1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. sergio46

    sergio46 Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Mia figlia e l'Impresa Costruttrice hanno da poco sottoscritto un compromesso di compravendita di un appartamento rogitabile tra quattro mesi, non seguito da registrazione.
    Nell'ipotesi che il giorno fissato per il rogito il venditore non volesse più rispettare le condizioni sottoscritte nel compromesso, sarebbe poi possibile - su iniziativa dell'acquirente - effettuare, in tale occasione, la registrazione e la trascrizione di tale atto, ancorchè le due firme non siano state inizialmente autenticate da un Notaio?
    Grazie.
     
  2. imported_bubù

    imported_bubù Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    L'att.va registrato entro 20gg dalla sottoscrizione.
    Metti caso che l'imm.sia venduto a più persone dopo di te ?
    Per risparmiare 300 euro rischi grosso di queste frodi ne girano tante ATTENZIONE......................!
    Ciao
     
  3. smoker

    smoker Membro Senior

    Privato Cittadino
    No

    Smoker
     
  4. sergio46

    sergio46 Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Il mio quesito è puramente accademico perchè il contratto preliminare di compravendita non è stato registrato, visto che non sarebbe obbligatorio farlo, in presenza di una scrittura privata tra un privato e un'impresa di costruzione per la vendita di un nuovo immobile, senza l'ausilio di mediatori e in mancanza di una caparra.
    Nel merito è stato dato un acconto di 10000 euro e il resto lo si darà al rogito, tra quattro mesi (fine lavori).
    L'impresa è del posto e conosciuta per la sua affidabilità e correttezza e il rischio - per il compratore - può dirsi limitato per il breve termine necessario alla fine lavori (mancano solo i pavimenti).
    Quindi, nella malaugurata ipotesi che l'impresa non volesse più rogitare, non avrei la possibilità di far registrare tale scrittura privata ad opera del Notaio, pur pagando una eventuale penale per non aver registrato in origine il compromesso, atteso però che la registrazione di tale atto diventa obbligatoria "in caso d'uso"?
    Cordiali saluti.
     
  5. imported_bubù

    imported_bubù Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Se ti fidi io non capisco il problema .
    Se fai queste domande qulche dubio te lo poni !allora tutta questa fiducia non c'è (come è loggico che sia)
    Ribadisco con poca spesa ai molteplici garanzie poi fai come meglio credi i soldi li ai investiti tu. Ciao
     
  6. jrogin

    jrogin Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Attenzione, non confondiamo la registrazione con la trascrizione. NON sono la stessa cosa.
    La registrazione presso l'agenzia delle entrate, mi certifica la data di registrazione.
    La trascrizione presso la conservatoria dei registri immobiliari, rende "pubblico" il preliminare e quindi opponibile a terzi (se lo vende a qualcun altro dopo la registrazione, in caso di controversie conta chi ha trascritto per primo).
     
  7. sergio46

    sergio46 Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Ovvio, ma vorresti per cortesia rispondere alla mia domanda se è possibile perfezionare "a posteriori" la scrittura privata non autenticata - fatta in origine - a cui non ha fatto seguito il rogito nel giorno prefissato dal compromesso?
    Mi riferisco alla possibilità di poter registrare e trascrivere l'atto "in caso d'uso" - ad opera di un Notaio - per ottenere in giudizio lo stesso trattamento riservabile ai compromessi interamente perfezionati in origine.
    Cordiali saluti.
     
  8. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Si puoi fare la trascrizione del preliminare anche adesso.
     
  9. sergio46

    sergio46 Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Grazie.
    Mi potresti spiegare - passo passo - in che modo, atteso che il contratto preliminare di compravendita è stato firmato da entrambi i contraenti ma le loro firme non sono state autenticate da nessuno ed uno solo di essi avrebbe interesse a perfezionarlo con la registrazione e la trascrizione?
    Cordiali saluti.
     
  10. smoker

    smoker Membro Senior

    Privato Cittadino
    Unilateralmente non è possibile.
    Saluti

    Smoker
     
  11. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Scusa, ,ma pensavo la domanda vertisse su un discorso di tempistica. La trascrizione è possibile solo se i contratti preliminari risultano da atto pubblico o da scrittura privata autenticata altrimenti una sola delle parti non puo chiedere la trascrizione. :stretta_di_mano:
     
  12. sergio46

    sergio46 Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Mi sembrava infatti strano poter esercitare unilateralmente tale possibilità.
    Evidentemente non hai letto bene l'intero thread, per cui non ti resta che ...... cospargerti il capo di cenere o andare dietro la lavagna, per punizione ;)
    Grazie comunque a te e a quelli che sono intervenuti nella discussione.
    Cordiali saluti. :)
     
  13. Umberto Granducato

    Umberto Granducato Fondatore Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    Mi cospargo il capo di cenere :occhi_al_cielo:
    Ho letto un post di un mio collega che parlava dei 20 gg di tempo x la registrazione e ho ragionato di conseguenza. :stretta_di_mano:
     
  14. realessandro

    realessandro Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    a PARERE DI CHI SCRIVE il preliminare per atto pubblico o per scrittura privata autenticata è trascrivibile immediatamente se le parti reciprocamente acconsentono.
    Se invece il preliminare è redatto per scrittura privata non autenticata può essere proposta azione davanti al giudice anche da una sola parte che ne abbia interesse per ottenere sentenza di accertamento giudiziale dell’autenticità della sottoscrizione. Solo in tal modo si otterrà il titolo idoneo a consentire la pubblicità ossia una sentenza, perché soltanto questa varrà a realizzare sul piano formale il documento idoneo per ottenere la pubblicità immobiliare
     
  15. sergio46

    sergio46 Membro Attivo

    Privato Cittadino
    Grazie per aver postato, anche qui :), con la consueta chiarezza ed indiscussa competenza, il giusto approfondimento all'ipotesi sollevata di un eventuale rifiuto al rogito e alla prevedibile difesa di voler comunque far valere in giudizio l'atto sottoscritto ma non registrato.
    Si spera logicamente di non averne bisogno (e credo non ce ne sarà, perchè il gioco non vale la candela, non essendoci una caparra in ballo e non potendo sufficientemente dimostrare danni sul mancato rispetto del contratto, a pochi mesi dalla sottoscrizione) perchè una causa civile danneggia entrambi i contendenti, sia economicamente che moralmente.
    Tra l'altro, anche in presenza di un normalissimo preliminare di compravendita - registrato e trascritto - ci si accontenta del valore della caparra, evitando le lungaggini giudiziarie e di soddisfare i soli avvocati (che sono i veri vincitori).
    Cordiali saluti. :)
     
  16. realessandro

    realessandro Nuovo Iscritto

    Privato Cittadino
    grazie, posto la fonte giuridica
    Art. 2657.
    Titolo per la trascrizione.

    La trascrizione non si può eseguire se non in forza di sentenza di atto pubblico o di scrittura privata con sottoscrizione autenticata o accertata giudizialmente.

    omissis
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina