1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Molokovellocet

    Molokovellocet Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Salva a tutti!
    Inizio col complimentarmi col forum, davvero ben costruito ed utile! Sto provando a cercare la risposta alle mie domande sul forum, trovo tante informazioni utili ma non riesco a collegarle tra loro..mi spiego meglio :
    Mi sono trasferito da due mesi in provincia di Reggio Emilia per lavoro insieme ad altri due colleghi con cui ho preso casa in affitto.Nel contratto regolarmente depositato alla Agenzia delle Entrate è esplicamente dichiarato che "tutti coloro che risiederanno nell'abitazione hanno residenza in altro luogo e nella casa locata manterranno solo il domicilio" e che il proprietario mantiene intestato a proprio nome le utenze di acqua, luce e gas.

    1)E' legale questa situazione?

    Inoltre in questi giorni ho deciso di richiedere la residenza nella nuova casa, ma al comune mi hanno detto che per fare ciò il proprietario deve cambiare la residenza (cosa che peraltro farà nei prossimi giorni, passandola nella casa nuova dove vive) e poi posso passare la mia. A questo punto però, lo stesso proprietario si è opposto al mio cambio di residenza poichè sostiene che per fare ciò bisognerà rifare il contratto (300€ per depositarlo e 400€ al commercialista per rifarlo) e dovrò per forza intestarmi io le utenze (200€ di voltura). Le mie domande sono :

    2) Bisogna per forza cambiare il contratto ed intestarmi le utenze? Voglio dire, del cambio di residenza viene avvisata anche l'agenzia delle entrate? ( visto che effettivamente al momento della sottoscrizione volevo mantenere solo il domicilio e non la residenza e dopo ho cambiato idea)

    3) Che "interessi" avrebbe il proprietario per opporsi al mio cambio di residenza?

    Vi ringrazio enormemente delle eventuali risposte, ma sono davvero mooooolto confuso... ;)
     
  2. ag1953

    ag1953 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Non vorrei prendermi le critiche da qualche commercialista, ma francamente 400 euro x un contratto!!!!!!:risata: Mi sa che ti conviene compilare questo e presentarlo direttamente all'ufficio delle entrate e mettà di quel che ti rimane dei 700 euro li mandi a me!!!:D:risata:
    Quanto alle volture per le utenze queste in ogni caso ti saranno addebbitate dagli enti con cui le stipulerai!
     

    Files Allegati:

  3. Antonello

    Antonello Membro dello Staff Membro dello Staff

    Agente Immobiliare
    In base a quale norma?
     
  4. carlor

    carlor Membro Attivo

    Altro Professionista
    Nessun interesse aggiuntivo a quello che gli ha fatto mettere sul contratto che tu nell'abitazione hai il domicilio e non la residenza. Contratto che tu hai liberamente firmato.
     
  5. Molokovellocet

    Molokovellocet Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Per quanto riguarda la residenza, mi hanno detto che non avendo vincoli di parentela non potevamo entrare nello stesso stato di famiglia!(????)per quanto riguarda invece il contratto, all'atto della firma non avevo esigenze di portare la residenza, quindi non ho dato peso alla cosa, ma non capisco davvero perchè il proprietario l'abbia voluto specificare..
     
  6. Limpida

    Limpida Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Per me il contratto lo potete lasciare com'é, se tutti e due siete d'accordo. Nessuna spesa, solo le volture delle utenze.
     
  7. er4clito

    er4clito Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Con un regolare contratto di locazione puoi spostare senza problemi la residenza. Il problema è fiscale per il proprietario: se avendo la residenza nell'immobile non paga l'ICI, nel momento in cui dovrà trasferirla comincerà a pagarla. Questi gli interessi del proprietario a opporsi al tuo cambio!!! Se ha in'oltre un mutuo sull'immobile come prima casa, non potrà più detrarne gli interessi.

    Per le utenze non ci sono problemi. Puoi essere residente, con contratto regolare, e per accordi può mantenerle intestate il proprietario.
    Questione di scelte: ai proprietari, come agenzia, consiglio Sempre di volturare per evitare disguidi a fine locazione.
    Ma per volturare ci sono dei costi fissi.

    E il contratto: assolutamente non c'è bisogno di cambiarlo!! :) Se sei già tra gli intestatari non ci sono problemi per essere pure residente!
     
  8. Molokovellocet

    Molokovellocet Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Beh per il contratto il problema è che li è fatto esplicito riferimento al fatto che il conduttore dichiara di avere residenza in altro comune e di voler mantenere solo il domicilio in questa casa ..ed io fesso l'ho firmato pure :)
     
  9. ag1953

    ag1953 Membro Junior

    Privato Cittadino
    Intanto del tuo cambio di residenza la prima ad esserne informata sarà proprio l'agenzia delle entrate:
    in secondo luogo hai affermato che il proprietario al piu' presto passerà la residenza nella nuova casa in cui vive e
    quindi l'unico problema è il cambio del contratto,e qui, come ti dicevo prima, i costi potrebbero essere di gran lunga inferiori ai 700 euro di cui parlava il proprietario,per quanto riguarda le volture dei contratti a nome tuo queste sono spese a carico tuo:
    arrivati a questo punto, se il proprietario è d'accordo, e questo è importantissimo.(non dimenticare che nel contratto regolarmente depositato alla Agenzia delle Entrate hai esplicamente dichiarato che "tutti coloro che risiederanno nell'abitazione hanno residenza in altro luogo e nella casa locata manterranno solo il domicilio" e che il proprietario mantiene intestato a proprio nome le utenze di acqua, luce e gas.),rifate un contratto nuovo,altrimenti se ti conviene resti nella casa e accetti quanto tu stesso hai dichiarato,oppure vai a cercarti un'altra casa!
     
  10. Limpida

    Limpida Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Dichiarare di avere la residenza in altro Comune poteva servire al proprietario nel caso ti avesse fatto un contratto transitorio o turistico. Non vedo che cosa c'entra adesso, che la situazione tua e del proprietario é cambiata. Non hai detto però una cosa più importante: che tipo di contratto di locazione hai?
     
  11. Molokovellocet

    Molokovellocet Nuovo Iscritto

    Altro Professionista
    Il contratto è un "4+4". Per quanto riguarda invece la clausola ( che qualcuno ritiene addirittura nulla ai fini legali, in quanto c'è una legge dello stato che vieta di avere il solo domicilio in un luogo dove effettivamente si risiede, ma mi documento e vi faccio sapere) se il proprietario non ha problemi a cambiarla ( se non per suoi interessi ) rifaccio il contratto sobbarcandomi le spese... Prima voglio però capire quali sono i miei diritti/doveri...
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina