• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

pignatti

Membro Attivo
Privato Cittadino
Chiedo un parere sulla congruità delle voci inserite da un tecnico per una pratica di cambio destinazione d'uso da A10 ad abitativo A3 con opere (inserimento cucina) di un ufficio di 45 mq. Si faranno pochissime opere interne da fare e adatto alla trasformazione ad abitativo (nello stesso piano altri 2 uffici identici sono stati resi appartamenti A3 senza problemi). Ecco il rendiconto:
Pratica SCIA/CILA (progettazione, direzione lavori).
Pratica sismica (progettazione, direzione lavori).
Coordinamento sicurezza in fase di progettazione e di esecuzione (compresa denuncia agli uffici competenti). Fine lavori e richiesta certificato di abitabilità.
Siamo in centro, in città.
Secondo voi si potrebbe semplificare la procedura? Soprattutto: la pratica sismica è indispensabile? So che per i cambi d'uso degli altri 2 uffici nello stesso piano dello stabile non è stata fatta la pratica sismica.
Ultimo quesito: anziché il cambio d'uso con opere forse sarebbe più semplice fare prima un cambio d'uso senza opere, poi fare una pratica per alcune modifiche interne?
Grazie a chi avrà la pazienza di rispondermi!
 

marchesini

Membro Assiduo
Privato Cittadino
Se il tuo tecnico ha ravvisato la necessità della pratica sismica probabilmente, anche se le opere sono limitate, interessano la struttura dell'edificio e non rientrano in quelli esentati dall'autorizzazione.
A mio parere la procedura che ti hanno proposto è corretta, mentre quella che proponi tu è più lunga e non ti esime in seguito dal presentare la pratica sismica per le successive opere interne se queste, come già scritto, interessano la struttura.
Se è un immobile "storico" quello che per tè è un semplice tramezzo eliminabile spesso ha invece la sua importanza nella stabilità dell'edificio.
 

pignatti

Membro Attivo
Privato Cittadino
Grazie, ma è prevista la demolizione di un solo tramezzo spesso 10 cm che peraltro all'origine non esisteva nemmeno. Per questo mi sembra eccessiva la pratica sismica. L'immobile non è storico, è un condominio "moderno" con pilastri di cemento armato anni 58-60
 

brina82

Membro Senior
Professionista
Grazie, ma è prevista la demolizione di un solo tramezzo spesso 10 cm che peraltro all'origine non esisteva nemmeno. Per questo mi sembra eccessiva la pratica sismica. L'immobile non è storico, è un condominio "moderno" con pilastri di cemento armato anni 58-60
Se è un tramezzo realizzato con forati e non con muratura piena, di sicuro la pratica sismica non occorre: da ufficio ad abitazione i carichi accidentali non cambiano (restano sempre 200kg/mq).

In questo caso non occorrerebbe neppure se realizzato in mattoni pieni, visto che originariamente non c'era; anzi, se così fosse, la sua presenza darebbe un effetto negativo, essendo un peso inutile sul solaio.
 

pignatti

Membro Attivo
Privato Cittadino
No, nessun allargamento di porte né finestre, solo uno spostamento di una porta nello stesso muro da 10 cm
 

pignatti

Membro Attivo
Privato Cittadino
Certo, il muro non è portante. Praticamente nessun muro interno è portante, l'appartamento è strutturato con diverse colonne di cemento armato.
 

brina82

Membro Senior
Professionista
In realtà dipende dall'altezza del tramezzo.....
In che senso? È chiaro che se hai un ambiente alto 15m e devi fare un tramezzo, non è che puoi fare come in un normale appartamento da 3m.

In questo caso, interpellerei comunque uno strutturista per un calcolo/consiglio, ma escluderei comunque pratiche inutili al Genio Civile. Interpretazione di uno strutturista.
 
Ultima modifica:

Jan80

Membro Assiduo
Professionista
Dal DM del 1988 è necessaria una pratica sismica per tramezzi superiori ai 4 ml di altezza.
 

brina82

Membro Senior
Professionista
Dal DM del 1988 è necessaria una pratica sismica per tramezzi superiori ai 4 ml di altezza.
Ti riporto un estratto del paragrafo 7.2.3 delle NTC08, in vigore fino al 21/03/2018:

Con l’esclusione dei soli tamponamenti interni di spessore non superiore a 100 mm, gli elementi
costruttivi senza funzione strutturale il cui danneggiamento può provocare danni a persone, devono
essere verificati, insieme alle loro connessioni alla struttura, per l’azione sismica corrispondente a
ciascuno degli stati limite considerati.

