1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. MARICAN

    MARICAN Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Buongiorno a tutti!
    Sento la necessità di confrontarmi con voi, in cerca di pareri tecnici e legali, a proposito della situazione in cui mi trovo.
    QUalche settimana fa ho visitato un appartamento, che mi piace molto e vorrei acquistare. Al momento del primo contatto telefonico con l'agenzia immobiliare (uno dei marchi più diffusi) l'agente mi ha detto che l'appartamento si presentava allo stato grezzo, perché la propietà aveva deciso di ristrutturarlo prima di venderlo, lasciando però in sospeso le rifiniture da fare scegliere all'eventuale acquirente, tant'è che il prezzo, da quello esposto nell'annuncio era salito di 70000€, trattabili però.
    Vado a visitare l'immobile, che mi piace moltissimo. Alla visita era presente il proprietario, costruttore, che mi dice di aver acquistato l'immobile per investimento, di aver iniziato la ristrutturazione, e poi però di aver deciso di metterlo in vendita. Mi conferma che l'immobile sarebbe stato comunque consegnato completamente rifinito.
    L'agente, quando ne parliamo, mi consiglia di orientarmi su un'offerta di xxxx (parecchio inferiore rispetto alla cifra che mi avevano detto) e poi si va in trattativa.
    Prendo così appuntamento per rivedere la casa assieme al mio fidanzato. Confermato, ci piace e siamo interessatissimi. Da allora parte una pressione pazzesca per farci andare a fare la proposta. Ci sono altri, lui è in trattativa con altra gente che vogliono acquistare, ecc... Io cerco di farle capire che quest'atteggiamento non mi mette a mio agio. Lei continua, io prendo un pochino di tempo e alla fine decidiamo di prendere un appuntamento per depositare la proposta. Io allora chiedo capitolato e dettaglio delle opere ancora da terminare, per poter meglio definire l'offerta: chi mi garantisce che lui poi non accetti la proposta intendendola allo stato attuale dell'abitazione? Propongo anche di prenderla così come è e di finirla io.
    Lì viene fuori che capitolato non ce n'è, perchè la casa è intestata al costruttore, che molti materiali lui li ha già acquistati, quindi grossa scelta di rifiniture non c'è.

    Ci rivediamo, lui sempre presente, cerchiamo un punto d'incontro per le rifiniture, io gli dico "ok, dimmi quello che hai già in magazzino, se mi piace lo teniamo, quello che poi non va bene di trova un modo per sostituirlo. Pertanto valutiamo qualche modifica alla sua idea iniziale, nulla di trascendentale, solo gli dico che non volgio parquet in cucina e nei bagni e dunque vorrei vdere della pietra o della ceramica. A questo punto lui allora dice "il mio prezzo è xxxx e da questo difficilmenente mi discosto" e spara una cifra di 10000€ più alta di quella nell'annuncio.
    Rivediamo tutto, io inizio a spazientirmi, poi ci calmiamo, mi richiamano, lui mi porta del materiale da esaminare, e finalmente sembra che ci chiariamo. Io allora prendo appuntamento con l'agente immobiliare (a tutti gli incontri sono presenti entrambi) per la proposta, e lei mi dice "sì ci vediamo tal giorno, tal ora nello studio di lui" e io " ma non ci vediamo in agenzia?" e lei "no, ora lavoro con lui, non lavoro più per l'agenzia; preferisco così perché posso portare avanti le trattative liberamente". Ma??? E quindi? cosa significa? Lei lavora per lui quindi fa solo i suoi interessi? E le commissioni? a che titolo le prenderesti? e come? non so...

    Forse sono stata prolissa ma ho cercato di sintetizzare più possibile, pur volendo rendere l'idea della confusaione che stanno facendo. In tutto ciò lei mi chiama due/tre volte al giorno per sapere quando vado a fare l'offerta.
    Ogni volta mi sembra che cambino le carte in tavola, e spesso ho come l'impressione che qualcosa non torna o mi viene nascosta. Ma cosa?
    Ah, ovviamente lui in tutto ciò parla spesso di quanto solido è il suo patrimonio, di quanto lui non vende se non vale la pena ecc.

    Vorrei qualche parere o possibilmente ragguaglio in merito; vorrei capire se corro il rischio di andare incontro a qualche problema, e sapere se l'agente può comportarsi in qeusto modo.

    Grazie a tutti
     
  2. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Intanto, se l'appartamento l'hai visto quando la sedicente "collega" lavorava per l'agemzia immobiliare, puoi rischiare che l'agenzia ti chieda la mediazione.

    Secondo, devi farti mettere nero su bianco che cosa ti offrono realmente e a che prezzo, in modo che la tua proposta sia ben definita. Non farti mettere fretta, perchè oggi di fila per acquistare non ce n'è...

    Terzo, devi sapere a che titolo l'agente immobiliare lavora per lui e se è iscritta all'ex ruolo Agenti Immobiliari (ora CCIAA) e che provvigione ti chiede.

    Magari chiarisci qualche punto in più della faccenda...
     
  3. cafelab

    cafelab Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Consulterei un architetto che si occupa di ristrutturazioni d'interni.
    Con 80.000 euro di extra per la ristrutturazione direi che hai il pieno diritto di personalizzare il progetto d'interni e scegliere con calma tutte le finiture.

    Ha finito i soldi :)

    Mi sembra la scelta migliore.

    seeeeeeeeee :risata:
     
    A zia little piace questo elemento.
  4. MARICAN

    MARICAN Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Grazie per la risposta. Aggiungo, inoltre, che comunque l'agente lavora ancora per l'agenzia originaria, risponde ancora al numero fisso dell'agenzia e da informazioni sull'immobile a chiunque chiama!!!!
     
  5. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Beh, allora, se non vogliamo pensare che vuole fare la cresta all'agenzia, diciamo che è normale, nel caso di un costruttore, fare le trattative presso i suoi uffici.
     
  6. MARICAN

    MARICAN Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    Ciao! Grazie moltissimo per le pronte risposte!
    In merito alla risposta di Cafelab, vi dico già che il costruttore (in questo caso ristrutturatore perché l'immobile non è nuovo, è solo stato completamente razionalizzato e parzialmente ristrutturato) ha declinato questa possibilità. E questo è uno dei punti che mi ha subito insospettito. Alle mie domande mi è stato risposto che lui ha acquistato i materiali, e ha sostenuto già delle spese per i lavori già effettuati. :confuso:

    Bagudi, quindi è possibile fare la proposta nel suo ufficio? E se si tratta di una proposta d'acquisto, per quale ragione deve essere presente lui? Se è una cosa tra lui e noi, non diventa una compravendita tra privati? La proposta d'acquisto non è un passaggio tra cliente/agenzia/venditore??? Mah...inizio a spazientirmi.
     
  7. Bagudi

    Bagudi Moderatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Puoi dire molto tranquillamente che preferisci avere un primo abboccamento con l'agente, senza il proprietario, proprio per farti ben specificare le varie situazioni....
     
  8. DIEGO BIR

    DIEGO BIR Membro Ordinario

    Agente Immobiliare
    certo che dubbi ne vengono parecchi, le possibilità secondo me sono due:
    1. scrivere tutto ciò che riguarda i materiali e la loro posa
    2. aspettare che finisca la ristrutturazione, quindi niente più cattive sorprese o finti fraintendimenti, e una volta visto e piaciuto scatta l'offerta
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina