1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. elisabetta

    elisabetta Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    ciao,
    una mia cliente vuole fare un contratto di locazione 3+2, ma io non ne ho mai fatti, ho detto che mi sarei informata! Ho scaricato il testo del contratto, ma non ho capito se bisogna concordare il canone con le associazioni di categoria o se ci sono delle tabelle per stabilire quale dovrebbe essere il canone. Si può fare lo stesso quel tipo di contratto (senza usufruire delle agevolazioni fiscali) se il canone risultasse più elevato di quello previsto per quella zona?
    Grazie a tutti per l'aiuto prezioso del vostro forum
    elisabetta :D
     
  2. il Custode

    il Custode Custode del Forum Membro dello Staff

    E' anche tuo ;) Trattalo bene e diffondilo :D
     
  3. Sandro 7942

    Sandro 7942 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Non ne ho mai fatti neanch'io, però provo a dirti qualcosa in base ai ricordi dei testi per l'esame di Agenti Immobiliari

    Il canone dev'essere compreso in una fascia di prezzo indicata appunto dalle tabelle a cui ti riferisci, mi sembra sia un elemento essenziale per quel tipo di contratti e pertanto se il canone non rispetta quei paletti il contratto è comunque valido, ma verrebbe equiparato ad un classico 4+4 (libero) sia a livello di accordi sulle tempistiche che a livello fiscale...

    In ogni caso mi rimetto come te alle parole di più esperti in materia, sperando di non aver detto bestialità....
     
  4. Maurizio Zucchetti

    Maurizio Zucchetti Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Anch'io vado a memoria, e quoto Sandro al 100%! :ok:
    Mi pare anche di ricordare che, ai fini dell'affitto convenzionato, sono state ricavate delle microzone con relative "fasce di oscillazione dei prezzi", e che quindi ti dovrai informare (OMI dell'Agenzia del Territorio?, Ufficio Studi FIAIP ?) sulla microzona di pertinenza!! :occhi_al_cielo:

    ;)
     
  5. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Ci sono delle tabelle con dei parametri rilasciate dal comune in base ai quali ricavi l'ammontare dell'affitto (mq utili, ascensore, cantina, giardino, ect..) nelle varie zone o microzone. Non puoi fare quel tipo di contratto con contrattazione libera perchè non sarebbe regolare. Il 3+2 è solo convenzionato.
    ciao
     
  6. paolo ferraris

    paolo ferraris Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    OK per tutto quello che è stato detto...devi trovarti le Tabelle...concordate fra le associazioni di categoria (di solito sono depositate presso l'UFFICIO CASA del Comune interessato), e poi IMPORTANTE...non è NECESSARIO FARLE SIGLARE dalle rispettive associazioni di categoria...NON E' OBBLIGATORIO...anche perchè si FANNO PAGARE!...salvo tu non voglia essere assolutamente sicura che quello che hai fatto è tutto giusto...visto che è la prima volta!....cerea!
     
  7. Roby

    Roby Fondatore

    Agente Immobiliare
    Giuro non sapevo nemmeno esistesse il 3+2 questo vi indica il mio interesse per le locazioni, ma tutto quello che avete riportato sopra non si applica mica al contratto transitorio??
     
  8. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Si, anche al transitorio. ;)
     
  9. mf.gestimm

    mf.gestimm Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Ciao, la risposta di Sandro mi ha fatto venire un dubbio: il mio è un vago ricordo di un corso di aggiornamento fatto qualche anno fa durante il quale avevo sollevato la questione canone nel 3+2 e il legale che lo teneva mi disse che a suo avviso essendo il 3+2 (e anche il transitorio per le città ad alta densità abitativa-dunque anche Roma) a canone agevolato, se stipulati indicando un canone diverso da quello imposto dalle "tabelle" non è valida solo tale pattuizione, restano in essere tutte le altre ma non quella del canone che diventa nulla e quindi ricondotta automaticamente al canone agevolato (naturalmente se si usa quel genere di contrattualistica) dando dunque la possibilità all'inquilino di richiedere la restituzione delle somme indebitamente incassate dal proprietario (differenza fra canone "libero" richiesto e canone "agevolato" dovuto).
    Nel caso invece si stipuli un 3+2 usando come clausole contrattuali quelle del 4+4 e indicando proprio che si rifà all' art. 2, comma 1, legge 431/98 e si indica come durata 3+2 è nulla solo quella clausola dunque il canone resta quello pattuito e cambierà la durata.
    Chiaramente queste sono casistiche in caso di ERRORE, il giusto è stipulare il 3+2 a canone agevolato ma questo era stato già detto! E' che io e Sandro consultandoci ci siamo fatti venire ancor più dubbi! Chi ce li toglie!?
    Buona giornata
     
  10. Roby

    Roby Fondatore

    Agente Immobiliare
    ecco appunto che casino ufffffffffffffff
     
  11. paolo ferraris

    paolo ferraris Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    NESSUN CASINO ROBY!....ha ragione e basta mf.gestimm....e Sandro ha solo "confuso" un pò le cose!...cmq il resto è giusto...il transitorio rimane sotto i contratti con CANONE CONCORDATO pena...quello detto sopra!...
     
  12. dania

    dania Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    puoi scaricare l'accordo territoriale dal sito della confedilizia o da quello del Comune, per quanto riguarda il canone prima di tutto devi fare il calcolo della superficie convenzionale data da: superficie calpestabile + sup.terrazzi (0,25%)+ sup.garage (o,50%). ottenuta la sup.convenzionale devi moltiplicarla per i valori risultanti dall'Accordo relativi alla Zona dove si trova l'appartamento. inoltre puoi aggiungere al valore che risulta un 15% in più se l'appartamento è arredato (devi indicarlo nel contratto), un ulteriore 15% in più se la superficie utile è pari o sotto ai 55 mq., e se si supera la durata minima un 4% in più. per questo tipo di contratti la registrazione va pagata sul 70% dell'annualità, inoltre ci sono per il proprietario delle agevolazioni ICI previste dal comune e una riduzione dell'imponibile IRPEF. se l'affittuario prende la residenza anche lui ha delle agevolazioni.
     
  13. Roby

    Roby Fondatore

    Agente Immobiliare
    Grande DAnia
     
  14. dania

    dania Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    :) :) :) :) Sono documentata perchè ho fatto diversi contratti 3+2.
     
  15. paolo ferraris

    paolo ferraris Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    Diana....la richiesta era per Roma....Tu sei di Firenze...siamo tranquilli che stai parlando dello stesso comune?...perchè gli accordi oltre che i relativi costi variano appunto da comune a comune....secondo gli accordi...ehehehe
     
  16. dania

    dania Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    Prima di tutto mi chiamo Dania. :rabbia: Seconda cosa,devi andare a cercare l'accordo per il Comune di riferimento, in questo caso Roma. :applauso: :applauso: Certamente ogni Comune ha i suoi Accordi, basta documentarsi presso il sito della Confedilizia di Roma :applauso: :applauso: Cambieranno solo i valori di riferimento il resto è uguale per tutta Italia
     
  17. fiennes

    fiennes Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Potrebbe essere opportuno recarsi da una associazione di proprietari immobiliari per valutare la convenienza
    per il proprietario,il motivo principale per cui si sottoscrivono contratti concordati è proprio la convenienza
    economica, si affitta a meno ma con le agevolazioni fiscali derivanti diventa più economico il 3+2 oltre ad
    avere durata inferiore (va bè che adesso è difficile trovare inquilino).
    Questo tipo di contratto è poco utilizzato perchè poco conosciuto,le agenzie immobiliari nella stragrande
    maggioranza non lo propongono perchè non conoscono meccanismi.
    In alcune città esempio in Emilia Romagna stà prendendo sempre più piede ma lì sono diffuse le associazioni
    della proprietà immobiliare, a Milano invece non và perchè gli accordi locali sono sfavorevoli.
     
  18. Sandro 7942

    Sandro 7942 Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Chiedo venia per l'errore e faccio i miei complimenti a Dania! :applauso:
     
  19. naralis

    naralis Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Ciao a tutti...
    volevo capire bene 2 cosine:
    i contratti a canone concordato si possono stipulare solo in comuni che hanno stretto la convenzione con le associazioni oppure è solo l'agevolaione fiscale che spetta a chi affitta l'immobile posseduto nei comuni convenzionati?
    Ringrazio in anticipo per la cortesia..
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina