1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. pensionata2016

    pensionata2016 Nuovo Iscritto

    Agente Immobiliare
    Mio figlio possiede la nuda proprietà io sono l'usufruttuaria; voglio rinunciare all'usufrutto; chiedo la modalità corretta per consentirgli in futuro di vendere l'appartamento senza ostacoli e senza creargli problemi con la futura eredità del restante che troverà (ha un fratello)
     
  2. ludovica83

    ludovica83 Membro Vintage

    Privato Cittadino
    Buonasera,
    la domanda principale è: tuo figlio deve vendere ora?

    Perché alla tua morte (tra 10000000 anni) l'usufrutto si riunifica con la sua nuda proprietà e quindi tuo figlio diventa proprietario al 100% dell'immobile (l'altro figlio non centra nulla)

    Il resto dell'eredità (soldi, altre case etc ) verrà poi diviso in parti uguali tra i 2 figli 1/2 e 1/2.

    Se invece fai testamento, puoi decidere di destinare la "quota disponibile" ad uno dei due (o ad un terzo) quindi diventa 2/3 ad un figlio 1/3 all'altro.

    Per liberarsi dell'usufrutto adesso, lo dovresti vendere a tuo figlio. Fare un atto, pagarci imposte e fare un passaggio di denaro.
     
    A vostok1 e Ettore Arru piace questo messaggio.
  3. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Oppure intervenire nell'atto di vendita cedendo l'usufrutto insieme alla nuda proprietà...
     
    A FRANCY80, vostok1 e PyerSilvio piace questo elemento.
  4. PyerSilvio

    PyerSilvio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Probabilmente il figliolo deve vendere ora.

    Per questo motivo la nostra amica poneva il quesito.

    Vero è, che l'usufrutto, si estingue alla morte.
    Come è altrettanto vero, che se ciò avviene per cause naturali, prima che questa abbia esito, potrebbero sopraggiungere complicanze a pregiudicare la vendita per anni.

    Frequentissimi sono i casi, che per sopraggiunte patologie, che possono perdurare per anni, i soggetti aventi titolo si "dimenticano" dei loro congiunti.

    Rendendo necessario, l'intervento delle autorità, preposte per questi casi.

    Se la vendita è imminente, la nostra amica può fare una scrittura privata con il figlio, dove stabiliscono la cessione e l'intervento dal notaio della madre, a svincolare il bene oggetto di vendita, su cui insiste il titolo.

    Trovato l'acquirente, nello stesso luogo dell'atto definitivo, il notaio procederà alle trascrizioni dei titoli, e dei rispettivi passaggi di danaro, giacchè come hai osservato, l'usufrutto è un titolo cedibile in vendita.
     
  5. PyerSilvio

    PyerSilvio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Ah l'esperienza...
     
    A Bagudi piace questo elemento.
  6. ludovica83

    ludovica83 Membro Vintage

    Privato Cittadino
    La sintesi non cambia, o vende a lui o vende al terzo.

    Penso che se il problema era di vendere al terzo e andare dal notaio assieme al figlio... l'esperienza forse dovrebbe dire che non scrivi su un forum per una cosa così ovvia.
     
    Ultima modifica: 22 Dicembre 2016
  7. PyerSilvio

    PyerSilvio Membro Senior

    Agente Immobiliare
    ..sempre meglio che scriverci, consigliando di andare preventivamente, a pagare imposte ed atti, che potrebbero essere ottemperati da terzi.

    Diversamente, sarebbe un'intervento puntualizzante l'ovvio, pure quello della @Bagudi.

    Che in due parole, ha sintetizzato, il mio concetto esposto.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina