1. immobilio.it è l'unico forum italiano interamente dedicato agli Agenti, alle Agenzie Immobiliari e ai Professionisti del mondo Casa.
    Su immobilio.it puoi approfondire le nuove leggi, leggere recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, modulistica e servizi per il settore immobiliare e confrontarti con migliaia di Agenti Immobiliari e Professionisti del settore.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino
    Gli agenti immobiliari lavorano in piena e spietata concorrenza.
    Il mercato immobiliare è diventata una landa desolata dove vige la legge della provvigione decrescente. Vince l’agente immobiliare che si contenta di un tozzo di pane. Trionfa il mediatore che si abitua ad una dieta ferrea.
    Ma i Notai no.
    I Notai continuano a magiare a quattro palmenti: antipasto, primo, secondo, contorno, dolce, frutta caffè e amaro, tutti santi giorni.
    Ma…
    Percepiamo l'utilità del lavoro del Notaio (fare pubblica fede) in rapporto alle sue salatissime parcelle? Io non la percepisco, sinceramente. E' un lavoro che lo Stato potrebbe tranquillamente affidare ad un qualsiasi legale laureato e inscritto ad un albo.
    Faccio notare, en passant, che in Italia c’è un esercito sterminato di 250.000 avvocati, spesso con pochi clienti, che sarebbero capacissimi (in maggioranza) di stilare un rogito. Tantissimi di loro hanno fame di lavoro e di guadagno.E farebbero un sol boccone degli scarsi 5000 notai sparsi nella Penisola.
    Ma i Farmacisti no.
    Me li immagino, quest'ultimi, mentre dicono :"Pancia mia, fatti capanna"!
    I Farmacisti, la mattina, fanno colazione con caffellatte, pane, burro e marmellata e poi vanno ad aprire la loro farmacia in regime di monopolio, certissimi del lauto ed immancabile incasso.
    Il Farmacista, nel 99% dei casi, è un semplice venditore di medicine. Percepiamo la sua utilità in rapporto al monopolio familiare, a volte secolare, delle licenze? Io no, non la percepisco.(Perché chi ha una laurea in farmacia non può tranquillamente aprire, la sua, di farmacia. Cosa gli manca?).Ma, stranamente, queste due categorie professionali sono superprotette.
    Sono intoccabili.
    Chissà perché...
    Eppure, per dirla terra terra, toccare i loro anacronistici privilegi sposterebbero pochissimi voti (4700 notai e 16.000 titolari di farmacia, anche considerando le rispettive famiglie, sono numeri trascurabili, elettoralmente parlando).Ritengo, queste, delle sperequazioni che sono assolutamente da eliminare, in Italia. Però nessuno fa niente per sopprimerle.
    Passano le legislature, si succedono il governi ma i notai e i farmacisti, con le loro guarentigie di natura aristocratica, sono ancora lì.
    Con il loro assurdo numero chiuso.
    Con le loro malleverie di stampo medievale.
    Ma, per queste categorie professionali, non sono validi i principi tanto sbandierati della liberalizzazione? I Notai e i Farmacisti non sono entrati ancora in Europa?
    Ma dove abitano, di grazia? Nel Paese di Cornucopia?
    Invece un mediatore per maturare la sua meritatissima provvigione deve sudare sette camicie.
    E poi, addirittura, convincere quasi con la forza i propri clienti, ai quali ha fatto concludere un affare immobiliare di reciproca convenienza, a farsela riconoscere e a farsela pagare.
    A questo siamo arrivati. Alla provvigione come mero optional, al compenso come accessorio di scarsa importanza. Come se l'agente immobiliare avesse l'obbligo morale di lavorare gratis.
    Da un lato, quindi, c'è chi ha la pappa facile (e tanta!) garantita per legge, dall'altro lato chi fa fatica a vedersi riconosciuto il frutto del proprio lavoro con uno Stato che si distrae e guarda altrove.
    Perché il lavoro assiduo di un agente immobiliare che segue il cliente fino al compromesso non è percepito come professionale mentre chi ti vende medicinali da banco è considerato un patrimonio che lo Stato tutela più e meglio di quello che potrebbe fare l'UNESCO con un sito archeologico?
    Trovo queste clamorose disparità, che poi vanno ad incidere nella carne viva della dignità umana, una cosa vergognosa.
    Archeologia, appunto.
     
  2. wiwaxia

    wiwaxia Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Non esiste una lobby in parlamento di agenti immobiliari ;)
     
    A Ponz piace questo elemento.
  3. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Magari!....anzi dovremmo cercare un rappresentante
     
  4. Sim

    Sim Membro Senior

    Agente Immobiliare
    Non serve una lobby per farci pagare le provvigioni, serve più correttezza dei colleghi, serve che nessuno si svenda professionalmente e moralmente pur di strappare un affare a qualcun altro. Da quando qualcuno ha iniziato a fare lo "Zeropercento" ai venditori ha messo in ginocchio tutti gli altri. Ecco cosa serve: furbizia! I notai non si fanno la guerra dei prezzi, se vuoi rogitare da loro devi passare. Se nessun agente avesse venduto la propria anima al peggior offerente adesso non dovremmo parlare di estenuanti trattative per la provvigione.
     
    A dormiente, Rosa1968 e Graf piace questo elemento.
  5. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Il fatto che chi svende non è neanche AI
     
    A Rosa1968 e Sim piace questo messaggio.
  6. Macow

    Macow Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Onestamente sono d'accordo su molti punti (le lobby non dovrebbero esistere in nessuna professione)..

    Ma comparare professioni come Notai con AI mi sembra esagerato.. i percorsi mi sembrano troppo diversi..

    Inoltre anche i Notai negli ultimi devono scontrarsi con un pò (ovviamente poca essendo lobbisti) di concorrenza.

    Per i farmacisti mi sembra riduttivo chiamarli semplici venditori di medicine...
     
    A Sim e mata piace questo messaggio.
  7. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino
    Non è che voglia apparire eversivo ed esterofilo ma la professione del notaio in molti stati europei a americani non esiste.O meglio viene tranquillamente svolta da un avvocato qualsiasi.
    Qui in Italia il Notaio sembra un Dio in terra.
    Quanto ai farmacisti, sono d'accordo che non sono solo dei venditori di medicine ( ma praticamente quasi sempre..) però il problema é che se sei laureato in farmacia figlio di farmacista erediti la farmacia di famiglia ma se sei un laureato non figlio di farmacista vai a lavorare da dipendente sotto il figlio del farmacista figlio di farmacista.
    Non puoi aprire una tua farmacia.
    Un avvocato, un commercialista, una volta inscritto all'albo, può tranquillamente aprirsi uno studio,il farmacista inscritto all'albo figlio di insegnante di lettere non può esercitare autonomamente.Per avendo una laurea con pieno valore legale.
     
    A dormiente piace questo elemento.
  8. Ponz

    Ponz Membro Storico

    Agente Immobiliare
    I notai hanno più prestigio dal punto di vista professionale, ma nel processo pratico di compravendita hanno sicuramente un ruolo molto marginale. Sono come i supermercati, gli agenti immobiliari nella filiera di una compravendita sono come quelli che raccolgono il grano, fanno la farina, preparano l'impasto, lo infornano e lo fanno cuocere senza bruciarlo. Il notaio arriva, fa due controlli, appiccica un etichetta e ciao. ;)

    Esistono paesi senza notai, non senza agenti immobiliari... essendo il lavoro dell'agente non obbligatorio si può desumere che sia utile, altrimenti non si spiega come mai esista... ;)

    Se le compravendite sono 500000 di media negli anni e i notai meno di 5000 si capisce che i notai possono contare su 100 compravendite ognuno. (senza contare poi tutte le costituzioni di società ecc.)

    Se a me agente garantisci 100 compravendite anno ti prendo 1500 euro ognuna tranquillamente.

    La media attuale si aggira in 5-7 compravendite/anno ad agente e i conti non tornano lo stesso :)

    Fai te.
    ;)
     
    A Sim, Bagudi, dalele e ad altre 2 persone piace questo elemento.
  9. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino
    E' così: la funzione del notaio non è obbligatoriamente individuabile come figura professionale autonoma, l'agente immobiliare sì, giacché promuove affari pur non essendo una figura obbligatoria.
     
  10. dalele

    dalele Membro Attivo

    Agente Immobiliare
    Dopo anni di frequentazione di forum et similia, dissertazioni anche notturne (alcuni dei presenti si ricorderanno...) sono sempre più convinto che di soluzioni ce ne sarebbero, ma siano di difficile attuazione per la natura, ad oggi, individualista dell'ai.
    Si collabora si, ma non su tutto, fronte comune sì, ma fino "a un quarto a mezzogiorno", come si dice a Firenze. Perchè i notai ed avvocati sono spesso rispettati (non sempre credetemi)? perchè fanno percepire l' importanza della loro opera e l' indispensabilità. Affrontereste una causa milionaria da soli? Ed una vendita milionaria? È qui la differenza.
    Perchè le associazioni non fanno crediti formativi? Un bollino di qualità del tipo "agente qualificato per la mediazione di aziende". Poi che vinca il mercato! Vuoi andare dal sensale con taccuino e cellulare, oppure da chi è qualificato con un percorso di formazione ufficiale? Scegli tu...vinca il migliore!
    Ma se nemmeno riusciamo ad emergere con un portalino riservato.......
     
  11. Ponz

    Ponz Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Stai toccando aspetti che se cerchi nel forum puoi capire come vengono percepite le tue idee ;) (che in gran parte sono anche mia)

    Purtroppo c'è da fare delle scelte e portarle avanti, tutti contenti non li puoi fare, quindi fai scelte che tengano conto il più possibile di tutte le esigenze mediando con ciò che pensi accadrà domani ;)
     
  12. Graf

    Graf Nominato ad Honorem Membro dello Staff

    Privato Cittadino

    C'era un agente immobiliare nell'altra legislatura: Gabriele Cimadoro prima UDC poi Italia Dei Valori (era cognato di Di Pietro). Non rieletto causa scomparsa IDV.
    Credo, che nell'attuale legislatura, non ce ne siano.
    Credo ma non ne sono sicurissimo.
     
  13. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Se riesci fammi sapere
     
  14. mata

    mata Membro Assiduo

    Altro Professionista
    La media che hai fatto è come quella che canzonava Trilussa: in realtà non tocca mezzo pollo ciascuno, ma ad uno va intero ed all'altro niente. Così come per i notai: magari uno ne fa 97 e l'altro 3. Poi se togliessero i notai dall'Italia sì che fioccherebbero atti illegali, gente che compra senza titolo, con ipoteche ecc. ecc..
    In tutti i paesi latini ci sono i notai, perchè i latini son banditi.
     
  15. Macow

    Macow Membro Ordinario

    Privato Cittadino
    Ribadisco che sono assolutamente contrario a tutti i lavori di casta.. qualsiasi essi siano... ma ..


    qui si svaluta il lavoro che fa il notaio.. i 2 controlli, etichetta e via di cui tu parli si portano dietro tante responsabilità che l'AI non ha.


    ma ci sono figure professionali di pari grado che fanno il loro lavoro, e su questo mi trovi assolutamente d'accordo





    Partendo dal presupposto che è normalissimo che ci siano moltissimi meno notai che AI, non puoi avere stesso numero di Notai e AI, il percorso formativo di uno e dell'altro sono troppo differenti.

    Ne deduco che l'AI per poter vivere con lo stesso tenore di un notaio deve avere un prezzo di 15 volte superiore.. per avere un tenore un po minore 10 volte e non siamo lontani dalla realtà.

