 settimana é un periodo ridicolo x un mutuo e non vorrei che si riferisse alla sola idoneità reddituale (detta anche ore delibera).
Grazie Jan. Sicuramente abbiamo messo in conto questo rischio. La data entro cui si dovrà procedere al rogito è il 30 giugno 2020. Abbiamo inserito la clausola sospensiva della concessione ed erogazione del mutuo e la necessità di procedere direttamente al rogito (senza compromesso). Tutto ciò è stato naturalmente accettato dal proprietario. Il periodo di una settimana non è riportato da nessuna parte. E' l'agente che lo introduce riferendosi al fatto di bloccare le visite per una settimana e poi riprenderle (cosa che potrebbe fare sin da subito, visto che nella proposta abbiamo inserito che l'AI può sin da subito continuare a vendere ed in caso di vendita ad un'altra persona restituirci l'assegno della caparra).
 

Giovanni84

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Ma c’è o non c’è nel contratto firmato (proposta accettata) un riferimento alla condizione sospensiva ?
Posta la proposta, oscurando i dati. Da ex agente, sono, come i colleghi, abituata a parlare solo conoscendo le info necessarie.
Altrimenti sono chiacchiere a vuoto.
Francesca, riporto cosa c'è scritto: 'La presente è vincolata all'erogazione nonché concessione del mutuo. La sottoscritta........autorizza sin da subito l'Agenzia Immobiliare...... ad accettare ogni altra offerta sull'immobile. l'AI si impegna a consegnare l'assegno senza nulla a che pretendere.......'
 

Jan80

Membro Assiduo
Professionista
Stando così le cose sembra che il contratto si perfezioni all'ottenimento/erogazione del mutuo..... unico rischio è che qualcuno sia interessato e non abbia necessità di un mutuo. Richiedere l'erogazione di un mutuo dopo una settimana è ridicolo!
 

RobertodaBangkok

Membro Assiduo
Agente Immobiliare
Ma no...secondo me intende: dare comunicazione dell avvenuta delibera entro una settimana dalla stessa. Succedono queste cose quando l AI non "governa" il mutuo.
 

francesca63

Membro Senior
Privato Cittadino
Succedono queste cose quando l AI non "governa" il mutuo.
Anche quando l’agente non ha la necessaria competenza. infatti, come è scritto:
'La presente è vincolata all'erogazione nonché concessione del mutuo. La sottoscritta........autorizza sin da subito l'Agenzia Immobiliare...... ad accettare ogni altra offerta sull'immobile. l'AI si impegna a consegnare l'assegno senza nulla a che pretendere.......
Questa clausola, legalmente, non consente al venditore di accettare altre proposte (lo può fare, ma sarebbe inadempiente, avendone già accettata una), ma solo all’agente di farne sottoscrivere altre da altri aspiranti acquirenti.
Scritta male, anzi malissimo, andrebbe riformulata meglio in accordo tra le parti.
Ma no...secondo me intende: dare comunicazione dell avvenuta delibera entro una settimana dalla stessa
Solo nella testa dell’agente, perché là lettere della clausola dice altro ( poco e male).
 

RobertodaBangkok

Membro Assiduo
Agente Immobiliare
Anche quando l’agente non ha la necessaria competenza. infatti, come è scritto:
Questa clausola, legalmente, non consente al venditore di accettare altre proposte (lo può fare, ma sarebbe inadempiente, avendone già accettata una), ma solo all’agente di farne sottoscrivere altre da altri aspiranti acquirenti.
Scritta male, anzi malissimo, andrebbe riformulata meglio in accordo tra le parti.

Solo nella testa dell’agente, perché là lettere della clausola dice altro ( poco e male).
Vorrei mandarti 12 mazzi di fiori. Avevo glissato senno mi monta L' ""OSSIGNUR"
 

Giovanni84

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Anche quando l’agente non ha la necessaria competenza. infatti, come è scritto:
Questa clausola, legalmente, non consente al venditore di accettare altre proposte (lo può fare, ma sarebbe inadempiente, avendone già accettata una), ma solo all’agente di farne sottoscrivere altre da altri aspiranti acquirenti.
Scritta male, anzi malissimo, andrebbe riformulata meglio in accordo tra le parti.

Solo nella testa dell’agente, perché là lettere della clausola dice altro ( poco e male).
Grazie Francesca delle osservazioni. Specifico che l'agente non intende affatto ricevere comunicazione della delibera entro una settimana dalla stessa ma proprio avere una nostra comunicazione entro una settimana, sostenendo letteralmente che 'abbiamo una settimana di tempo...' per poter permettere al proprietario di incassare l'assegno (francamente crediamo poco al fatto che sia il proprietario a spingere)
 

RobertodaBangkok

Membro Assiduo
Agente Immobiliare
OHSSIGNUR...una parere positivo ve lo faccio avere in una mattina. con tutto gia in mano...5 gg per la delibera sono diventati una peripezia anche per me che, credetemi, ho una mano cosi buona che migliore nn si puo. Ora..chiaro che se fate un mutuo al 50% e faccio tutto io..e una cosa..se dovete aspettare il perito..in una settimana ( 5 gg lavorativi ) secondo me non ce la fate. Perdipiu' con uno cosi che mi lascia in gila il mio ""OSSIGNUR"
 

francesca63

Membro Senior
Privato Cittadino
ma proprio avere una nostra comunicazione entro una settimana, sostenendo letteralmente che 'abbiamo una settimana di tempo...' per poter permettere al proprietario di incassare l'assegno (francamente crediamo poco al fatto che sia il proprietario a spingere)
Rispondete che il contratto è condizionato , e finché non si avvera la condizione (ok al mutuo) , non dovete fare proprio nulla, e l’assegno deve restare in agenzia.
E che anzi, proprio perché l’agente non ha inserito una data entro la quale la condizione si deve avverare, siete disposti a fare una modifica, d’accordo con il venditore, per inserire una data ragionevole, per evitare anche al venditore un’incertezza che potrebbe prolungarsi fino al rogito.
 

Giovanni84

Nuovo Iscritto
Privato Cittadino
Rispondete che il contratto è condizionato , e finché non si avvera la condizione (ok al mutuo) , non dovete fare proprio nulla, e l’assegno deve restare in agenzia.
E che anzi, proprio perché l’agente non ha inserito una data entro la quale la condizione si deve avverare, siete disposti a fare una modifica, d’accordo con il venditore, per inserire una data ragionevole, per evitare anche al venditore un’incertezza che potrebbe prolungarsi fino al rogito.
Francesca, grazie del consiglio. Non ti nascondo una certa perplessità su questa eventuale modifica, sia perché ancora non sappiamo le tempistiche della Banca (tra l'altro l'agenzia tarda a consegnarci i documenti relativi all'immobile da trasmettere alla Banca stessa), sia perché non crediamo che questa richiesta provenga dal venditore che non vuole vivere nell'incertezza, ma molto più probabilmente dall'agente che vuole incassare le provvigioni comunque....
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Salve a tutti, mi sono appena iscritto, non ho mai usato un forum in vita mia, quindi vi chiedo di perdonare qualche mio errore iniziale e di supportarmi nell'utilizzo.
Mi chiamo Simone Troisi, ho un agenzia immobiliare a Cava dè Tirreni in provincia di Salerno
L'immobiliare è la mia passione principale in tutte le sue forme... dai citofoni per il porta a porta, agli aspetti più tecnici come l'asset management.
Carminecucci ha scritto sul profilo di Marco Giovannelli.
Salve Marco
Volevo chiederle un consiglio su un immobile seminterrato, è situato in porta romana Milano all’interno del condomino accatastato come c2.L’agenzia ha detto che è possibile passarlo ad abitazione già nell’ annuncio, è chiamandoli mi hanno detto che bisogna fare i lavori e poi i vari documenti al comune. Mi posso fidare o l’agenzia per di vendere Dire sempre di tutto?
Alto