• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Axel1

Membro Junior
Privato Cittadino
Buonasera,

Il mio comune x il censimento degli immobili nel suo territorio mi richiede la seg. documentazione:

-copia denuncia di variazione presentata NCEU;
-elab planimetrico;
-planemetria uiu;
-mod. 1nb parte 2;

Nella richiesta di presentare la suddetta documentazione con atto di notorieta' mi informa che il mio immobile e' di cat. F3, invece attualmente e' in cat. A2 (come risulta dalla visura catastale).

La sola trasmissione della visura catastale e' sufficiente a soddisfare le richieste del comune(nceu, 1nb...)?

Questi documenti richiesti dal Comune vengono rilasciati con l'accatastamento? Ho devo richiederli appositamente?sono obbligatori?

Nella comunicazione mi chiedono anche di compilare un allegato dove dovrei indicare il tipo di vano, mq...... ma questi dati da dove dovrei reperirli?anque questi sono obbligatori?
Il tutto con un preavviso di soli 5gg

Grazie
 

elisabettam

Membro Senior
Agente Immobiliare
Buonasera,

Il mio comune x il censimento degli immobili nel suo territorio mi richiede la seg. documentazione:

-copia denuncia di variazione presentata NCEU;
-elab planimetrico;
-planemetria uiu;
-mod. 1nb parte 2;

Nella richiesta di presentare la suddetta documentazione con atto di notorieta' mi informa che il mio immobile e' di cat. F3, invece attualmente e' in cat. A2 (come risulta dalla visura catastale).

La sola trasmissione della visura catastale e' sufficiente a soddisfare le richieste del comune(nceu, 1nb...)?

Questi documenti richiesti dal Comune vengono rilasciati con l'accatastamento? Ho devo richiederli appositamente?sono obbligatori?

Nella comunicazione mi chiedono anche di compilare un allegato dove dovrei indicare il tipo di vano, mq...... ma questi dati da dove dovrei reperirli?anque questi sono obbligatori?
Il tutto con un preavviso di soli 5gg

Grazie
sembra una bufala
 

Axel1

Membro Junior
Privato Cittadino
sembra una bufala
Purtroppo e' realta'.
Anche se ho commesso un errore nella lettura delle dichiarazioni in mio possesso:
effettivamente la visura catastale dell'appartamento e' in F3(xke' ancora e' da completare:senza infissi, pavimenti ... ), ma da un estratto fatto dal commercialista (stampa brogliaccio IMU) ha categoria A/2 con relativa rendita su cui ho sempre pagato IMU e TASI.

Va bene confermare semplicemente la classe rilevata dal comune e dalla visura catastale?

In caso di passaggio a nuova categoria occorre planimetria UIU, mod. 1NB...?

E' corretto aver pagato IMU e Tasi con rendita A/2?

Grazie
 

Manovale

Membro Attivo
Privato Cittadino
1) Chiedere al Commercialista dove ha trovato i dati in A/2
2) L' appartamento può restare in F/3 ( categorie fittizie ) fino a che non è utilizzabile , completo di divisori, pavimenti, serramenti. Se l' immobile è in quella categoria da molto tempo probabilmente servirà una SCIA per completare i lavori col pagamento degli oneri concessori sul costo dei lavori da eseguire, questa è un' altra partita, da verificare
3) Al comune l' AdE invia tutti i docfa di variazione, quindi categoria, classamento proposto, 1N parte 1 e 2, planimetria, Elaborato planimetrico.
I comuni hanno libero accesso a tutte le banche dati dell' AdE, forse è più comodo mettere in difficoltà i contribuenti.
Se l' appartamento è i F/3 c'è un motivo, nuova costruzione, ristrutturazione totale ecc, in questi casi l' IMU si paga sul valore del terreno equivalente, è un valore estremamente basso.
 

Axel1

Membro Junior
Privato Cittadino
Grazie x il chiarimento, a questo punto non sono tenuto a trasmettere i dati aggiuntivi, visto che l'immobile non ha subito alcuna variazioni di classe, mi limitero' solo a confermare la stessa categoria che ci risulta a entrambi.

Non ho ben capito la parte IMU "...valore estremamente basso":
il commercialista ha estratto i dati IMU dal sw TeamSyste, il quale indica cat A/2 con relativa rendita.
Invece la visura catas indica "in corso di costruzione" senza rendita...
 

Manovale

Membro Attivo
Privato Cittadino
Un immobile non dovrebbe avere due classamenti contrastanti, col Catasto il condizionale è d' obbligo.
Se l' immobile è in corso di costruzione o definizione deve risultare in F/3
Se è classato in A/2 è perchè qualcuno ce l' ha messo, bisogna verificare le planimetrie; o da Sister, basta avere la firma digitale, o direttamente in Catasto.
Appurato la provenienza dell' A/2 si chiede ( se del Caso) l' allineamento.
in caso di fabbricati in corso di costruzione si determina quale superficie di terreno sarebbe necessaria per avere un indice urbanistico capiente, si assegna il valore unitario per avere il valore del terreno, su questo valore si calcola l' IMU
Esempio numerico ( sono numeri a caso)
Appartamento 100 mq Indice d' edificabilità della zona o zone vicine 0.4 mq/mq
Superficie equivalente 100 ( Sup appartam) / 0.4 ( Indice edif) = 400 mq
valore di mercato del terreno € 100/ mq
400 mq di terreno x € 100 mq = 40.000 valore ai fini IMU
 

Axel1

Membro Junior
Privato Cittadino
Ti confermo che la visura del catasto indica f3,
e' il software tsystem che ha a/2.
Allora e' un problema legato al sw del commercialista?
Io non ho fatto alcuna variazione di classe perche la casa non e' finita.

Ho potrebbe essere che con l'entrata dell'IMU hanno assegnato d'ufficio A/2 in modo da far pagare a tutti gli immobili questa tassa.
Infatti mi ricordo delle lamentele dei costruttori che avrebbero dovuto pagate loro questa tassa sulle costruzioni in corso d'opera....
 

Axel1

Membro Junior
Privato Cittadino
Vi confermo che sono in F3, il commercialista dice di aver aggiunto il dato (a/2 con rendita) manualnente sul suo programma TeamSyste sulla base dell'indicazione del geometra ....

A parte questo ... volevo capire se la visura catastale mi conferma F3 senza rendita (2^ abitazione) devo pagate IMU?

Sembrerebbe di Si da come ha scritto il membro *Manuale*, ma x ottenere il calcolo fatto nel suo esempio dove prendo i dati: indice edificabilita', valore mercato terreno?
Quindi Devo eseguire questo calcolo?

Grazie
 

Bastimento

Membro Storico
Privato Cittadino
Quindi Devo eseguire questo calcolo?
Presumo di si: se ricordo il sugegrimento da te citato, dovresti trattare questo immobile alla stregua di un terreno fabbricabile.

Molti comuni pubblicano la quotazione di riferimento da adottare a questo scopo: altri no.
Come ci si comporti in questi casi , oltre a consultare un commercialista, non saprei
 

SALVES

Membro Senior
Professionista
Vi confermo che sono in F3, il commercialista dice di aver aggiunto il dato (a/2 con rendita) manualnente sul suo programma TeamSyste sulla base dell'indicazione del geometra ....
Il commercialista ha presentato la dichiarazuine ICI/IMU a suo tempo indicando nell'apposita casella caratteristiche la tipologia 4 (rendita presunta nel modulo ICI) oppure (fabbricato con valore determinato sulla base delle scritture contabili nel modulo IMU)?
 

Axel1

Membro Junior
Privato Cittadino
Il commercialista ha presentato la dichiarazuine ICI/IMU a suo tempo indicando nell'apposita casella caratteristiche la tipologia 4 (rendita presunta nel modulo ICI) oppure (fabbricato con valore determinato sulla base delle scritture contabili nel modulo IMU)?
cambia qualcosa?

dice che la rendita e' presunta perche' e' senza classe.

Cos'e' tipologia 4?
Nelle stampe non trovo la casella caratteristiche
 

Axel1

Membro Junior
Privato Cittadino
anche il commercialista dice ...e' un errore lasciare una rendita in A/2 (causata da un incomprensione...)poiche' parliamo di una costruzione in F3.

Mi dice che in F3 cambiano i parametri, adesso ha bisogno del valore dell'area edificabile: CORRETTO?

Devo svolgere il calcolo suggerito da "manuale"?
Quindi devo rilevare:
-indice d'edificabilità della zona o zone vicine

e fare questo calcolo

=mq appartamento x indice edif. x mq terreno?



Grazie
 

Axel1

Membro Junior
Privato Cittadino
Un immobile non dovrebbe avere due classamenti contrastanti, col Catasto il condizionale è d' obbligo.
Se l' immobile è in corso di costruzione o definizione deve risultare in F/3
Se è classato in A/2 è perchè qualcuno ce l' ha messo, bisogna verificare le planimetrie; o da Sister, basta avere la firma digitale, o direttamente in Catasto.
Appurato la provenienza dell' A/2 si chiede ( se del Caso) l' allineamento.
in caso di fabbricati in corso di costruzione si determina quale superficie di terreno sarebbe necessaria per avere un indice urbanistico capiente, si assegna il valore unitario per avere il valore del terreno, su questo valore si calcola l' IMU
Esempio numerico ( sono numeri a caso)
Appartamento 100 mq Indice d' edificabilità della zona o zone vicine 0.4 mq/mq
Superficie equivalente 100 ( Sup appartam) / 0.4 ( Indice edif) = 400 mq
valore di mercato del terreno € 100/ mq
400 mq di terreno x € 100 mq = 40.000 valore ai fini IMU
Quindi devo recuperare questi dati?
 

Manovale

Membro Attivo
Privato Cittadino
Certi regolamenti sembrano fatti apposta per mettere in difficoltà i contribuenti, specie se ad applicarli troviamo dei soggetti robotizzati.
Nel calcolo che mi sono permesso di suggerire, anche perchè è quello che uso, ci sono almeno due elementi a stima.
Non avremo mai un valore certo, lo sviluppo del calcolo non è richiesto.
Si indica un valore stimato, che non sia vergognosamente basso e, il rischio che si corre, che ci chiedano l' integrazione, ci dovranno dire come hanno fatto il calcolo.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Delibera reddituale UniCredit, tempistiche?
Buongiorno a tutti ho bisogno di una informazione:
per la cancellazione di una Ipoteca giudiziale ultraventennale non rinnovata si applica anche la procedura semplificata ex art.40 bis TUB? grazie in anticipo per la risposta! Saluti Diego
Alto