    Mio personale parere è che le Agenzie Immobiliari ora come ora sono troppe e dovrebbe esserci più proporzione tra le compravendite e numero di AI.
    Trovo il lavoro dell'AI indispensabile e preferirei avere meno scelta ma + qualità.:D
     
  16. Ponz

    Ponz Membro Storico

    Agente Immobiliare
    I problemi ci sono anche in america, sono post-rogito e sono tanti, il notaio ci prova a sbarcarci ma non lo prendono :D
    L'unico notaio utile è in francia.
    Qua è utile solo per la complessità della burocrazia, in francia ha una utilità indiscutibile ed è davvero garante.

    Dammi il notaio alla francese e io sarò ancora più contento.

    Quello italiano purtroppo non garantisce al 100%.

    Il discorso che hai fatto è giusto ma analizza un altro aspetto, chiaro che a parità di possibilità si può ragionare, ma io sostengo che se fosse obbligatorio (e non lo voglio assolutamente, odio ste cose) passare dagli agenti immobiliari e fossero un numero finito le provvigioni calerebbero, anche se qualcuno non avrebeb clienti e non facesse vendere una casa....ti torna?

    Trilussa c'entra pochissimo nella riflessione...
     
  17. Ponz

    Ponz Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Informati meglio, l'ai ha molte più responsabilità del notaio in proporzione al potere e l'autorità che gli è riconosciuta.
    Il notaio tra l'altro non ha responsabilità su quanto le parti sostengono per capirsi, esatamente come l'ai, il notaio ha responsabilità di ciò ceh è nel suo ambito, completamente sotto il suo controllo. Noi in teoria abbiamo responsabilità perfino se il cliente fa il compromesso e non lo registra. ;)

    Es.

    Io faccio fare un affare, i tecnici decidono di fare loro il preliminare, inseriscono anche l'agenzia nel testo, e lof anno controfirmare. NOn lo registrano anche se io insisto per farlo.

    Ho due scelte, denuncio i clienti per non averlo fatto al fisco o pago di tasca mia... o spero che nei prossimi 10 anni nessuna cartella equin.. alia mi arrivi maggiorata di interessi e more...venga a richiedermeli. (siamo sostituti di imposta nel pagamento delle imposte sui preliminari, esattamente come i notai, lo sapevi?)

    Il venditore non dice una cosa che io avrei dovuto conoscere perchè invece di lavorare solo con la segretari ho uno studio un po' più organizzato e il giudice ha mangiato amle?

    Pago.

    CI sono moltissime responsabilità a carico degli agenti in cambio di NESSUNA possibilità di controllo.
     
    A Bagudi piace questo elemento.
  18. mata

    mata Membro Assiduo

    Altro Professionista
    Ma davvero pensi che un AI potrebbe sostituirsi ad un notaio? Ma dai ...
     
  19. Ponz

    Ponz Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Continuai a spostare il tema: mi dici dove lo hai letto?

    Sostengo e ripeto, che un notaio NON è utile in se al proceso di compravendita come tale lo è solo per burocrazie varie, in italia, il suo lavoro potrebbe farlo benissimo un avvocato eccome in tantissime compravendite... poi ci sono dei colleghi che sono mancati notai (davvero)... sai che per diventare notaio.... anche se studi... ;)

    Il notaio infatti in molti paesi non c'è e dove c'è è obbligatorio. ;)

    L'agente immobiliare c'è dappertutto e non è obbligatorio da nessuna parte.

    Il notaio è il corrispondete di un ente certificatore del supermercato, lagente è il corrispondente del produttore/coltivatore.

    Senza il primo si mangia lo stesso, senza il secondo no.

    ... è più chiaro? ;)

    Ma si parlava di questo? Rileggendo sopra, no.
     
  20. topcasa

    topcasa Membro Storico

    Agente Immobiliare
    Ma perché l'italiano non sa copiare le cose bune dell'Europa?
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina