• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Andrea41

Membro Ordinario
Privato Cittadino
Salve
ho appena comprato un appartamento su cui dovrei fare alcune piccole modifiche.
In allegato il piano di entrata con 3 accessi indipendenti (il mio è il portone scuro)
e il mio balcone dove, fra le due finestre vorrei aprirne un'altra di uguali dimensioni delle altre due.
Non esiste condominio, anche se nella struttura ci sono 6 appartamenti tutti indipendenti.

Dunque, io dovrei allargare il cucinotto, di profondità di soli 130 cm, molto stretto
e dove ci si passa molto male. Infatti camminandoci dentro si sfiora sempre il muro dietro.

Per far ciò e portarlo almeno a 200 cm. devo spostare la parete tramezza in foratini fra cucinotto e soggiorno.
Spostandola, la finestra del soggiorno mi va a rimanere nel cucinotto e così poi nel soggiorno
non ho più finestre, nè luce.
Ho pensato allora di aprirci una nuova/uguale finestra, in quanto i muri esterni non sono portanti.
Lo potrei fare?
Chiedo aiuto e consigli su cosa devo fare: autorizzazioni, permessi,tecnici, etc.etc.
Grazie
 

Allegati

Bagudi

Moderatore
Membro dello Staff
Agente Immobiliare
Ma non fai prima (se possibile) ad abbattere il muro divisorio tra soggiorno e cuicnotto ?

Aprire un finestra è molto difficile.
 

Andrea41

Membro Ordinario
Privato Cittadino
Avevo pensato di eliminare il muro divisorio e fare cucina soggiorno in tutt'uno,
ma un pò di divisorio, almeno 3/4, mi ci vuole per appenderci i pensili dell'isola
del soggiorno.
Comunque, se mi rispondete alla specifica domanda, ve ne sarei grato.
Grazie
 

marchesini

Membro Attivo
Privato Cittadino
Puoi aprire la finestra se il comune ti dà l'autorizzazione.
Ti serve un tecnico che presenti e segua la pratica.
 

marcanto

Membro Attivo
Professionista
Non esiste condominio, anche se nella struttura ci sono 6 appartamenti tutti indipendenti.
non è vero !!!
il fatto che gli ingressi siano indipendenti non esclude la comunione >> per fare SOLO un esempio la facciata è una parte comune condominiale.

senza il dilungarsi in descrizioni di quello che si vuo fare internamente che risultano solo fuorvianti >>la sostanza è:
aprire una nuova finestra!
E' possibile aprire una finestra sulla facciata, che ripeto è una facciata comune.

In quanto parte comune, la nuova apertura, potrebbe ledere il decoro architettonico e di conseguenza qualcuno si potrebbe rivolgere al giudice per il ripristino:
In tema di decoro è il giudice a decidere la lesione oppure la non lesione del decoro.
Quindi sarebbe consigliabile avere il consenso degli altri condòmini.
 

ludovica83

Membro Vintage
Privato Cittadino
In quanto parte comune, la nuova apertura, potrebbe ledere il decoro architettonico e di conseguenza qualcuno si potrebbe rivolgere al giudice per il ripristino:
Beh... 3 porte di colore diverso...
Le grate alle finestre sono di 2 tipi diversi... e colori diversi...

Diciamo ci sarebbe molto da dire sul decoro...
Manca in effetti solo lui che apre un'altra finestra e poi ritinteggia il suo pezzo di facciata di colore diverso...
 

Andrea41

Membro Ordinario
Privato Cittadino
Basterebbe il consenso solo degli altri 3 condomioni che hanno la facciata
in comune con me o serve anche quello delle altre facciate ai lati e dietro?
 

marcanto

Membro Attivo
Professionista
a questo punto prova a procedere senza il loro consenso.
solo con pratica edilizia >>>fatto salvo che gli uffici comunali ti possano chiedere di allegare il consenso condominiale
 

ludovica83

Membro Vintage
Privato Cittadino
viva l'anarchia !!!!!!!
Non volevo istigare questo...

Magari le porte di colore diverso son per evitare che la sera si sbagliano... e anche le grate son per far distinguere meglio a chi passa dalle finestre dove si trova...

Però se si guarda le foto... a me sembra che tutto il palazzo sia stato ritinteggiato di recente...
Ora uno apre una finestra... e il colore magari del rattoppo differisce un poco... :riflessione:
Non vorrei che l'ultimo arrivato...
 

Jan80

Membro Attivo
Professionista
Ok per la pratica architettonica, ma sarebbe opportuno scoprire dove sia posizionato il pilastro prima di forare!
Dovrebbe esistere o una Pratica Sismica o una Denuncia dei Lavori che mostri dove sono ubicate le strutture portanti.
 

Andrea41

Membro Ordinario
Privato Cittadino
Io ho comprato proprio quello col portoncino scuro.
Ci abitava un 87enne, ma io mi sono ripromesso,appena entro,
di riportarla al colore delle altre due.
Così è proprio un pugno nell'occhio!
Per quanto riguarda il pilastro, ovviamente la finestra dovrà scansarlo.
 

cafelab

Moderatore
Membro dello Staff
Professionista
a questo punto prova a procedere senza il loro consenso.
solo con pratica edilizia >>>fatto salvo che gli uffici comunali ti possano chiedere di allegare il consenso condominiale
Assolutamente no
puoi aprire una finestra "informando" il condominio, (formale o informale che sia) non "chiedendogli il permesso"

Il comune non ti può assolutamente chiedere il consenso
ti ricordo che le pratiche urbanistiche sono rilasciate SALVO DIRITTO TERZI il comune non entra in questioni privatistiche

Prima di iniziare i lavori si invia una comunicazione all'amministratore, o in questo caso ai vicini avvisandoli dei lavori che intendi fare, se vuoi strafare puoi allegare il nr di protocollo della pratica depositata
Ovviamente i vicini ti potranno mandare i vigili, ma se la ditta è in regola e il lavoro è conforme alla pratica non ci sarà nessun problema
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Buongiorno, vorrei un vostro parere. Stiamo acquistando un appartamento che alla visura ipotecaria risulta avere un preliminare di vendita con una terza persona. A detta del priprietario dell'immobile, si tratta di un rogito fallito poichè l'acquirente si è presentato con un assegno di 10000 euro in meno a quanto pattuito nel preliminare. Ora posso acquistare senza correre alcun rischio?
Carlo Garbuio ha scritto sul profilo di Zagonara Emanuele.
Ciao, sono agente immobiliare e sono di Treviso e abito a 25/30 km dalla zona da te indicata. Sono disponibile a valutare, via mail info@meridiana21.it, le questioni che intendi risolvere per i tuoi immobili
ciao
Alto