Le norme più recenti di quelle da te indicate, parlano di spessore e non di altezza. Ciò potrebbe essere un limite, perchè è chiaro che avere un tramezzo alto anche solo 6m non vincolato in testa, potrebbe dare vita a un ribaltamento e diventate pericoloso in caso di sisma, per questo, come detto, interpellerei comunque uno strutturista (senza però presentare alcuna pratica al Genio Civile, anche perchè oramai il concetto di Norma dovrebbe essere mutato, da prescrittiva a prestazionale...).

Ora, il giorno 22/03/2018 sono entrate in vigore le Norme NTC18, che non ho avuto ancora modo di leggere. Onestamente, non credo che tale concetto venga stravolto.
 
Ultima modifica:

Jan80

Membro Assiduo
Professionista
Tornando all'ufficio in questione ha un'altezza interna media di 260 cm
Direi che non è questo il problema....

Le norme più recenti di quelle da te indicate, parlano di spessore e non di altezza.
Lo sò, hanno fatto un bel mescolamento..... ma se provi a superare i 4 ml con i limiti della snellezza della Circolare 2009 passi i 10 cm e ci ritorni dentro (non so perché si divertano a nascondere le informazioni in questo modo!)

Sebbene i carichi variabili non aumentano, non è che vai a modificare in maniera sostanziale, i carichi permanenti? Per dirla in parole povere, modifichi per caso i solai con un maggior spessore di materiale tanto da determinarne un aumento di peso considerevole? Ne modifichi il sistema costruttivo (tipo da travetti prefabbricati al laterocemento)?
 

brina82

Membro Senior
Professionista
Direi che non è questo il problema....


Lo sò, hanno fatto un bel mescolamento..... ma se provi a superare i 4 ml con i limiti della snellezza della Circolare 2009 passi i 10 cm e ci ritorni dentro (non so perché si divertano a nascondere le informazioni in questo modo!)

Sebbene i carichi variabili non aumentano, non è che vai a modificare in maniera sostanziale, i carichi permanenti? Per dirla in parole povere, modifichi per caso i solai con un maggior spessore di materiale tanto da determinarne un aumento di peso considerevole? Ne modifichi il sistema costruttivo (tipo da travetti prefabbricati al laterocemento)?
Personalmente escludo sempre la possibilità di aumentare peso agente su solai esistenti, senza un adeguato rinforzo (oneroso) degli stessi. Al massimo legno incollato sul pavimento, non di più...

Devo fare un parcheggio sopra un solaio "pensile" esistente (piano terra, e devo alzare la quota di circa 50cm): la mia idea prevede di togliere 20cm tra massetto e impermeabilizzazione, sistemare degli igloo poggiati sulla soletta da 4cm del solaio esistente, gettare con cls alleggerito tipo Leca, a regola d'arte ovvero con fasce e quindi già dotato di pendenza. Dopodichè si va con una piccola "rasatura" in malta di cemento o addirittura in pasta di cemento. Guaina e pavimento con piedini in plastica, a secco sopra la guaina.

In tal caso, pensando di limitare l'accesso alle autovetture, ovvero permettendo solamente quelle di peso inferiore ai 15kN (al posto dei 35kN, con verifica a punzonamento che torna), riesco addirittura ad alleggerire i carichi agenti sul solaio! Il tutto corredato da saggi in sito sulle armature presenti, analisi delle fasce piene a taglio sugli appoggi del solaio (fasce piene e semipiene assenti, che mi hanno portato alla soluzione descritta, meno pesante), e da una prova di carico che faremo, prima di iniziare i lavori.
 
Ultima modifica:

Jan80

Membro Assiduo
Professionista
E fai più che bene @brina82 ..... il mio era solo un ennesimo tentativo per tentare di capire da cosa derivasse l'obbligo di pratica sismica nel caso in esame; e direi che è pure l'ultimo!
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Alice-Cooper ha scritto sul profilo di matusalemme.
Posso lasciarle il mio numero se fosse un problema usarlo possiamo continuare a discutere in chat
matusalemme ha scritto sul profilo di Alice-Cooper.
se hai già un avvocato, sarai già seguita adeguatamente.
non vedo come possa io aiutarti di più

se comunque ritieni che possa essere utile, mandami la tua email con ciò che pensi sia utile oppure ciò che vuoi (ma in privato)
Alto