1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. gabriargi

    gabriargi Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Salve, sono il locatore di un contratto con cedolare secca che prevede l'utilizzo di una stanza di un immobile.
    E' successo che nell'immobile si è rovinato il frigorifero (parzialmente, raffreddava a 16°, freezer funzionante), dal momento in cui mi è stato fatto presente me ne sono scordato per 20 giorni, quando mi è stato ricordato per la prima volta, nel giro di una settimana ho provveduto a sostituirlo con uno nuovo.
    Preciso che: nessuno dei conduttori si è reso disponibile a svuotare dai propri effetti e pulire il frigorifero vecchio, a fornire una borsa frigo per conservare i prodotti fino all'accensione del nuovo elettrodomestico e a riposizionare i prodotti nel nuovo una volta acceso.
    Ho provveduto personalmente a tutto ciò, constatando una forte sporcizia dietro l'elettrodomestico e un ingente quantità di ghiaccio nel congelatore a discapito del funzionamento ma soprattutto del volume disponibile.
    Non ho chiesto risarcimenti per il frigorifero in quanto era vecchio, già presente al momento dell'acquisto dell'immobile e non ho dubitato del fatto che si fosse rotto indipendentemente dai conduttori.
    Un conduttore si è preso la briga di scalare dal canone di locazione 60€, definiti come 'detrazioni a causa del guasto del frigorifero'.
    Ho fatto presente che non si può permettere di prendere decisioni autonomamente su quanto accordato dal contratto.
    Dopo essersi informato il conduttore mi ha fatto sapere che mi avrebbe accreditato ciò che mancava dal canone, ma che avrebbe comunque diritto a un risarcimento per il cibo che ha dovuto buttare nel periodo in cui il frigorifero era malfunzionante.
    Vorrei sapere come mi devo comportare:
    -ovviamente non è calcolabile questo risarcimento che chiede, ha diritto ad averlo?
    -pur non essendo interessato ad averlo, io ho diritto ad avere un risarcimento per la giornata persa a pulire, svuotare, rimuovere il ghiaccio e riempire gli elettrodomestici?
    Detto questo, mi piace avere buoni rapporti coi conduttori, ma nel momento in cui manca la fiducia reciproca non è più così.
    Nel momento in cui io volessi recedere dal contratto potrei farlo in qualunque momento? O l'unica cosa che potrei fare è invitare il conduttore a recedere nel caso in cui non gli andasse bene il modo in cui mi è possibile seguire la casa?
    Vi ringrazio.
     
  2. Zagonara Emanuele

    Zagonara Emanuele Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Il fatto d'avere scordato per 20 giorni di provvedere alla riparazione o alla sostituzione del frigorifero non ti ha aiutato a gestire i rapporti col conduttore e a mantenerli buoni, infatti il conduttore si è alterato sentendosi in diritto di trattenere una somma a titolo di risarcimento del danno.

    Comunque, per rispondere alla tua domanda, direi che nel caso specifico, il presunto danno patito dal conduttore possa equivalere a quallo che hai patito tu dovendo provvedere alle pulizie.

    Prova perciò a ragionare in questi termini col conduttore, scusandoti per il ritardo con cui hai provveduto alla sostituzione del frigorifero e facendogli notare che deve tenere pulito e in ordine quello che ora ha in dotazione (il che fa parte non solo del rispetto delle regole ma anche del corretto vivere oltre che rispondere a delle norme igieniche).

    Vedi come reagisce e se proprio i rapporti rimangono tesi vedi se riesci a passarci sopra e a tollerare la situazione.

    Non credo che cambiare conduttore sia risolutivo.
    Probabilmente chiuderesti un rapporto con un conduttore che ti ha deluso salvo poi doverne trovare un'altro che con tutta probabilità ti darà altri grattacapi.

    In quanto al poter risolvere il tuo contratto, bisognerebbe vedere cosa prevede il contratto medesimo ma direi che la situazione da te segnalata non è tale da giustificare una risoluzione del contratto, nel senso che non costituisce una valida ragione per farlo.
     
    A Andrea Occhiodoro piace questo elemento.
  3. gabriargi

    gabriargi Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ti ringrazio per la risposta.
    Avevo appunto pensato di procedere con un approccio pacifico, ascolterò le sue ragioni e farò valere le mie per giungere a un accordo, ma volevo arrivare al confronto informato.
    Ho afferrato il concetto del rischio del cambiare conduttore, ovviamente non si sa mai con chi si ha a che fare prima che si verifichino i fatti, l'avevo presa in considerazione come soluzione estrema nel caso in cui non si arrivasse a un compromesso, non in termini di soldi ma di rapporto locatore/conduttore.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina