• immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

ops74

Membro Junior
Privato Cittadino
Salve,

In famiglia siamo 4 componenti: i miei genitori, io e mia sorella. I miei genitori hanno redatto entrambi testamento dove dispongono che la loro quota disponibile sia destinata a me. Dunque, quando entrambi non ci saranno più, la spartizione sarebbe 25% a mia sorella e 75% a me, se non ho capito male.
L'eredità è composta da un immobile dove attualmente viviamo io e i miei genitori.

L'immobile è composto da un garage (120 m quadri), piano terra (120 m quatri), primo piano (120m quadri), mansarda (60 m quadri + terrazzo 60 mquadri). Valore catastale dei 3 piani abitabili 456.

Io vorrei avere un anticipo della parte che mi spetterebbe con la successione, attraverso la donazione. Vorrei avere il primo piano e la mansarda, mentre al piano terra abitano e continuerebbero ad abitare i miei genitori.
Questo richiederebbe un frazionamento dell'immobile in due unità (la prima composta da garage e piano terra; la seconda composta da primo piano e mansarda) e le due donazioni da parte dei miei genitori.

So che i costi di frazionamento variano da comune a comune, ma orientativamente vorrei avere una stima del costo complessivo che include imposte, certificati, parcella dell'esperto etc. (ed esclusi i costi di voltura e modifiche da fare all'immobile).

Vorrei anche sapere più o meno il costo per le due donazioni.

Grazie
 

marcanto

Membro Assiduo
Professionista
So che i costi di frazionamento variano da comune a comune, ma orientativamente vorrei avere una stima del costo complessivo che include imposte, certificati, parcella dell'esperto etc. (ed esclusi i costi di voltura e modifiche da fare all'immobile).

Vorrei anche sapere più o meno il costo per le due donazioni.
Dare un indicazione o quantificare anche approssimativamente è arduo in quanto dipende dall'immobile e dalle sue relative rendite catastali.

per il frazionamento puoi chiedere un preventivo ad un tecnico : ingegnere, architetto, geometra

per quello che concerne le imposte vive e l'onorario del notaio per le donazioni, vale lo stesso discorso ossia chiedi un preventivo al notaio.
quando dici "parcella dell'esperto" a chi ti riferisci, al notaio che stila l'atto di donazione ?
 

ops74

Membro Junior
Privato Cittadino
quando dici "parcella dell'esperto" a chi ti riferisci, al notaio che stila l'atto di donazione ?
no..intendevo il tecnico

Dare un indicazione o quantificare anche approssimativamente è arduo in quanto dipende dall'immobile e dalle sue relative rendite catastali.

per il frazionamento puoi chiedere un preventivo ad un tecnico : ingegnere, architetto, geometra

per quello che concerne le imposte vive e l'onorario del notaio per le donazioni, vale lo stesso discorso ossia chiedi un preventivo al notaio.
quando dici "parcella dell'esperto" a chi ti riferisci, al notaio che stila l'atto di donazione ?
sono perfettamente consapevole che posso chiedere preventivi ad un tecnico e ad un notaio..ma volevo farmi un'idea approssimativa..
 
Ultima modifica di un moderatore:

francesca63

Membro Senior
Privato Cittadino
Dunque, quando entrambi non ci saranno più, la spartizione sarebbe 25% a mia sorella e 75% a me, se non ho capito male.
Corretto, ma possono in ogni momento cambiare il testamento.
Io vorrei avere un anticipo della parte che mi spetterebbe con la successione, attraverso la donazione.
I tuoi sono d’accordo ?
Questo richiederebbe un frazionamento dell'immobile in due unità (la prima composta da garage e piano terra; la seconda composta da primo piano e mansarda) e le due donazioni da parte dei miei genitori.
Impossibile ipotizzare dei costi, perché dipendono anche dalla concreta fattibilità e dalla regolarità urbanistica attuale dell’immobile.
Devi farti fare un preventivo da un tecnico del posto.
Ma il problema da non sottovalutare sono le donazioni: un immobile frutto di donazione è molto più difficile da vendere , e questo aspetto non va sottovalutato, anche se ora non sei interessata alla eventuale rivendita.
 

Jan80

Membro Assiduo
Professionista
L'unico consiglio che mi sento di darti è quello di dividere anche il garage e darne parte a un appartamento e parte all'altro per poter essere conforme, altrimenti dovrai monetizzare, se possibile, i posti auto previsti dagli strumenti urbanistici del tuo comune.
Ti servirà una pratica architettonica per poter sdoppiare le unità immobiliari (che dovranno rispettare tutta la normativa attuale, compresi i rapporti aeroilluminanti) e verificare che questo sia ammesso a livello locale.
Dovrai verificare anche che il fabbricato corrisponda allo stato legittimo presente in Comune, altrimenti potresti dover presentare prima una pratica in sanatoria o riportare allo stato legittimo l'immobile.

Come vedi non è semplice farti un preventivo non conoscendo come stanno le cose, però posso dirti come procedere da un punto di vista tecnico (sul resto non mi pronuncio, ma terrei a mente quanto ha già scritto @francesca63 :

- inquadramento urbanistico-edilizio dell'immobile;
- ricerca dei precedenti edilizi, catastali, strutturali, autorizzazioni varie (agibilità, scarico, passi carrabili, ...);
- rilievo dello stato di fatto.

A questo punto un tecnico potrà indirizzarti su come sia meglio procedere.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Ho comprato casa dicembre 1983, rogito dal notaio, ora dicembre 2019, in comune non trovano la concessione edilizia concessa da loro. Che fare per avere tutto in regola? Ho scritto con pec all'ufficio. Tecnico ed attendo risposta e poi......
Ho controllato all'archivio notarile e conservatoria dei registri immobiliari. Dicono che il sono a posto? Avendo il contratto notarile. Allora? Grazie a chi mi indica....
Devono cambiare le leggi vecchie dello stato italiano che incassa e non tutela chi affitta regolare chiedo più flessibilità e meno burocrazia
Alto